News Video

Samsung Gear S2: la nostra prova in anteprima

Set 5, 2015

Samsung Gear S2: la nostra prova in anteprima

In questi giorni Samsung ha annunciato il nuovo Gear S2 e, direttamente da IFA, vi riportiamo le nostre prime impressioni d’uso nel video qui sopra.

IMG_9446

Il design del Samsung Gear S2 è molto ricercato e questo si può constatare già dal primo impatto.

Lo stile è tipico di un orologio “classico”, con vetro circolare e ghiera girevole.

Il materiale dominante è l’acciaio, sapientemente lavorato per dar vita ad una cassa molto accattivante e soprattutto per rendere meno evidenti le parti in plastica.

IMG_9447 IMG_9454

Sul lato frontale del Samsung Gear S2 troviamo un display circolare SuperAMOLED da 1.2 pollici, con una risoluzione di 360 x 360 pixel.
Sul retro invece la fa da padrone il sensore per i battiti cardiaci, protetto da un vetro antigraffio.

IMG_9452

La grande qualità costruttiva è dimostrata anche dalla certificazione IP68, che rende il Gear S2 resistente ad acqua e polvere.

Continuando a parlare di hardware diSamsung Gear S2, meritano particolare menzione i due tasti posti nella parte destra dell’orologio. Il superiore permette di tornare indietro, mentre il secondo riporta l’interfaccia alla schermata iniziale, fungendo da “salvagente” in caso ci si dovesse perdere nei menù di Tizen (l’OS adottato).

IMG_9456

Il resto dei componenti è di buon livello. Troviamo: una CPU dual core @1.2 Ghz, 512MB di ram, 4GB di memoria interna, NFC, Wi-Fi b/g/n e Bluetooth 4.1.

Non mancano anche una serie di sensori interessanti, quali: giroscopio, accelerometro e, come detto, cardiofrequenzimetro.

IMG_9448

La batteria da 250 mAh dovrebbe garantire circa 2/3 giorni di autonomia secondo il produttore e si può caricare anche tramite Wireless tramite le apposite basi da ricarica.

IMG_9451

Quel che però è cambiato molto rispetto ai Gear precedenti è l’interfaccia utente, completamente rivista e semplificata.
Infatti, oltre alla solita interazione touch, potrete scorrere tra applicazioni e menù attraverso la ghiera che circoscrive il display.
Essa ruota fisicamente, restituendo dei “click” molto morbidi e dolci per migliorare il feed durante l’uso.

IMG_9449

Cosa si può fare con il Gear S2?

IMG_9450

Molte cose. Potrete gestire le notifiche del vostro smartphone, consultare i contatti, sentire la musica tramite cuffie bluetooth, scrivere/dettare messaggi ed e-mail, anche utilizzando testi preimpostati ed emoticon. Tutto questo, ovviamente garantendo l’utilizzo abbinato allo smartphone per velocizzare molte operazioni.
Inoltre, grazie alla memoria interna, è disponibile l’uso di app di terze parti per ampliare le funzioni. Ad esempio l’applicazione Nike+ per il fitness.

Le attività più classiche da smartband, come la registrazioni delle attività di corsa, passeggiata, bevande fruite, sono ovviamente disponibili. Molte caratteristiche purtroppo non saranno pienamente godibili per noi italiani, come ad esempio lo sfruttare gli streamlines di Bloomberg e altri quotidiani internazionali.

Altra differenza con la precedente serie Gear è la compatibilità che, a dispetto dei precedenti, sarà estesa anche a device “non-Samsung”. Samsung Gear S2 quindi avanza anche funzionalità di connettività con automobili, per favorire la guida sicura senza necessità di staccare le mani dal volante (ndr: purtroppo funzionalità vista in demo ma non provata direttamente).

I prezzi e la disponibilità saranno annunciati a breve.
Samsung proporrà 2 differenti versioni, che varieranno solo per la grandezza del display. Il primo impatto di Samsung Gear S2 è stato veramente buono e se il prezzo dovesse rimanere contenuto, potrebbe rappresentare un’ulteriore evoluzione per il mercato degli smartphone.

L’esperienza d’uso, grazie alla non necessità di tappare continuamente sul display, è finalmente migliorata: Samsung Gear S2 potrebbe aver fatto centro.

Malato di smartphone, tablet e gadget tecnologici. Alla spasmodica ricerca di qualcosa di nuovo che possa catturare la mia attenzione.