Guide Guide tecniche News

Tutte le novità e i trucchi nella MIUI 10: RECENSIONE e GUIDA

Ott 12, 2018

author:

Tutte le novità e i trucchi nella MIUI 10: RECENSIONE e GUIDA

In occasione della conferenza stampa di presentazione dello Xiaomi Mi 8, tenutasi in Cina lo scorso Maggio, il produttore cinese ha anche annunciato il rilascio di una nuova versione della sua ROM MIUI. La MIUI, giunta alla versione numero 10 è stata presentata alla stregua di una svolta epocale e questo non ha fatto che accrescere, in modo esponenziale, l’attesa dei fan di questo brand.

Dopo qualche mese di alfa e beta testing, la prima ROM Global stabile (scopri qui i dettagli sulle versioni) è stata rilasciata per il Redmi S2, ma già dalla metà di Settembre sono arrivate per il primo lotto di dispositivi supportati tra i quali, la serie Mi Mix, il Redmi Note 5, il Mi Note 2 oltre ovviamente al sopracitato Xiaomi Mi 8. Dopo aver avuto un primo assaggio sul Redmi Note 5, qualche giorno fa ho iniziato a testare questo aggiornamento anche sul Mi 8 ed in questo articolo, andremo a vedere nel dettaglio, se le grandi aspettative, sono state rispettate.

Le novità della MIUI 10

All’avvio del telefono, non sono presenti novità rilevanti in quanto, almeno per i temi predefiniti, non è stato cambiato nulla né nel layout nei negli Icon Pack, a parte l’ovvia introduzione di nuovi sfondi. Basta però abbassare la tendina delle notifiche per avere un primo assaggio del lavoro svolto da Xiaomi: questo è uno degli aspetti maggiormente migliorati rispetto alla versione precedente della MIUI. La prima cosa che balza all’occhio è la cura del dettaglio grafico, tutti gli elementi sono stati ridisegnati ed in generale, si è scelto di optare per linee più arrotondate decisamente più gradevoli. Il numero dei toggle è passato da 4 a 5 permettendo così all’utente di avere una funzione in più, riducendo il numero di volte nelle quali sarà necessario abbassare il pannello per accedere ai toggle nascosti. Oltre a questo, è stata introdotta una funzione tra le più attese, difatti con la MIUI 9, alla ricezione di una notifica, effettuando uno swipe sulla stessa, sia a destra che a sinistra, la si poteva solo eliminare. Con MIUI 10 lo swipe verso destra serve ad eliminare la notifica mentre effettuandolo verso sinistra, si apre un menù che permette di posticipare la stessa impostando anche il lasso di tempo dopo il quale si desidera ricevere nuovamente la notifica.

Le novità riguardo la barra delle notifiche non sono finite, infatti è stata cambiata la composizione delle icone nella barra di stato spostando la batteria, il segnale Wi-Fi e connessione dati poco sopra ai toggle e subito sotto al pulsante per le impostazioni. L’orologio ha preso il posto delle informazioni meteo, mentre dal punto di vista grafico, il cambiamento più significativo è quello relativo allo Slider per la regolazione della luminosità in quanto, nella MIUI 9, lo stesso era davvero poco evidente mentre ora è molto più visibile. E’ diventato un piacere anche utilizzare la regolazione manuale, soprattutto per chi non utilizzando la luminosità automatica, si trova a doverla aumentare manualmente quando passa da un ambiente buio ad uno molto illuminato.

Altro aspetto davvero utile riguarda il contrasto adattivo delle notifiche: infatti, aumentando la luminosità, il sistema aumenta anche il contrasto tra carattere e sfondo della notifica, rendendola decisamente più visibile soprattutto in condizioni di alta luminosità.

Rimanendo in tema di Slider la novità riguarda la regolazione del volume, Xiaomi infatti ha ridisegnato i controlli sia nel layout che nella posizione. Ora infatti, premendo il bilanciere, non avremo più il classico banner nella parte superiore del display, bensì un pannello laterale stile edge che, pur mantenendo le stesse funzioni, prima fra tutti l’attivazione rapida della modalità silenziosa con intervallo di tempo impostabile in base all’esigenza del momento, è decisamente più comodo. Quando utilizziamo lo smartphone in verticale, la nuova posizione del pannello ci permette di regolare il volume anche con una mano, migliorando sensibilmente questo particolare aspetto che negli smartphone moderni, sempre più grandi, sembra essere uno dei più ricercati dagli utenti.

Ho potuto apprezzare questa novità soprattutto durante la visione di un contenuto multimediale, utilizzando lo smartphone in modalità landscape: infatti una volta premuto il bilanciere, il cursore per la regolazione del volume, compare sulla destra permettendo una facile regolazione con il pollice. Per farla breve si riduce sensibilmente il tempo per impostare il volume al valore desiderato.

Continuando l’esplorazione della MIUI 10 e rimanendo sempre in tema di suoni, Xiaomi aveva annunciato molte novità, non tanto nelle suonerie quanto nei suoni assegnati alle notifiche di sistema, aggiungendo dei suoni ispirati agli elementi della natura, come acqua, fuoco, spiaggia, notte estiva e foresta. A ciò è stato introdotto anche un tono di notifica dinamico. Facciamo un esempio pratico: sarà capitato anche a voi di ricevere tanti messaggi da un contatto su WhatsApp uno dietro l’altro, no? Ora è possibile attivare una suoneria che, per le notifiche provenienti dalla stessa applicazione, cambia ogni volta il tono andando a comporre una piccola melodia.

Le modifiche nell’interfaccia

Un altro aspetto che è stato sensibilmente modificato rispetto alla precedente versione della ROM è sicuramente quello relativo alle App recenti: in MIUI 9, una volta richiamato il multitasking, erano presenti solo tre anteprime rendendo necessario uno scorrimento orizzontale per richiamare un applicazione aperta in precedenza. Questo aspetto è stato nettamente migliorato sia nel layout, che ora sfrutta in modo più intelligente l’ampia superficie del display, che nella fruibilità. Riguardo questo secondo aspetto, all’apertura del multitasking, il numero delle applicazioni presenti a schermo è stato aumentato con una riorganizzazione decisamente più intuitiva e pratica. Adesso le anteprime sono organizzate in colonna a coppie e lo scorrimento è verticale. Per rimuovere un’applicazione, non sarà più necessario effettuare lo swipe verso l’alto, bensì verso sinistra o destra mentre le funzioni sono accessibili con una pressione prolungata sull’anteprima desiderata.

Effettuando questa operazione, si aprirà un menù a tendina che permetterà di mandare l’applicazione desiderata a schermo diviso, bloccarla oppure accedere alle impostazioni dove potremo disinstallare gli aggiornamenti, controllare l’utilizzo della RAM e della batteria, concedere o revocare permessi e cancellare la cache o i dati: intuitivo al massimo e soprattutto comodissimo!

Un’altra funzione fortemente pubblicizzata da Xiaomi è quella relativa all’introduzione delle cosiddette gesture a schermo intero. Si tratta molto semplicemente di swipe da dover effettuare sul display che vanno a sostituire la barra virtuale. Personalmente sono un amante dei tasti Soft Touch, ma devo dire che, pur avendo avuto bisogno di un po’ di tempo per familiarizzare con questo nuovo modo di navigare su di un dispositivo sprovvisto di tasti fisici, e dovendo scegliere tra NavBar e gestures, preferisco di gran lunga questa soluzione che rende la navigazione decisamente più rapida.

La comodità di queste gestures sta proprio nel fatto che non è più necessario nascondere o richiamare la barra virtuale per premere i tasti home, back o menù, ma avremo tutto a portata di dito e questo è un evidente vantaggio soprattutto per quanto riguarda il layout considerando il nuovo formato dei display più recenti.

Scendendo un po’ più nel dettaglio, partiamo dal dire che questa opzione è disattivata di default, vi basterà andare nelle impostazioni e scorrere fino alla voce “Visualizzazione a schermo intero” dove per attivare questa opzione, vi verrà proposto un rapido ed esaustivo tutorial. Una volta ultimato il tutorial, le gestures saranno pronte all’uso e, in particolare, per premere il tasto home sarà necessario effettuare uno swipe dal bordo inferiore del display fino a metà schermo. Per accedere al multitasking lo swipe dovrà essere effettuato dal basso all’alto per tutta la lunghezza del display, mentre per il tasto back sarà possibile effettuare uno swipe sia da destra a sinistra che da sinistra a destra nella parte inferiore del display. Xiaomi ha prevenuto in questo modo possibili conflitti con tutte quelle applicazioni che hanno un menù laterale come Play Store, GMail, Drive, Foto, ecc. ecc. Per accedere a questi menù, lo swipe dovrà essere effettuato nella parte superiore del display in modo da lasciare la parte inferiore solo ed esclusivamente alla gesture assegnata al tasto Back.  Sembra evidente l’intento del produttore cinese in quanto queste gestures si apprezzano decisamente di più sui nuovi display a 19:9, anche se, purtroppo, si perde una delle funzioni più apprezzate in MIUI 9, ossia la possibilità cioè di assegnare delle scorciatoie ai tasti sia fisici che virtuali come ad esempio, funzioni specifiche al doppio Tap oppure alla pressione prolungata ma qui scendiamo nel campo del gusto personale.

Intelligenza Artificiale nella MIUI 10

Altra novità molto attesa è quella legata all’introduzione dell’intelligenza artificiale che, secondo Xiaomi, dovrebbe garantire da subito un generale aumento della velocità e miglioramento delle prestazioni di tutto il sistema ma anche, un apprendimento da parte dello smartphone dell’utilizzo che facciamo giornalmente, andando ad ottimizzare progressivamente le prestazioni attraverso anche il pre-caricamento delle applicazioni. Dopo qualche giorno, posso confermare che il sistema è decisamente più fluido ed oltretutto, sono spariti anche quei piccoli e rari microlag ancora presenti nella MIUI 9 nelle animazioni. Forse il vero vantaggio dell’AI è proprio questo, diversamente da quanto viene pubblicizzato nel marketing delle fotocamere.

Venendo alle singole applicazioni, con MIUI 10 sono state introdotte alcune importanti ed utili novità. Partiamo dalla fotocamera, Ora anche per i dispositivi meno recenti che ancora montano un unico sensore, è stata introdotta la modalità ritratto che permette a tutti di ottenere il tanto pubblicizzato effetto bokeh nelle foto a parenti ed amici. Anche in modalità video è stata introdotta una nuova funzione relativa ai video brevi che termina la ripresa dopo 10 secondi.

L’applicazione Sicurezza, ha visto aumentare le funzioni con l’introduzione di due novità. La prima è uno speed test che, pur non offrendo nulla di particolare, ci permette di non dover scaricare un’applicazione di terze parti dal Play Store potendo testare la nostra connessione sia Wi-Fi che dati. Il secondo è invece un altro strumento che ho trovato davvero utile e ben fatto, difatti si tratta di una funzione che permette di effettuare una Diagnostica a 360° di tutti gli aspetti sia hardware che software dello smartphone e che permetterà anche agli utenti meno esperti di rendersi conto in modo facile ed intuitivo se c’è qualcosa che in quel momento non funziona o magari, disattivare un’opzione dimenticata o erroneamente attivata.

Una funzione davvero attesa è quella che permette finalmente di nascondere le icone delle applicazioni che non utilizziamo. Xiaomi ha pubblicizzato questo aspetto come un miglioramento della nostra privacy ma, personalmente, lo trovo più utile per ripulire la Home da tutte quelle applicazioni che non utilizziamo. Può essere utile anche per tutti coloro che, magari, possono avere necessità di avere un drawer nella schermata Home, richiamabile tramite un pinch out. Per nascondere un’applicazione sarà sufficiente accedere alle impostazioni e recarvi all’interno della sezione “blocco app” dove spunterete le applicazioni che vorrete nascondere. A questo punto effettuando il pinch out, le troverete ordinate alfabeticamente in una Griglia a scorrimento verticale. Sarà anche possibile abilitare la password di sicurezza che però, una volta richiamato questo menu, dovrà essere usata sempre o tramite l’impronta oppure tramite l’immissione manuale del pin, password o la sequenza. Per il resto, esplorando ancora la MIUI 10, vi segnalo che le applicazioni calendario, note, orologio e meteo, hanno subito un deciso restyling grafico, anche se non sono presenti novità rilevanti a livello di funzionalità.

Anche App Vault, il pannello raggiungibile con uno swipe da sinistra a destra nella schermata home, ha visto aumentare le proprie funzioni anche se limitatamente alle applicazioni Xiaomi.

 

La mia opinione su MIUI 10

Per l’ennesima volta Xiaomi ha fatto centro, non solo migliorando l’esperienza utente già ottima nella MIUI 9, ma andando a limare alcuni piccoli dettagli che ancora potevano far storcere il naso a qualcuno. La nuova versione della MIUI, oltre ad offrire novità davvero utili ed attese, farà felici anche tutti coloro che aspettano con ansia il rilascio dell’aggiornamento ad Android Pie. Infatti anche per gli smartphone che ancora utilizzano Android Nougat oppure Oreo, questa ROM grazie ad un ispirazione molto evidente all’ultima versione del robottino verde, offre una piacevole anteprima sia nel layout che in alcuni aspetti introdotti da Big G. A voler essere pignoli andando a cercare il pelo nell’uovo, si sente la mancanza di qualche features, come ad esempio le scorciatoie sulle icone della schermata home ma nulla che vada ad intaccare anche in minima parte un’esperienza utente che continua ad essere una delle più valide e piacevoli di tutto il panorama Android.

 

 

Articolo a cura di Stefano De Ponte