Giochi Giochi Android Giochi iPhone/iPad

Samurai II: Vengeance – recensione (Android, iPhone, iPad)

Dic 6, 2011

author:

Samurai II: Vengeance – recensione (Android, iPhone, iPad)

Genere: Azione, Picchiaduro
Sviluppatore: Madfinger Games
Disponibile per:  AndroidiOS

[slider_pro id=”43″]

 

Se siete amanti del genere del picchiaduro a scorrimento giocare a Samurai II: Vengeance non può che essere un piacere. L’impianto grafico splendidamente realizzato, caratterizzato dalla bellezza dell’ambientazione, si fonde all’inconfondibile fascino del Giappone feudale, con uno stile “cartoon” vivace ed espressivo.

Incentrato sul tema della lotta tra il bene ed il male, vede come protagonista Daisuke, un giovane chiamato alle armi per sconfiggere il terribile signore del male, Orochi. La bellezza di Samurai II: Vengeance, come facilmente intuibile non è nella trama, tutt’altro che avvincente e innovativa. Inoltre la narrazione che accompagna l’intera durata del gioco, descritta attraverso dei fumetti disegnati a mano, recita un ruolo marginale, come fosse solo un pretesto per dare un motivo di fondo alla sanguinosa vendetta del protagonista.

Il sistema di combattimento è semplice ed immediato. Gli attacchi non vengono più effettuati, come in Samurai: Way of the Warrior, strisciando i polpastrelli sui nemici, con un sistema che ricorda molto da vicino Fruit Ninja ma si allinea con il controllo di gioco di un picchiaduro a scorrimento, che si presta ad una rapida e costante combinazione di tasti. Il pad virtuale, adibito agli spostamenti, si affianca a tre tasti azione: schivata, attacco forte e attacco debole. Dalla semplice alternanza dei due attacchi, combinata con una buona capacità difensiva, si passerà alle combo, che verranno sbloccate durante il gioco tramite i cosiddetti punti Karma, raccolti uccidendo nemici o frantumando appositi vasi durante il gioco. Anche qui, per i più pigri, è possibile acquistare i punti. Assenti invece gli elementi RPG, essendo la crescita del personaggio in Samurai II: Vengeance limitata al solo incremento degli attacchi disponibili e praticamente nulla la componente esplorativa

Non manca la violenza tipica degli “hack and slash”, che si manifesta in maniera costante durante tutto il gioco, a partire dagli schizzi di sangue ogni volta e che raggiunge il suo apice nelle spettacolari decapitazioni o mentre il fendente affetterà i nemici, accompagnato da effetti sonori fin troppo realistici. L’eccellente colonna sonora, condita dalle caratteristiche musiche orientali, completa il quadro di un gioco davvero ben riuscito.

La longevità del gioco, che si estende su 7 livelli, non supera la durata di qualche ora (3/4) ma grazie alla modalità survival mode, Dojo, sarà possibile continuare ad affrontare orde di nemici. La sola versione Dojo è disponibile gratuitamente.

Samurai II: Vengeance è disponibile per tutti i dispositivi mobile targati apple ma è con l’iPhone 4/4S e con l’iPad che, con una risoluzione HD e un framerate di 60fps, il gioco mostra tutta la sua bellezza. E’ da poco disponibile anche per Android, anche per dispositivi non dotati di nVidia Tegra.

 

 

Appassionato di tutto il mondo della tecnologia e dell'elettronica, soprattutto consumer. Sogna di non aver più bisogno di dormire per riuscire a dedicare il giusto tempo alle proprie passioni.