Anker Powerline+ e Powerline II: cavi di qualità | RECENSIONE

Quando si parla di smartphone o, più semplicemente, di dispositivi tecnologici viene naturale fare il collegamento con la batteria, di capacità limitata. Ogni giorno cerchiamo di allungare la durata della batteria, ma non è sempre facile. In nostro soccorso ci vengono alimentatori di ultima generazione che promettono ricariche rapidissime, ma altrettanto di qualità devono essere anche i cavi che utilizziamo. Oggi vi racconto nel dettaglio di questa recensione i due cavi Anker Powerline+ USB-C to USB 2.0 e Anker Powerline II USB-C con connettore Lightning.

Anker Powerline+ USB-C to USB 2.0

Questo prodotto di Anker arriva in una confezione minimale, realizzata in cartone, che contiene due cavi da 90 cm. I due cavi sono realizzati con un interno di fibra di aramide, un materiale che abbiamo conosciuto anche testando prodotti di altro tipo (ricordate la cover di Pitaka?). Il rivestimento esterno è doppio ed è costituito da nylon intrecciato, in modo che il cavo non si sfaldi se viene tirato accidentalmente (o volutamente). Questo cavo di Anker supporta anche la tecnologia Quick Charge di Qualcomm (qui vi spieghiamo di cosa si tratta). E’ ovviamente compatibile con tutti li smartphone che hanno una uscita USB-C, quindi la stragrande maggioranza dei dispositivi usciti sul mercato di recente. Va collegato all’alimentatore tramite uscita standard USB-A.

La qualità del prodotto è molto buona, appena si tira fuori dalla scatola si percepisce che è realizzato con cura e che si tratta di un cavo destinato a durare di più rispetto alla media. Ho usato questo cavo principalmente per ricaricare uno smartphone Android Samsung e dispositivi di vario genere (anche LED) e in ogni frangente mi sono trovato davvero molto bene. Velocità elevata, percezione di ottima qualità e in più dureranno più dei cavi originali.

Il prezzo è di circa 10€ su Amazon, più che adeguato alla qualità generale del prodotto: curato nei dettagli, affidabile nelle ricariche e nel trasferimento dati (anche se non arriva al 3.0).

Anker Powerline II USB-C to Lightning

Questo prodotto Anker è invece una proposta per chi possiede un iPhone oppure un iPad (fino alla versione 2020): infatti il cavo Powerline II è un cavo classico USB-C con uscita Lightning che possiede anche la con certificazione Apple MFi. E’ super comodo se avete a disposizione alimentatori di ultima generazione come il PowerPort Nano (leggi la recensione) che garantiscono rapidità di ricarica se abbinati a cavi di ottima qualità come quest’ultimo in sede di recensione.

Differentemente dal cavo precedente, questo è realizzato in plastica e non ha il doppio rivestimento in nylon, pertanto è molto più simile a quello originale. La durata, pertanto, non sarà paragonabile ma mi aspetto che possa durare a lungo, specie se non maltrattato. Supporta wattaggi elevati (fino a 87W è stato testato), anche se poi con gli smartphone l’erogazione di energia è minore.

Il picco massimo nel trasferimento dei dati è stato di 400 Mbps, ma vi ricordo che per avere velocità elevate dovete far riferimento al dispositivo sorgente, a quello di output e ovviamente al cavo in dotazione. Il prodotto è stato testato per durare fino a 12 volte i cavi originali, personalmente non ho questa percezione di durevolezza, ma sono convinto che possa comportarsi molto bene. Il prezzo è di circa 15€ su Amazon e valuterei come alternativa quella con nylon intrecciato che costa appena un paio di euro in più.

Previous Post

I migliori smartphone “Mini”: piccoli e tascabili [2021]

Next Post

Recensione Oppo Enco X: i migliori auricolari Bluetooth per Android