News Smartphone

Ricarica notturna dello smartphone: tutto quello che dovete sapere

Gen 19, 2015

author:

Ricarica notturna dello smartphone: tutto quello che dovete sapere

bette tec

Se siete possessori di uno smartphone questo articolo fa sicuramente al caso vostro e soprattutto potrebbe fare del bene alle vostra tasche. Infatti nella stragrande maggioranza dei casi al termine di una giornata tutti voi vi trovate a dover ricaricare il vostro dispositivo e si può dire chiaramente che è ormai diventata una pratica standard per gli smartphone quella di essere ricaricati ogni 24 ore e di esserlo in modo particolare durante il nostro riposo notturno. Ma è davvero questa la scelta più giusta e sensata oppure stiamo causando danni permanenti ai nostri smartphone tenendoli sotto carica per molto più tempo di quanto hanno bisogno (di norma si tratta delle classiche due ore ma alcune tecnologie moderne di ricarica permettono di fare il tutto in molto meno tempo). E quanti soldi spendiamo ogni notte per lasciare sotto carica un dispositivo che in realtà già sarebbe carico? Vediamo insieme in questo articolo quelle che sono le risposte a tutte queste domande.

Quanto risparmio?

Se da un lato molti progressi sono stati fatti in termini di efficienza e di prestazioni per quel che riguarda i caricabatterie degli smartphone è anche vero che è stato stimato che già solo il fatto stesso di lasciare un caricabatterie inserito nella presa senza connettervi uno smartphone porta ad un costo, seppur esiguo. Infatti si tratterebbe di pochi centesimi all’anno, una cifra davvero risibile. Ovviamente però questo non è il problema da affrontare e sembrerebbe non esserlo nemmeno il lasciare lo smartphone in carica durante tutta la notte visto e considerato che in tal modo si spendono circa non più di 3.50 £ (circa 5 euro) in un intero anno. Anche in questo caso sarebbe meglio tenerseli in tasca ma non non c’è nulla per cui disperare.

Ampliamo il discorso

Attenzione però perché se 5 euro l’anno di risparmio non sembrano molti il discorso può essere ampliato a tutti i dispositivi elettronici che lasciamo in stand-by durante la notte, partendo dal televisore sino ad arrivare al router del Wi-Fi. In questo modo la cifra stimata annua arriverebbe ad oscillare tra i 50 £ e gli 80 £ (tra i 60 ed i 90 euro circa) e si inizierebbe a parlare di un buon risparmio. Se poi si dovesse avere la buona abitudine di staccare i device in stand-by quando si sa che non li utilizzerà per molto tempo allora la cifra potrebbe ancora crescere (si pensi ad esempio a chi si assenta da casa per 10/12 ore al giorno causa lavoro ogni giorno).

Batterie agli ioni di litio

E veniamo ora all’ultima domanda, quella che crea più dubbi: lasciando in carica uno smartphone carico rovino il mio smartphone o tablet? La risposta sembra essere affermativa visto che le batterie agli ioni di quando si sovraccaricano possono diventare pericolose e per questa ragione i moderni caricabatterie sono progettati per ridurre l’erogazione di energia quando il telefono raggiunge il 100% della carica. Accade dunque che si crea un effetto “fisarmonica” a causa del quale lo smartphone lasciato in carica per tutta la notte arriva al 100% poi perde carica e poi nuovamente arrivata al 100% e così via.

Cosa ne pensate di quello che vi abbiamo consigliato in questo articolo?

Diteci al vostra scrivendoci all’interno della nostra pagina Facebook o seguendoci sul nostro account Twitter dove ogni giorno avrete l’opportunità di essere sempre informati sul mondo della tecnologia e troverete i link per accedere direttamente alle nostre news, guide all’acquisto e recensioni (anche video) e di commentare e porci domande su quanto vi proponiamo ogni giorno. Vi aspettiamo numerosi.

Via

Si divide tra Roma e Londra, sempre alla ricerca del modo migliore per fare soldi senza lavorare, si dedica all'alchimismo nutrizionale e alla costante ricerca della dieta magica che gli consenta di mangiare chili di gnocchi ai 4 formaggi senza ingrassare. Nel tempo libero appassionato di smartphone, PS3, diritto, finanza, ogni tipo di sport e... Snoopy.
  • marco

    apparte che ieri c era una riga in piu che non aveva senso, che ora è stata rimossa, cmq come dice roberto Manca una conclusione, ci si aspetta una “soluzione” o la spiegazione di cosa porti questa “fisarmonica”: … e quindi poi? conviene ricaricarlo di giorno? magari anche se non si ha tempo di arrivare al 100%? o mentre lo si usa??? non è ugualmente controproducente???

    Dico che se uno fa un articolo su una cosa, poi bisogna concludere il discorso non lasciarlo a metà

    • I continui cicli di carica-scarica hanno un impatto sulla batteria, che, seppur basso, a lungo andare può danneggiare il dispositivo e la sua autonomia. Soprattutto se la batteria non è removibile, conviene non ricaricare il telefono durante la notte, o fare in modo comunque di staccarlo dalla presa una volta terminato il ciclo di carica. Esistono oramai le power bank che sono utilissime, proprio a questo scopo.

  • marco

    La fine dell articolo non ha senso

    • Ciao Marco, cosa intendi?

    • Roberto Forti

      Quoto. Manca una conclusione, ci si aspetta una “soluzione” o la spiegazione di cosa porti questa “fisarmonica”: danni o semplicemente consumo inutile?