Categorie
Guide Guide all'acquisto

Offerte voli low cost: le migliori app per prenotare le vacanze

offerte voli app migliori
Siete sul bus e state andando a lavoro, oppure siete comodamente sdraiati sul divano dopo una giornata di impegni. Le tanto agognate ferie estive si avvicinano ed è arrivato il momento della danza delle offerte per i voli e le soluzioni low cost.

Se di accendere il pc non avete voglia, o non avete modo, il vostro smartphone diventa il miglior alleato nella caccia all’offerta del volo low cost. Alcune app sono quindi indispensabili per poter trovare un volo, prenotare o salvare le ricerche. Tutte offrono un sistema di filtraggio in funzione del prezzo, dell’orario di arrivo e di partenza o ancora di “agonia”, come la nuovissima Hipmunk. Insomma per chi dispone di un dispositivo Android o iOS ecco le app decisamente indispensabili per prenotare il volo, ma anche l’albergo, il parcheggio e gli spostamenti per una vacanza senza pensieri.

ECCO 8 APP INDISPENSABILI PER PRENOTARE LA TUA VACANZA

SKYSCANNER

Skyscanner: app indispensabili per prenotare voli low cost e vacanze

Skyscanner è la prima app che vi proponiamo perché al momento la migliore per trovare un volo in tutto il mondo. L’app è disponibile per Android, iOS, Windows Phone e Windows 8, oltre che in versione web app.
Una volta scaricata si apre la schermata in cui è possibile inserire l’aeroporto di partenza e quello di destinazione. La app, che compara oltre 1000 compagnie aeree, permette di inserire come destinazione “Ovunque” e “Qualsiasi data”, una possibilità che restituisce i voli disponibili per tutte le destinazioni raggiungibili e permette di trovare le migliori offerte e i giorni in cui partire è decisamente più conveniente.

Skyscanner: app indispensabili per prenotare voli low cost e vacanze 2Un grafico facile da visualizzare permette, una volta scelta la destinazione, di vedere quali sono le date al prezzo più basso. I risultati poi possono essere filtrati in funzione del prezzo, dell’orario di partenza e di arrivo e del numero di scali, se vi accontentate di un volo non diretto. La app permette di condividere sui social network il percorso scelto e di salvare le proprie ricerche. Si tratta di uno strumento sicuramente indispensabile per chi non ha ancora deciso la meta della sua vacanza e vuole lasciarsi ispirare dalle destinazioni e dai prezzi migliori.

VOLAGRATIS

Volagratis: app indispensabili per prenotare voli low cost e vacanze 1Un’altra app indispensabile per trovare le migliori offerte del momento è sicuramente Volagratis, che compara le tratte di oltre 350 compagnie aeree e permette di visualizzare le offerte migliori.

Una volta aperta l’app inserite l’aeroporto di partenza, quello di arrivo e le date desiderate: in questo modo avrete i risultati desiderati che possono essere filtrati per prezzo, orari e numero di scali. Se avete deciso dove andare, ma non avete ancora deciso le date in cui partire, potete selezionare la modalità grafico in cui apparirà un calendario con le migliori dati per partire e per tornare e i prezzi migliori, che vengono contrassegnati col colore verde.
Volagratis: app indispensabili per prenotare voli low cost e vacanze 1 2

L’app permette poi di salvare lo storico delle proprie ricerche, di trovare con la funzione Gps l’aeroporto più vicino e di salvare i dati della carta di credito nella sezione MyPage, oltre ad offrire delle semplici ma complete guide per ogni città che si sceglie di visitare, dando informazioni utili su cosa vedere, cosa fare e come raggiungere i luoghi di interesse.

KAYAK

Kayak: app indispensabili per prenotare voli low cost e vacanze 1Un motore di ricerca molto simile a Skyscanner è Kayak, che compara i voli e offre anche un servizio di ricerca di alberghi e noleggio auto. Kayak dispone anche di una selezione in funzione del segnale Gps sia per l’aeroporto più vicino che per la ricerca dell’hotel.
Appena aprirai la app di Kayak ti chiederà di impostare il paese di origine per determinare la valuta e poi aprendo la sezione di ricerca permette di selezionare l’aeroporto di partenza, quello di destinazione e le date e confronta i voli restituendo un risultato che può essere filtrato per aeroporto, orario, prezzo e numero di scali.
Kayak: app indispensabili per prenotare voli low cost e vacanze 2

Una volta trovato il volo che fa per voi è possibile prenotare e pagare via cellulare e poi controllare lo stato del volo, avere informazioni sulle norme e le tariffe dei bagagli e soprattutto trovare il numero di telefono della compagnia aerea desiderata con una rapida ricerca.
Questa app permette inoltre di creare un account personale in cui inserire in sicurezza i propri dati e creare un “Kayak alert” per tenere sotto controllo i prezzi per la destinazione e l’albergo desiderati.

MOMONDO

Momondo: app indispensabili per prenotare voli low cost e vacanze 1Un altro motore di ricerca decisamente utile è Momondo, una app che confronta migliaia di voli low cost e centinaia tra ostelli e hotel economici.
Una volta aperta la app ha un menu con due opzioni: volo o hotel. Cliccando su volo si inserisce l’aeroporto di partenza e di arrivo, le date e subito il motore di ricerca trova i voli low cost che possono essere filtrati per prezzo, aeroporto, rotta, compagnia aerea, orario di arrivo e di partenza, comfort e classe di viaggio.

Momondo: app indispensabili per prenotare voli low cost e vacanze 2La app permette di prenotare il volo e di risparmiare trovando i prezzi più bassi del web, anche effettuando più prenotazioni contemporaneamente in base alle tue esigenze di viaggio.

Dopo aver trovato il viaggio ideale puoi anche decidere di prenotare successivamente e di salvare la ricerca appena effettuata. Se viaggi con gli amici la app è l’ideale, perché permette di condividere sui social i risultati della ricerca e inviarli ai tuoi amici o a chi tu voglia.

TRIPIT

TripIt: app indispensabili per prenotare voli low cost e vacanze 1Altra app che non può mancare sullo smartphone di chi pianifica un viaggio è sicuramente TripIt. Questa app oltre a confrontare tariffe e prezzi di voli e hotel permette di pianificare integralmente il proprio viaggio.

Una volta scaricata TripIt sarà necessario creare un proprio account e la app invierà in automatico all’indirizzo “plans@tripit.com” tutti i dati, le prenotazioni e le mail di conferma ricevute. Una app che in un colpo solo permette quindi di gestire e tenere traccia delle proprie prenotazioni e fornisce informazioni utili come le previsioni meteo della località scelta e i luoghi nei dintorni da non perdere.

EXPEDIA HOTELS AND FLIGHTS

Expedia: app indispensabili per prenotare voli low cost e vacanze 1Anche Expedia mette a disposizione degli utenti una comoda app che permette di trovare i migliori voli e hotel, risparmiando anche il 60%, e permette di prenotare direttamente dallo smartphone il proprio viaggio.
La app appena aperta cerca di default la tua posizione attuale, oppure permette di inserire l’aeroporto di partenza e di arrivo e la data: i risultati di ricerca sono filtrabili per prezzo, durata e orario.
Expedia: app indispensabili per prenotare voli low cost e vacanze 2Inoltre è possibile cercare un aeroporto semplicemente inserendo il nome, la città o il codice aeroportuale. Se avete dubbi, con una semplice tappata sul display si possono trovare tutte le informazioni sulla franchigia bagagli.
Se si crea un apposito account una volta effettuato l’accesso l’app consente di prenotare volo e hotel in appena 30 secondi e offre la possibilità di salvare le ricerche effettuate e di accedere in pochissimo tempo a tutti i dettagli del viaggio prenotato.

RYANOFFERS

Ryanoffers: app indispensabili per prenotare voli low cost e vacanze 1Come Skyscanner, anche Ryanoffers permette di inserire il solo aeroporto di partenza e scegliere “Qualsiasidestinazione e data, ma vale solo per le tratte nazionali ed europee. Il motore di ricerca scansiona tutti i voli low cost e restituisce i risultati che possono essere filtrati per prezzo, orario e aeroporto.
Ryanoffers: app indispensabili per prenotare voli low cost e vacanze 2La prenotazione può essere facilmente eseguita via app e permette di aggiungere imbarco prioritario e i bagagli da stiva.
Se non si ha intenzione di prenotare subito il volo è possibile salvare le proprie ricerche e ritrovare lo storico all’apertura della app.
Inoltre Ryanoffers ha un servizio di info sui voli e sugli aeroporti in cui è possibile seguire tutte le news relative a chiusure, ritardi e rallentamenti del traffico aereo.

HIPMUNK

HipMunk: app indispensabili per prenotare voli low cost e vacanze 1Una app da non sottovalutare è HipMunk. Un simpatico scoiattolino con occhialoni da pilota è il logo scelto per questo motore di ricerca sviluppato in collaborazione dal fondatore di Reddit e che nonostante sia disponibile solo la navigazione in lingua inglese è già utilizzabile anche in Italia.
La app permette di inserire l’aerporto di partenza e quello di destinazione, di sottoscrivere degli alert e avvisarti quando ci sono variazioni di prezzi per trovare sempre l’offerta migliore.
HipMunk: app indispensabili per prenotare voli low cost e vacanze 2Il fondatore di Reddit poi offre un particolare sistema di filtraggio: oltre ai soliti prezzo, orario e aeroporto c’è l’indice “Agony”, in italiano agonia, che valuta contemporaneamente il prezzo più basso, la durata minore e il minor numero di scali per trovare la migliore offerta possibile senza che il tuo viaggio diventi un vero e proprio supplizio.
Anche se la app è disponibile solo in lingua inglese, per chi non ha problemi prenotare un volo da Roma a Milano ad esempio sarà facile.

Categorie
Guide

Livelli SAR: Samsung Galaxy S6 – iPhone 6 – HTC One M9 – Sony Xperia Z4

indice sar iphone 6 galaxy s6 one m9 z4Se l’iPhone 6 e 6Plus sono già arrivati sul mercato, a breve ci sarà l’esordio di nuovi modelli, dal Samsung Galaxy S6 al Sony Xperia Z4 all’ HTC One M9. La tecnologia avanza: tra schermi curvi e con risoluzioni sempre maggiori, processori più performanti e funzionalità innovative. Ma a che punto siamo con la sicurezza in termini di emissioni SAR?

Cos’è l’indice SAR?

Facciamo prima un passo indietro: tutti i dispositivi elettronici emettono radiazioni e negli anni è stato necessario introdurre l’indice SAR, acronimo di Tasso specifico di assorbimento, che indica il valore di energia elettromagnetica assorbita dal corpo umano quando viene esposto ad un campo elettromagnetico a radiofrequenze.

Questo indice dunque non deve superare un certo valore per essere considerato non nocivo per la salute, valore standard che in Europa viene fissato dal Cenelec, mentre negli Stati Uniti è fissato dal FCC.

I limiti di SAR imposti dalle normative

Il valore di guardia da non superare, per il Cenelec, è quello di 2 Watt su chilogrammo (W/Kg) per 10 grammi di tessuto esposto alla radiazione: un valore che i dispositivi elettronici, per entrare in commercio, non devono mai oltrepassare. Ora, come ogni dispositivo elettronico, e forse più di altri, gli smartphone emettono un loro campo elettromagnetico in grado di interagire con il corpo umano.

Quali sono i pericoli di una prolungata esposizione alle radiazioni elettromagnetiche?

Nonostante non esistano ricerche scientifiche che affermano che l’uso prolungato del cellulare provoca il cancro, il dubbio è decisamente legittimo. Le radiazioni infatti sono in grado di esporre le cellule a mutazioni, quelle tipiche delle cellule cancerose, e possono causare anche infertilità.

Ridurre l’esposizione a queste radiazioni dunque, in un epoca in cui si è totalmente esposti su più fronti, rimane quindi un parametro da non sottovalutare nella scelta di uno smartphone.

L’indice SAR dei nuovi smartphone di punta

Qual è la situazione degli smartphone appena usciti e l’evoluzione degli indici SAR?

Apple si conferma tra i produttori con indice SAR più elevato. iPhone 6 e iPhone 6 Plus raggiungono un indice pari a 0,99 W/kg, un dato praticamente invariato rispetto all’indice SAR di 1 W/kg, delle precedenti versioni, iPhone 5S e iPhone 4S.

Samsung, invece, dopo aver toccato il minimo livello SAR con il Galaxy Note II (appena 0,17 W/Kg), ha rialzato progressivamente i livelli di emissione con i modelli successivi, fino ad arrivare ad un indice di 0,41 W/Kg con il Samsung Galaxy S5, toccando il livello massimo di 0,56 W/kg con l’S5 mini. I modelli in arrivo, Samsung Galaxy S6 e S6 Edge , hanno un indice Sar di 0,41 W/Kg, confermando così un’emissione decisamente inferiore rispetto all’iPhone 6 e 6 Plus.

Guardiamo adesso ad HTC. Se sul nuovo attesissimo modello, l’HTC One M9 (che abbiamo avuto modo di mostrarvi in anteprima durante il MWC) non si hanno ancora indicazioni sui livelli di SAR. Tuttavia, data la conformazione geometrica dell’antenna, rimasta invariata rispetto al modello precedente, è plausibile ipotizzare per l’HTC One M9 un livello SAR simile a quello dell’HTC One M8, che ha un indice pari a 0,22 W/Kg.

Altro smartphone interessante è il Sony Xperia Z4, che fa parte della gamma Sony Xperia Z, e che dichiara un indice SAR medio di 0.48 W/Kg. In attesa di un dato definitivo sullo Z4, possiamo osservare che lo Z3 si attesa su un livello SAR di 0,65 W/Kg, superiore al valore medio dichiarato da Sony.

E’ chiaro quindi che i valori di indice SAR di tutti gli smartphone in commercio (certificati e a norma) sono sotto al livello massimo di 2 W/Kg. Nonostante questo se temete le emissioni o passate diverse ore al telefono durante la giornata, il nostro consiglio è, banalmente, quello di scegliere lo smartphone con l’indice SAR minore.

Come limitare l’esposizione alle radiazioni elettromagnetiche

Se proprio non potete rinunciare all’iPhone e prevedete un utilizzo intenso durante la giornata, non vi resta che seguire alcuni consigli su come limitare l’esposizione alle radiazioni e ridurre il tasso di assorbimento:

– Utilizzate gli auricolari ogni volta che potete o il vivavoce: più il telefono è lontano dalla testa, minore è l’esposizione, e dunque l’assorbimento;

– Evitate di tenere il telefono in tasca e cercate di allontanarlo dal corpo, magari mettendolo in borsa, o comunque evitate il contatto diretto con la pelle;

– Se la rete è “ballerina” lo smartphone farà più fatica a connettersi ed emetterà più radiazioni, quindi, in caso di scarsa copertura, forzate manualmente la connessione 2G per stabilizzare il segnale e diminuire le emissioni.