Hardware News

Samsung Gear VR: presentazione ufficiale, novità e sviluppi futuri

Set 4, 2014

author:

Samsung Gear VR: presentazione ufficiale, novità e sviluppi futuri

IMG_3502

Siamo nel futuro? Forse si o forse no ma quello che sta accadendo ora i ai nostri occhi potrebbe essere un buon punto di partenza per iniziare una discussione al riguardo, Infatti durante l’evento di presentazione tenutosi all’IFA 2014 di Berlino del Samsung Galaxy Note 4, del Galaxy Note Edge e del potentissimo smartwatch di ultima generazione, il Gear S, la stessa casa coreana ha illustrato quello che sarà il nuovissimo Samsung Gear VR.

Ma di cosa stiamo parlando? La Samsung ha finalmente, dopo oltre un anno di attesa, deciso di fare un evidente passo in avanti per quel che concerne il settore che fino ad esso era stato prerogativa quasi esclusiva di Google per il tramite dei suoi Google Glass. Dalla collaborazione infatti con Oculus, società che sappiamo essere stata acquistata di recente proprio da Facebook, nasce un nuovo dispositivo indosssabile che, a detta della stessa casa coreana, permetterà a tutti voi un’esperienza decisamente nuova in termini di vivibilità dei contenuti presenti su dispositivi mobili. L’utilizzo, almeno per come è stato presentato, sarà notevolmente differente da quello visto invece sui Glass di Google, rendendo il Gear VR (Virtual Reality è l’acronimo) una novità accattivante.

Gear VR: in cosa consiste?

Il Samsung Gear VR, non è di certo non possiamo definire un dispositivo elegante, anche se ha delle piacevoli forme smussate, fermo restando che è comunque molto invasivo e difficilmente invaderà la nostra vita quotidiana. A conferma di questa notizia, dettata anche da prezzi immaginiamo elevati, c’è anche il fatto che Samsung dopo l’evento Unpacked 2 non ha lasciato a disposizione liberamente questo nuovo visore di realtà virtuale.

Samsung Gear VR sarà in grado di offrire una esperienza visiva di primissimo livello poichè accoppiato al display Super Amoled Quad HD da 5,7 pollici del Galaxy Note 4 al quale si affiancherà dunque l’esperienza in 3D e dunque a 360 gradi offerta proprio dal Samsung Gear VR. A onor di cronaca vi raccontiamo che questo viene inserito effettivamente all’interno di questo visore.

IMG_3504

Inoltre anche se all’occhio possono sembrare molto pesanti questi occhiali sono invece leggerissimi, morbidi e flessibili. Di colore bianco (o per usare il termine corretto utilizzato dalla Samsung stessa durante la loro presentazione “frost white”), il Samsung Gear VR presenta a tutti noi una ben ampia serie di contenuti ottimizzati per la realtà virtuale in termini non solo di giochi o film ma anche di video e perfino dei contenuti educativi.

Tra i pochi fortunati che hanno avuto modo di “giocare” con il nuovo Gear VR si è subito evidenziato come l’esperienza di gioco non è assolutamente la stessa, poiché anche semplici runner game come Temple Run diventano qualcosa di ben più avanzato e coinvolgente.

Tecnicamente si sta parlando di un vero e proprio visore di realtà aumentata che vi permetterà dunque di spingervi all’interno di una realtà ben poco conosciuta al momento. Il Samsung Gear VR lavora come se effettivamente si trattasse di un guscio per il vostro Note 4 che per lui invece lavora come se fosse il suo display principale anche se proprio lo smartphone può essere inserito all’interno del Gear Vr al fine di diventare un tutt’uno con lo stesso. Vi è poi un back button sul suo lato con un touchpad messo proprio sotto di esso. In tal modo potrete navigare letteralmente all’interno della UI senza dover mai tirare fuori il vostro device dal suo guscio. Altro fatto che crediamo valga la pena dover sottolineare è quello che questo Samsung Gear VR non ha batterie (per questo in realtà è così leggero) dato che a prendersi cura della sua carica sarà proprio lo smartphone stesso (che però verrà in tal modo scendere drasticamente la sua durata).

La collaborazione con Oculus è quindi sempre più evidente, tanto che all’evento ha partecipato il Chief Technology Officer di questa innovativa azienda spiegando non solo la sua mission, ma anche i possibili sviluppi futuri di Samsung Gear VR. In realtà, la nota stonata è stata anche l’assenza di comunicazione circa il prezzo ufficiale e l’eventuale rilascio nei mercati, segno che si tratta di un dispositivo indossabile ancora piuttosto acerbo.

Si divide tra Roma e Londra, sempre alla ricerca del modo migliore per fare soldi senza lavorare, si dedica all'alchimismo nutrizionale e alla costante ricerca della dieta magica che gli consenta di mangiare chili di gnocchi ai 4 formaggi senza ingrassare. Nel tempo libero appassionato di smartphone, PS3, diritto, finanza, ogni tipo di sport e... Snoopy.