News OS

Si può navigare offline con Google Maps? Con Android e iOS si – Mappe gratis

Giu 7, 2012

Si può navigare offline con Google Maps? Con Android e iOS si – Mappe gratis

Mappe gratis offline con Android e iPhone? Con Google Maps presto sarà possibile!

 

Una delle più grandi comodità dei moderni smartphone è sicuramente quella di avere un sensore a-GPS: questo significa che potrete sfruttare l’antenna (a-GPS sta per assisted-GPS) per trovare la vostra posizione ed ottenere un comodo fix dei satelliti. Anche gli smartphone Android economici sono dotati di questa particolare funzionalità che vi permetterà di risparmiare sui famosi navigatori e specie se viaggiate tanto, potrebbe trattarsi di un ottimo risparmio, soprattutto in questi tempi di crisi. Cosa frenava molti acquirenti di smartphone Android e iPhone? Sicuramente la grande “scocciatura” di dover attivare un piano dati, in forma di abbonamento o ricaricabile, per poter fruire del comodissimo Google Maps, finora non disponibile offline.

La notizia che arriva proprio dalla presentazione di Google Maps è che presto sarà possibile usare le mappe anche senza dover essere collegati al 3G. Questa è una notizia che fa sicuramente felici i possessori di smartphone che spesso viaggiano all’estero in quanto fuori dal proprio Paese i costi per il roaming dati aumentano sensibilmente. Secondo le dichiarazioni rilasciate durante il keynote, la navigazione offline verrà rilasciata in modo completo per molti mercati. Non è specificata la presenza dell’Italia, ma appare quantomai sicuro. In pratica, potrete scaricare la mappa direttamente sul vostro smartphone o tablet e poi navigarla anche offline. Per ora non è chiaro se verrà implementata la modalità “Street View”, a riguardo sono stati rilasciati pochi dettagli. Ma potrete scaricare sul vostro terminale la mappa di una intera città.

 

 

Su dichiarazione dei rappresentati Google, è stata migliorata notevolmente la cartografia indicando più cose possibile, come anche i sentieri di montagna o i percorsi da sci. Questo sarà possibile attraverso degli speciali zaini, di cui verranno dotati gli addetti ai lavori, che potranno raggiungere quei percorsi fin qui non percorribili se non con i canonici mezzi di comunicazione come treni, aerei, macchine e via discorrendo.

Le novità, rilasciate alla conferenza, non riguardano quindi la sola ed unica presenza di Google Maps offline ma anche un nuovo metodo di mappatura dei territori ed al tempo stesso nuove funzionalità 3D: Google Maps permetterà quindi di sfruttare alcune funzionalità di Earth e offrirà la visualizzazione in 3D dei principali monumenti e delle città in generale.

Che cosa significa questa novità di Google Maps? Che potremo vedere anche dall’alto le città che vorremo visitare e potremo avere una sorta di visione “dall’elicottero”. Questo servizio non sarà disponibile per tutte le città, ma presumiamo che inizieranno da quelle principali. Durante la presentazione abbiamo visto una demo con iPad come terminale di riferimento e San Francisco come città. Questi servizi ovviamente sbarcheranno sia su Android che su iOS.

 

 

I dipendenti Google hanno dichiarato che è ormai dal 2006 che stanno raccogliendo dati per creare queste mappe in 3D e fornire quindi maggiori informazioni a chiunque si voglia muovere (priorità quindi al sistema mobile piuttosto che PC Desktop) e sfruttare queste nuove mappe 3D. L’idea sicuramente è affascinante e non vediamo l’ora di vederla sul nostro smartphone. Come ultima chicca, è stato specificato che è possibile ottenere queste rappresentazioni tridimensionali grazie a aerei in grado di scattare foto a 45° e con sistemi software in grado di rielaborare queste immagini particolari.

Ma lo sappiamo, la notizia del giorno è la disponibilità di Google Maps offline con la possibilità di scaricare le mappe delle città sul proprio smartphone. Specifichiamo che questa possibilità sarà data a tutti gli smartphone Android che montano Froyo (versione 2.2) o superiodi escludendo, secondo l’ultimo rapporto, solo il 5% dei terminali sul mercato. Noi non vediamo l’ora, e voi? Prima di chiudere vi lasciamo ad un interessante video riguardante la costruzione delle mappe 3D:

 

 

via

Amante multitasking di tecnologia portatile e basket, si fa rapire da discussioni sulla telefonia mobile e se potesse cambierebbe terminale una volta al mese. Dà tutto se stesso per le sue grandi passioni.
  • Domenico Marinelli

    Quando sarà disponibile per Galaxy S3?

    • Grazie dei complimenti! 🙂
      Per quanto riguarda le tempistiche purtroppo non è stata fornita nessuna data, però le funzionalità saranno disponibili per tutti i terminali da Froyo in su (per cui GS3 compreso)!
      Si è parlato di un “very soon”, per cui aspettiamoci sorprese 😉

      • Domenico Marinelli

        ok grazie

  • Domenico Marinelli

    Ottimo articolo, complimenti, continuate così, teneteci aggiornati. Grazie