News Smartphone

[Ufficiale] Blackberry Classic: specifiche tecniche e prezzo

Dic 17, 2014

[Ufficiale] Blackberry Classic: specifiche tecniche e prezzo

bb

Con una presentazione abbastanza classica, Blackberry ha presentato un nuovo terminale che, soprattutto per stile, richiama i “classici” del produttore: il Blackberry Classic.

Le linee ricordano quelle del Bold 9900, con delle grosse differenze dal lato hardware e software. Il primo aspetto è, secondo me, il meno importante (visto il target a cui è rivolto il terminale). Troviamo uno schermo touch da 3.5″ HD quadrato (720 x 720 pixel). Il processore è un Qualcomm Snapdragon MSM8960 quad core @1.5 Ghz, della famiglia degli S4 Pro. Troviamo inoltre 2GB di Ram e 16GB di memoria espandibile via MicroSD (fino a 128GB).
Il vero plus è però rappresentato dalla tastiera fisica estesa (QWERTY) e dal trackpad posto tra i tasti laterali (2 per lato). Questi due aspetti richiamano le linee distintive del marchio, attualizzando due caratteristiche che lo hanno reso famoso, senza inficiare l’esperienza d’uso. Infatti, secondo un’analisi della stessa Blackberry, lo spazio di display disponibile in questo “Classic” è lo stesso di quello di un iPhone 6 con tastiera attiva, dimostrando quanto il display da 3.5″ sia più che sufficiente.
La batteria è da soli 2515 mAh, ma visto il Soc, dovrebbe permettere di arrivare a sera. Non mancano: 4G, Bluetooth 4.0 e 3 microfoni per una riduzione ottimale del rumore.
Le fotocamere sono da 8MP con LED Flash (posteriore) e 2MP (anteriore).

Durante l’evento, il produttore ha sottolineato la grande attenzione posta nella qualità costruttiva. Il frame, che funge da cornice esterna e da divisore tra le varie righe della tastiera, è un unico pezzo di alluminio. Il vetro invece è un solidissimo Gorilla Glass (non è stato specificato quale).

Il software è stato raffinato in questa versione, con l’adozione del nuovo sistema Blackberry 10.3.1. Le principali features, delle quali è stata esaltata l’efficacia, sono queste:

  • Blackberry HUB. Un vero e proprio centro notifiche (già visto nel software dell’azienda) che permette di gestire tutti i messaggi e le mail ricevute, raggruppandole e rendendo più semplice il loro controllo. In questa versione è stato perfezionato.
  • Browser 10. E’ un browser estremamente fluido e fruibile. Durante la presentazione, le performance sono sembrate eccellenti, grazie ad un’ottima velocità di rendering delle pagine ed un buon controllo dei pinch (in e out) e degli swipe. Per avere un metro di paragone, l’azienda ha stimato che il Browser 10 è 3 volte più veloce di quello del Bold 9900.
  • Sicurezza. Sarà attivo un sistema che controllerà eventuali “brecce” nella sicurezza, anche a livello delle app.

Oltre a questo, Blackberry ha lavorato su una delle pecche principali del suo software: la scarsa presenza di applicazioni. Per sopperire a questa carenza, si è pensato di affiancare al Blackberry World, l’App Shop di Amazon. Il primo sarà legato ad app più inerenti il  Business, mentre il secondo servirà per l’installazione degli applicativi Android, evitando side load o procedure complesse.
Questa scelta è stata ben pensata dal produttore, poiché si è lavorato molto sull’ottimizzazione dei software Android. Infatti, una volta installati, sarà possibile farli partire in 3 modalità, per adattarli nel miglior modo possibile al sistema ed al display quadrato: Full Screen (l’app occuperà tutto lo schermo), Zoom ( si effettuerà uno zoom per migliorare il livello di dettaglio) e Rectangular (per giocare ad i titoli in landscape).

E’ utile anche soffermarsi su quello che, a detta della stessa azienda, è il vero punto di forza (lato software) del BB Classic: le app aziendali.

La prima è Blackberry Messenger Protected. Questo software permette di inviare messaggi istantanei criptati end to end. Si potranno così scambiare informazioni aziendali sensibili senza il pericolo di fuga di notizie. Inoltre sarà possibile, per le aziende che useranno il servizio, gestire i parametri di sicurezza del servizio come se fosse una propria rete aziendale.

La seconda è BB Blend, che permette di gestire lo smartphone dal proprio PC ed accedere da remoto alle reti intranet. Anche in questo caso, per smartphone aziendali, le società potranno impostare dei parametri di sicurezza per evitare la diffusione di dati sensibili. L’altra applicazione degna di nota è VPN Authentication for Corporate (per la sicurezza aziendale).

Sarà presente anche un Communicator Bundle, che permetterà di gestire le comunicazioni intra aziendali ed i meeting (anche per Android, iOS, MAC e Windows).

Il servizio aziendale, inerente BBM, Protected, Blend e VPN, sarà a pagamento mensile.

Il prodotto è già disponibile in pre-ordine negli USA (su Amazon e su BB.com) a 449$.

 

 

Blackberry hub

Malato di smartphone, tablet e gadget tecnologici. Alla spasmodica ricerca di qualcosa di nuovo che possa catturare la mia attenzione.