Categorie
Guide

Come nascondere le foto su Android

Avete foto di una serata indimenticabile, o di qualsiasi alto momento speciale che volete tenere segreto? Seguendo questi semplici consigli sarà possibile.
Avete foto di una serata indimenticabile, o di qualsiasi alto momento speciale che volete tenere segreto?
Seguendo questi semplici consigli sarà possibile.

Nascondere le foto ad occhi indiscreti

Molti di voi ricorderanno i capitoli della celebre trilogia The Hangover, i quali terminavano tutti con un momento, in continuo sui titoli di coda, in cui i protagonisti, dopo il proverbiale lieto fine, guardavano tutti insieme le foto scattate durante la notte precedente, per poi cancellarle definitivamente e non farne più parola.
Per quanto si stia parlando solo di una divertente commedia, il problema potrebbe non essere solo cinematografico, infatti, molto spesso capita, soprattutto vista la diffusione dei dispositivi mobili come smartphone o tablet, di scattare foto che si vorrebbe non fossero mai viste da anima viva. La soluzione a questo problema passava spesso per un intricato, quanto laborioso, sistema di cartelle matrioska nella memoria interna, o esterna, del dispositivo; ma con l’aiuto di alcune applicazioni questo non è più necessario.

Nascondere le foto: lista delle migliori app

KeepSafe

Screenshot_2015-04-03-18-32-12Applicazione semplice ed leggera. Al primo avvio vi richiederà di inserire un codice pin, il quale sarà anche inviato alla vostra casella di posta elettronica per prevenirne qualsiasi dimenticanza, che sarà necessario in un secondo momento per poter accedere ai file nascosti.
A questo punto non dovrete fare altro che selezionare le immagini che volete rendere non più visibili e cliccare sul bottone a forma di lucchetto, posto in in basso, ed il problema è risolto. Accedendo alla galleria si potrà verificare se l’operazione è andata a buon fine.

 

Hide Pictures in Vaulty

AlScreenshot_2015-04-03-19-44-57la prima esecuzione di quest’app verrà richiesto di impostare un PIN, oppure una password, oppure, in caso lo preferiate, nessuna delle due. Una volta effettuato questo passaggio, potrete immettere immediatamente le immagini che vorrete nascondere cliccando sul lucchetto, posto in alto a destra. Inoltre, questà app vi consentirà di scattare foto che saranno automaticamente nascoste nella vostra galleria.

 

Gallery Lock

Parlando di questo tipo di applicazioni Screenshot_2015-04-04-14-48-04non potevamo fare altro che citare quella che secondo il Time Magazine è stata l’app dell’anno.

Gallery Lock vi permetterà di nascondere video ed immagini nella galleria del vostro dispositivo.
Come per le precedenti, una volta effettuato l’acceso tramite l’inserimento di un PIN numerico potrete selezionare direttamente dalla vostra galleria quei file che saranno nascosti ad occhi indiscreti.Ma forse ciò che la rende veramente unica nel suo genere è la funzione Stealth, con la quale anche la stessa app sarà del tutto invisibile sul vostro smartphone.

 

Avvertenze finali

Infine, per completezza, in quest’ultima parte analizziamo alcuni ulteriori apetti: prima di tutto che in caso decidiate di rimuovere dal vostro dispositivo queste app dovrete ricordarvi di ripristinare le foto che avevate nascosto, altrimenti non potrete più visualizzarle nella galleria; secondo, malgrado l’esistenza degli strumenti sopra elencati, converrebbe tenere sempre a mente come regola generale, che i dati personali non dovrebbero essere tenuti a portata di mano di chiunque; in conclusione ricordiamo che ovviamente se ci troviamo di fronte ad una mole di immagini molto grande, come ad esempio quelle di un intero weekend, potrebbe essere più semplice nascondere direttamente l’intera cartella, argomento già trattato da tecnologici.net in questo articolo.

Categorie
Guide

Come bloccare le chiamate da un numero (Android)

Che siano di lavoro durante il weekend, da sconosciuti o anonimi, tutti riceviamo chiamate che non desideriamo, ma ecco come fare a bloccarle sui dispositivi Android
Che siano di lavoro durante il weekend, da sconosciuti o anonimi, tutti riceviamo chiamate che non desideriamo, ma ecco come fare a bloccarle sui dispositivi Android

Bloccare le chiamate: perchè?

Nella Società dell’Informazione, come viene definita, i dati che possono essere raccolti sono moltissimi e di vario genere, fra questi troviamo anche i numeri di telefono. Vale la pena sottolineare che soprattutto ai social network gli utenti affidano, spesso anche ingenuamente, le informazioni più disparate, senza che ci si renda conto che si stanno mettendo a disposizione di chiunque visualizzi il nostro profilo.

La situazione fuori dalla rete non cambia poi molto, infatti, dal semplice passaggio di parola tra le persone, al ripeterlo non lontano da orecchie indiscrete, si fa presto a perderne il controllo; per non parlare di quelle persone a cui volontariamente si da il numero, ma dalle quali non vorremmo mai ricevere una chiamata.

Infine, ma di certo non per importnza, chiunque ricorderà almeno una telefona a fini commerciali, di qualsiasi società, imparegiabilmente prolisse a spiegare ogni singolo dettaglio dell’offerta, meno, invece, il modo in cui hanno ottenuto il numero.

Insomma, perdere il controllo sul proprio contatto telefonico può essere veramente semplice, quindi di seguito saranno elencate le varie possibilità per poter bloccare qualunque chiamata indesiderata.

Bloccare le chiamate indesiderate: le migliori app

Calls Blacklist

Screenshot_2015-04-02-11-07-55

Quest’app molto semplice e facile da usare, la cui funzione principale è quella di creare una lista nera, appunto, con i numeri che l’utente desidera bloccare, impedendo così che si possano ricevere chiamate, ma anche SMS non desiderati.

Una volta avviata vi basterà, di volta in volta, scegliere da dove selezionare il numero da inserire nella blacklist, se dal registro di chiamate, dai contatti, oppure potrete inserirlo manualmente, in modo tale che ogni voltra che verrà ricevuta una chiamata dal numero in questione, il vostro smartphone non squillerà, ma riceverete comunque una notifica, mentre chi chiama sentirà il segnale della linea occupata.

Call Blocker

Screenshot_2015-04-02-11-37-58

Call Blocker è molto conosciuta nel mondo Android per garantire il blocco immediato di chiamate, SMS ed MMS, in maniera semplice ed efficiente.
Una volta creata la vostra blacklist, le chiamate non faranno squillare il vostro dispositivo, e potrete anche decidere di deviarle alla vostra segreteria telefonica.
Una funzione molto interessante è quella della whitelist, cioè la lista di quei numeri da cui vorrete certamente essere raggiunti, quindi potrete segliere di bloccare tutte le chiamate che arrivano da numeri privati o sconosciuti, ed essere raggiunti solo dai numeri presenti nella vostra rubrica.

TrueCaller

Screenshot_2015-04-02-11-50-15L’ultima alternativa presentata è una soluzione un pò più “smart”, infatti, oltre a non far squillare il vostro telefono per le chiamate in arrivo da numeri indesiderati, blocca in maniera automatica quelle in arrivo da numeri anonimi o sconosciuti, grazie a database contenenti i numeri dei vari call center, e così via.
Inoltre, può arrivare anche a visualizzare l’dentità dei numeri sconosciuti, ma solo se sono inclusi negli elenchi pubblici da cui attinge le sue informazioni.

Dopo aver effettuato la registrazione al servizio, totalmente gratuita, si potranno attivare i filtri automatici; aggiungere numeri personalizzati all’elenco dei mittenti da bloccare, tramite il botto “+”.

Come nelle app già presentate, quando si riceverà una chiamata da un numero presente nella blacklist, il destinatario non sentirà il telefono squillare e colui che chiama sentirà il segnale acustico della linea bloccata, e il blocco verrà notificato in seguito.

Categorie
Recensioni

GoneMad: il miglior player musicale per Android secondo Tecnologici.net

Tecnologici.net presenta GoneMad music player, la migliore applicazione con la quale ascoltare musica direttamente dal vostro dispositivo Android.
Tecnologici.net presenta GoneMad music player, la migliore applicazione con la quale ascoltare musica direttamente dal vostro dispositivo Android.

GoneMad: la migliore app per ascoltare musica su Android

Partendo dai giradischi, passando per i lettori mp3, fino ad arrivare direttamente ai nostri smartphone, o tablet. Nonostante tutti coloro che per età, moda, o poca attitudine verso le nuove tecnologie snobbano questi nuovi strumenti, bisogna accettare l’idea che il modo di ascoltare la musica è definitivamente cambiato. A tal proposito, oggi, vi parleremo dell’applicazione migliore, secondo Tecnologici.net, per ascoltare la musica con il vostro dispositivo Android.

Perchè vi parliamo di questo player musicale?

Presentare quest’app avrebbe poco senso se considerassimo il successo riscontrato tra coloro che l’hanno provata, grazie anche al trial gratuito di 14 giorni, ma è anche vero che ogni terminale ha un riproduttore musicale tra le app native, dunque sono in pochi a porsi il problema di trovarne un’altra. Oggi vogliamo rivolgerci agli utenti più esigenti, che cercano un player alternativo capace di andare oltre quelle funzionalità di base che è lecito trovare in qualsiasi applicazione di riproduzione musicale. Il punto di forza dell’app che vi stiamo per presentare infatti è nella presenza di un gran numero di impostazioni e possibilità di personalizzazione.

GoneMad: cos’è?

Nella costellazione delle app per la riproduzione audio del Google Play Store troviamo GoneMad Music Player. Facendo una ricerca con “GoneMad” nel Play Store, troverete due app differenti: una versione trial (gratuita), limitata ad una prova di 14 giorni, ed una versione completa a pagamento (4,45 euro il prezzo attuale), GoneMad Music Player Unlocker.

Nei 14 giorni di prova gratuita cercherà di conquistarvi, con un’interfaccia facile ed intuitiva, con i suoi diversi livelli di personalizzazione, e la capacità di supportare moltissime estensioni (MP3, WAV, WMA, MP4, TTA, FLAC e molti altri).

Per ingolosire l’avventuriero di turno il piatto è arricchito con: il crossfader, l’equalizzatore, i controlli preamp e i controlli sul bilanciamento dell’audio, la possibilità di riprodurre il testo sul display, il multi-window(ma solo per i dispositivi supportati) e ancora molto altro.

Procediamo con ordine. L’app è stata provata con un Sony Xperia M, uno smartphone di fascia bassa, perciò è facile supporre che sia compatibile anche con la maggior parte dei dispositivi.

Screenshot_2015-03-26-22-10-25

Una volta installata, l’applicazione effettuerà una scansione per trovare tutti i file audio che sono presenti sulla memoria, esterna ed interna. Questa procedura, di brevissima durata, può essere effettuata in qualsiasi momento acccedendo al menù a scomparsa a sinistra del vostro display, poi impostazioni, infine, scanner ed il gioco è fatto.

Nella sezione In coda, ovviamente, troveremo la coda di riproduzione, creata al momento, o della playlist in esecuzione.

Screenshot_2015-03-26-22-08-03La sezione Archivio è molto interessante, infatti, le tracce vengono divise per artista, album, in singoli brani e per genere.

La possibilità e la velocità con cui si può passare dalle une alle altre, con un semplice swipe a sinistra o a destra, consente di poter navigare attraverso tutta la nostra libreria musicale in cerca del brano che vogliamo ascoltare in maniera molto agevole.

Nella sezione Cartella avremo la possibilità di navigare attraverso i file nella memoria del dispositivo.

In Playlist potremo creare liste personalizzate dei nostri brani preferiti, per essere pronti ogni evenienza.

Invece in Smart saranno raggruppate le canzoni aggiunte di recente, le ascoltate di recente e le più eseguite.

Nella sezione Cerca potremo trovare direttamente il brano che vogliamo ascoltare, ma avendo anche la possibilità di visualizzare tutte le categorie (genere, album ecc.) in cui è raggruppato.

Ai più esperti potrà interessare la sezione Effetti, nella quale sarà possibile creare un proprio settaggio personalizzato, o scegliere tra i 16 già presenti in memoria.

Infine, passiamo alla schermata delle Impostazioni, vero fiore all’occhiello di quest’app.Screenshot_2015-03-27-01-07-41

Da qui, oltre alla scansione della memoria come già detto, può essere effettuata una personalizzazione totale dell’applicazione, a partire dall’impostare il Lockscreen Player, il livello di volume variabile a seconda se è attaccato alle cuffie o agli altoparlanti, la personalizzazione completa dell’aspetto, ed anche le singole categorie di cui abbiamo parlato.

Conclusioni

E’ difficile parlare in un solo articolo di tutte le funzionalità offerte da GoneMad Music Player ha da offrire. Il costo dell’app nella versione completa, è di 4,45€.

Per quanto riguarda l’applicazione in sè, c’è da dire che è innegabilmente una delle migliori della sua categoria per chi dedica molto tempo all’ascolto musicale con il proprio smartphone ed è alla ricerca di un player altamente personalizzabile. Il prezzo è elevato, soprattutto ora che è terminata la possibilità di acquistare l’unlocker ad un prezzo vantaggioso, ma merita l’acquisto se pensate di sfruttare realmente tutte le potenzialità di cui dispone.

Categorie
Guide

Come effettuare il backup su Android

Ecco alcune semplici mosse per tenere al sicuro tutti i dati del tuo smartphone
Ecco alcune semplici mosse per tenere al sicuro tutti i dati del tuo smartphone

Backup: di cosa parliamo?

In molti avranno sentito questo termine, molto probabilmente la maggior parte dei quali tramite Whatsapp, che ad ogni installazione procede alla ricerca del backup delle conversazioni.
In questo caso il concetto è il medesimo anche se più esteso, infatti, si fa riferimento ad una procedura con la quale è possibile copiare tutti i dati presenti sul dispositivo: SMS, rubrica, app e molto altro ancora.

La convenienza di effettuare il backup su android con regolarità si capisce soprattutto nel momento in cui il vostro smartphone, o il vostro tablet, è oggetto di furto, di accidentali danneggiamenti o quando si rederà necessaria una formattazione, perchè i dati non andranno persi, e potranno essere ripristinati.

Google Sync

L’utilizzo della sincroncronizzazione dei dati con l’account Google può essere una soluzione preferibile soprattutto agli utenti meno esperti, infatti, Big G consente di poter salvare i dati come: il calendario, i contatti, le password e molto altro; ed in seguito di poterli ripristinare, tutto tramite il vostro account.
Per fare ciò non dovrete fare altro che accedere alle impostazioni, poi account, e cliccare su Google; dopodichè ci si dovrà assicurare che tutte le voci di sincronizzazione siano spuntate.

Screenshot_2015-03-21-21-37-45

Screenshot_2015-03-21-21-38-29

Successivamente si dovrà, sempre nelle impostazioni, accedere a Backup e ripristino e controllare che ci siano le spunte alle voci: Backup up dei miei dati e Ripristino automatico.

Screenshot_2015-03-21-21-42-03

Screenshot_2015-03-21-21-42-17

Questo vi assicurerà una copia dei vostri dati al sicuro sui server del colosso di Mountain View, che potranno essere immediatamente reimportati sul vostro dispositivo quando necessario.

Helium App Sync and Backup

Screenshot_2015-03-21-22-08-22

Ottima applicazione, sia per la sincronizzazione che il backup. Apprezzabile è il fatto che non è richiesto il root, anche se in questo caso si dovrà installare l’applicazione anche sul proprio pc.
Infine, è prevista una versione Pro, al costo di 3,71€, con la quale sarà possibile usufruire del cloud per il backup online.

Titanium Backup

Screenshot_2015-03-21-22-06-32

Tra le applicazioni che hanno saputo crearsi un notevole consenso online troviamo sicuramente Titanium Backup. Dopo aver ottenuto i privilegi di root sarà possibile effettuare copie e ripristinare, quando l’occasione lo richiede, app e relativi dati, impostazioni ed altro, sulla scheda SD, oppure in qualsiasi altra destinazione. Anche in questo caso è prevista una versione Pro, disponibile a 5,99€, che consente l’accesso alla funzione del backup online.

My Backup 

Screenshot_2015-03-21-22-28-05

My Backup è un’app molto sicura, utilizzabile sia con dispositivi per i quali si hanno i privilegi di root, che per quelli standard, ma in questo secondo caso non sarà possibile utilizzare alcune funzioni extra. La versione a pagamento, disponibile a soli 3,98€, consente il backup online, la copia di applicazioni e dati, e lo spostamento di questi tra diversi terminali.

SMS Backup +

Screenshot_2015-03-21-23-20-07

Per le singole esigenze di backup degli SMS e MMS, potreste propendere per quest’app, totalmente gratuita ed una delle più apprezzate online, che vi consentirà di trasferirli sulla casella di posta Gmail, per i quali verrà utilizzata un’etichetta apposita. Tuttavia, perché funzioni correttamente sarà necessario abilitare l’opzione IMAP nella casella di posta accedendo alle impostazioni, poi inoltro e Pop IMAP, ed infine attiva IMAP.

Categorie
Guide

Come nascondere file e cartelle su Android

Potrebbe contenere file di lavoro, o personali, comunque file che si vogliono tenere lontani dalla portata dei curiosoni

Nascondere un file o una cartella: quando farlo?

Negli ultimi tempi il problema della privacy sembra ricuotere un gran successo tra il pubblico, complice l’ondata Snowden di rivelazioni sulla CIA, dovuto ad una sorta di processo di digitalizzazione delle vite che si è andato a consolidare negli anni.

Se pensiamo a qualche anno fa, la maggior parte delle persone aveva sul proprio computer solo pochi file di lavoro o di intrattenimento. Oggi, si è arrivati al punto in cui è possibile cancellare tutti i ricordi di una persona con un semplice click. La nascita dei dati in formato digitale, potenzialmente accessibili a chiunque, ha ispirato l’esigenza, e la necessità di nasconderli agli occhi dei curiosi.

A tal proposito, qui di seguito vi proponiamo alcune applicazioni ed alcune soluzioni che potranno esservi utili per risolvere questo problema.

Le migliori app per nascondere file su Android

File Hide Expert

Quest’app vi consentirà di poter accedere ad un elenco di tutti file e cartelle presenti sul vostro dispositivo, smartphone o tablet Android che sia, dal quale potrete selezionare quelle che volete nascondere e che, una volta effettuata questa procedura, non saranno più visualizzate nel normale file manager.

Da apprezzare è sicuramente il pulsante per il ripristino totale, che potrebbe tornare particolarmente utile, soprattutto quando si è accidentalmente, e quindi involontariamente, nascosto una cartella.

Screenshot_2015-03-19-22-02-47

 

Potrete scaricare questa applicazione da qui.

Es Gestore File

Un’altra strada percorribile è quella che passa per un gestore di file e cartelle, totalmente gratis, come Es Gestore File.
Non dovrete fare altro che trovare la cartella che desiderate rendere invisibile, o crearne appositamente una nel quale raccogliere i diversi file; a questo punto si potrà nascondere:

  1. Solo la cartella: per fare ciò non dovrete fare altro che rinominarla col “.” davanti (.esempio).
  2. I file di una cartella dalle altre app: creando un nuovo file e nominandolo “.nomedia”.

Questi file saranno visibili soltanto attivando la visualizzazione dei file nascosti nelle opzioni.

Screenshot_2015-03-19-22-27-58

Questa procedura può essere effettuata anche con altre applicazioni come:
X-plore File Manager
ASTRO File Manager

Come nascondere foto e video su Android

Non sempre ci troviamo difronte ad una cartella, infatti, può succedere che si voglia rendere non più visibili solo singoli file, come ad esempio foto o video registrati con lo smartphone Android, e per fare questo si può ricorrere ad Hide Pictures in Vaulty.
Una volta aperta l’applicazone si dovrà impostare la modalità con cui effettuare l’accesso, come ad esempio un pin numerico; poi scegliere la foto o il video che si è deciso di rendere invisibili e il gioco è fatto.

Screenshot_2015-03-20-00-14-57Potrete scaricare quest’applicazione qui.

Un’ottima alternativa con la quale effettuare la medesima operazione è Hide it Pro.

Cambio di estensione

Procedura molto semplice, anche se un pò macchinosa, infatti, si dovrà rinominare il file con un’estensione che il dispositivo non è in grado di leggere. Solo quando si vorrà nuovamente poter accedere a quel file si ripristinerà l’estensione originaria.

Conclusioni

Qualunque sia la vostra esigenza di nascondere foto, video o cartelle intere, in questo articolo abbiamo valutato alcune ottime soluzioni che possono essere prese in considerazione, tuttavia il consiglio è sempre quello di non lasciare i vostri file alla portata di chiunque sul proprio dispositivo Android, a maggior ragione se collegati ad una connessione internet.

Se proprio questo non è possibile adesso sapete come rendere la vita impossibile ad ogni curioso, occasionale e non.