Recensioni

Acer Spin 5 Pro: recensione

Acer Spin 5 Pro è una soluzione convertibile che può davvero offrire ricche soddisfazioni all’utente medio, quello a cui piacerebbe una macchina per l’intrattenimento, capace di essere usato in modo onesto sia per il lato business che per il lato gaming, senza eccellere in entrambi i reparti, a fronte di un prezzo decisamente più contenuto. Acer ha anche introdotto una soluzione molto interessante: provare Acer Spin Pro 5 per 30 giorni, per capire se è davvero il prodotto che fa per sé. Qui sul sito ufficiale trovate tutte le info necessarie.

 

Acer Spin 5 Pro: un design robusto

Partiamo dal design: solido, robusto, assolutamente impeccabile. Niente a che vedere con i “plasticoni” a cui Acer ci ha abituato negli anni con i prodotti di fascia medio-bassa. Acer Spin 5 Pro è pensato per la mobilità ed è quindi a prova di manovre frettolose ed incaute. E’ interamente in metallo, è esteticamente piacevole ed elegante a vedersi e in mano offre una rassicurante sensazione di robustezza. Di contro, rispetto ai prodotti di fascia bassa di dimensioni simile, è un po’ più pesante, con un peso di quasi 1.6KG. Dal punto di vista del design l’unica nota negativa da segnalare sono le cornici un po’ troppo spesse, che vanno in controtendenza con gli schermi sempre più edge-to-edge. Ma se da un lato le cornici più sottili avrebbe reso il dispositivo più elegante, dall’altro rafforzano il senso di robustezza che l’Acer Spin Pro 5 offre all’utente, minimizzando il rischio di rotture dello schermo a causa di urti accidentali e, soprattutto, offrono la possibilità di utilizzarlo in modalità tablet.

 

Acer Spin 5 Pro: display risoluto

Il display è da 13.3 pollici, dimensioni che a mio parere sono una scelta perfetta per chi come me alterna un utilizzo in casa a quello in mobilità. Lo schermo è touch, scelta chiaramente obbligatoria per un convertibile. Vi basterà ruotare lo schermo per utilizzarlo comodamente come un tablet, con un pennino ideale per prendere appunti o, per gli utenti più creativi, disegnare sullo schermo. Se vi capita spesso di prendere appunti, come ad esempio durante una lezione all’università o durante le riunioni di lavoro, non potrete non apprezzare la comodità di un pennino, salvando poi gli appunti in formato digitale piuttosto che su fogli di carta che capita spesso di non ritrovare più. L’Acer Active Stylus sarà all’interno della confezione di vendita ed è un plus da considerare al momento dell’acquisto. Tra l’altro la modalità tablet si attiva automaticamente ruotando lo schermo, un gesto che man mano che lo utilizzate diventerà sempre più naturale. L’altro vantaggio di poter ruotare lo schermo è di metterlo in una posizione “a tenda”, che vi consentirà, soprattutto in viaggio, di vedere un film da distanza più ravvicinata. Lo schermo è “solo” Full-HD purtroppo, e la resa dei colori non può competere con quella del MacBook. Resta comunque uno schermo di buon livello, con un ottimo livello di luminosità, bassi riflessi e ottimi angoli di visione. Se consideriamo la fascia di prezzo, occorre riconoscere che la risoluzione appare adeguata.

 

Acer Spin 5 Pro: la qualità della tastiera

La tastiera rientra tra gli aspetti che ho apprezzato maggiormente: i tasti sono ben distanziati tra loro, riducendo gli errori di battitura, e il feeling al tatto e alla pressione è piuttosto convincente. I tasti non ballano, risultano fermi e l’escursione è decisa e sicura, a differenza del mio MacBook Pro che utilizzo quotidianamente.

Vi posso assicurare che se vi capita di scrivere per ore, la comodità della tastiera fa la differenza e quella di Acer Spin Pro 5 è tra le migliori tastiere che abbia mai provato su un notebook.

Anche qui si può notare una buona cura dei dettagli, grazie alla finitura opaca attorno alla tastiera mirata a ridurre al minimo le ditate. Per chi volesse utilizzarlo anche al buio, segnalo che la tastiera è retroilluminata, anche se si tratta di un aspetto auspicabile per un prodotto premium come questo. Il touchpad mi ha convinto di meno ma preferisco di gran lunga la comodità di un mouse e raramente mi trovo nella situazione di non poter utilizzare un mouse e di dover ricorrere all’odiosissimo touchpad. Questo perché probabilmente i vari livelli di sensibilità a volte tendono a darmi noia e, nell’uso produttività, mi rallenta abbastanza.

 

Acer Spin 5 Pro: le prestazioni

L’hardware è di buon livello, grazie al potente processore Intel i7-8550U e un disco SSD da 512GB, di cui 475GB reali. Quest’ultimo è di tipo Sata 3, in luogo del più veloce e performante NVMe ma è capace di ottime velocità, a supporto di bassissimi tempi di esecuzione con tutti i programmi che sono abituato ad utilizzare nella vita di tutti i giorni come la suite Adobe, compreso Adobe Premiere per il video-editing. Per la mia prova ho anche utilizzato software come GIMP e DaVinci Resolve per osservarne il comportamento e, nella vita quotidiana operativa, la resa è stata assolutamente soddisfacente. A supporto del processore troviamo una GPU Intel UHD graphics 620 e ben 16 GB di memoria RAM DDR4.

Vale la pena sottolineare uno dei principali pregi di questo convertibile: il comparto audio. Con un paio di cuffie si può ascoltare tutta la potenza e la precisione del suono offerta dal software Dolby Atmos pre-installato, ma è nel sonoro da speaker che riesce a fare la differenza rispetto a molti altri modelli. Il suono dagli speaker frontali è capace di volumi elevati senza presentare fastidiose distorsioni, arricchito anche da una discreta presenza di bassi. Le temperature rilevate sono state altalenanti. Durante le attività meno avide di risorse, come l’utilizzo di programmi Office o la navigazione, sono rimaste pressoché invariate ed impercettibili. E’ bastato però giocare a Fortnite o montare un video con Premiere per il nostro canale Youtube per percepire un rapido surriscaldamento, motivo per cui vi consigliamo di non utilizzarlo sulle ginocchia per tempi prolungati durante le attività più pesanti.

 

Acer Spin 5 Pro: in dotazione con Windows 10 Pro

Il sistema operativo installato è Windows 10 nella versione Pro, che mette a disposizione dell’utente qualche vantaggio aggiuntivo in termini di sicurezza. Unica pecca qui è la presenza di un buon numero di app del tutto inutili pre-installate che rallentano non di poco lo startup del dispositivo. Armato di buona pazienza, dopo aver eliminato tutte le app superflue, l’avvio è risultato fulmineo come è lecito aspettarsi da un dispositivo pensato per la mobilità. Il mio consiglio per avvicinarsi ad una macchina del genere è quello di partire da una soluzione più pulita possibile per installare solo i software di cui si ha realmente necessità.

 

Acer Spin 5 Pro: autonomia

La batteria da 3 celle (4670 mah / 54 wh) offre una buona autonomia. Personalmente mi capita raramente di non avere la possibilità di connettere il notebook ad una presa di corrente per più di qualche ora, e quindi l’autonomia nel mio caso è pienamente sufficiente. Il capitolo autonomia è sicuramente meno critico rispetto ad un PC, ma per chi volesse utilizzarlo senza ricarica durante la giornata sappiate che la batteria è capace di garantire circa 6-7 ore di autonomia, a seconda dell’utilizzo che ne fate. Se vi limitate all’utilizzo di Office, alla navigazione o alla visione di qualche film o video su Youtube sarà capace di coprire quasi un’intera giornata, diverso se stressate la GPU con operazioni che richiedono una potenza di calcolo più elevata, come il video editing o il gaming. Qui piccola nota stonata da segnalare: le dimensioni del charger da 45W non sono proprio ridotte, e ricordano molto da vicino i charger ingombranti dei notebook di fascia economica. Per fortuna c’è anche la possibilità di ricaricarlo tramite USB-C a patto di scegliere l’alimentatore con la tensione corretta.

 

Acer Spin 5 Pro: il prezzo

Parliamo ora del prezzo: la versione che abbiamo provato noi di Acer Spin Pro 5 non è per tutti. Il prezzo per la configurazione con processore i7 8550 e 16GB di RAM si aggira ancora intorno ai 1500 euro (prezzo indicativo su Amazon), mentre in altri store online è possibile trovarlo ad un centinaio di euro in meno.

 

Acer Spin 5 Pro: conclusioni

Questo notebook convertibile presenta un prezzo elevato ma che trova una valida giustificazione per il fatto che si tratta di un convertibile pensato per un professionista esigente, che non si limita ai tradizionali programmi utilizzati in ambito lavorativo, ma che spazia dall’elaborazione di big data alla grafica, senza per questo rinunciare alla possibilità di dedicare del tempo a qualche ora di gaming alla settimana. La costruzione solida e i materiali premium garantiscono un utilizzo spensierato in mobilità. Inoltre la possibilità di utilizzarlo come un tablet per prendere appunti a mano libera o di ruotare lo schermo a proprio piacimento a seconda delle occasioni, rappresentano sicuramente un valore aggiunto rispetto ad un normale notebook.

 

Conoscete alternative migliori da suggerirci nella stessa fascia di prezzo? Fatecelo sapere attraverso i commenti!

PRO
Tastiera ben spaziata e comoda per scrivere
Qualità audio di ottimo livello
Versatilità nell'uso quotidiano
Acer Active Stylus
Fa girare app di ogni tipo
CONTRO
Prezzo molto elevato nella configurazione migliore
Cornici del display molto spesse
Temperature elevate quando si usano programmi importanti
8.4
Acquista da qui!