News Recensioni Recensioni smartphone Video

Xiaomi Mi4C – la recensione completa: l’hardware non fa il monaco

Dic 21, 2015

Xiaomi Mi4C – la recensione completa: l’hardware non fa il monaco

 

DSC00071

Vi ricordate lo Xiaomi Mi4i (trovate la nostra review completa qui)? Ebbene questo smartphone è il suo successore: Xiaomi Mi4c.

Il Mi4C riprende appieno le linee del fratellino, introducendo però un corposo upgrade hardware.

Sulla carta tutto questo ci aveva fatto bene sperare ma, alla prova dei fatti, abbiamo qualche appunto da fare al colosso cinese. Ringraziamo intanto HonorBuy.it per l’invio del sample in questione, questo è il link per l’acquisto.

Videorecensione di Xiaomi Mi4c

Design

DSC00064

Da questo punto di vista avremmo potuto copia-incollare la recensione del Mi4i: solito assemblaggio ottimo, solita plastica bianca satinata e soliti tasti ballerini.

Questi ultimi rimangono il “problema” chiave del dispositivo (su questo fronte). Il click è buono e abbastanza netto ma, toccandoli senza premere, si avverte un certo gioco non proprio piacevole.

Tutto il resto è in pieno stile Xiaomi, con zero scricchiolii ed una solidità invidiabile, tanto da rendere Xiaomi Mi4c uno smartphone competitivo in una fascia di prezzo molto agguerrita.

Il display da 5 pollici occupa il 71.7% della superficie frontale, accompagnato dai 3 tasti soft touch retroilluminati.
Le dimensioni di Xiaomi Mi4c rimangono il perfetto connubio tra comodità d’uso ed estensione dello schermo: 138.1 mm, 69.6 mm e 7.8 mm.

Ruotando lo smartphone troviamo la fotocamera con doppio LED Flash e l’altoparlante di sistema.
La backcover piatta fa si che tutti questi componenti poggino totalmente sulle superfici, aumentando il rischio “graffio” per la cam e “soffocando” leggermente l’altoparlante.
Lo speaker è comunque di qualità adeguata, offrendo un buon volume ed una nitidezza sufficiente. Però manca purtroppo di corposità sonora.

L’unico segno distintivo, di Xiaomi Mi4c rispetto al Mi4i, è la porta USB Type C, che sostituisce la Micro USB sul fondo.

Display

DSC00069

Il pannello di Xiaomi Mi4c è un IPS LCD di ottimo livello.
La risoluzione Full HD è più che sufficiente per rendere invisibili i singoli pixels (441 ppi) ed offrire un’esperienza appagante in tutte le situazioni, davvero molto apprezzato in sede di recensione completa.
I colori sono ben tarati e molto fedeli alla realtà, senza però rinunciare ad un’eccellente brillantezza. Questa qualità si mantiene anche ad angoli di visione abbastanza estremi.
Nota di merito per i bianchi (assoluti) ed i neri che, nonostante la tecnologia utilizzata, sono ottimi.

Anche la luminosità massima di Xiaomi Mi4c non ci è dispiaciuta, anche se avremmo apprezzato una maggior rapidità del sensore (in termini di risposta alle variazioni di luce ambientale).

Hardware e Prestazioni

L’hardware di Xiaomi Mi4c è di assoluto livello: il chip Snapdragon 808 (abbinato all’Adreno 418) è un mostro di potenza, grazie alla sua architettura Hexa Core: un Quad-core @1.44 GHz Cortex-A53 ed un dual-core @ 1.82 GHz Cortex-A57.
Le temperature sono ben controllate, andando ad aumentare solo in situazioni di massiccio scambio di dati (sia per notifiche che per download).
La RAM del nostro modello è da 2GB, ma è disponibile anche una versione da 3GB.
In linea di massima consigliamo la versione superiore, perché garantisce anche 32GB di memoria internaNon essendo espandibili, i 16GB (13GB effettivi) del nostro andranno stretti agli utenti più avanzati.

Nel dettaglio i benchhmark.

NOTA: Antutu ha cambiato la scala di valori. Non è più confrontabile con la versione precedente.

Nome Funzione Punteggio
Antutu Generale 68283
Geekbench 3 CPU 1149 (Single Core), 2806 (Multi Core)
Vellamo Browser 3912 (Chrome)
Quadrant Generale 20245
AndroBench Memoria Dettagli nello Screenshot

Connettività

Tutto ruota attorno alle 2 SIM inseribili in Xiaomi Mi4C.
Sono ovviamente presenti le reti LTE, anche se è assente la banda 800 che limiterà molto questa tecnologia per gli utenti Wind. Nonostante ciò, la ricezione è buona e non soffre di particolari problematicità (sia in 2G che in 3G).

Eccellente la qualità del resto delle connessioni: Wi-Fi Dual Band con grande portata, Bluetooth 4.1 e A-GPS con Glonass. Queste hanno brillato in sede di recensione completa e nella prova quotidiana.

Sistema Operativo

Come su ogni smartphone o device Xiaomi, anche qui troviamo la MIUI, nella versione 7.0 (basata su Android 5.1.1).

Nonostante la fluidità generale, la presenza di numerosi bugs e freeze casuali inficia l’esperienza utente.
Vi capiterà spesso di veder crashare un’app in uso o di rimanere bloccati 2-3 secondi per un malfunzionamento del sistema.
Il tutto è condito da un problema grave inerente le notifiche.
Sarete infatti costretti a bloccare nel multitasking tutte le app dalle quali desideriate ricevere notifiche, occupando RAM in modo poco efficiente.
Inoltre, anche utilizzando questo stratagemma, possono capitare problemi in materia (arrivo di notifiche tutte insieme o mancata segnalazione di alcune).

Tralasciando questo problema (non trascurabile a nostro avviso), la MIUI mostra sempre la solita cura grafica.
Ogni app di Xiaomi ha una qualità strepitosa nel design e delle funzionalità ben studiate, con un occhio sempre alla personalizzazione dell’utente.
Avrete una miriade di impostazioni per cucire su di voi lo smartphone, scegliendo sempre la configurazione che più preferite.

Fortunatamente è presente l’italiano e la community italiana di Xiaomi Mi4c ha confermato che sono in sede di sviluppo della ROM pienamente tradotta.

Fotocamera

DSC00068

La fotocamera di Xiaomi Mi4c presenta un sensore da 13MP con apertura che può arrivare f/2.0 e si comporta benissimo in condizioni di buona luminosità, andando a perdere dettaglio e qualità in notturna.

Nel primo caso, sia la gestione della luce che dei colori è quasi sempre corretta.
Raramente troverete immagini bruciate o “granulose”, il che è sorprendente per la fascia di prezzo. Andando a cliccare sulle foto presenti qui di seguito vi renderete conto dell’ottima qualità del sensore montato su Xiaomi Mi4c.
In questo senso aiuta molto l’HDR automatico, in grado di agire bene in condizioni di fonti luminose molto differenti nella stessa scena.

In notturna la situazione cambia notevolmente.
Le immagini sono quasi sempre impastate e scarsamente dettagliate.
Un vero peccato, considerando anche che il Flash dual-tone ha una buona potenza (il che dimostra l’attenzione alle foto in scarsa luminosità).

La fotocamera frontale da 5MP è nella media, così come i video (max 1080p 30fps).
Questi ultimi sono discretamente stabilizzati (digitalmente), ma necessitano di un tap-to-focus dell’utente per una resa ottimale, vista la scarsa reattività del fuoco continuo.

Batteria ed Autonomia

Da una batteria da 3080 mAh, montata su Xiaomi Mi4c, ci saremmo aspettati qualcosa di più. I risultati non sono negativi ma, considerando altri smartphone con pari caratteristiche, sono leggermente sotto media.

Stiamo parlando di 3 ore (in media) di schermo attivo con picchi massimi e minimi rispettivamente di 3:30 ore e 2:40 ore.
Tutto questo con un uso importante ma mai spinto in modalità estrema.

Non sappiamo se l’utilizzo con operatore Wind possa aver inciso (visto l’ampio uso di 4G a 800 Mhz dello stesso), ma ci sentiamo di escluderlo, visto che la rete 3G/H+ è sempre stata agganciata correttamente (senza switch continui).

La situazione peggiora di circa il 15% con l’uso Dual SIM, ma varia moltissimo a seconda dell’uso.

La ricarica avviene ovviamente con lo standard USB Type C, quindi non potrete usare i cavi Micro USB che già possedete.

DSC00065

Prezzo e Disponibilità

DSC00070

Il prodotto arriverà a casa vostra con un pellicola ed un adattatore per le prese italiane, nonché con il cavo USB Type C abbinato al suo caricabatterie.

Disponibile in due varianti, una con 2 GB di RAM e 16 GB di memoria interna ed un’altra da 3 GB di RAM e 32 GB di memoria interna, che vi consigliamo caldamente per ovviare ai problemi di spazio. Il prezzo su HonorBuy.it prevede 254.99€ nel caso della versione “ridotta” e 289.99€ nella versione “potenziata”.

Nel prezzo è compresa la spedizione dall’Italia con corriere e nei termini di assistenza e garanzia sono previsti 24 mesi di assistenza e garanzia sul territorio italiano, fattore da non sottovalutare per smartphone cinesi.

Conclusioni

DSC00067

Il prodotto sulla carta ci aveva fatto ben sperare ma, paradossalmente, ha avuto l’evoluzione opposta di Xiaomi Mi4i.

Quest’ultimo ha fugato lo scetticismo iniziale con un equilibrio generale incredibile e con dei picchi di eccellenza (vedi autonomia); Xiaomi Mi4C ci ha invece fatto ricredere, per un software molto acerbo.

Siamo certi che Xiaomi lavorerà su questo prodotto e, quando raggiungerà la maturità, riuscirà sicuramente a tornare sulla strada tracciata dal fratello minore che, per adesso, vi consigliamo maggiormente.

PRO

✔ Display brillante e risoluto
✔ Qualità costruttiva elevata
✔ Fotocamera dalle performance equilibrate

CONTRO

✖ Assenza banda 800 Mhz LTE
✖ Software molto acerbo
✖ Memoria interna di soli 13GB effettivi (non espandibili)

Malato di smartphone, tablet e gadget tecnologici. Alla spasmodica ricerca di qualcosa di nuovo che possa catturare la mia attenzione.
  • Michele

    Scusate la domanda ma che versione di ROM avete testato lo smartphone? Io con la versione developer del 3 dicembre Multilanguage non ho mai avuto problemi di crash o freeze! E come me altri 2 miei amici col modello da 3gb di ram e 32gb di spazio interno.

    • Abbiamo seguito le release settimanali e aggiornato due volte. Ora siamo alla 5.11.26