Guide News Smartphone

5 consigli per fotografare con il vostro smartphone: la guida completa!

Feb 23, 2015

author:

5 consigli per fotografare con il vostro smartphone: la guida completa!

consigli_fotocamera_smartphone

Con l’evoluzione del mondo della tecnologia digitale si era passati, verso la fine degli anni novanta ed ancora di più durante i primi anni del nuovo millennio, ad una sempre maggior richiesta di un tipo di macchinetta fotografica che fosse capace di assolvere ad una serie di funzionalità alle quali non poteva di certo venire incontro la classica macchinetta a rullino: si richiedeva infatti una macchinetta capace di farci selezionare le immagini da stampare o meno, che ci permettesse di inquadrare meglio i soggetti del nostro scatto e che potesse, se richiesto, girare anche video. Per tale ragione si diffuse sempre di più sul mercato la macchinetta digitale che però al giorno d’oggi si vede sempre più minacciata dal perfezionarsi dei comparti camera presenti sul nostri smartphone.

Quella di oggi è una guida che vi condurrà all’interno del mondo delle fotocamere “da telefonino” con l’intento di aiutarvi a realizzare scatti migliori attraverso una serie di pratici consigli. Attenzione però perché vista la vasta differenza esistente tra le funzionalità presenti sulle fotocamera degli smartphone non tutti i consigli che troverete qui di seguito potranno essere applicati al vostro smartphone. Leggete quanto segue, controllate la fotocamera del vostro smartphone, e vedete quel che si adatta meglio al caso vostro. Buone foto a tutti!

 

Consiglio numero 1: come usare il Flash

smartphone-opzioni-fotocamera

Tradotto in domanda possiamo chiederci se e quando è davvero il caso di procedere con l’utilizzo del flash nello scattare le vostre foto e quando invece sarebbe meglio non utilizzarlo. La risposta più semplice, e proprio per questo non sempre corretta, è quella di chi dice che il flash va usato solo in assenza di luce od in presenza di un illuminazione inadatta per una fotografia. Sarà davvero così? La risposta sarebbe corretta se si trattasse del flash di una macchina digitale professionale mentre visto e considerato che uno smartphone non può avere le medesime caratteristiche di quel tipo di macchina e che spesso e volentieri lo stesso smartphone monta un flash LED, il rischio che corriamo è quello di ottenere delle immagini con evidenti problemi di sovraesposizione. Cosa fare dunque? Accendere il flash solo se veramente si è al buio o se si è chiaramente in una situazione di controluce. In tutti gli altri casi seguite alcuni dei consigli che seguono e vedrete come la foto vi verrà meglio senza flash anche se la luce non è ottimale. Ovviamente sconsigliamo il flash automatico.

 

Consiglio numero 2: quale postura?

smartphone-dimensioni-fotocamera

La domanda potrebbe lasciare alcuni di voi davvero interdetti ma vi possiamo assicurare che la postura da voi tenuta durante lo scatto può incidere decisamente sulla qualità delle vostre foto. Qui però a livello di consigli non abbiamo poi molto da dire visto e considerato che sono facilmente intuibili: cercate di tenere la mano il più ferma possibile (se siete interessati a foto perfette potete anche aiutarvi con appositi treppiedi) o per evitare il problema alla radice cercate di utilizzare l’autoscatto, dopo aver settato a modo il vostro smartphone, in modo da poter posare su di un supporto rigido il telefono prima dello.scatto. Sempre sulla scia di quest’ultimo consiglio potere scattare manualmente poggiando lo smartphone stesso sempre su di un supporto rigido (si pensi ad un muretto, un tavolo od una panchina) in modo da evitare ogni minima vibrazione. Infine se il vostro smartphone ne dispone abilitate la funzione “anti-vibrazione”.

 

Consiglio numero 3: quale modalità scegliere?

smartphone-opzioni-scena-fotocamera

Come tutti voi ben saprete, sia per sentito dire, sia per esperienza diretta, le fotocamere digitali prima, e quelle montate sugli smartphone poi, si caratterizzano per la possibilità di indicare la modalità di scatto preferita, proprio con lo scopo preciso di migliorare le vostre foto. Vediamo quale modalità scegliere a seconda della situazione nella quale ci troviamo partendo dalla modalità “giorno” che deve essere selezionata solo ed esclusivamente in presenza di immagini da scattare in esterna e solo se si tratta di un bel giorno di sole.

Passiamo poi alla modalità “nuvoloso” sottolineando come essa debba essere impostata non solo quando si è in esterna ed il cielo è grigio ma anche quando ci troviamo al chiuso (a meno che non vi siano apposite modalità sul vostro smartphone)  o quando siamo al tramonto (ma ancora non è notte). Se invece dovete fotografare un soggetto in rapido movimento non dovete far altro che utilizzare la modalità “sport” mentre se avete voglia di ottimizzare il realismo del vostro scatto acquisendo sia maggior intensità sia un ottimale contrasto luce/colori dovete impostare la modalità “colore ricco”. Infine se volete fare un primo piano non dovete far altro che impostare la modalità “bellezza volto” mentre se non rientrate nella casistica “giorno” o “nuvoloso” allora utilizzate la modalità “notte”. Come detto in tema di flash anche qui sconsigliamo la funzione di modalità automatica dello scatto.

 

Consiglio numero 4: scatto singolo o multiplo?

smartphone-modalita-scatto

Rimaniamo dunque in ambito di modalità di scatto che possono essere impostate sul vostro smartphone per darvi alcuni semplici consigli, primo tra tutti quello relativo alla modalità scatto multiplo che comporta un buon vantaggio rispetto a quella di scatto singolo.

Quale? Molto semplicemente la possibilità di scegliere, dopo gli scatti, l’immagine che più vi aggrada. Di norma la fotocamera di uno smartphone arriva a scattare circa 3 foto al secondo (sul Galaxy S4 Mini ad esempio è possibile poi scegliere tra ben 8 immagini scattate in meno di 3 secondi). In tale modo sarete voi stessi a decidere quale scatto preferite senza dover, qualora lo scatto singolo non vi sia piaciuto, riprendere da principio l’iter per ripetere lo scatto.

 

Consiglio numero 5: quanti megapixel usare

smartphone-dimensioni-videocamera

In molti già lo sapranno mentre altri di voi no ma quello che conta è che quando leggete ad esempio di uno smartphone con sensore da 8 MP questo non significa che la sua camera scatti solo ad 8 MP bensì che scatta sino ad 8 MP (stesso identico discorso che a livello di processore viene fatto in relazione alla frequenza di clock).Dobbiamo dunque utilizzare sempre i numero maggiore di megapixel oppure possiamo fare di meglio?

Il consiglio da seguire è molto semplice: qualora la luce sia poca o sia artificiale abbassate i MP del vostro scatto al gradino immediatamente inferiore rispetto al massimale consentito, quindi se gli MP massimi sono 8 potete scendere a 6 ad esempio ma mai sotto i 5 (qualora non si arrivi a 5 non vi conviene intervenire). In caso contrario va bene lasciare il settaggio massimo di MP.

 

Cosa ne pensate di questa nostra guida al modo migliore per immortalare immagini con il vostro smartphone? Conoscete altri trucchi od avete altri consigli da dare a noi ed a tutti i lettori? Avete provato quanto scritto in questo articolo e volete farci sapere la vostra impressione l riguardo?

Diteci sempre la vostra opinione su quello che scriviamo, proponeteci nuovi argomenti e spunti di riflessione  e non dimenticate mai di seguirci sia qui sul nostro sito che all’interno della nostra pagina Facebook e del nostro profilo Twitter. Vi aspettiamo numerosi.

 Via

Si divide tra Roma e Londra, sempre alla ricerca del modo migliore per fare soldi senza lavorare, si dedica all'alchimismo nutrizionale e alla costante ricerca della dieta magica che gli consenta di mangiare chili di gnocchi ai 4 formaggi senza ingrassare. Nel tempo libero appassionato di smartphone, PS3, diritto, finanza, ogni tipo di sport e... Snoopy.