News Smartphone

Samsung Galaxy Note 2: le possibili specifiche tecniche – Anteprima

Ago 1, 2012

author:

Samsung Galaxy Note 2: le possibili specifiche tecniche – Anteprima

 

Galaxy Note 2: le possibili specifiche tecniche

 

Quando il Samsung Galaxy Note è venuto alla luce non si poteva pensare ad un così enorme successo, la sua grandezza risultava un ostacolo per la sua maneggevolezza come smartphone. Invece è andato a coprire una nuova fetta di mercato che si trova tra gli smartphone e i tablet. Il suo successo ha portato l’azienda sudcoreana a proporre il suo successore il Samsung Galaxy Note II a circa un anno dalla sua uscita nel mercato Europeo (ricordiamo che negli USA è uscito più tardi). Andiamo a vedere insieme le possibili nuove specifiche tecniche del nuovo “phablet” di Samsung.

 

Design

Non si conosce molto del nuovo look del Galaxy Note II, probabilmente sarà, rispetto al suo predecessore, leggermente più stretto, più fino e più alto e sarà ispirato al Samsung Galaxy S III. Quindi avrà delle curve più accentuate. Un po’ come si è visto con il passaggio dal Galaxy S2 al Galaxy Note.

 

Display

Il Samsung Galaxy Note II passerà dai 5,3″ del suo predecessore ai 5,5″ con una risoluzione di 1280×720 pixel come si è visto dai primi benchmark non ufficiali pubblicati. Per quanto riguarda la tecnologia si pensa che sarà la Super Amoled HD anche se l’ultima speranza è il passaggio dalla matrice Pentile a quella RGB e quindi usare un display con tecnologia Super Amoled HD Plus.

 

Processore e Memoria

Il processore utilizzato, molto probabilmente, sarà l’ Exynos 4412 già utilizzato sul Samsung Galaxy S III. Si era parlato nelle prime indiscrezioni dell’ Exynos 5250 ben più potente ma  l’Exynos 4412 verrà overcloccato a 1.6 Ghz garantendo comunque ottime prestazioni. La memoria Ram sarà di 2 Gb anche se alcune voci suggerivano 1.5 Gb dopo l’uscita del Samsung Galaxy S III in una versione con memoria Ram di 2 Gb non crediamo che il Samsung Galaxy Note II sarà da meno. Per il processore la scelta ci sembra lecita per evitare di introdurre nuovo hardware meno rodato e sicuramente più lungo da testare e meno facile da ottimizzare con il software Android.

 

Fotocamera

Sulla fotocamera è dove ci sono più dubbi. Il dubbio riguarda tutto: dal sensore, a 8 Megapixel oppure a 12 MP, al tipo di lente, all’apertura; ma visti i risultati su questo fronte dalla casa sudcoreana non crediamo possa essere tanto differente da quella presente sul Galaxy S3. Il nuovo Galaxy Note 2 dovrebbe quindi presentare una fotocamera da 8 MP con una serie di funzionalità aggiuntive, come quella dello scatto continuo, delle foto panoramiche, ecc. il tutto per arricchire anche la fase di foto-editing. Ci sembra scontato che sarà in grado di registrare video in risoluzione Full HD (1080p) a 30 fps.

 

Sistema Operativo

Sicuramente il nuovo gioiello Samsung uscirà con il nuovo sistema operativo Android 4.1 denominato “Jelly Bean”. Le prime indiscrezioni davano sul Samsung Galaxy Note II ancora la versione di Android 4.0.4 “Ice Cream Sandwich” ma dai primi benchmark non ufficiali usciti sembra che non ci siano dubbi che avrà il nuovissimo sistema operativo. Non possiamo pensare diversamente visto che si tratta di un minor update non troppo invasivo ai fini della progettazione e soprattutto essendo il Galaxy Note 2 ancora non sul mercato, c’è tempo da parte di Samsung per implementare le nuove funzionalità di Jelly Bean (di cui vi ricordiamo la nostra prova ufficiale).

 

Data di Uscita

A differenza degli altri dispositivi dove la data di uscita viene sempre posticipata, per il Samsung Galaxy Note II la data è stata anticipata più volte. Si pensava che la data di uscita fosse ad Ottobre, per essere poi anticipata a Settembre ed infine a fine Agosto. E’ molto probabile che il Samsung Galaxy Note II verrà presentato all’IFA 2012 di Berlino che inizierà il 31 Agosto e che poi venga lanciato sul mercato nel corso del mese di Settembre. Rimane il dubbio sulla commercializzazione negli Stati Uniti, ma almeno nel nostro caso (Italia) potremo sfruttare le meraviglie offerte dal nuovo phablet poco dopo la presentazione.

via