Guide tecniche News

Come aumentare la durata della batteria di uno smartphone Android

Ott 24, 2011

author:

Come aumentare la durata della batteria di uno smartphone Android

Se state leggendo quest’articolo probabilmente siete dei felici possessori di un dispositivo Android ma avete un problema: ne siete dipendenti e faticate ad arrivare a fine giornata.

Ebbene, questa guida vi spiegherà passo passo come massimizzare la durata della vostra batteria.

Iniziamo col vedere quali sono le applicazioni, o più in generale le funzioni, che consumano maggiormente la batteria del vostro telefono. A partire dalle impostazioni, nella home, andate sulle informazioni del vostro telefono e nello specifico visualizzate quelle relative alla vostra batteria.

Da quest’ultima schermata potete vedere quali sono le applicazioni che consumano maggiormente la batteria del vostro telefono: nella maggior parte dei casi, escludendo il consumo durante le chiamate, è il display a consumare di più.

Se notate che c’è un’applicazione che consuma molto più delle altre e reputate che non è poi così tanto necessaria potrete in qualsiasi momento fermare l’esecuzione.

Se installate di frequente nuove applicazioni è buona regola controllare ogni tanto questa schermata e accertarsi che il loro consumo sia ragionevole.

 

Regolare la luminosità dello schermo

Dal momento che abbiamo individuato nel display la causa principale del consumo della batteria, la regolazione della luminosità sarà il fattore determinante nella durata della batteria. In alternativa all’impostazione di regolazione automatica, che funziona piuttosto bene, potete impostarla manualmente abbassando la luminosità dello schermo a livelli ragionevoli. Inoltre assicuratevi che lo standby dello schermo avvenga dopo in tempi rapidi.

 

Disabilitare il wi-fi quando non serve

Quella di disabilitare il wi-fi quando non ne avete bisogno è una mossa essenziale per la durata della batteria. Eppure sono molti gli utenti che, per pigrizia o dimenticanza, la lasciano perennemente accesa. Se siete fuori casa e disponete di una connessione mobile disabilitate la funzione di ricerca di nuove reti disponibili impostando la modalità aereo.

 

Disabilitare il Bluetooth quando non serve

Se non state usando un auricolare wireless non avete motivo per tenere acceso il bluetooth. Anche qui potete semplicemente disabilitarlo utilizzando lo stesso pannello utilizzato per disabilitare il wi-fi.

In alternativa potete abilitare e disabilitare il bluetooth in qualsiasi momento utilizzando il Power Widget.

 

Utilizzare il Power Widget per abilitare e disabilitare il GPS, il Bluetooth, il wi-fi e regolare la luminosità dello schermo

Android include di default un Power Widget che permette di selezionare le funzioni (GPS, Bluetooth, wi-fi e luminosità dello schermo) che si vogliono abilitare. In questa schermata ad esempio si può notare come sia abilitato il GPS mentre il wi-fi e il Bluetooth sono disabilitati.

Questo forse è il metodo più semplice per evitare di entrare ogni volta nelle impostazioni.

 

Disabilitare le applicazioni in costante sincronizzazione

Le applicazioni email (esclusa Gmail che utilizza la tecnologia Push) possono consumare molto la batteria specialmente se avete più account e avete impostato una frequenza di sincronizzazione troppo elevata (es. ogni 15 minuti). Nel caso in cui non vogliate fare la sincronizzazione manuale impostate una frequenza di sincronizzazione più bassa.

Aprite quindi le impostazioni del vostro account di posta e impostate la frequeuza di sincronizzazione. Impostate come frequenza almeno un’ora. Qui consigliamo vivamente di disabilitare la scansione automatica e scaricare manualmente la posta.

La stessa cosa vale per le applicazioni dei social network. Se Volete risparmiare ulteriormente la vostra batteria e non reputate indispensabile l’aggiornamento costante è consigliato aggiornare Twitter o Facebook manualmente.

 

Disabilitare le opzioni di localizzazione della posizione

Il GPS rientra tra le funzioni più onerose dal punto di vista della batteria. Quando lo utilizzate come navigatore infatti noterete a vista d’occhio il consumo della batteria. Il problema però è che sono molte le applicazioni che utilizzano la funzione di localizzazione della vostra posizione.

Come fare se non si vuole rinunciare a queste funzioni? Semplice. Basta fare in modo che il GPS utilizzi reti wi-fi o mobile invece che tramite il collegamento al satellite. Questo renderà la localizzazione meno precisa e veloce ma vi consentirà di risparmiare molta batteria.

Inoltre per le applicazioni di cui non siete interessati ad utilizzare le funzioni di localizzazione, potete disabilitarle manualmente.

 

Utilizzare il task manager per vedere le applicazioni in esecuzione

Per monitorare le applicazioni in esecuzione è bene utilizzare l’Advanced Task Cleaner o applicazioni simili per fare in modo di “killare”, ovvero interrompere, le applicazioni che non avete bisogno che siano attive. Oltre a monitorare le applicazioni utilizzate potrete creare una lista di applicazioni da non eseguire dopo lo standby dello schermo o per un certo intervallo di tempo.

 

 

 

Potete anche configurare l’Advanced Task manager per monitorare quanta CPU viene utilizzata da un’applicazione, o meglio quanta elaborazione di calcolo è richiesta. Tale parametro è strettamente correlato con quanto l’applicazione incide sulla batteria.

 

Disabilitare o rimuovere applicazioni che non state utilizzando

Una volta individuate le applicazioni che non volete che siano costantemente in esecuzione cercate nelle opzioni se possono essere rimosse dal background. Si consiglia in ogni caso di disinstallare le applicazioni che non utilizzate.

 

Disabilitare i wallpaper animati

Se pensate che potete fare a meno di scoppiare le bollicine sullo sfondo utilizzate degli sfondi non animati. Sebbene non sia uno dei fattori che incidono maggiormente sulla durata questo potrà darvi un piccolo contributo all’autonomia della batteria.

 

 

Evitare di esporre il telefono sotto il sole

Come ultimo consiglio cercate di non esporre il telefono alla luce del sole, specialmente d’estate, in modo tale da evitare di surriscaldarlo. La batteria infatti, se surriscaldata, subirà un rapido degrado dell’autonomia.

Appassionato di tutto il mondo della tecnologia e dell'elettronica, soprattutto consumer. Sogna di non aver più bisogno di dormire per riuscire a dedicare il giusto tempo alle proprie passioni.