China News Smartphone

Wei Yan SoFIA: uno smartphone cinese con dual boot per Lollipop e Windows 10

Feb 12, 2015

Wei Yan SoFIA: uno smartphone cinese con dual boot per Lollipop e Windows 10

wei-yan-sofia

Solitamente vado con i piedi di piombo quando ci sono rumors così importanti su smartphone che potrebbero davvero essere innovativi, ma questa notizia stasera mi ha intrigato non poco: un’industria manifatturiera cinese non molto nota, Wei Yan, è al lavoro su uno smartphone molto interessante che nasce con due sistemi operativi. Il nome di questo smartphone non è ancora noto, ma sembra che potrà sfruttare nativamente sia Windows 10, sistema di recente annunciato dalla casa di Redmond, sia Android Lollipop, ultima release del sistema operativo di Microsoft, dando la possibilità all’utente di scegliere quale utilizzare all’accensione. Questo rumors molto interessante sembra essere stato confermato anche su Weibo.

Wei Yan: smartphone dual boot con Windows e Android

Wei Yan non si sarebbe limitata a questa unica novità, ma sembra che il processore interessato sia il nuovo SoFIA (per smartphone o feature phone con architettura Intel) e questa onestamente mi è sembrato il lato meno interessante della medaglia. Se è vero che Windows 10 sembra promettere ottime prestazioni e fluidità, ci si aspetta un po’ meno in quanto a durabilità di entrambi i sistemi operativi se il chipset sottostante non è abbastanza prestante.

Questo smartphone cinese con sistema dual boot sembra comunque aver attratto l’attenzione perché a fronte di un processore entry-level potrà sfruttare il binomio da 2 GB di memoria RAM e 32 GB di memoria interna. Le misure del display invece confermano una diagonale da 5 pollici, con una risoluzione Full HD da 1920 x 1080 pixel. La fotocamera posteriore invece ospiterà un sensore da 13 Megapixel mentre quella frontale, dedicata a selfie e videochiamate, potrà fruire di un sensore da 5 Megapixel.

Sfruttando la natura innovativa del processore, su cui però si sa ancora poco in termini di prestazioni, si potrà sfruttare anche la connettività 4G LTE (che cosa è? Di cosa si tratta?).  Si tratta di uno smartphone cinese molto interessante, ma è difficile prevedere quale sarà il suo impatto sul mercato: al momento sembra più un prototipo poiché si basa su novità ancora non testate con mano e che quindi è difficile valutare abbinate a nuovi processori e nuovi sistemi operativi, però indubbiamente si tratta di una ventata fresca su un mercato che comincia ad essere saturo di novità.

A voi interessa questo nuovo cinafonino ideato da Wei Yan? Potrebbe diventare il vostro smartphone in futuro se fosse commercializzato o importabile anche in Italia? Fateci conoscere la vostra opinione!

Amante multitasking di tecnologia portatile e basket, si fa rapire da discussioni sulla telefonia mobile e se potesse cambierebbe terminale una volta al mese. Dà tutto se stesso per le sue grandi passioni.