Categorie
Default Smartphone

Motorola Pro+: annuncio ufficiale

 

 

Motorola ha cominciato a sfornare ottimi terminali e soprattutto nuove versioni di quei terminali che gli avevano dato una marcia in più negli ultimi tempi. E’ stato il turno di Motorola Defy+ prima ed ora tocca al Pro+ prendere il posto del Motorola Pro. Si tratta di un terminale dotato di tastiera qwerty che vuole unire multimedialità a lato business e che potrebbe veramente accendere l’interesse di molti consumatori. Ecco il comunicato ufficiale da Motorola:

In una vita piena di impegni un piccolo aiuto non guasta mai. L’elegante e sofisticato Motorola PRO+™, proposto da Motorola Mobility, è un assistente personale tascabile. Uno strumento che consente di modificare documenti importanti mentre si è in viaggio, eseguire più azioni contemporaneamente per non perdere neppure un secondo di tempo e crittografare informazioni importanti per evitare problemi in ufficio. Questo incredibile smartphone con touch-screen, tastiera QWERTY completa e Android™ 2.3 (Gingerbread) è in vendita, in Italia, nei negozi Vodafone, disponibile sia per i privati al prezzo consigliato di 349 Euro (Iva inclusa) che per le aziende nei pacchetti business.
Motorola PRO+ ha un processore da 1GHz e una tastiera QWERTY fisica per scrivere più velocemente quando si ha la necessità di aggiornare un cliente al volo. Lo strumento è inoltre dotato di funzionalità pre-installate che rendono la vita più semplice e agevolano il lavoro d’ufficio, tra cui Quickoffice Connect, per accedere, creare e modificare documenti mentre si è in viaggio.
La vita di un lavoratore è frenetica e anche dover entrare e uscire continuamente dai vari widget, come calendario e posta elettronica, può far perdere molto tempo. Per questa ragione, su PRO+, i widget si possono scorrere direttamente dalla home screen.
Motorola PRO+ conserva tutte le informazioni personali e di lavoro in un sistema pratico, studiato appositamente per semplificare la vita, in grado di sincronizzare i servizi da più fonti, in modo che tutti i contatti siano visibili nel modo desiderato e le opzioni del calendario siano disponibili per essere sistemate o modificate e sia possibile rispondere agli inviti. Sono inoltre attive opzioni di conference call a chiamata diretta e soluzioni di e-mail intuitiva in grado di prevedere il destinatario di una mail prima che lo si digiti. Le funzionalità 3G Mobile HotSpot consentono di collegarsi a periferiche multiple quali laptop o tablet per accesso veloce al Web, e-mail aziendale e sincronizzazione del calendario. Motorola PRO+ è inoltre dotato di vetro a prova di graffio Corning® Gorilla® Glass, così da poterlo trasportare in tasca o in borsa senza pericolo di danneggiarlo.
“Motorola PRO+ è incredibilmente efficiente, studiato per fondere vita lavorativa e personale in uno smartphone all’avanguardia” commenta Paolo Prearo, general manager del Mobile Device Business di Motorola Mobility Italia. “Perché non si dovrebbe chiedere a uno smartphone di semplificare la vita e al tempo stesso di dare anche qualche vantaggio sul lavoro? Questo è l’obiettivo di Motorola.”
Motorola PRO+ non rinuncia certo al divertimento e può essere personalizzato per l’attivazione dei giochi e di altre applicazioni per il tempo libero. Music Player e Connected Gallery sono preinstallati in modo da poter ascoltare musica, ricevere aggiornamenti su eventi musicali e notizie relative agli artisti preferiti e rimanere in contatto con gli amici, sia al lavoro che a casa. Inoltre con Adobe® Flash® Player 10.3, è possibile accedere a tutti i contenuti online di cui si ha bisogno. Motorola PRO+ offre anche gli ultimi servizi *Google Mobile, tra cui Google Maps™ 5.0™, Google Talk™ e più di 300.000 applicazioni di Android Market™.
Motorola PRO+ è uno smartphone in grado di soddisfare persino i comparti IT delle aziende, grazie a caratteristiche di sicurezza che lo rendono davvero ‘business ready’, come la cancellazione da remoto, la scheda SD, la scadenza delle password e della cronologia o la crittografia. Su Motorola PRO+ sono precaricate 25 policy di sicurezza Exchange ActiveSync, tra cui PIN lock, il servizio di autodiscovery di Exchange Server, l’Extended Device Management API e l’integrazione 3LM. Le informazioni importanti e i dati professionali saranno al sicuro nel caveau virtuale di Motorola PRO+.
Accessori smart
Una vasta gamma di accessori consente di ottimizzare al massimo ogni funzione dello smartphone Motorola Pro+. Tra gli altri accessori si ricordano l’Auricolare Bluetooth, il Kit per auto Bluetooth, il Portable Power e il caricatore per l’auto.
Per ulteriori informazioni su Motorola PRO+ visitare il sito www.motorola.com/mobility.
Riepilogando si tratta di un terminale dotato di Android Gingerbread su un processore single-core da 1 GHz, batteria da 1550 mAh, fotocamera da 5 MP con Flash Led e autofocus, risoluzione VGA, display da 3.1 pollici, 119.5 x 62 x11.65 mm per 130 gr di peso. Un terminale adatto per gli utenti business che vogliono un po’ di multimedialità.
via
Categorie
Default

Special Pack per Samsung Galaxy Note

Notizie interessantissime per tutti coloro che sono in procinto, o hanno acquistato, il nuovo smartphone-tablet di Samsung, il Galaxy Note. Oltre a portarsi a casa un terminale innovativo, soprattutto per la bella S-Pen, e in grado di garantire alte prestazioni, si porteranno a casa uno special pack contenente:

  • Caricabatterie auto
  • Headset (Auricolare) Bluetooth
  • una Flip Cover
  • HDMI Connector
  • USB Gender.
Questa iniziativa è possibile per tutti coloro che hanno acquistato questo Galaxy Note nel periodo tra 19 Novembre e 3 Dicembre 2011 in Italia o a San Marino.
Sarà possibile ricevere questo special pack iscrivendosi al Club Exclusive di Samsung. Il valore indicativo di questo speciale è di ben 100€. Perchè non approfittare di questa occasione?
Categorie
Default

Galaxy S2 prende in giro iPhone!

 

Ormai è guerra aperta tra Samsung e Apple, la concorrenza non è solo sui mercati o in tribunale, è diventata anche un motivo di farsi spot di sfottò. E’ questa l’idea di Samsung che propone una scherzosa pubblicità del suo Galaxy S2 contro iPhone 4S. L’idea piacerà anche agli amanti del melafonino?

 

Categorie
Smartphone

Google vs SD Card

 

Il titolo della news in oggetto non è sicuramente chiaro, ma vuole provare ad affrontare una situazione che sta diventando sempre più lampante in casa Google. Con l’uscita del nuovo Galaxy Nexus è stato reso ufficiale che non sarà possibile attivare il terminale in unità USB di storage, ossia come se fosse una normalissima chiavetta USB di archiviazione. Questo pare essere stato motivato con il fatto che il Galaxy Nexus non può utilizzare una micro SD in quanto manca lo slot della card. Ma perchè effettivamente Google con tutti i suoi più recenti prodotti, come anche il Motorola Xoom e il Nexus S, si schiera così apertamente contro le memorie di massa esterne?

Una risposta ufficiale non esiste, ma proviamo ad analizzare la questione a partire da un’interessante articolo redatto da PhoneArena:

  • Limitazioni di Android: Android ha trovato la sua forza nel fatto che è un sistema a basso costo e altamente personalizzabile. In pratica, l’obiettivo per mantenere bassi i costi era quello di fare poco affidamento sulla memoria interna in quanto piccola e limitata e sfruttare al meglio le card SD per spazio aggiuntivo. Questo ha implicato negli utenti la possibilità di scelta di memorie adatte alle proprie esigenze, ma si è rivelato anche un collo di bottiglia:  le applicazioni non potevano essere di dimensioni troppo elevate per via della limitata capienza di memoria e con il sistema Froyo Google ha introdotto la possibilità di spostare su SD le apps (Apps2SD). Questa però è stata una mossa non risolutrice in quanto purtroppo non tutti gli sviluppatori hanno aggiornato la loro applicazione e questo è stato valido sia per gli sviluppatori professionisti che amatoriali. Inoltre i consumatori con maggiori necessità, ossia con smartphone non troppo recenti hanno visto questa funzione limitata in partenza perchè non avevano Froyo sul loro terminale.
  • Limitazione delle SD Card: Lavorare su SD Card non è semplice perchè ci sono diverse problematiche. Sicuramente non tutte le applicazioni di sistema possono essere installate su card esterna in quanto poi, al riavvio, queste non sarebbero eseguite mentre sono necessarie. Questo significa che al riavvio ogni app dovrebbe essere lanciata manualmente per ottenere vantaggi da funzioni automatiche come notifiche push o aggiornamenti in background. Si pensi all’App ufficiale di Twitter: siccome non tiene in memoria le credenziali al riavvio si dovrebbe ogni volta effettuare il login. Una delle funzionalità mancanti più importanti è sicuramente quella dei widgets che non sono funzionanti da card esterne, purtroppo. Inoltre l’interrogazione della scheda esterna di memoria non è sempre veloce come lo sarebbe da memoria interna.
Questi sono i principali motivi per cui Google sta puntando all’eliminazione anche dei soli slots per le card SD. Però nonostante questo “indicare la via” da parte della casa di Mountain View, molti produttori non vedono il motivo di togliere gli slots e aumentare la capienza di memoria interna.
Poi nasce la questione Apple: iPhone non ha mai avuto memorie esterne, perchè Google dovrebbe fare un passo verso quel tipo di sistema? La motivazione è estremamente diversa però, in quanto per Apple aprire il suo terminale con accessori interni quali batteria estraibile, slot per memory card, significa anche modificare il file di sistema e probabilmente rendere più hackerabile il melafonino.
Cosa manca a Google per rendere effettivo questo passaggio a terminali privi di slot? Sicuramente un metodo per sincronizzare tutto online. E’ già a buon punto, ma probabilmente la frontiera del cloud computing è proprio ciò che servirebbe a Google per far fare il passo in avanti ad Android.
E’ vero che su memorie esterne si possono salvare tutti i tipi di files, ma questo tipo di operazione è possibile anche attraverso il metodo Cloud. Google ha iniziato, probabilmente, questo progetto attraverso i suoi servizi: Youtube per i video, Documents per i documenti di varia natura, Picasa per le foto, ora Music per la musica.
Per come è stata impostata la questione dal colosso di Mountain View, siamo sulla strada giusta e la motivazione che potrebbe portare all’eliminazione degli slot per memorie esterne è giustificata e comprensibile. Con questo potremmo guadagnare ancora più spazio per il sistema operativo e per poter far crescere Android.
D’altro canto, questo potrebbe implicare la perdita di tutti quei potenziali consumatori “più casuali” che vogliono acquistare un terminale Google Experience senza però perdere la possibilità di utilizzare metodi esterni di archiviazione.
Quale sarà la via definitiva che percorrerà Google?
via
Categorie
Default

iPhone comanda il mercato delle fotocamere

Flickr è il principale social network di riferimento per quanto riguarda le fotografie e le condivisioni di immagini. Per cui quale miglior modo per ottenere una classifica delle fotocamere di smartphone utilizzate più spesso?

Questa classifica vede lo strapotere degli smartphone Apple che sempre sono stati tra i migliori per quanto riguarda la componentistica e la qualità delle fotocamere, ma la cosa che più impressione in questa speciale classifica è la presenza al secondo posto di iPhone 4S: questo terminale è uscito poco più di un mese fa e già si trova in seconda posizione. Nei nostri confronti abbiamo visto uscire vincitrice la fotocamera di iPhone 4S anche contro quella ottima di Lumia 800, potete osservare qui i risultati.

Dal grafico seguente si evince che iPhone 4S non ha ancora superato il precedessore iPhone 4, ma il risultato ottenuto in così breve tempo ci fa immaginare che si tratta solo di una questione di tempo. Ecco la classifica:

1. iPhone 4
2. iPhone 4S
3. iPhone 3G
4. iPhone 3GS
5. HTC EVO 4G
Il segreto di questa grande presenza di iPhone 4S è probabilmente la fotocamera da 8 MP con una quinta lente e con un’apertura in grado di catturare ancora più luminosità rispetto alle altre. La domanda ora è: quanto tempo impiegherà per superare iPhone 4? Il countdown è appena iniziato.
via