News Recensioni smartphone Smartphone

Samsung Galaxy Next: la recensione

Dic 21, 2011

Samsung Galaxy Next: la recensione

 

Samsung Galaxy Next. Se fino a poco tempo l’acquisto di uno smartphone Android era una spesa importante, facendo ricadere spesso la scelta su terminali dalle basse prestazioni, ora, con un’ offerta molto variegata nel panorama dei dispositivi dotati di Android, possiamo assaporare tutti i benefici del sistema operativo di Google ad un prezzo modesto.

Questo Galaxy Next non rimarrà nella storia come il più performante degli smartphone Android, ma fa tutto quello che gli è richiesto. Si tratta di uno smartphone low-cost che serve per introdurci al mondo Android, con quanto di bello si può ottenere da protocolli di connettività veloci.

 

Prezzo

 
E’ questo il caso del Galaxy Next, che possiamo portare a casa con un prezzo oscillante tra i 129€ ed i 149€, a seconda delle offerte nei negozi fisici ed online.

 

Caratteristiche e specifiche tecniche

Spessore e Peso

Esteticamente questo Galaxy Next si pone come un terminale molto piccolo e compatto, con rivestimento in plastica rigida e con un buon assemblaggio. Essendo diretto ad un pubblico giovane questo terminale è venduto in diverse colorazioni, che si distinguono anche per la banda laterale: colori come lime green, bianco o nero, faranno la gioia di chi vuole dare sfogo al proprio gusto estetico. La linea è quella classica dei full touchscreen Samsung con la presenza di tre tasti fisici (centrale multifunzioni, menù e back). Le dimensioni di 110,4 x 60,6 x 12,1 mm, raccolti in 108.8 grammi di peso, sono una chiara indicazione della portabilità di questo smartphone. Compatto e dal design giovane, si distingue dai sempre più numerosi smartphone dall’ampio display, trovando comodamente posto nelle tasche dei pantaloni senza risultare particolarmente ingombrante.

 

Display

Samsung è famosa per gli innovativi display AMOLED e per le prestazioni visive che offrono, ma in questo caso appare ovvio come l’esigenza di contenere i costi abbia fatto propendere la Samsung per la scelta di un display con matrice classica TFT LCD, da 3.14 pollici a 65.536 colori. Non è protetto dal vetro Gorilla Glass (che ricordiamo essere una sorta di standard solo per i terminali di medio-alta fascia) ma da una buona plastica rigida, sufficientemente solida ma non antigraffio, nè tantomeno resistente ad urti e cadute accidentali. La risoluzione è forse il punto penalizzante di questo smartphone: 320 x 240 pixel, che, nonostante lo schermo di dimensioni ridotte, si traducono in una densità di 127 ppi. Qui appare chiaro che probabilmente non tutto sarà effettivamente dettagliato, ma in tal senso, è di notevole aiuto la possibilità di effettuare il pinch to zoom sullo schermo. La dimensione e la risoluzione implicano il mancato supporto di alcune applicazioni del market: anche se il numero di app non compatibili non è ingente è da tenere conto quando provate a scaricare apps.

 

Chipset

Galaxy Next monta un SoC con processore Qualcomm MSM 7227-1 da 600 MHz e una GPU Adreno 200. La memoria RAM è da 278 MB e una memoria interna a disposizione dell’utente da 180 MB. Leggendo questi numeri viene da pensare ad uno smartphone molto modesto, invece in combutta con una veramente buona ottimizzazione del sistema operativo e dell’interfaccia Touchwiz otteniamo prestazioni di buon livello, senza particolari impuntamenti e rallentamenti. La memoria interna sarà quella che dedicheremo all’installazione delle applicazioni, mentre per tutto il resto servirà una microSD aggiuntiva, Samsung ce ne fornisce una da 2 GB direttamente nella confezione di vendita. La GPUinvece non è sicuramente un fulmine di guerra ma assicura un buona risposta con i giochi. Non vi aspettate di far partire i giochi in HD o installare il Flash Player però… Modesta la navigazione a causa della bassa risoluzione (necessario spesso lo zoom), ma non risente di impuntamenti.

 

Multimedialità

Dove si può risparmiare in uno smartphone che punta ad offrire buone prestazioni ad un buon prezzo? Sicuramente nella fotocamera, che rappresenta il punto dolente di questo smartphone. Con una fotocamera da 3 MP priva del Flash LED, le foto sono di modesta fattura: nonostante sia buono il risultato con panoramiche e paesaggi alla luce, così come la macro, le qualità delle foto crollano non appena ci troviamo in condizioni di luce bassa. Peggio ancora i video, che invece vengono girati con risoluzione da 320 x 240 pixel a 15 fps, con un risultato purtroppo non è buono, dato che riprodotti su PC perdono molto.

Ovviamente è assente la fotocamera frontale per le videochiamate. Sono invece presenti il lettore di file video, il lettore musicale e la radio FM. Il repertorio multimediale a disposizione, può essere ampliato con apps di terze parti.

 

Sistema operativo, Batteria e Connettività

Il sistema operativo montato nativamente è Android Froyo, le cui possibilità e potenzialità si conoscono molto bene. E’ possibile aggiornare il sistema a Gingerbread in versione 2.3.4, ma in versione non ufficiale. L’interfaccia è la canonica Touchwiz che abbiamo visto anche su modelli più blasonati. Il risultato che si ottiene con questo smartphone è veramente pregevole: fluidità molto buona, rari impuntamenti e in generale un’ottimizzazione del sistema che fa veramente gola.
La batteria invece è da 1200 mAh, molto piccola ma associata ad un display sicuramente non enorme e non accecante (la luminosità è nella norma), e ci aiuta a raggiungere la giornata di utilizzo.
Abbiamo poi un protocollo connessioni veramente buono: HSDPA a 7 Mbps, WiFi b/g/n, microUSB e Bluetooth 2.1. Che significa? Si può navigare in modo rapido (tranne nella parte di upload) nelle varie pagine web.

 

[slider_pro id=”54″]

 

Conclusioni

Galaxy Next è uno smartphone low cost di quelli che veramente possono far gola. Ad un prezzo accessibile Samsung ci offre un terminale veloce e reattivo, molto portatile e dedicato ad un pubblico giovane. Se il budget è limitato e siamo disposti a rinunciare alla fotocamera possiamo acquistare uno smartphone caratterizzato da buone prestazioni, connettività di ottimo livello, integrazione con i social network. Ok, il prezzo è onesto!

Amante multitasking di tecnologia portatile e basket, si fa rapire da discussioni sulla telefonia mobile e se potesse cambierebbe terminale una volta al mese. Dà tutto se stesso per le sue grandi passioni.