News Recensioni Recensioni smartphone Video

Samsung Galaxy A3: la recensione completa

Feb 5, 2015

Samsung Galaxy A3: la recensione completa

galaxy-a3-featured

Galaxy A3 è uno smartphone che dà il volto ad una nuova gamma della serie Galaxy, uno smartphone definito di fascia media per via di alcune distintive caratteristiche ma che è abbinato ad un design e una serie di funzionalità che possono essere associati a smartphone di fascia superiore. In realtà il Samsung Galaxy A3 è uno smartphone che mi ha stupito molto nella prova che racconto in questa recensione completa, poiché da una semplice lettura delle specifiche tecniche il prezzo mi è subito sembrato sproporzionato, invece nella prova quotidiana alcuni particolari mi hanno convinto a rivedere il giudizio finale, che ovviamente rimando all’ultimo paragrafo insieme ai pro e i contro.

Prima di procedere vi ricordo che Galaxy A3 si basa su un display da 4.5 pollici con risoluzione qHD, processore Snapdragon quad-core di ultima generazione, fotocamera da 8 Megapixel, batteria da 1.900 mAh e un design davvero curato e ricercato. Entriamo nel vivo della recensione!

 

Videorecensione di Galaxy A3

Design

galaxy-a3-design-front

Samsung Galaxy A3 si presenta con un design che riesce a congiungere le classiche linee della gamma Galaxy a nuove caratteristiche estetiche che non si erano ancora viste in questi smartphone. Il primo elemento di innovazione che spicca è l’assenza del classico pannello rimovibile che va a comporre la superficie posteriore del dispositivo, che lascia spazio, invece, ad una monoscocca e alla presenza dei vani appositi per SIM e MicroSD, a cui si accedere con la oramai nota chiavetta.

galaxy-a3-bordi-microsim

Le dimensioni di Galaxy A3 testimoniamo una ottima maneggevolezza, grazie a 130.1 x 65.5 x 6.9 mm per soli 110 grammi, che donano sicuramente la possibilità di tenere ed usare agevolmente il terminale con una sola mano. Curati sono sicuramente i materiali di fabbricazione e l’elemento che su tutti spicca è la fascia laterale in alluminio, che dà un tocco di eleganza al completo design. La superficie posteriore è lasciata liscia, il che agevola il rischio di caduta, che viene contrastato però dalla comoda presa. Sul retro ritroviamo lo stile di sempre di Samsung, grazie alla presenza della Fotocamera di forma quadrata, affiancata dal Flash a dall’altoparlante, e del logo Samsung al centro.

galaxy-a3-design-back

Il raccordo tra il retro e la superficie laterale si costituisce di una sottile linea metallizzata. Il tasto di Standby e il tasto del volume sono posti sui lati opposti, rispettivamente destro e sinistro ed anche in questo ritroviamo il gusto classico degli smartphone Galaxy. Al di sotto del tasto di accensione e spegnimento sono situati i vani per la SIM e la MicroSD, mentre sulla superficie inferiore si osservano il microfono, la porta MicroUSB e il jack da 3.5 mm per gli auricolari.

galaxy-a3-fotocamera-selfie

La facciata anteriore appare con angoli smussati e su di essa di osservano sicuramente il display, al di sotto del quale si trova il classico tasto fisico Home, caratteristico di Samsung, affiancato dal tasti soft-touch Menù e Indietro. Al di sopra del display, invece, si nota il secondo logo dalla casa, la Camera Secondaria e i sensori di prossimità e luminosità e l’altoparlante secondario. Assente, però, il LED di notifica mentre per quanto riguarda i LED dei tasti frontali si può decidere anche quanto tempo tenerli attivi. Nel complesso, il design di Galaxy A3 non ha linee dure, squadrate, ma le linee sono morbide e le varie superficie si accordano con armonia.

galaxy-a3-standby

Pollice alto per il design di Samsung Galaxy A3!

 

Display

galaxy-a3-display-dettagli

Impossibile non notare in uno smartphone che costa di listino 309€ il display con risoluzione qHD (960 x 540 pixel). Se da un lato ho apprezzato moltissimo la diagonale del display, davvero compatto, capace di rendere l’utilizzo ad una mano una funzionalità piacevole che non provavo da parecchio, dall’altro la risoluzione non elevata non è quella che si può definire da top di gamma.

galaxy-a3-display

Come sempre in questi casi ci si scontra con un duplice pensiero perché se la bassa risoluzione favorisce l’autonomia, complice il minor dispendio energetico, dall’altro lato significa anche una minor finitura dei dettagli e in generale ci si poteva aspettare almeno una risoluzione HD 720p su questo smartphone per ottenere un risultato ottimale.

galaxy-a3-in-mano

Cosa però mi è piaciuto tantissimo? L’utilizzo della tecnologia AMOLED sul Galaxy A3 è un piacere: i colori sono molto più saturi e vivi degli smartphone IPS parifascia, i neri sono davvero profondi e si riesce ad apprezzare la qualità di questa tecnologia su un display così compatto. In due parole il display si può definire croce e delizia del Galaxy A3.

 

Hardware

Sul Galaxy A3 troviamo uno degli ultimi nati di Qualcomm: si tratta del processore quad-core Snapdragon 410 che è caratterizzato da architettura 64 bit, core che possono spingersi fino a 1.2 GHz di frequenza e abbina la GPU Adreno 306 per la gestione del 3D e dei giochi. In realtà è un processore di fascia non elevatissima, ma come accaduto per il predecessore (che potreste aver provato sui Moto G che spesso consigliamo), conferma la sua bontà di utilizzo. Non abbiamo riscontrato rallentamenti e anche una interfaccia molto pesante come la Samsung TouchWiz dimostra di poter essere gestita dal Galaxy A3.

La memoria RAM è da 1.5 GB [Edit: grazie Paolo], niente di particolarmente eclatante, che ci ha causato difficoltà solo dopo una serie numerosa di scatti con la fotocamera, ma come potrete vedere anche nella videorecensione non ci sono stati rallentamenti o difficoltà nella gestione di più applicazioni. La memoria interna invece è disponibile in un lotto da 16 GB, che risultano molto appetibile in uno smartphone di questa fascia, e che possono essere ampliati fino a 64 GB. Se la vostra esigenza di spazio è molta, questa soluzione potrebbe fare al caso vostro.

Le buone prestazioni sono state confermate nei test al benchmark dove il Galaxy A3 non ha affatto demeritato: circa 21.000 punti su AnTuTu per un rilievo delle prestazioni globali, circa 2.000 punti con Vellamo Browser per identificare le qualità in navigazione web, ma tutto sommato con l’impressione che funzioni meglio il browser stock di sistema piuttosto che Google Chrome. High Performance per Epic Citadel che invece fa capire come la risoluzione qHD sia molto più semplice da gestire rispetto ad una superiore.

galaxy-a3-vellamo galaxy-a3-antutu-ranking galaxy-a3-antutu-punteggio

 

Connettività

Uno dei punti principali di pregio del Galaxy A3 è il supporto alla rete LTE 4G (che cosa è? di che si tratta?) che funziona in modogalaxy-a3-gps corretto e garantisce una velocità importante allo smartphone, dando quel sapore di velocità aggiuntiva specie quando si guardano filmati su YouTube o quando si scaricano dati. Nella navigazione quotidiana, almeno a mio avviso, la differenza in termini di tempo non è così elevata. Il Wi-Fi funziona in modo stabile e veloce, riuscendo a rimanere stabile anche a distanza di 10/15 metri dal modem.

Non manca nulla poi come gamma di connettività poiché è presente il chip NFC, è possibile ampliare la memoria tramite microSD, è presente il Bluetooth che funziona in modo corretto e stabile senza impattare molto sui consumi energetici, grazie alla versione 4.0. Nulla da dire sul GPS che invece si aggancia velocemente ai satelliti e risulta decisamente preciso e propone anche la nuova tecnologia GLONASS. I tempi di fix all’aperto si sono sostanziati in circa 2-3 secondi, una cifra decisamente interessante per il Galaxy A3.

 

Fotocamera

galaxy-a3-fotocamera

La fotocamera di questo smartphone è un apparato “strano”: frontalmente mi ha stupito la presenza del sensore da 5galaxy-a3-app-fotocamera-interfaccia Megapixel e la modalità Wide Selfie che, come anche accade con alcuni concorrenti, permette di riprendere anche i lati della fotocamera frontale. Dedicato ai Selfie è sicuramente qualcosa che si addice al Galaxy A3, stupendo anche notevolmente se guardiamo la qualità degli scatti. Al di là dell’ottima app fotocamera, tipica dei top di gamma Samsung in quanto a modalità e funzionalità, gli scatti ottenuti con la fotocamera frontale confermano una buona resa, sicuramente con un po’ di rumore digitale (quindi con un po’ di grana dovuta ad ISO automatici elevati) ma una buona luminosità complessiva.

Passando alla fotocamera posteriore, dotata di sensore da 8 Megapixel e Flash LED, invece troviamo la possibilità di registrare video fino a risoluzione Full HD, con l’aggiunta di una app fotocamera ricca di effetti e funzionalità. Divertente anche la possibilità di creare GIF animate semplicemente selezionando la modalità e tenendo premuto il pulsante di scatto. Non mancano poi le modalità per le Audio Foto, scatto continuato, foto “bellezza” e altre chicche che possono fornire un po’ di buon intrattenimento per chi vuole usare il Galaxy A3.

La qualità degli scatti è invece altalenante e paga molto quando viene selezionata la modalità HDR: questa è infatti quella che di solito dona una migliore resa dei colori, più brillanti e più vivaci ma nella foto scattata spesso cala molto la resa in quanto a definizione. Per farvi una idea più precisa vi consigliamo caldamente di cliccare le immagini qui di seguito per vedere le foto scattate in dimensione originale.

Galaxy-A3-interno-automatico Galaxy-A3-interno-auto Galaxy-A3-esterno-notte-flash
Galaxy-A3-controluce Galaxy-A3-dettaglio-interno-no-flash Galaxy-A3-(HDR)-macro-esterno
Galaxy-A3-(HDR)-esterno-no-flash Galaxy-A3-(HDR)-interno Galaxy-A3-modalita-notte

Molto buona la modalità automatica che risulta molto veloce nei tempi di scatto e, al tempo stesso, con colori molto fedeli a quelli che potete vedere con i vostri occhi. Nel complesso è difficile dare un giudizio alla fotocamera del Galaxy A3, se non appunto “altalenante”. Di notte invece con l’apposita modalità si riescono a bilanciare bene gli ISO (il livello massimo è 800) e ottenere scatti almeno visibili. Se vi piace fare le foto, forse su questa cifra ci sono altri smartphone, ma probabilmente non altrettanto bene costruiti.

Sistema operativo

Il sistema operativo su cui si basa Samsung Galaxy A3 è, certamente, Android, nella versione KitKat 4.4.4. Samsung ha però annunciato l’imminente arrivo di Lollipop anche sui modelli A3, A5 e A7, il che comporta un sicuro vantaggio per questo terminale. Nella pratica quotidiana, più che positiva è l’impressione che lascia la UI TouchWiz, aggiornata all’ultima versione, che dà una piacevole esperienza di fluidità e reattività. Notevoli le funzionalità che implementa, che seguono la scia del fratello maggiore A5, con quale caratteristica in meno.

Prima fra tutte, spicca la possibilità di arricchire e personalizzare il display con 5 Temi predefiniti (che purtroppo non appaiono di grande gusto estetico), ma a colpire è il riguardo verso gli utenti meno esperti, che potranno attivare un’interfaccia semplificata e più essenziale, per avere a portata di mano tutte le funzionalità necessarie e di più frequente utilizzo. Da sottolineare anche la presenza della modalità privata per filtrare i contenuti, la presenza di S Voice. In realtà le funzioni più interessanti risiedono nelle impostazioni di sistema, davvero ricche e che permettono di gestire al meglio le proprie risorse.

galaxy-a3-menu-interfaccia galaxy-a3-home galaxy-a3-multitasking

Batteria

Qui veniamo ad una nota dolente del Galaxy A3, che però, anticipo subito, mi ha anche stupito in sede di recensione completa. La batteria non è removibile e questo risulta chiaramente un limite che ormai si tende a superare con PowerBank accessorie, ma ha un buon vantaggio di limitare notevolmente lo spessore del Galaxy A3. La capacità non è affatto ampia, stiamo parlando di 1.900 mAh che sicuramente non fanno gridare all’eccesso, ma alla fine grazie ad un software ben ottimizzato e ad un display non avido di energie, ha raggiunto la sera in quasi tutte le occasioni di utilizzo. La mia sorpresa deriva proprio da questa situazione, dato che mi aspettavo molte più difficoltà in questo ambito. Quasi tutte le occasioni, tornando alla frase precedente, proprio perché in caso di sessioni di gaming molto prolungate che superano i 30/40 minuti al giorno, è difficile arrivare a sera. Con un utilizzo misto che invece prevede app più leggere o social network si migliora notevolmente per quanto riguarda l’autonomia.

Da segnalare comunque la presenza di due modalità di risparmio energetico per il Galaxy A3: uno più “light”, in cui si possono disattivare a scelta alcuni sensori, le varie connettività, abbassare la luminosità ed opzioni di questo genere, uno sicuramente più “hard” e difficile da digerire con un numero di opzioni attive veramente basso e volendo anche con la scala di grigi per evitare che il Galaxy A3 consumi troppa energia. Sicuramente non si tratta di funzionalità che si usano tutti i giorni, ma se vi trovate in situazioni di emergenza possono fare al caso vostro, specie se volete evitare assolutamente che lo smartphone si spenga.

 

Disponibilità e prezzo

galaxy-a3-unboxing

Il Galaxy A3 è uno smartphone sicuramente avvincente e interessante, ma Samsung ha un po’ sbilanciato il prezzo verso l’alto: 309€ sono una cifra importante e che non lo rendono troppo competitivo in quella fascia di prezzo. Punto di merito riguarda i prezzi online che scendono velocemente verso cifre più idonee che vanno sicuramente ad aumentare il rapporto qualità/prezzo.

Questo smartphone è disponibile alla vendita in più colorazioni, che vanno dal bianco al nero, passando a colorazioni più tenui. Potete vedere qualche anteprima direttamente sul sito ufficiale.

PhoneNatic Custodia Samsung Galaxy A3 (A300) Cover blu S-Style Galaxy A3 (A300) in silicone + pellicola protettiva
Prezzo consigliato: 5.9€
Risparmi: 2.91€ (0%)
Prezzo: 5.9€

 

Conclusioni

Giungiamo alle conclusioni di questa recensione completa segnalando come sempre quali sono i punti di forza e di debolezza dello smartphone in questione. Galaxy A3 non ha affatto demeritato durante la nostra prova, dimostrando di essere uno smartphone solido e soprattutto ben costruito e dando l’impressione di poter resistere a lungo. Tenuto conto del prezzo comunque abbassato ulteriormente grazie agli shop online, ecco il giudizio finale riassunto in pro e contro.

 

PRO E CONTRO

PRO

– Costruzione solida, robusta e affidabile;
– Linee estetiche di pregio;
– Tecnologia AMOLED e colori brillanti per il display;
– Si potrà aggiornare a Android Lollipop;
– Ottimizzazione software riuscita bene tra processore e interfaccia;

CONTRO

– Fotocamera posteriore dai risultati altalenanti;
– Risoluzione del display troppo bassa per la fascia di prezzo;
– Batteria non removibile;

 

Amante multitasking di tecnologia portatile e basket, si fa rapire da discussioni sulla telefonia mobile e se potesse cambierebbe terminale una volta al mese. Dà tutto se stesso per le sue grandi passioni.
  • Andrea

    Al di là della differenza di “età” quale consigliate tra Samsung S5 Mini e Samsung A3? Parliamo solo di differenze tecniche.

    • Ciao Andrea, se parliamo di differenze tecniche secondo me devi tenere in considerazione anche la resa di queste componenti. Mi è piaciuto tantissimo Galaxy A3 perché nonostante fosse “non al top” come risoluzione del display, la resa complessiva è molto molto buona grazie al software con la nuova interfaccia TouchWiz molto riuscita e fluida 🙂
      Se devo dire, preferisco Galaxy A3 (molto più curato anche esteticamente). Chiaro che poi la differenza di prezzo può fare la differenza!
      Magari puoi supportarci sui social network? Siamo su YouTube, Google+, FB e Twitter 🙂

  • Andrea

    Al di là della differenza di “età” quale consigliate tra Samsung S5 Mini e Samsung A3? Parliamo solo di differenze tecniche.

  • Andrea

    Al di là della differenza di “età” quale consigliate tra Samsung S5 Mini e Samsung A3? Parliamo solo di differenze tecniche.

  • daniela

    Buongiorno. Ho da poco il Samsung A3 e ne sono innamorata. E’ la prima esperienza Android e mi sembra di essere in un altro mondo. Vi chiedo un consiglio sulla fotocamera, che si presenta con solo tre modalita’ di sctto nella funzione non selfie: panorama, auto e bellezza volto. Manca totalmente la funzione notte presente sull’s4. E’ un problema del mio telefono? Grazie.

    • Ciao Daniela,
      non ho ben capito che intendi: quando usi la fotocamera frontale o quando usi quella posteriore?

  • Carlo

    concordo con quanto scritto sopra e sotto
    il prezzo di lancio è effettivamente alto, e non so quanti ne ha venduti al day one o nelle prime settimane. però è anche vero che samsung scende in fretta e già sui 230 è molto buono, a 200 sarà ottimo
    io ho trovato buona la fotocamera e ottima l’autonomia; bellissimo il design e comodo date le dimensioni
    sulla questione dei 540p bisogna discutere: probabilmente non volevano facesse ombra non tanto all’A5, che avendo display da 5″ si colloca su un’altra fascia, ma piuttosto all’ S5 mini, al quale somiglia, e che ha display migliore (720p appunto) e prezzo, ancora, sensibilmente più alto – 270 euro circa ad oggi 23 marzo, rispetto ai 230 dell’A3.
    personalmente è un po’ l’unica nota dolente del telefono, 245ppi non sono pochissimi ma nemmeno molti, e siccome la qualità del display è la maggiore caratteristica di un telefono avrei, personalmente, rinunciato ad un pochino di autonomia per qualche pixel in più (quello del moto g 2013 è decisamente migliore, amoled o ips, provare x credere)
    ultima nota positiva sulla touchwiz: la trovo migliorata e alleggerita: non è bella come la sense però ricca di funzioni (come i risparmi energetici: con quello più spinto ho fatto un pomeriggio + sera in emergenza) e i progammi “consumano” poco

  • Paolo Malgarise

    1) ha 1.5giga di ram e non 1giga 2) fotocamera altalenante ??? è uscita male solo la foto di notte del vaso di fiori! 3) a 249 euro diventa ottimo e schiaccia i vari motog, xiaomi 2s e compagnia in tutto: Samsung ha speso molto soprattutto in ingegnierizzazione, infatti se fai caso i vari moto g ed xiaomi (e altri medio gamma) hanno uno spessore che va dai 9 agli 11 millimetri mentre questo samsung segna 6.9mm ed è molto leggero e robusto e ben costruito e queste cose si pagano (compreso i materiali metallici)! Anche la tecnologia amoled (in questo caso rgb e non pentile come su A5) costa d+ di un lcd ips. Poi ha 16giga interni e non i soliti 8giga che normalmente si mettono nei medio gamma…fai 1+1 e capirai che anche 299 è un discreto rapporto qualità prezzo per questo prodotto. 🙂

  • fabio

    Credo che la scheda tecnica non renda giustizia a questo smart Phone ,l’ho da una settimana preso a 250 euro su Amazon, meraviglioso pratico batteria di lunga durata (sorprendente da provare ),e inoltre bellissimo il complimento più bello è stato :non sembra neanche un Samsung. ….e Lollipop è in arrivo