China News Recensioni Recensioni smartphone Video

Xiaomi Mi4i: Recensione completa del medio gamma che “sa di top”

Lug 1, 2015

Xiaomi Mi4i: Recensione completa del medio gamma che “sa di top”

xiaomi-mi4i-recensione

Xiaomi continua a distinguersi per prodotti eccellenti a prezzi concorrenziali, andando così ad insediare pesantemente i produttori più blasonati sul mercato cinese.
Con la sua continua ricerca della qualità, sta anche riuscendo a ritagliarsi un spazio nei mercati occidentali, grazie a device sempre più lontani dal concetto di “cinesata” economica e di basso valore.

Su questa linea si inserisce Xiaomi Mi4i che, come potrete constatare voi stessi, offre un “pacchetto completo” ad un prezzo da medio di gamma.

Videorecensione di Xiaomi Mi4i

Design

DSC00031

L’ottimo design del prodotto parte dalla confezione di vendita.
Lo stile è il classico Xiaomi, con una scatola in cartone e gli accessori disposti ordinatamente (ad incastro) al suo interno. Oltre allo smartphone troverete: cavo di ricarica, alimentatore da parete (cinese con adattatore italiano) da 2A, graffetta per l’estrazione del carrellino e manuali.

Xiaomi Mi4i si presenta benissimo. Frontalmente troviamo: un display da 5″, i tasti soft touch retroilluminati (home, indietro e multitasking), la fotocamera frontale (con i sensori) e la capsula intagliata nel vetro.
Il tutto, grazie a delle cornici abbastanza ridotte, è racchiuso in soli 70mm di larghezza, che permetto una presa agevole ad una mano. L’altezza di 138mm è nella media, mentre i soli 130 grammi di peso rappresentano un bel “plus”.

La back cover di Xiaomi Mi4i è altrettanto curato. Sfruttando un policarbonato satinato e leggermente gommato, Xiaomi è riuscita a donare un ottimo grip al Mi4i, andando anche ad ottenere un’eccellente resistenza ai graffi ed alle ditate. Inutile dire che l’assemblaggio è perfetto, senza scricchiolii o flessioni di alcun tipo.

Sempre sul retro, troviamo la fotocamera con il doppio LED flash (doppia temperatura colore)  e lo speaker di sistema.
Purtroppo questo, a causa della conformazione piatta della backcover, viene molto smorzato dalle superfici su cui si appoggia, rendendo spesso necessaria la rotazione del device. Un vero peccato, considerando la cura posta nel terminale.
Tralasciando questo, la potenza e la pulizia sono abbastanza adeguate, anche se la “ricchezza” del suono è solo sufficiente.

Sui due bordi laterali di Xiaomi Mi4i, di soli 7.8mm, troviamo i tasti Power/Volume (in plastica ma con una buona risposta) e, sull’altro lato, il carrellino per le 2 MicroSIM:
Il Jack da 3.5mm e la MicroUSB sono posti rispettivamente sopra e sotto.

Display

DSC00029

Il pannello di Xiaomi Mi4i è prodotto da Sharp JDI e misura 5 pollici Full HD (1920 x 1080), si può definire da top di gamma.
Grazie ad una copertura del 95% della gamma NTSC garantisce una fedeltà cromatica straordinaria e, sfruttando una fusione dei vari pannelli (Full Laminated), offre una bellissima sensazione di “tocco” dell’immagine.
Questo accorgimento, abbinato ad un’ottima luminosità (ben gestita dal sensore), permette una visualizzazione sempre buona di Xiaomi Mi4i anche sotto la luce diretta del sole.

Difficile trovare un display così bello, anche su smartphone di fascia molto superiore.

Peccato questa bellezza si perda leggermente in foto ma, fidatevi, dal vivo offre delle ottime sensazioni.

Hardware e Prestazioni

L’hardware di Xiaomi Mi4i è molto buono e, nonostante non sia potentissimo, permette un’eccellente fluidità del sistema.

Tutto ruota attorno al Qualcomm Snapdragon 615, con CPU (64-bit) Octa-Core @1.7Ghz e GPU Adreno 405.
In modalità performance questo componente si comporta molto bene anche in game ma, rimanendo una soluzione di fascia media, non aspettatevi risultati eccezionali su questo fronte.
Il consiglio è quello di “viaggiare” quotidianamente in modalità bilanciata, più equilibrata nell’uso giornaliero.

I 2GB di RAM sono più che sufficienti nell’uso quotidiano, ma la rom da 16GB (13GB effettivi) risulta insufficiente per un uso intenso e ricco di app. Ancor di più se consideriamo l’assenza dell’espansione via MicroSD. A parziale compensazione, l’USB OTG è supportato.

Nel dettaglio i benchmark.

Nome Funzione Punteggio
Antutu Generale 19456
Geekbench 3 CPU 512 (Single Core), 1634 (Multi Core)
Vellamo Browser 2495 (Chrome)
Quadrant Generale 19529
AndroBench Memoria Dettagli nello Screenshot

Connettività

Come detto, Xiaomi Mi4i è dotato di uno slot che permette di gestire 2 sim in formato Micro, consentendo anche lo switch a caldo della connettività 4G.
Purtroppo è assente la banda 800 del LTE, che comporta uno scarso funzionamento con l’operatore Wind. Personalmente, in 6 giorni d’uso, sono riuscito ad utilizzare una sola volta questa rete.
La copertura o meno dipende dalla zona ma, sfruttando solo due bande, questo operatore non lavorerà correttamente in quasi tutte le zone d’italia.

Nonostante questa pecca, l’audio in chiamata è molto buono e la ricezione (2G/3G) è sempre presente.

Il Wi-Fi Dual Band funziona bene ed anche il Bluetooth 4.1 non presenta problemi. Non è presente NFC. Nota di merito per il GPS con Glonass che, anche al primo avvio, risulta essere molto rapido.

Sistema Operativo

Screenshot_2015-06-30-19-43-32

Il sistema operativo di Xiaomi Mi4i, pur essendo basato su Lollipop 5.0.2, è totalmente personalizzato da Xiaomi, grazie alla sua MIUI 6.5.

L’interfaccia utente offre una Home priva di drawer (in stile iOS) che, se da un lato può non piacere agli androidiani più “duri e puri”, dall’altro è un’innegabilmente garanzia di fluidità e cura maniacale per il dettaglio.

Nulla è lasciato al caso in Xiaomi Mi4i ed ogni icona/animazione/impostazione è configurata per offrire all’utente un’esperienza appagante.

Il livello di personalizzazione è altissimo, offrendo la possibilità di settare ogni piccolo particolare. Per fare qualche esempio:

  • Audio in cuffia
  • Funzioni dei tasti capacitivi
  • Accesso delle applicazioni alla rete/gps
  • Temi dallo store Xiaomi
  • Rimpicciolimento del display (a scelta tra 3 dimensioni) per l’uso ad una mano
  • Settaggio di fino dell’acquisizione Foto/Video
  • E molto altro

Nel complesso l’uso giornaliero di Xiaomi Mi4i è molto confortevole e “facile”, permettendo così ad  ogni genere di utente di adattarsi facilmente a questa “impostazione d’uso”.

Tutta questa cura e fluidità si riscontra anche nel Browsing. La navigazione internet con Chrome è molto buona e, anche se troviamo qualche rallentamento sui siti più pesanti, complessivamente ci sentiamo di promuoverla.

Un difetto da segnalare per Xiaomi Mi4i è l’assenza dell’italiano tra le lingue disponibili (nelle release stabili).
Dovrebbero essere rilasciati ulteriori update per aggiungere la nostra lingua ma, fino ad allora, è una pecca da tenere in considerazione.

Fotocamera

Cattura

La fotocamera posteriore di Xiaomi Mi4i da 13MP è di buon livello. La gestione della luce è molto buona ed anche la “pulizia” non lascia quasi mai a desiderare.
L’ampia apertura focale f/2.0 permette di ottenere quasi sempre scatti all’altezza, con un medio rumore video anche in situazioni di scarsa luminosità.

In notturna il flash a doppia temperatura di colore di Xiaomi Mi4isvolge egregiamente il suo lavoro pocihé, oltre ad illuminare l’immagine, riesce a far si che la stessa rimanga fedele alla realtà (dal punto di vista cromatico).

Sono presenti le classiche funzioni dei software Android (panorama, filtri, HDR, ecc), con l’aggiunta dell’interessante “Refocus“. Quest’ultimo permette, dopo lo scatto, di sfocare l’immagine in primo piano o quella sullo sfondo, ottenendo delle splendide immagini, difficilmente ottenibili in “manuale”.

Il comparto video di Xiaomi Mi4i (max 1080p @30fps) va rivisto; purtroppo il fuoco continuo è lento ed anche la gestione della luce non è ottimale. Vista la qualità del sensore, ci aspettiamo che con un futuro aggiornamento si possa risolvere la situazione.

La fotocamera frontale da 5MP f/1.8 è sopra la media della categoria, garantendo degli ottimi selfie e dei buoni video 720p.

Batteria e Autonomia

La batteria da 3120 mAh di Xiaomi Mi4i permette di coprire appieno la giornata, anche la più intensa.
Siamo arrivati ad  oltre 4 ore e 30 minuti di display acceso (luminosità automatica fissata sulla metà) con una media di: 250 Whats App, 20-30 mail (da 2 account in push), 20-30 minuti di chiamate, 30 minuti di Youtube e 15 minuti di musica. Con questo uso lo smartphone ci ha “lasciato a piedi” alle 23 (dalle 8.15 della mattina).

Tutto questo in modalità bilanciata (che garantisce un’eccellente fluidità) e con una singola sim inserita (in 4G).

Con due sim la durata scende del 20%, mentre in modalità performance la durata varia molto di più con l’uso.

Disponibilità e Prezzo

DSC00027

Xiaomi Mi4i è già disponibile online su HonorBuy.it, che ci ha fornito il sample in prova, in offerta speciale a 269€. Il prezzo di listino dovrebbe essere di 10€ superiore, ma per i primi acquisti concomitanti alla versione italiana dello shop online, ci saranno anche alcuni accessori in regalo, oltre allo sconto. Tra questi la cover e la pellicola protettiva.

Essendo venduto in Italia, Xiaomi Mi4i è disponibile con garanzia e assistenza per i consueti 24 mesi previsti dalla legge, come potete leggere qui.

Conclusioni

Se la memoria interna e l’assenza della banda 800 LTE non sono un problema per il vostro uso, ci sentiamo di consigliare appieno Xiaomi Mi4i.

E’ uno smartphone che stupisce per qualità costruttiva e display, lasciando a “bocca aperta” anche gli utenti dal “palato più fine”.

Non vanno sottovalutate anche l’autonomia e la qualità in capsula che, anche per utenti business, rappresentano un plus non indifferente. Come avrete capito, questo dispositivo ci ha stupito in positivo.

Lette le specifiche ed i materiali ci saremmo aspettati uno dei tanti “medi di gamma”, perso nel marasma dei dispositivi “sotto i 300 Euro”. Invece Xiaomi Mi4i si distingue, lasciando il segno sul mercato e dimostrando (per l’ennesima volta) che le valutazioni “su carta” portano spesso fuori strada.

Pro

  • Display
  • Autonomia
  • Software
  • Fotocamera
  • Qualità costruttiva

Contro

  • Assenza della banda LTE 800
  • Memoria interna da soli 13GB effettivi
  • Assenza dell’italiano (per adesso)

Malato di smartphone, tablet e gadget tecnologici. Alla spasmodica ricerca di qualcosa di nuovo che possa catturare la mia attenzione.