Guide

Connessioni a confronto: GSM, GPRS, Edge, 3G e HSDPA. Tutte le differenze.

Operatori di telefonia mobile e copertura sul territorio nazionale

Quale tra TIM, 3, Vodafone e Wind ha in Italia la maggior copertura?

I dati aggiornati al 2011 sulla copertura delle varie compagnie telefoniche in Italia sono i seguenti:

Wind

  • copertura UMTS pari a 88,91% della popolazione;
  • copertura GSM pari a 99,74% della popolazione;

Vodafone

  • copertura UMTS/HSDPA pari all’85% della popolazione corrispondenti al 40% del territorio;
  • Copertura GSM/GPRS pari a 99.7% della popolazione corrispondenti al 98% del territorio;

Tre

  • copertura UMTS/HDSPA pari a 91% della popolazione;
  • copertura GSM/GPRS/EDGE pari a 99,8% della popolazione corrispondenti al 98% del territorio; (in roaming con TIM)*

TIM

  • copertura UMTS pari a 84% della popolazione;
  • copertura GSM/GPRS/EDGE pari a 99,8% della popolazione corrispondente al 98% del territorio;

* Si ricorda che sul contratto Tre (abbonamento o ricaricabile) è previsto che il telefono si aggancerà alla rete TIM ogni volta che il telefono risulterà fuori dalla copertura, dato che Tre non ha il servizio 2G.

Dai dati emerge quindi che il gestore con la copertura più ampia a livello di UMTS risulta essere la Tre ma il dato che abbiamo a disposizione si riferisce alla popolazione e non al territorio. Questo vuol dire che le stazioni radio potrebbero essere concentrate nelle grandi città, a discapito di una minore copertura sul territorio nazionale.

Se siete curiosi di avere informazioni riguardo la copertura della vostra zona con i vari gestori basta andare sul sito di Open Signal Maps, con il quale è possibile verificare la copertura degli operatori telefonici delle reti 2G (GPRS e EDGE), 3G (UMTS e HSDPA) e 4G in tutto il mondo. Il servizio sfrutta in modo intuitivo Google Maps, è indipendente dai gestori telefonici e si basa sui dati raccolti dagli utenti dell’applicazione Open Signal Maps, disponibile sia su Android Market che su App Store. Ci teniamo a sottolineare che il servizio non ha validità assoluta e può risultare talvolta poco accurato, ma rimane uno strumento utile di valutazione prima della scelta dell’operatore.

E’ sufficiente selezionare il gestore telefonico di interesse e la tipologia di rete di cui si vuole conoscere la copertura. A titolo di esempio qui di seguito si illustrano due screenshots: la prima che riguarda la copertura delle reti 3G di Tre nell’hinterland milanese, la seconda la copertura delle reti 3G di Vodafone a Roma.

 

Sfatiamo ora alcuni dei luoghi comuni riguardo l’intensità della ricezione e la copertura dei vari gestori telefonici:

“TRE prende solo in città”

Falso. Il fatto che vada in roaming non è dovuto ad una cattiva ricezione, ma al fatto che Tre non ha il 2G. Quindi mentre TIM, WIND e Vodafone passano alle reti 2G nelle zone dove il segnale 3G è debole o assente, Tre si appoggia a TIM.

“Wind prende male”

Falso. Dipende dalla vicinanza dalle stazioni radio: la qualità del segnale sarà soggetta ad una ampia variabilità a seconda del luogo. Molto utenti, soprattutto fuori città, lamentano scarse prestazioni in ricezione con Wind. Altri invece notano in alcuni posti una ricezione del segnale Wind migliore rispetto a tutti gli altri operatori telefonici.

“Se il 3G prende male il 2G prende bene”

Falso. Non sono correlate e vanno considerate come reti distinte. Può capitare che ad esempio il 2G prenda male mentre la ricezione del segnale 3G sia ottima. Ovviamente, considerando che la copertura 2G è più diffusa di quella 3G, è più probabile che il segnale 3G sia debole e il telefono passi in automatico alla rete 2G.