Corsair HS80 RGB Wireless: LA RECENSIONE | Le sorelle maggiori delle Void Elite!

E dopo pochissimo tempo dal debutto della nuova webcam Elgato Facecam, oggi Corsair torna all’attacco proponendo un paio di cuffie da gaming di fascia media.

Si tratta delle HS80 RGB Wireless, cuffie della serie HS ma che assomigliano molto più alle ormai consolidate cuffie della serie Void. Si tratta di un incrocio tra le Void Elite e le HS70, prendendo il meglio da entrambe.

Ma come sarà uscito questo ibrido? Semplicemente benissimo, come da tradizione Corsair! Ma vediamole meglio nel dettaglio nel corso della nostra recensione.

Il nostro video

Confezione e contenuto

La confezione di queste cuffie è stata davvero curata tantissimo.

Troviamo innanzitutto un coperchio di cartone fissato con un paio di adesivi in plastica con sopra raffigurate le cuffie.

Una volta sfilato il coperchio abbiamo la scatola, completamente nera, con raffigurate al centro le vele Corsair. Stessa cosa per la faccia posteriore.

Sulle due facce laterali invece, sempre visibili, abbiamo le vele al centro e delle onde sonore ai lati, come fosse una traccia audio digitale.

Il packaging questa volta è davvero davvero piacevole alla vista, si sono superati anche rimanendo con un profilo molto basic e minimale.

All’atto pratico la scatola è bella possente e all’interno troviamo le cuffie, protette da un sottile strato di spugna nera, incollata sul coperchio superiore.

All’interno del loro alloggiamento in plastica, abbiamo le cuffie.

Al di sotto dell’alloggiamento in plastica troviamo una piccola scatolina di cartone nero lucido, con raffigurata sempre la bandiera ma questa volta con texture bianca, all’interno della quale troviamo gli accessori, vale a dire: Cavo USB di collegamento/ricarica, dongle wireless 2,4 GHz e libretti/fogli vari di istruzioni ecc. il tutto racchiuso singolarmente all’interno di sacchetti in plastica (i soliti sacchetti opachi).

Design, costruzione ed ergonomia

Il design di queste cuffie si ispira tantissimo a quello delle Void.

La forma è sicuramente particolare, è molto piacevole alla vista e soprattutto non è la classica forma ovale che sa di cuffia da musica/studio.

Sui due padiglioni troviamo le due bandiere Corsair, in alto, bianche traslucide in modo da far passare la luce dei LED RGB, mentre sul padiglione sinistro, sulla zona di attacco dell’archetto, troviamo la scritta “//HS80”.

I padiglioni hanno un angolo di rotazione molto ampio che permette di metterli paralleli al corpo quando le si mette appese al collo o parallele alla superficie di appoggio quando le poggiamo.

Sulla parte superiore dell’archetto è presente la scritta “CORSAIR” con il classico font.

Quanto al design complessivo non c’è molto da dire se non che sono molto belle da vedere. Non sono dotate di particolare LED RGB, abbiamo due sole zone di illuminazione che si limitano ai due loghi sui padiglioni.

Sicuramente design bello ma molto elegante e minimale e stranamente poco RGB per essere un prodotto Corsair; magari qualche piccolo LED in più non avrebbe guastato, comunque bene così ugualmente.

Lato costruzione troviamo una cuffia costruita in plastica rigida di alta qualità e alluminio, il tutto di colore nero opaco. Le cuffie sono belle rigide e resistenti ma restando piuttosto leggere.

I padiglioni sono imbottiti in memory foam ma non ricoperti in classica ecopelle bensì da una sorta di tessuto sintetico, molto piacevole al tatto e morbido.

Il sistema di regolazione dell’archetto è stato rivisitato su queste cuffie, infatti non abbiamo il classico archetto che si regola per estensione e con il cuscinetto incollato su di esso, bensì un sistema di regolazione della cuffia che si basa su una banda di tessuto che rimane sospesa in aria (tranne se non la aprite troppo) e che può essere regolata in estensione grazie a due streep in velcro all’interno dell’archetto.

Sistema che sicuramente non è comunissimo e può suonare strano, però posso assicurare che lato ergonomia è una scelta molto valida, sebbene lato design quando non sono indossate possano sembrare più bruttine o destare sospetti.

L’ergonomia di queste cuffie è semplicemente ottima.

Le dimensioni sono: 205mm(L) x 97mm(W) x 183mm(H).

Il corpo cuffia è leggerissimo (solo 367 grammi) e le imbottiture del padiglione sono molto buone.

Inoltre grazie al nuovo sistema di regolazione, la testa di fatto non tocca mai direttamente l’archetto bensì la fascia di tessuto, che risulta molto più morbida dell’archetto in plastica. Inoltre al centro è presente una piccola striscia di ecopelle cucita alla fascia così da non avere contatto diretto con il tessuto ma con la pelle.

Dunque nel complesso delle cuffie veramente piacevoli da indossare anche per lunghe sessioni.

Lato profilo di isolamento termico siamo assolutamente a cavallo. Nulla di fastidioso da segnalare, l’isolamento termico è veramente irrisorio.

Sia grazie alla dimensione generosa del padiglione, sia grazie ai padiglioni in tessuto queste cuffie sono adattissime anche per periodi di utilizzo lunghissimi o al caldo in quanto scaldano poco e nulla.

Connettività, caratteristiche e funzionalità

Quanto alla connettività troviamo su queste cuffie due modalità. Abbiamo la modalità cablata tramite USB-C che permette trasmissioni di segnale audio a 24bit/96kHz e la modalità Wireless con tecnologia Corsair SlipStream tramite il dongle 2,4GHz incluso in confezione che permette la trasmissione del segnale audio a 24bit/48kHz senza latenza.

La modalità wireless per il gaming è la migliore in assoluto, e grazie a Corsair SlipStream è possibile instaurare una connessione wireless a 2,4GHz stabilissima e priva di latenza. Inoltre grazie alla tecnologia IFS (Intelligent Frequency Shift) il dongle modifica il canale di rete in base alle reti wireless presenti intorno ad esso in modo da non riscontrare problemi di connessione e interferenze.

Il range di distanza arriva a circa 18 metri in linea d’aria, ma se la cava bene anche in casa mia con scrivania e muro di mezzo a un distanza dal pc in linea d’aria di circa 5/6 metri dunque ottimo così.

I tasti presenti sul corpo cuffia sono 2: Accensione/spegnimento e la rotella per il volume, che se premuta permette di passare velocemente da un profilo di equalizzazione all’altro ciclicamente. Sono assenti tasti per il controllo multimediale, ma essendo cuffie da gaming sarebbero più che superflui.

Tramite iCUE è possibile modificare le impostazioni della cuffia e verificarne lo stato di carica, e, inoltre equalizzarle qualora non sia attiva la modalità Dolby Atmos.

Tra le impostazione modificabili troviamo: la luminosità e il tipo di illuminazione, la modalità arresto automatico dopo x minuti, l’associazione con il dongle e l’associazione del dongle con altri dispositivi SlipStream, in modo da avere un unico dongle per tutti i dispositivi wireless Corsair e non occupare USB inutilmente. Oltre a ciò è possibile attivare/disattivare altre funzionalità e chiaramente aggiornare i firmware.

La possibilità di associare più dispositivi a un solo dongle mi ha fatto veramente impazzire, una roba intelligentissima e utilissima… Sia sempre benedetta Corsair e le sue trovate geniali.

Punto saliente di queste cuffie è ovviamente la modalità 7.1.

Troviamo su queste cuffie un Dolby Atmos sviluppato in partnership con Dolby stessa, infatti è possibile gestirlo tramite l’app proprietaria Dolby Access, app che normalmente è a pagamento, ma che con l’acquisto di queste cuffie diventa gratis. Ebbene si signori, la licenza è concessa gratuitamente ai proprietari delle Corsair HS80 così da non spendere un centesimo in più del loro costo, ma potendo sfruttare ugualmente al massimo tutte le sue funzionalità.

Come funziona questa modalità 7.1? Paurosamente bene!

Nonostante si tratti di surround simulato, la resa è davvero eccellente. Non vi sono cambiamenti di nessun genere nel suono né distorsioni e la resa spaziale è davvero ottima a 360°.

Oltre a ciò è possibile personalizzare e ottimizzare il Dolby per l’attività che si sta svolgendo (Film, musica, giochi, personalizzato) in modo da avere un suono a 360° ma con un’equalizzazione ottimale o eventualmente personalizzata.

La modalità Dolby Atmos supporta una marea di giochi e anche le piattaforme di streaming tra cui Netflix e Disney. In pratica potrete vedervi i film che supportano tale tecnologia in 7.1.

Ultimo, ma non per ultimo, in queste cuffie troviamo due driver personalizzati; si tratta di driver al neodimio da ben 50mm. Che dire…

Estensione di frequenza e qualità del suono

Il reparto fisico di queste cuffie è sicuramente interessantissimo, ma anche le prestazioni non sono da meno.

L’estensione di frequenza va da circa 20Hz a 40kHz, numero inutile il 40kHz ma ce lo facciamo andare bene; per quanto riguarda i bassi si spinge anche più in là dei 20Hz, perciò davvero benissimo.

La qualità del suono è anch’essa eccezionale.

Non arriva chiaramente ai driver delle JBL Quantum One, ma ci si avvicina molto. Rispetto alle JBL Quantum 800 invece ritengo che vincano le HS.

Il suono è bello potente (anche troppo) nonostante si tratti di cuffie wireless e quindi a batteria. Oltre ad essere potente è anche bello pulito e bilanciato e non distorce nemmeno a volume massimo. I bassi se potenziati tramite equalizzatore ci sono abbondantemente e anche questi sono buoni, corposi e puliti.

La cosa che mi è piaciuta più di tutte è la possibilità di potenziare solo i bassi sotto i 64Hz pur non spingendo troppo su quelli sopra i 64Hz (cosa che solitamente non è possibile fare con la quasi totalità degli equalizzatori proprietari).

Per trattarsi di cuffie prevalentemente da gaming sono anche troppo buono e personalizzabili, ma vi assicuro che i bassi così potenti, soprattutto negli sparatutto, sono veramente una manna dal cielo.

Autonomia e ricarica

Essendo cuffie prettamente wireless, ovviamente sono dotate di batteria.

La batteria integrata è in grado restituire fino a 20 ore di riproduzione a detta di Corsair.

A volume massimo mi sono durate circa 8 ore (ma non erano completamente cariche) dunque come autonomia ci siamo, davvero buona.

Pur essendo cuffie con un volume molto alto durano il necessario e anche di più; potrete vedere tranquillamente più di un film o giocare per 2/3 ore consecutivamente per più giorni senza bisogno di ricaricarle e questo ovviamente è ottimo.

La ricarica avviene mediante la porta Type-C sul padiglione sinistro in circa 2/2,5 ore da 0 a 100, dunque niente di eccessivo.

Qualità del microfono

Il microfono integrato sebbene sembri un giocattolo della Hasbro è sorprendentemente incredibile.

Si tratta di un microfono unidirezionale interamente in gomma con frequenza di risposta da 100 Hz a 10kHz. Il meccanismo automatico a scatto attiva e disattiva il microfono quando lo si alza ed abbassa e un LED sulla punta dell’ultimo ci indicherà quando è attivo e quando è disattivo.

Qualitativamente parlando è veramente senza paragoni. Nessuna cuffia da noi provata finora monta un microfono di questo livello.

Il suono è pulitissimo e la voce pressoché reale. A circa il 40% di gain non c’è rumore di fondo e il volume è giustissimo (può essere eventualmente alzato tramite iCUE).

Attenzione che di default è settato al massimo e infatti risulta troppo alto, con evidente rumore di fondo, perciò potete tranquillamente abbassarlo a meno di metà.

Tutto sommato per un microfono che deve essere utilizzato esclusivamente in gioco dispiace anche che sia così buono, ma va benissimo così.

Disponibilità e prezzo

Questo splendido paio di cuffie è disponibile da oggi su Amazon con spedizione Prime a soli €149,99. Cosa si desidera di meglio per questo prezzo… Praticamente con così poco vi portate a casa un paio di cuffie da gaming incredibili e integrate anche nell’ecosistema Corsair/Elgato.

Conclusioni
Che dire... nulla da aggiungere per questa recensione. Queste cuffie parlano da sole. Sono ottime sia per il gaming che per musica e film perciò possono essere comprate da chiunque. Ovviamente sono indirizzate prettamente ai gamer ma non si tratta poi di un prodotto con un indirizzamento esclusivo, sono validissime anche per tutto il resto. Dispiace un po' per la mancanza di un'illuminazione RGB più spinta, ma ce le facciamo andare bene così. Inoltre grazie al loro design elegante e low-profile sono adatte praticamente a tutti e a tutte le situazione (sono un po' meno indicate ai fanatici delle lucine RGB). Sicuramente se volete un paio di cuffie tutto fare a meno di 200 euro queste sono le uniche che fanno praticamente tutto e lo fanno bene, dunque potete prenderle a occhi chiusi. Se desiderate cuffie ancora più spinte potete guardare per le Quantum One che, anche se non hanno connessione wireless, sono molto valide in tutto il resto. Se non arrivate con il budget a 150 euro vi consiglio le Void o le HS70 che sono veramente ottime per il loro prezzo, anche se il consiglio migliore che vi posso dare è quello di fare il sacrificio spingendovi a prendere queste perché non ve ne pentirete, e come dico sempre io, se devi fare una spesa, la fai una volta e bene!
Design
9
Qualità costruttiva
9.5
Ergonomia
9.5
Qualità audio e volume
9
Modalità 7.1
9.4
Qualità microfono
9.6
Software di gestione
10
Rapporto qualità/prezzo
9.8
Punti di forza
Buona ergonomia
Scaldano quasi nulla
Ottimo volume
Buonissima estensione di frequenza
Ottimo suono
Dolby Atmos eccezionale
Buona autonomia
Microfono perfetto
Mancanze
Assenza del Bluetooth
Assenza di illuminazione RGB esaustiva
Assenza di tasti per il controllo multimediale
Assenza di ANC
9.5
Previous Post

Recensione Logitech G PRO X SUPERLIGHT: un fulmine da 63g e 25k DPI

Next Post

Recensione Logitech G PRO X Wireless LIGHTSPEED: perchè senza fili è meglio