News Recensioni Recensioni smartphone Video

Sony Xperia Z3: recensione completa con pro e contro e video

Ott 29, 2014

Sony Xperia Z3: recensione completa con pro e contro e video

sony-xperia-z3-intro

Ormai è un dato di fatto che Sony abbia adottato la politica di proporre un nuovo top di gamma ogni sei mesi, quasi alla strenua rincorsa dell’avanzamento tecnologico dell’architettura hardware a disposizione sul mercato. Sony Xperia Z3 infatti arriva esattamente sei mesi dopo il suo predecessore e mantiene le caratteristiche principali di questa linea con un design spinto sulle tracce dei monoliti. I miglioramenti sono presenti e sono disponibili sia da un punto di vista estetico, che dal punto di vista dell’hardware introdotto con Xperia Z3. Oggetto di questa recensione completa saranno quindi i pro ed i contro di Sony Xperia Z3, ma se dobbiamo scegliere un avanzamento di questo smartphone Android, reputiamo che sia proprio l’autonomia il punto focale, poiché finalmente si riesce a superare la giornata di lavoro. Senza anticiparvi troppo, vi ricordiamo che Sony Xperia Z3  monta uno Snapdragon 801 che sfrutta l’accoppiata da 3 GB di memoria RAM e 16/32 GB di memoria interna, fa scintillare il display da 5.2 pollici con risoluzione Full HD, salva i vostri ricordi con una fotocamera che arriva a 21 Megapixel e non si dimentica di essere un prodotto waterproof, vale a dire che è certificato per la resistenza contro acqua e polvere.

sony-xperia-z3-certificazione-ip68

Rispetto ad altri smartphone Android che sono stati annunciati di recente, non vediamo, almeno da una semplice lettura delle specifiche, difetti o problemi di equilibrio nell’hardware, ma ci sono tutte le carte in regola per stupire e portare Sony Xperia Z3 a competere con tutti gli smartphone Android di fascia alta. Entriamo quindi nel vivo della recensione completa del nuovo portabandiera Sony.

 

Videorecensione di Sony Xperia Z3

Come sempre vi proponiamo anche la videorecensione degli smartphone provati, in particolare vi faremo vedere anche il velocissimo accoppiamento tra Xperia Z3 e Sony PlayStation 4. Non mancate di iscrivervi al nostro canale RedazioneTecnologici!

 

Design

sony-xperia-z3-in-mano

Quando si prende in mano o si osserva per la prima volta Sony Xperia Z3 realizza subito che i canoni monolitici della serie Z di Sony sono stati ampiamente rispettati, anche se ci si rende anche conto che ci sono notevoli differenze rispetto allo Z2, poiché finalmente troviamo gli angoli leggermente smussati ed è aumentata in modo importante anche l’ergonomia. Sony Xperia Z3 si mantiene molto maneggevole, nonostante la diagonale del display superi i 5 pollici, grazie appunto agli angoli smussati e alle bande laterali che perdono, insieme alle finiture in metallo, la loro mancanza di grip: infatti Xperia Z3 sfrutta bene le dimensioni e i suoi bordi appaiono lucidi, arrotondati e che sembrano capaci di garantire ottima resistenza in caso di cadute o urti.

sony-xperia-z3-in-piedi-back

Sony Xperia Z3 misura ufficialmente 152 grammi per 146 x 72 x 7.3 mm, offrendo quindi uno smartphone Android ben equilibrato nonostante le ampie dimensioni, con un peso che è ben bilanciato lungo la superficie. Rispetto ai precedenti modelli Sony Xperia Z3 è stato migliorato anche nella certificazione contro acqua e polvere, poiché risulta IP68 e ciò significa che si può immergere in acqua dolce il proprio smartphone Android senza causare danni. Tra le novità rileviamo che una volta asciugato lo smartphone, l’audio non risente affatto del “bagnetto”.

sony-xperia-z3-dettagli-2

Esteticamente troviamo due pannelli di vetro, posti a protezione e, anche ad aumentare il livello di raffinatezza di Xperia Z3, della back cover e della front cover. Il vano posteriore è non removibile, ma troviamo lungo i bordi tutti i vani di cui si necessita: il vano microSD è posto accanto a quello della nano-SIM (ndr: non comodissimo da aprire, ad onor di cronaca), ulteriormente coperti da uno sportello ad incastro necessario per proteggere da polvere e acqua. Subito sotto di esso rileviamo la presenza del tasto di standby, accompagnato dal bilanciere del volume e proseguendo verso la parte inferiore del bordo, osserviamo la presenza del tasto dedicato per la fotocamera. Questi tre tasti sporgenti donano eleganza al dispositivo, senza incappare, almeno nella nostra prova, in qualche tipo di limite dovuto alla sporgenza. Sul lato opposto invece troviamo l’host microUSB, ovviamente protetto, l’asola per inserire una cordicella (ndr: in puro stile camerafonino), e i contatti per eventuali accessori. Frontalmente non si deve dimenticare di citare il doppio altoparlante che viene molto comodo quando si utilizza il vivavoce o quando si guarda qualche filmato.

sony-xperia-z3-profilo sony-xperia-z3-lato

Sony Xperia Z3 riesce a diminuire i “difetti” del predecessore, grazie ai bordi arrotondati e lucidi, basando le sue fortune su materiali di primo livello. Inoltre, rispetto ai colori più scuri che abbiamo avuto modo di provare durante l’IFA 2014, possiamo conferma che in colorazione bianca, il vetro non è così incline alle impronte. Sony Xperia Z3 convince in tutti i suoi miglioramenti estetici, questo è chiaro.

 

Display

sony-xperia-z3-sistema-operativo

5.2 pollici di diagonale abbinati ad una risoluzione Full HD? Queste sono le principali specifiche tecniche di Sony Xperia Z3 che strizza l’occhio ai più moderni phablet in termini di qualità visita e sicuramente si fa rispettare per il tipo di tecnologia utilizzata. Desiderare la risoluzione Quad HD su questo dispositivo è sicuramente qualcosa di non necessario, poiché i 424 ppi di densità di pixel per pollice sono assolutamente il top a livello di definizione delle immagini e possiamo confermare come il display di Sony Xperia Z3 sia in assoluto uno dei migliori IPS LCD sul mercato.

sony-xperia-z3-in-mano-display

Generalmente Sony Xperia Z3 sfrutta la tecnologia Triluminous che abbiamo osservato anche in passati modelli, ma la arricchisce con ulteriori avanzamenti che, senza scendere in tecnicismi particolari, rendono questo il display di Z3 sicuramente più luminoso senza avere eccessivi impatti sui consumi energetici e quindi sulla batteria. I colori sono sicuramente ben bilanciati e, a loro volta, possono essere anche impostati in modo manuale sfruttando il bilanciamento del bianco disponibile via software. Grazie poi all’ausilio degli sforzi tecnologici del colosso giapponese, rileviamo che effettivamente i colori sono bilanciati ma anche saturi al punto giusto, senza far rilevare i soliti problemi di contrasto, tipici della tecnologia LCD: il nero infatti appare molto al “vero nero”, mentre gli angoli di visione sono decisamente ampi e non fanno dannare eccessivamente l’utente nelle giornate più illuminate.

sony-xperia-z3-design

La qualità del display di Sony Xperia Z3 è apprezzabile specialmente nella riproduzione dei video, sia in Full HD che in 4K, che appaiono sempre fluidi e privi di quelle incertezze che solitamente possono incorrere durante la riproduzione. La luminosità automatica funziona correttamente, anche se di tanto in tanto abbiamo preferito utilizzare il modo manuale per andare ad allungare ulteriormente la vita della batteria. Nonostante non siamo dei fan della politica Sony di presentare un nuovo top di gamma ogni sei mesi, possiamo confermare che il display risente dell’avanzamento tecnologico e si fa apprezzare notevolmente in Sony Xperia Z3.

 

Hardware

La scelta di Sony per Xperia Z3 è ricaduta sullo Snapdragon 801, che attualmente sta per subire l’avvento del modello 805 che porta semplicemente un overclock e qualche piccolo accorgimento per avere maggiore potenza. In realtà, almeno nell’utilizzo quotidiano e nei nostri test, Sony Xperia Z3 sfrutta correttamente il chip di Qualcomm senza far sentire affatto l’esigenza di un ulteriore salto in tema hardware. Questo chipset è basato su un processore quad-core a 2.5 GHz, fa spazio anche a una memoria RAM da 3 GB che permette di gestire in maniera efficiente il multitasking e, almeno per quanto ci riguarda, ci siamo divertiti a utilizzare un numero di app davvero elevato in contemporanea. La memoria interna è disponibile in due versioni, da 16 o 32 GB, 16 nel nostro caso, ma ulteriormente espandibili. Questi sono sicuramente più che sufficienti per installare tutte le app o giochi che si desiderino, lasciando alla microSD il compito dell’archiviazione dei files.

La presenza della GPU Adreno 330 ci conferma che siamo di fronte al più avanzato stato dell’arte per quanto riguarda il campo gaming, poiché nessun gioco del Play Store che abbiamo provato ha messo in difficoltà il Sony Xperia Z3, tranne appunto i casi in cui erano i giochi stessi quelli poco ottimizzati. Nelle prove pratiche abbiamo realmente apprezzato la possibilità di giocare a Dead Trigger 2 o Real Racing 3 senza lag e godendoci la spettacolare resa grafica di questi due giochi. A conferma poi della potenza grafica di Xperia Z3 troviamo la possibilità, almeno sulla carta, di trasformare questo smartphone Android in una filiale della Sony PlayStation 4, ma almeno nel momento in cui scriviamo questa opzione non è ancora accessibile.

Grazie alla presenza di questo chipset possiamo osservare come l’interfaccia Sony Xperia UI sia particolarmente fluida e pulita anche nel passaggio tra le varie schermate, pur rimanendo comunque una interfaccia un po’ datata. Nei test al benchmark il nuovo portabandiera Sony si comporta molto bene, poiché su AnTuTu Benchmark raggiunge l’eccellente punteggio di oltre 42.000 punti, ben 3.000 punti su Vellamo Browser con il browser di Google, Chrome, e infine ben 58 fps nel caso di Epic Citadel che rileva invece le prestazioni grafiche.

sony-xperia-z3-antutu-benchmark sony-xperia-z3-antutu sony-xperia-z3-vellamo-browser

In poche parole, questo aggiornamento hardware garantisce a Sony Xperia Z3 la piena concorrenza con gli altri top di gamma del mercato, offrendo una fluidità e una potenza almeno alla pari con i concorrenti.

 

Connettività

Sony Xperia Z3 è a tutti gli effetti un concentrato di alta tecnologia e non ci sono particolari limitazioni da osservare quando lo si va ad acquistare. A conti fatti racchiude anche la tecnologia NFC che non è tra le più diffuse, ma che viene molto comoda se si hanno altri device tecnologici che invece la sfruttano (come ad esempio delle piccole stampanti, oppure le cuffie senza fili).

Sul fronte della connettività dati possiamo segnalare che ovviamente Xperia Z3 può utilizzare il 4G e tutte le connessioni inferiori, ma anche il Wi-Fi con i più recenti protocolli a/b/g/n/ac e che questo risulta sempre stabile e veloce. Nulla da dire infatti riguardo l’utilizzo del Wi-Fi Direct o dell’Hotspot verso altri dispositivi. Non da poco è la presenza degli auricolari con Noise Cancellation, che in sostanza riducono il rumore di fondo e che sono disponibili all’interno della scatola di vendita. Apprezziamo anche la presenza della radio FM, ormai scomparsa dalla maggior parte degli smartphone ma che può far felici anche gli utenti più esigenti; mentre è da annoverare anche la presenza dell’USB OTG che, tramite apposito cavo, permette di collegare all’host microUSB anche i vari device USB come penne, hard disk esterni e via discorrendo.

Grazie ad una connettività all-around, Sony Xperia Z3 rende sicuramente gli utenti molto confortevoli nell’utilizzo quotidiano.

 

Fotocamera

sony-xperia-z3-fotocamera

Inutile girarci intorno: la fotocamera di Sony Xperia Z3 è sicuramente uno dei componenti sotto la nostra lente di ingrandimento perché, almeno sugli smartphone Android, riteniamo che sia la componente fotografica una di quelle che è sempre più spesso di “rincorsa” rispetto ad altri concorrenti basati su altri sistemi operativi. Sony Xperia Z3 sfrutta una fotocamera con un sensore da 20.7 Megapixel, ma specifichiamo che scattando le foto con la modalità Auto+ queste verranno scattate a 8 MP, mentre solo in modalità manuale si potrà raggiungere il livello massimo di definizione.

sony-xperia-z3-app-fotocamera-2 sony-xperia-z3-app-fotocamera-2

La fotocamera di Sony Xperia Z3 è uno dei migliori esemplari che abbiamo provato, anche se non è esente da difetti perché secondo noi quando si scattano le foto in automatico si può andare incontro a scatti dalla qualità altalenante e soprattutto abbastanza ricchi di grana digitale per via del bilanciamento automatico degli ISO che scorre velocemente verso l’alto per aumentare la luminosità. A favorire la qualità degli scatti troviamo la presenza del tasto dedicato per la fotocamera, che fisicamente aggiunge stabilità ai nostri scatti, e questo, insieme al Flash LED, permette di illuminare a dovere anche le scene notturne.

sony-xperia-z3-design-bordi

Uno degli indubbi punti di forza della fotocamera di Sony Xperia Z3 risiede nella app fotocamera che è decisamente personalizzata dal produttore ed offre una infinità di opzioni selezionabili. E’ possibile registrare video in 4K, registrare video da uploadare direttamente su YouTube, ma anche altre opzioni TimeShift Video o l’utilizzo che sfrutta più fotocamere collegate. In questo Sony conferma la sua volontà di offrire all’utente tante opzioni per un divertimento multimediale di primo livello.

Per comprendere la qualità delle immagini scattate con Sony Xperia Z3 cliccate sulle seguenti immagini, visualizzabili in dimensioni originali.

sony-xperia-z3-foto-aperto sony-xperia-z3-foto-aperto-giorno sony-xperia-z3-foto-no-flash
sony-xperia-z3-foto-chiuso-no-flash sony-xperia-z3-foto-chiuso-con-flash sony-xperia-z3-foto-aperto-notte-2
sony-xperia-z3-foto-colori sony-xperia-z3-foto-aperto-nuvole sony-xperia-z3-foto-aperto-notte

 

Sistema operativo

Android KitKat 4.4.4 è la versione ultima disponibile su Sony Xperia Z3, almeno al momento della nostra recensione completa, fermo restando che appare evidente come anche questo ultimo device verrà aggiornato a Android Lollipop 5.0 quando sarà reso disponibile. Se dobbiamo esprimere qualche perplessità su questo smartphone, lo facciamo sicuramente per questa interfaccia Sony che non è stata rinnovata a sufficienza per superare qualche limite evidente. Se la fluidità e la praticità d’uso sono stati migliorati grazie all’avanzamento tecnologico, possiamo dire che qualche scelta Sony è rivedibile per via di una interfaccia non troppo pulita e con un numero di app preinstallate davvero elevato.

sony-xperia-z3-sistema-operativo-screens sony-xperia-z3-lifelog sony-xperia-z3-memoria-app-giochi
sony-xperia-z3-multitasking sony-xperia-z3-ps4-remote-play sony-xperia-z3-versione-kitkat

 

Poco male se si trovano interessanti alternative alle app di sistema Android, come ad esempio la Galleria sostituita invece da Album o da Walkman che va a sostituire i classici lettori musicali, o ancora TrackID per il riconoscimento delle tracce musicali, ma in linea di massima qualche app può risultare di troppo e che non verrà mai utilizzata dall’utente.

Tra le novità software più apprezzate annoveriamo la possibilità di collegare Xperia Z3 alla PS4, anche se bisogna vedere se nell’utilizzo quotidiano non si preferisca sfruttare una TV dalla diagonale più elevata. Xperia Z3 quindi risulta uno smartphone che ha discrete possibilità di personalizzazione, arricchite anche dalla presenza di un menù impostazioni piuttosto florido di opportunità.

 

Batteria e autonomia

Sony Xperia Z3 coprirà due giorni interi di autonomia. Con queste sfavillanti e scintillanti parole, il nuovo smartphone Sony è stato presentato al grande pubblico ed accolto a braccia aperte anche dalla critica, essendo arrivati in un punto in cui è proprio l’autonomia a fare la differenza. La dotazione di Xperia Z3 è di una batteria non removibile da 3.100 mAh che da subito appare ben bilanciata ed adeguata ad un utilizzo molto intenso.

In realtà per raggiungere le due giornate di autonomia bisogna utilizzare il proprio smartphone nel modo giusto, magari limitando ad una oretta giornaliera la navigazione web, prediligendo la connettività Wi-Fi quando disponibile e naturalmente non utilizzando sempre la luminosità al massimo. Durante la prova, ai fini della recensione completa, abbiamo cercato di simulare diversi comportamenti, da quelli più leggeri, con utilizzo sporadico di chiamate, di navigazione web e rare sessioni di videogaming, a quelli più pesanti che invece prevedevano la visione di video su YouTube, sessioni importanti di videogaming e ovviamente utilizzo dei social network. Nel primo caso abbiamo raggiunto anche i tre giorni di autonomia, per scendere invece ad un giorno con percentuali vicine al 10% nei giorni più intensi.
Per fortuna possiamo confermare che Sony Xperia Z3 non smentisce quanto di buono visto con il suo predecessore e sfrutta bene anche le modalità Stamina introdotte dal colosso giapponese che, in tutti i modi, cercano di mantenere vivo questo smartphone top di gamma.

 

Disponibilità e prezzo

sony-xperia-z3-unboxing

Sony Xperia Z3 è un top di gamma che non fa sconti sulla fascia di prezzo, infatti il prezzo di listino è di 699€. Questo smartphone Android è disponibile da Ottobre 2014, a circa un mese dal suo annuncio, in tre colorazioni: bianco, nero o rame (molto vicino al Gold).

Il prezzo può ovviamente incorrere in notevoli sconti se si decide di acquistare online, ad esempio al momento di stesura della recensione completa Xperia Z3 viene venduto su Amazon.it al concorrenziale prezzo di 545€ per due colorazioni e 550€ per la versione bianca. In alcuni casi è possibile acquistare il nuovo portabandiera Sony con qualche gadget in regalo, come accaduto sui preordini, per cui qualora siate interessati all’acquisto cercate se ci sono interessanti offerte da sfruttare.

 

Conclusioni

Sony Xperia Z3 è uno smartphone Android di tutto rispetto, sicuramente competitivo e con un carattere ben definito. La nostra recensione non può che promuovere questo nuovo arrivato sul mercato poiché va a migliorare quanto avevamo già osservato nei modelli precedenti e se vogliamo trovare un limite questo è riconducibile proprio nell’aggiornamento ogni sei mesi da parte di Sony.

 

PRO E CONTRO

PRO

– Batteria da 3.100 mAh effettivamente ben bilanciata e adeguata a sostenere lo smartphone;
– Architettura hardware all’avanguardia che facilita le prestazioni di alto livello;
– Certificazione IP68 contro acqua e polvere;
– Costruzione e design di primo livello, grazie a materiali e assemblaggio di qualità;
– Connettività all-around davvero completa;
– App fotocamera divertente e ricca di funzionalità;

CONTRO

– Fotocamera con qualità degli scatti altalenanti;
– Interfaccia Sony un po’ obsoleta;
– Scelta di Sony di aggiornare i suoi portabandiera ogni sei mesi;

 

Amante multitasking di tecnologia portatile e basket, si fa rapire da discussioni sulla telefonia mobile e se potesse cambierebbe terminale una volta al mese. Dà tutto se stesso per le sue grandi passioni.
  • francesca

    BUONA SERA DOPO AVER LETTO ATTNETAMENTE LE SUE CARATTERISTICHE IL SONY XPERIA Z3 COMPACT SEMPRE IN COMPARAZIONE CON IL NOKIA930 COME LO CONSIDERATE? UNA SCELTA MIGLIORE? UN PARIMERITO? AL DI LA DEL SISTEMA OPERATIVO E FOTOCAMERA SE DOVESTE SCEGLIERE IL SONY QUALI VANTAGGI HA IN PIU? GRAZIE

  • Filippo Dardi

    Così ora chi vuole un bel topgammona a poco può ordinare uno z1.