Recensioni

Recensione di HP Chromebook 11

Ott 3, 2014

Recensione di HP Chromebook 11

In questa review parleremo di un prodotto un po particolare, mai visto fino ad oggi su Tecnologici.net, che si pone l’obiettivo di offrire la compattezza e le capacità di un netbook, ad un prezzo low cost e garantendo una fluidità incredibile. Stiamo parlando del HP Chromebook 11-2000nl. Come detto, questo particolare device, pur offrendo (in parte) funzioni ed estetica di un notebook compatto, fa dell’ambiente Google il suo punto di forza, grazie al Chrome OS installato di default. Però, prima di parlarvi del lato software, ci concentreremo sulla qualità costruttiva e sull’hardware di questo Chromebook 11.

 

Confezione

DSC00003

La confezione è identica a quella che potreste trovare acquistando un computer portatile. Infatti, nella tipica scatola di cartone provvista di maniglia, troverete: il Chromebook 11, un caricabatteria ed una montagna di manuali, tra cui un utilissimo foglio con la guida all’utilizzo di Chrome OS (ideale per i meno esperti di questo sistema). Il caricatore da parete (da 3 Ampere e 5.35 volt) è simile a quello dei tablet, non essendo provvisto di un trasformatore molto ingombrane, con l’unica differenza che il cavo di ricarica è integrato e non separabile.

 

Costruzione

DSC00002

La qualità costruttiva è molto buona e rende questo device molto solido. Non troviamo scricchiolii di sorta e, considerando il prezzo, questa caratteristica lo rende superiore a quasi tutti i device simili. La struttura è completamente in policarbonato “verde oceano”, con l’unica eccezione per il logo HP che, grazie alla finitura in metallo, offre un tocco distintivo sul retro del display.

La base del Chromebook è provvista di 4 piedini in gomma che, oltre ad offrire un rialzo per meglio dissipare il calore, donano un’ottima stabilità durante l’uso. Sempre sul fondo troviamo i due speaker stereo che hanno una buona qualità ed un ottimo volume massimo. Inoltre, grazie al fondo rialzato ed alla loro posizione leggermente orientata verso l’utente, non verranno mai  “soffocati” . Sotto al portatile non troviamo alcuna griglia per la ventilazione, visto che questo portatile è dotato di un hardware “fanless“, cioè senza alcun tipo di ventola. Questo garantisce una silenziosità estrema dell’intero sistema (non essendoci componenti in rotazione od in movimento), ma porta ad un riscaldamento eccessivo della parte in corrispondenza del processore (in alto a sinistra sulla base), soprattutto dopo un uso prolungato della macchina.

Le porte disponibili sono le “solite” e si trovano sul lato destro del computer. Su questa parte troviamo infatti: un ingresso micro USB per la ricarica, 2 porte USB 2.0 e l’ingresso da 3.5mm (porta combinata per cuffie e microfono, come quelle presenti sugli smartphone). Sul lato sinistro troviamo solo l’aggancio di sicurezza, necessario per collegarlo ai cavi anti furto. Ovviamente è disponibile anche un microfono integrato (vicino alla webcam) che, pur non offrendo un’ottima qualità nella registrazione, garantisce una sufficiente pulizia per effettuare delle chiamate (o videochiamate) Voip.

Punto di forza dell’assemblaggio è anche la tastiera ad isola (bianca) che, grazie ad una corsa media e ben “controllata” (ne troppo morbida ne troppo dura), permette di scrivere velocemente e senza particolari errori di battitura (vista la netta separazione dei tasti). Inoltre, per chi ha delle mani nella media, la grandezza di questo 11″ permette una scrittura comoda con i polsi poggiati all’esterno del device (quindi senza sfregare sulla plastica). Sono disponibili anche numerosi tasti rapidi, che velocizzano notevolmente alcune operazioni (luminosità, volume, ricarica della pagina, full screen ed altri) e delle combinazioni di tasti con CTRL ed ALT.

L’ultimo aspetto di questa sezione che ci preme menzionare è il track pad. Esso, pur non arrivano alla scorrevolezza di quelli in alluminio, riesce ad essere preciso e funzionale, grazie anche alla possibilità di personalizzazione della velocità di scorrimento. Se ciò non bastasse, sono disponibili anche delle gesture: tocco con due dita per aprire il menù contestuale, swipe con due dita per lo scrolling della pagina e swipe a tre dita (da destra verso sinistra e viceversa) per il cambio di scheda.

DSC00005

 

Hardware

DSC00008

L’hardware è molto simile a quello di un tablet di fascia medio-bassa e questo, oltre ad essere un piccolo limite, rappresenta la vera forza del Chromebook 11 di HP. Questo perché, pur non offrendo un’alta potenza di calcolo, garantisce un’altissima fluidità del sistema ed un’ottima durata della batteria.

Il display è molto luminoso e, anche grazie ad una finitura leggermente opaca, permette una buona visualizzazione anche all’aperto. Come dice il nome, lo schermo WLED è da 11″ (29.5 cm) ed ha una risoluzione HD (1366 x 768). La densità di pixel è relativamente bassa ma, considerando la distanza a cui si usa un notebook di questo tipo, la considero assolutamente adatta. I colori sono di buona qualità ed abbastanza saturi; l’unica piccola pecca è il contrasto leggermente basso del display, aspetto che poteva essere migliorato. Il cuore del device è prodotto da Samsung ed è una CPU Exynos 5250 Dual, provvista di due core Cortex A15 con clock massimo a 1.7 Ghz. Le performance sono buone ma, dopo qualche decina di minuti di uso intenso, il componente scalda molto, il che può diventare fastidioso se usate il Chromebook sulle gambe. La ram da 2GB è più che sufficiente, mentre la rom da 16GB è abbastanza scarsa, non essendo espandibile via micro SD. Per ovviare a questo problema, è possibile sfruttare delle unità di archiviazione esterne (pennette USB o hard disk) oppure avvalersi dei 100GB su Google Drive che l’azienda di Mountain View mette a disposizione degli utenti Chromebook. Inoltre sono presenti: il Bluetooth 4.0 ed  una Webcam VGA, dalla qualità abbastanza scadente.

La batteria è una 3 Celle da 30 Whr che, abbinata ad un hardware poco energivoro, garantisce 7 ore di autonomia circa (a luminosità medio alta). Come al solito il tutto varia in base alla luminosità dello schermo che, se tenuta al massimo, abbassa di circa un’ora la durata complessiva dell’accumulatore.

Le dimensioni sono: 30 x 20.57 x 7.6 cm. Il peso è di 1.22 Kg. Questo rende il dispositivo molto maneggevole e facilmente trasportabile.

Software e Esperienza Utente

DSC00009

Il software installato è Chrome OS che, durante la nostra prova, è alla versione 37. Per chi non lo conoscesse, questo OS è una sorta di upgrade all’ennesima potenza del noto browser di casa Google, essendo basato sul suo eco sistema con l’aggiunta di alcune features.

Il sistema si compone di: Home, Launcher delle app, barra delle app più comuni e informazioni sul sistema. La Home è ovviamente la schermata principale e, come avviene in altri sistemi operativi, da essa si parte per svolgere tutte le attività. In basso a sinistra della stessa troviamo il Launcher. Tramite questo menù potremo accedere a tutte le applicazioni installate sul sistema, scorrendo le varie pagine di sotto-menù oppure ricercandole attraverso l’apposita barra (anche vocalmente). Una volta trovata l’app desiderata vi basterà avviarla con un click. Ovviamente, grazie alla memoria allo stato solido ed alla leggerezza del sistema, tutti i software si apriranno in un “batter d’occhio”. La stessa velocità è garantita per l’accensione del notebook e per la riattivazione dallo stand-by (che avviene appena si riapre il “coperchio” in 2 secondi circa). Un’altra componente della Home è la barra delle app comuni. Questa è composta dalle applicazioni principali di Google, oppure da quelle scelte dall’utente. In poche parole, è come la barra Desktop di Windows, all’interno della quale è possibile “bloccare” alcune app. L’ultimo componente è il menù delle informazioni di sistema. Esso raggruppa alcune informazioni fondamentali di Chrome OS: nome dell’account Google che si sta usando, stato della connessione wi-fi o bluetooth, livello di carica della batteria, luminosità dello schermo e notifiche dei servizi Google.

Il vero punto di forza di questo OS è la fluidità che, nonostante qualche lag di tanto in tanto, rimane su discreti livelli. Questo dimostra l’ottimo lavoro di Google, se consideriamo l’hardware del prodotto. Pecca del sistema è l’estremo vincolo alla rete che non permette un uso completo se si è offline. Questo perché le features di Chrome OS sono legate alle applicazioni scaricabili dallo store del Browser Chrome e molte di esse richiedono (per vari motivi) il collegamento alla rete. Nonostante ciò, le funzioni principali sono garantite anche offline, grazie alla suite che Google include, basata principalmente sui servizi di Drive. In particolare, le app (preinstallate) disponibili offline sono: scrittura e lettura dei documenti di testo; visione e produzione di presentazioni; fogli di calcolo; produrre “to do list” con google keep; leggere e scrivere mail, che una volta recuperata la connessione verranno inviate; calendario; editare foto e leggere file multimediali come foto o video. Tutti i servizi offline, una vota ristabilita la connessione, sincronizzeranno i dati online. Comunque sono disponibili anche altre applicazioni per l’uso “non in linea”, che potete vedere nella sezione apposita di Chrome Web Store. Nel complesso i software disponibili sono abbastanza, ma siamo ancora lontani dai livelli dei competitor. Comunque, a meno che non abbiate esigenze particolari, troverete l’app giusta per quasi tutte le necessità. La navigazione web è abbastanza fluida, rallentando un pò solo nelle pagine particolarmente pesanti.

Nel complesso questo prodotto rappresenta un’ottima alternativa per chi cerca un notebook basilare, senza rinunciare alla fluidità (che molto spesso in questa fascia non viene garantita). La suite office integrata offre una buona produttività, anche se non siamo ancora sui livelli degli office per Windows e OS X. Per questo non mi sento di consigliarlo agli utenti che cercano funzioni avanzate legate alla produttività, i quali potrebbero sentire la mancanza di alcune features dei sistemi più celebri.

Prezzo Online di 269 Euro sul sito ufficiale di HP.

DSC00004

 

 

 

 

Malato di smartphone, tablet e gadget tecnologici. Alla spasmodica ricerca di qualcosa di nuovo che possa catturare la mia attenzione.