China News Recensioni Recensioni smartphone Video

Xiaomi Redmi Note 2: la recensione completa

Set 28, 2015

Xiaomi Redmi Note 2: la recensione completa

Redmi Note 2-Featured

Se c’è un produttore, almeno tra quelli cinesi, che continua a crescere e confermarsi questo è Xiaomi.

Anche questa volta l’andamento viene confermato dal Redmi Note 2, che si inserisce sulla linea dei precedenti modelli dell’azienda cinese.

Con un prezzo molto aggressivo riesce ad inserirsi prepotentemente nella fascia “meno di 200 €”, senza sfigurare anche dinnanzi a prodotti più costosi.

Come al solito non mancano dei difetti, che andremo a scoprire insieme in questa recensione di Xiaomi Redmi Note 2.

 

Videorecensione di Xiaomi Redmi Note 2

Design

Redmi Note 2

Lo stile di Xiaomi Redmi Note 2 non è certo ricercato, ma rimane molto piacevole grazie alla sua semplicità e linearità. Il cinafonino in questione ricalca il design canonico di Xiaomi (già visto su Mi4i), caratterizzato da linee dritte e regolari. Tutto il Redmi Note 2 è costruito in policarbonato ma, a dispetto di molti concorrenti, è curato in maniera  maniacale, con grande attenzione ad assemblaggio e verniciatura. L’unica pecca da segnalare riguarda la finitura satinata posteriore; pur essendo ben rifinita, offre “zero grip”, rendendo lo smartphone molto scivoloso.

Frontalmente troviamo l’ampio display da 5.5″ ed i componenti più comuni sul mercato ( sensori di luminosità/prossimità, fotocamera frontale e piccolo LED). Più in basso spiccano i 3 tasti soft touch di colore rosso, che permettono la gestione della UI. Anche se “spiccare” è forse un verbo inappropriato, vista la retroilluminazione abbastanza scarsa dei suddetti.

Il lato sinistro di Xiaomi Redmi Note 2 è “pulito”, mentre sul destro troviamo il tasto power ed il bilanciere del volume. La loro posizione è ottimale per un uso con il pollice e, nonostante siano in plastica, offrono un ottimo feedback alla pressione ed al tatto.

Spostandoci sul retro osserviamo la fotocamera da 13MP con Led Flash e, più in basso, lo speaker mono. La posizione è assolutamente infelice per quest’ultimo, che verrà facilmente coperto con lo smartphone a “pancia in su”.
Nel complesso l’altoparlante ha un buon volume, ma troppo sbilanciato verso gli alti.
La back cover di Xiaomi Redmi Note 2 è removibile, permettendo così l’accesso all’enorme batteria arancione (removibile) ed hai 3 slot: Micro SIM 1, Micro SIM 2 e MicroSD.

Completano la panoramica: Micro USB (lato corto inferiore), Jack Audio e Sensore IR (lato corto superiore).

Le dimensioni sono generose ma non eccessive: 152 mm, 8.25 mm e 76 mm, per 160 grammi di peso.

Display

Redmi Note 2-5

“Fantastico” è probabilmente l’aggettivo giusto per definire lo schermo del Redmi Note 2. Il display è un 5.5″ IPS con risoluzione Full HD, più che sufficiente per apprezzare contenuti multimediali e leggere testi con assoluto appagamento.

La regolazione di fabbrica dei colori è ottima, considerando la naturalezza e la brillantezza su tutto lo spettro cromatico. Se doveste comunque  preferire un display più “freddo” o “caldo”, potrete regolare temperatura e saturazione a vostro piacimento. Nella modalità standard i bianchi sono assoluti e, nonostante parliamo di un IPS, i neri sono buoni.

La luminosità è eccellente ed è ottimamente gestita dal sensore, pur non raggiungendo la velocità di adattamento all’ambiente dei top di gamma.

Quindi, nel complesso, lo promuoviamo senza particolari remore.

Hardware e Prestazioni

Anche il comparto hardware è da promuovere. Non tanto per la potenza “bruta” (che peraltro non manca), quanto per un equilibrio complessivo invidiabile.

Il tutto ruota intorno al SoC MediaTek “MT6795T”, meglio noto come Helio X10.
La CPU è una octa core con core a 64-bit Cortex A53, clockati a 2.2Ghz. Tutti e 8 possono funzionare in contemporanea, offrendo ottime prestazioni complessive.
Anche la GPU PowerVR Rouge G6200 si comporta bene in qualsiasi situazione, compresi i giochi più pesanti.

A completare questo comparto troviamo 2GB di RAM e 32GB (25,87GB effettivi) di memoria interna, ulteriormente espandibili.

Il tutto fa si che lo smartphone “giri” sempre benissimo, senza lag o rallentamenti visibili.
Spostandosi in modalità performance la situazione complessiva non cambia, ma si ha una maggiore potenza per giochi e benchmark.

Nel dettaglio i benchmark.

Nome Funzione Punteggio
Antutu Generale 51025
Geekbench 3 CPU 984 (Single Core), 4524 (Multi Core)
Vellamo Browser 2622(Chrome)
Quadrant Generale 24693
AndroBench Memoria Dettagli nello Screenshot

 

Connettività

Redmi Note 2-4

Come già accennato, questo Redmi Note 2 dispone di un doppio slot per alloggiare 2 MicroSIM, permettendo lo switch a caldo dei dati tra le due.
Non manca il supporto alle reti LTE (cat 4), ma è assente la banda 800. Questa mancanza è molto negativa per i clienti Wind. In questi giorni d’uso agganciare le reti 4G è stato difficile, anche in una città molto coperta come Roma.
Se siete clienti dell’operatore arancione e volete sfruttare questa tecnologia, orientatevi su altro. Detto questo, la ricezione è nella media e l’audio in chiamata buono.

Tutto il resto della connettività funziona bene. Il GPS con Glonass aggancia facilmente il segnale ed è abbastanza preciso, il Wi-Fi dual band ha una buona portata ed il Bluetooth 4.0 non da problemi. Manca purtroppo NFC.

Troviamo invece un sensore infrarossi, senza però la rispettiva applicazione per il suo utilizzo. Sfruttando IR Universal Remote ho appurato che l’IR di Xiaomi Redmi Note 2 funziona perfettamente.

Sistema Operativo

L’OS di questo Redmi Note 2 è un irriconoscibile Android Lollipop 5.0.2. Irriconoscibile grazie alla personalizzazione fortissima di Xiaomi che, con la sua MIUI, stravolge totalmente il robottino verde. La versione presente in questo device è la 6.6.7 che, pur essendo molto curata, presenta qualche bug.

Partiamo dagli aspetti positivi. Ovviamente la principale caratteristica è la personalizzazione, che permette all’utente di costruirsi un’interfaccia utente e delle interazioni su misura. La cura estetica è altissima ed ogni componete (transizioni comprese) è disegnato su misura dal produttore cinese. Nella quotidianità l’uso è molto semplice ed appagante, anche se l’assenza di un vero drawer dovrà essere assimilata dagli utenti meno esperti. Vi segnaliamo inoltre due aspetti molto interessanti: la modalità ad una mano (facile da attivare e ben funzionante) e l’eccellente gestione della doppia sim (con tutta la qualità di MediaTek).

I problemi sorgono a causa di alcuni bug molto fastidiosi:

  • Spesso saltano alcune notifiche (what’s app e gmail principalmente)
  • Alcuni problemi con Youtube ed altre app Google
  • Alcuni software inutili installati

Tutte queste problematiche sono risolvibili attraverso un aggiornamento manuale alla MIUI 7.0, facilmente reperibile online.
Noi abbiamo comunque preferito effettuare la review con la versione 6.6.7, perché è quella che riceverete a casa.
Inoltre l’operazione, pur se facile, non è ideale per gli utenti poco esperti.

Fotocamera

Redmi Note 2-3

Tralasciando un sensore anteriore nella media (5MP e discreta pulizia video), il discorso importante va fatto sul posteriore.

La fotocamera da 13MP con singolo LED Flash non è stabilizzata ed è gestita da un software tanto semplice quanto ricco. Le modalità presenti sono le solite (HDR, Panorama, Varie Scene e molti filtri) e tutte funzionano correttamente.

Nel complesso i risultati sono quasi sempre sufficienti, con picchi positivi e negativi.
E’ proprio questo il problema; a seconda della situazione può variare molto la qualità dello scatto, causando una fastidiosa discontinuità della resa. Viste comunque la bontà e la velocità del sensore (e degli scatti migliori), riteniamo che con gli aggiornamenti software la situazione possa migliorare. Lasciamo comunque la valutazione a voi, attraverso i sample di questi giorni.

A livello video la camera è indubbiamente più precisa e mantiene sempre una buona qualità (massimo full hd a 30fps). In questo comparto merita particolare menzione la modalità Time-Lapse, dalla resa eccellente e molto personalizzabile (tempi e quantità di scatti).

Batteria e Autonomia

Redmi Note 2 -2

La batteria di questo Xiaomi è da 3060 mAh e, abbinata  a questo hardware, offre buone prestazioni.

In modalità standard (bilanciata) single SIM arriverete a 3.30/4 ore di schermo acceso, con un uso medio-medio/intenso. Sicuramente, sfruttando lo smartphone senza particolari picchi, arriverete a coprire la giornata lavorativa.

In dual SIM la durata scende di circa il 15/30% a seconda della qualità della ricezione.
Ovviamente la quantità di chiamate effettuate e ricevute incide molto sull’autonomia con i due slot occupati.

Disponibilità e Prezzo

IMG_20150927_194927

Lo smartphone è già disponibile presso GrossoShop.Net ad un prezzo compreso tra 163,26€ e 179,11€, a seconda del colore e della quantità di memoria interna. Considerato il prezzo della versione da 32 GB il nostro consiglio è indubbiamente quello di andare sulla versione con maggior spazio di archiviazione.
Lo store in questione vi fornirà anche un adattatore molto compatto per le prese italiane.

Conclusioni

Xiaomi si conferma un produttore molto attento e consapevole delle esigenze degli utenti.
Solitamente aggiunge l’espansione di memoria, la sostituibilità della batteria e cura la fotocamera in maniera importante. Inoltre offre il tutto ad un prezzo competitivo, riuscendo sempre a distinguersi nelle fasce in cui si proietta.

In questo caso con Xiaomi Redmi Note 2 però il software è stato meno curato del solito, andando un po’ a rovinare un quadro d’insieme eccellente. Siamo certi che con l’OTA della MIUI 7 il tutto si risolverà e, in quel momento, questo Redmi Note 2 diventerà lo smartphone da comprare al di sotto dei 200€. Per adesso si distingue, senza eccellere in tutto.

PRO

✔ Display ✔ Qualità costruttiva ✔ Qualità/prezzo ✔ Potenza hardware

CONTRO

✖  Assenza banda 800 MHz LTE ✖  Problemi software ✖  Fotocamera discontinua

Malato di smartphone, tablet e gadget tecnologici. Alla spasmodica ricerca di qualcosa di nuovo che possa catturare la mia attenzione.
  • Grazie e complimenti per la recensione amici di Tecnologici.net! 🙂
    Cogliamo
    l’occasione per dire che da ottobre 2015 questo prodotto viene da noi
    commercializzato (grazie alla collaborazione con NEWMOBI, distributore
    UFFICIALE per l’Italia, che ha anche la gestione dell’assistenza): il
    prezzo è leggermente più alto rispetto agli Store internazionali ma è
    giustificato dal fatto che dietro c’è un’ottima assistenza e servizio
    post vendita di livello, oltre al fatto che siamo in Italia, e sappiamo
    benissimo qui come funziona con IVA e tasse varie. 🙂

    PS.
    L’assistenza NEWMOBI ovviamente gestirà solo i prodotti venduti dai loro
    rivenditori e quindi da loro distribuiti (c’è un marchio sulle scatole
    che contraddistingue i prodotti). 😉

  • Grazie e complimenti per la recensione amici di Tecnologici.net! 🙂
    Cogliamo
    l’occasione per dire che da ottobre 2015 questo prodotto viene da noi
    commercializzato (grazie alla collaborazione con NEWMOBI, distributore
    UFFICIALE per l’Italia, che ha anche la gestione dell’assistenza): il
    prezzo è leggermente più alto rispetto agli Store internazionali ma è
    giustificato dal fatto che dietro c’è un’ottima assistenza e servizio
    post vendita di livello, oltre al fatto che siamo in Italia, e sappiamo
    benissimo qui come funziona con IVA e tasse varie. 🙂

    PS.
    L’assistenza NEWMOBI ovviamente gestirà solo i prodotti venduti dai loro
    rivenditori e quindi da loro distribuiti (c’è un marchio sulle scatole
    che contraddistingue i prodotti). 😉

  • gp1kenobi

    Sono in procinto di acquistare questo telefono, a distanza di quasi un mese dalla recensione qualcuno mi sa dire se ci sono altre problematiche su questo telefono oppure se e’ sempre uno dei migliori su questa fascia di prezzo? E’ facile installare la MIUIultima versione?

    • Ciao, dipende molto dalle tue competenze in materia.
      In assoluto non è difficile, ma se non l’hai mai fatto ci metterai un po per capire il meccanismo.
      Ti consiglio di andare su MIUI Italia e leggerti qualche guida (o video guida) per capire se faccia per te o meno.
      Rimane uno dei migliori a quel prezzo, secondo me ci sono pochi dubbi
      Ciao

    • Ciao, guarda secondo me (dopo averlo comprato un mese fa) posso dirti che è ancora il migliore su questa fascia di prezzo e che cellulari con la stessa cheda tecnica, da altri marchi, vengono anche venduti a 300 euro superati xD Poi proprio oggi ha ricevuto la versione definitiva della MIUI 7…tanta roba! 😀

    • Ciao, guarda secondo me (dopo averlo comprato un mese fa) posso dirti che è ancora il migliore su questa fascia di prezzo e che cellulari con la stessa cheda tecnica, da altri marchi, vengono anche venduti a 300 euro superati xD Poi proprio oggi ha ricevuto la versione definitiva della MIUI 7…tanta roba! 😀

    • Ciao, guarda secondo me (dopo averlo comprato un mese fa) posso dirti che è ancora il migliore su questa fascia di prezzo e che cellulari con la stessa cheda tecnica, da altri marchi, vengono anche venduti a 300 euro superati xD Poi proprio oggi ha ricevuto la versione definitiva della MIUI 7…tanta roba! 😀

  • Alessandro Susca

    Ottima recensione, credo una delle più oneste lette fino ad ora. Da possessore del terminale in questione mi sento di sottoscrivere quasi tutto. Ai pregi dello schermo aggiungerei l’ottima visibilità sotto la luce diretta del sole (sopra la media) e i tasti risultano ben retroilluminati nel mio terminale. Al contrario ho avuto modo di constatare alcuni scricchiolii della scocca. Un piccolo appunto: è vero che la 6.6.7 è la rom con cui è fornito il terminale da GrossoShop, però non è la sua rom nativa, per cui una prova con la rom originale (cinese/inglese) o con una delle ultime traduzioni della developer ci sarebbe stata e posso assicurare che le ultime versioni della MIUI rendono il terminale pressappoco perfetto. Da sistemare fotocamera e autonomia, per il resto è un ottimo smartphone. Io son passato da mi3 a questo e sono soddisfatto.

    • lollomig

      Ho il mi3 e son felicissimo!! Hai naotato un grande passo di performance dal mi3 al note 2?

      • Alessandro Susca

        Si, c’è un bel passo avanti. Il mi3 messo sotto sforzo a volte faticava, soprattutto con molte app in background. A livello di velocità e fluidità questo è superiore, è piacevolissimo in tutte le occasioni. Di contro i matriali e la cotruzione non sono paraonabili al mi3, come anche la qualità dell’audio in riproduzione multimediale, anche se il volume è sensibilmente più alto. in capsula invece si sente meglio sotto ogni punto di vista. Lo schermo non ha l’aspetto ” a pelo ” del mi3 ma si vede molto meglio sotto la luce del sole e la fotocamera è esattamente come descritta nella recensione sopra… se hai domande chiedi pure 🙂

    • Ciao Alessandro,
      grazie mille per il tuo parere e per aver condiviso con noi la sua esperienza!

      Continua a seguirci 😉

    • Ciao ti ringrazio per i complimenti e per i consigli.
      Ho cercato di essere il più onesto possibile, evitando flash di rom che magari non tutti gli utenti sanno fare.
      Comunque i difetti non mutano il giudizio su uno smartphone ottimo; ci sono smartphone ben peggiori (sia lato hardware che software) a prezzi ben più alti. Ciao

  • Adamo Borrelli

    Cari Tecnologici, ora che avete provato anche lo Xiaomi Redmi Note2, a confronto con il Meizu M2 Note, quale dei due mi consigliereste per l’acquisto? Il Meizu M2 Note è prossimo alla consegna in Italia nella versione internazionale, anche per lo Xiaomi Redmi Note2 sarà disponibile? Saluti 😉

    • Alfred

      @fedemarca:disqus Io dico Meizu. La MIUI può piacere, ma se ti stanca poi resti incastrato. Il Meizu ha poi il sensore d’impronte che con Android 6 diventerà finalmente un oggetto utile.

    • Ciao, come cadi, cadi in piedi con tutti e due.
      Probabilmente il lato software è più seguito dalla community Xiaomi ed in Redmi è leggermente superiore. Se vuoi però il lettore di impronte Meizu è un’ottima scelta