Anker Soundcore Life Q35: LA RECENSIONE | Le migliori cuffie BT sotto i 200 euro?

Oggi siamo qui per parlarvi del nuovo modello top di gamma di Soundcore: le Life Q35. Si tratta di cuffie Bluetooth over-ear con cancellazione ibrida del rumore che costano circa 100 euro e per questo prezzo possono davvero stupire. Ma iniziamo subito con la nostra recensione!

Se volete spendere un po’ di meno, potete leggere la recensione delle Soundcore Life Q30, ottime cuffie per rapporto qualità-prezzo.

Confezione e contenuto

Queste cuffie arrivano in una scatola di cartone a forma di parallelepipedo molto solida e ben costruita.

Al suo interno troviamo la custodia portatile con le cuffie al suo interno, e i vari accessori raccolti in un sacchetto di tessuto: adattatore jack per aeroplani, cavo aux per cablare le cuffie (lungo 125 cm) e il cavo di ricarica Type-C marchiato Soundcore.

Per ulteriori informazioni e foto sull’unboxing potete leggere il mio articolo a riguardo.

Design, costruzione ed ergonomia

Le Soundcore Life Q35, come tante, sono cuffie costruite interamente in plastica. I padiglioni sono imbottiti molto bene e ricoperti di simil-pelle (circa dello stesso colore della cuffia), stessa cosa vale per la parte superiore dell’archetto. Tutto il corpo della cuffia è di colore blu scuro opaco tendente al grigio/nero e su entrambi i padiglioni è presente il logo Soundcore in grigio scuro lucido.

L’archetto invece è dotato di una texture che ricorda l’alluminio anodizzato ed è di colore blu leggermente più chiaro (meno tendente al grigio) e lucido.

La costruzione anche se in plastica risulta molto solida e resistente e grazie a ciò la cuffia risulta molto leggera (pesa soltanto 267g).

Proprio per questo motivo, sul lato ergonomico, queste cuffie sono davvero ottime. Le ho portate per diverse ore consecutivamente e non danno assolutamente problemi. Il peso è così discreto che non sembra di averle in testa e anche i padiglioni calzano alla perfezione intorno all’orecchio.

Si tratta di cuffie molto chiuse e, grazie a questo, si ha un discreto isolamento passivo, e oltre a ciò, grazie alla cancellazione ibrida, queste cuffie riescono ad isolare dall’ambiente piuttosto bene, in particolare i rumori ambientali e dei motori dei veicoli. Questo solitamente significa che nei lunghi periodi le orecchie scalderanno tantissimo come succedeva per le JBL Quantum 800 e diventino impraticabili, tuttavia non è così. Le Soundcore Life Q35 non sono chiuse ed isolanti come quelle ma risultano un ottimo compromesso per lo scopo a cui sono destinate e grazie a ciò non danno minimamente problemi nelle lunghe sessioni di ascolto, nemmeno d’estate. Le ho tenute più di 4 ore consecutivamente e non ho riscontrato problemi di comfort, pesantezza o surriscaldamento delle orecchie perciò direi più che promosse in questo senso.

Ovviamente la distanza tra padiglioni e archetto è regolabile e i padiglioni stessi possono essere ruotati e persino “chiusi” verso l’interno per riporre la cuffia nella custodia.

Per concludere relativamente alla costruzione, bisogna anche nominare la custodia portatile per le cuffie. Ha misure 22 x 17 x 6,4 cm, è ricoperta di tessuto blu/grigio sia dentro che fuori ed è davvero resistente. Risulta molto comoda per trasportare le cuffie in modo sicuro e senza ingombrare troppo.

Caratteristiche e funzionalità

Le Soundcore Life Q35 sono dotate di due modalità di trasmissione del suono: possono contare sul classico jack da 3,5mm (fornito in confezione) o sulla tecnologia Bluetooth 5.0.

Per quanto riguarda la tecnologia Bluetooth, la qualità audio è garantita dalla codifica LDAC di Sony che promette il triplo delle informazioni per unità di tempo rispetto alle normale codifica Bluetooth SBC, pertanto si avrà molta meno perdita di qualità (990kbps vs 328kbps).

Il raggio di trasmissione è davvero ottimo (con un chip bluetooth top di gamma e delle antenne ad alto guadagno) e non ho avuto problemi di ricezione persino a più di 10 metri di distanza con 4 muri in mezzo perciò direi chip davvero ottimo.

Anche la latenza non è niente male, non si può dire che sia a latenza 0 ma si aggira intorno ai 100/200 ms che è comunque un ottimo risultato. Questo permette di non avere ritardi effettivi quando si guardano dei video.

Si possono connettere due dispositivi contemporaneamente alla cuffia seguendo la procedura illustrata nelle istruzioni (l’audio può essere riprodotto però soltanto da un dispositivo per volta).

Le Soundcore Life Q35 sono poi dotate anche di cancellazione ibrida e NFC per il pairing rapido. Grazie all’NFC basterà avvicinare il telefono al padiglione sinistro della cuffia e queste si collegheranno immediatamente.

Riguardo alla cancellazione del rumore invece abbiamo 3 modalità in base a ciò che vogliamo cancellare (è possibile sceglierla attraverso l’app di cui parlerò dopo): abbiamo la cancellazione “All’aperto” che riduce i suoni ambientali, la cancellazione “Al chiuso” che riduce le voci e i rumori a media frequenza e infine la cancellazione “Mezzi” che attenua le basse frequenze e, quindi, i motori delle auto.

Oltre alla cancellazione ibrida è presente poi la classica modalità trasparenza che serve ad attenuare la cancellazione passiva se si deve attraversare la strada o andare in bicicletta e si desidera ascoltare i rumori e i suoni circostanti.

E’ anche possibile passare velocemente dalla modalità trasparenza alla modalità normale e viceversa premendo il padiglione destro per circa 2 secondi (è possibile disattivare tale funzione dall’app). Una cosa che mi è dispiaciuta è l’assenza di una personalizzazione nel gain della modalità trasparenza. A basso volume funzionerà alla grande, tuttavia a volume medio o alto attivare questa modalità per ascoltare l’esterno non servirà molto poiché il volume è troppo basso e non sentirete ugualmente nulla. Un’impostazione nell’app per regolare il gain di questa modalità sarebbe davvero ben accetto (cosa che presumo possa essere fatta anche soltanto mediante un aggiornamento software e firmware, cosa che dovrebbe essere più che fattibile).

Infine, sempre grazie all’app sarà possibile equalizzare la propria cuffia come meglio si crede o utilizzando dei profili preimpostati.

E’ presente anche la funzione di smart wearing detection che permette di stoppare automaticamente la musica quando togliamo le cuffie e di farla ripartire quando le indossiamo (questa funzione può essere disattivata via app).

Un’ultima funzione molto curiosa è la modalità notte che serve per “aiutare” a prendere sonno. Possiamo scegliere vari suoni tra quelli disponibili e modificarne il volume (si possono anche mettere più suoni contemporaneamente e modificare il volume di ognuno di essi indipendentemente).

Per quanto riguarda i vari pulsanti la cuffia presenta tutti i classici tasti utili per comandare la riproduzione a distanza senza tirare fuori il telefono. Sul padiglione destro troviamo l’entrata jack per la modalità cablata, il tasto play/stop, il tasto volume su e il tasto volume giù. Attraverso la pressione prolungata del play/stop è possibile anche avviare l’assistente vocale. Oltre a ciò questi tasti servono per rispondere o chiudere le chiamate.

Sul padiglione di sinistra troviamo invece il tasto per accensione/spegnimento/accoppiamento bluetooth e il tasto per la cancellazione con il quale è possibile scorrere tra un profilo di cancellazione e l’altro (quindi disattivato, attivato e trasparenza).

Per ulteriori informazioni sui vari pulsanti e sulle varie funzioni fate riferimento alle istruzioni ufficiali (le trovate in fondo alla pagina ufficiale del prodotto in Documents and Drivers).

Infine la porta di ricarica Type-C si trova sul padiglione sinistro.

App Soundcore

Tutti i prodotti Soundcore hanno un grosso pregio: sono dotati di un app proprietaria molto ben fatta e che permette di fare numerose cose utili in modo molto semplice.

Quest’app serve per impostare le varie funzionalità del prodotto e per gestire l’equalizzazione e la modalità notte, nonché per aggiornare il firmware.

L’interfaccia risulta molto pulita e semplice e potrete visualizzare la lista dei vostri dispositivi, nonché selezionarne uno in particolare e personalizzarlo.

Estensione di frequenza e qualità del suono

Le Soundcore Life Q35 sono dotate di due driver da 40mm che dovrebbero garantire un’estensione di frequenza che va dai 20 ai 20kHz in modalità wireless e dai 16 ai 40kHz in modalità cablata.

Dai nostri test risulta che non cambi molto tra le due modalità, e anche in modalità wireless abbiamo un’estensione di frequenza che va da meno di 15Hz a circa 15kHz che comunque per una cuffia da 100 è davvero ottimo (anche perché fare di meglio non avrebbe senso).

Riguardo alla qualità audio invece assolutamente niente da dire. Il suono è davvero ottimo e non ci sono distorsioni in nessuna fascia di frequenza. Gli alti e i medi sono puliti e i bassi sono piuttosto decenti pur non avendo sub-woofer dedicati e tutto sommato già senza equalizzazione le cuffie si sentono piuttosto bene. Grazie all’equalizzazione, che è davvero semplice da fare, è possibile ottenere risultati ancora migliori.

La qualità del suono è davvero molto simile a quella delle mie Sennheiser (ho delle HD 598SE) e solamente in qualche caso particolare ho notato delle piccole differenze. A volume moderato, suonando l’organo campionato, quando si aggiungono molti registri (suoni differenti) si notano piccoli segni di instabilità nei driver anche se nulla di eccessivamente preoccupante, cosa che nelle Sennheiser non si verifica quasi mai. A parte questo caso particolare, che è piuttosto estremo, vi assicuro che la differenza è impercettibile e in virtù del loro costo direi che è straordinario.

Qualità chiamata

Le Soundcore Life Q35 sono dotate anche di microfono sia per l’assistente vocale sia per le chiamate. Questi microfoni sono dotati di cancellazione del rumore ambientale tramite IA per garantire chiamate limpide e pulite.

Nella realtà possiamo dire che questa tecnologia funziona, fa quello che deve fare ma senza troppe pretese, come capita per tutti gli oggetti in questa fascia di prezzo d’altronde. In ambienti molto molto rumorosi la voce sarà un po’ sporca e sarà complicato capire bene, anche se con un piccolo sforzo si riesce a capire; in presenza di rumori meno forti o rumori ben riconoscibili dall’algoritmo come motori, treni e via dicendo il risultato sarà di gran lunga migliore e la voce sarà perfettamente capibile.

Batteria autonomia e ricarica

Le Soundcore Life Q35 sono dotate di una batteria da 720mAh che garantisce una riproduzione continua per circa 60 ore senza NC e 40 ore con NC. La ricarica avviene mediante porta Type-C a 3,25W (con il cavo fornito in dotazione). Una ricarica completa porta via circa 2 ore, tuttavia già con 5 minuti di ricarica è possibile avere un’autonomia da ben 3/4 ore. Sulla base del periodo di prova non posso che confermare questi numeri in linea di massima, le ho usate per un sacco di tempo (probabilmente più di 10 ore) e sono ancora al 90% di autonomia.

Il verdetto
Le Soundcore Life Q35, per essere cuffie che costano 130 euro di listino, ma facilmente acquistabili con qualche coupon Amazon a 100 euro, non sono per niente male. Direi addirittura che non si può trovare e desiderare di meglio per questo prezzo. Peccato solo per la qualità dei microfoni e della cancellazione nelle chiamate e per l'assenza di personalizzazione del gain per la modalità trasparenza. Per quanto riguarda il resto direi tutto più che ottimo per questo prezzo. Date queste conclusioni mi sento vivamente di consigliare queste cuffie a tutti coloro che hanno un budget limitato alle 200 euro e che desiderano delle buone cuffie Bluetooth in tutti i campi. Se queste cuffie sono quello che cercate, non esitate a prenderle perché rimarrete più che soddisfatti.
Design
9.5
Qualità costruttiva
8.5
Ergonomia
8.8
Qualità audio e volume
8.2
Qualità connessione e trasmissione
9
Portata connessione
9.5
Autonomia
9.5
Rapporto qualità/prezzo
9.8
Pro
Leggere e confortevoli
Qualità suono ottima
Codec LDAC
Ottima estensione di frequenza
Cancellazione del rumore
Buona autonomia
App nativa ben fatta
Rapporto qualità-prezzo imbattibile
Contro
Qualità chiamate da migliorare
Cancellazione rumore poco efficace sulle medie e alte frequenze
Impossibilità di personalizzare il gain della modalità trasparenza
9.1
Lascia un commento
Previous Post

I migliori smartphone Android economici (max 150 euro)

Next Post

I 10 migliori smartphone a 200 euro [Giugno 2021]