Corsair K70 RGB Pro: la RECENSIONE

Si sale di livello: Corsair è un brand che apprezzo particolarmente per i prodotti lanciati sul mercato, solitamente capaci di grandissimi performance e soprattutto di rapporti qualità/prezzo eccellenti. Corsair K70 RGB Pro è la tastiera meccanica protagonista della recensione odierna e vi anticipo che la qualità è davvero elevata. Si tratta di un modello full-size con cavo, completo di tastierino numerico laterale e designata specificamente per il gaming. Tuttavia, è altrettanto adeguata anche nell’utilizzo per chi la vuole utilizzare per il coding o semplicemente per scrivere molto a computer. Ho apprezzato moltissimo le sue capacità sia in ambito intrattenimento che in ambito lavoro, poiché la tastiera Corsair K70 RGB Pro sfrutta gli switch Cherry MX Red che offrono un sound davvero ottimo per chi passa parecchie ore al proprio PC.

Design e costruzione

Quando si parla di tastiere full size spesso si rimane piuttosto perplessi per le dimenisioni, invece questo modello Corsair nonostante i 104 tasti rimane nella norma. Soprattutto perché non eccede nelle dimensioni sopra ai tasti funzione, dove troviamo solamente tre tasti sulla sinistra e due dedicati all’audio sulla destra. La tastiera Corsair K70 RGB Pro è costruita in modo davvero robusto e solido con telaio in alluminio, pesa infatti poco più di 1 kg e davvero offre una sensazione di robustezza che difficilmente si assapora su tutti i modelli.

Le caratteristiche sono di tipo premium poiché abbiamo in dotazione il poggiapolsi e ovviamente è possibile anche regolare i piedini posteriori in modo da sistemare la tastiera comodamente rispetto alla nostra posizione di digitazione. Esteticamente si presenta molto bene grazie al logo retroilluminato sulla superficie lucida. Il colore dominante è il nero, sia su plastica lucida che sul telaio in alluminio. Poi i veri protagonisti di questa tastiera sono gli switch Cherry MX Red, con tasti illuminabili singolarmente. All’interno della confezione non troviamo ovviamente la pinza per la rimozione dei keycaps, ma ciò non inficia ovviamente sulle aspettative.

Anche il materiale utilizzato non è affatto da meno. Infatti, questo nuovo prodotto della Corsair, è costruito con tasti in policarbonato al posto del solito ABS (plastica indurita). Si tratta dunque di un materiale di qualità migliore che, tra le altre cose, oltre a renderci un feedback tattile di maggior qualità, e cosa da non sottovalutare è un materiale molto più resistente ai solventi ed anche alle pressioni meccaniche e pertanto, seppur indirettamente, vi garantisce una maggior durata del prodotto (cosa che per una tastiera da gaming non è da sottovalutare).

Personalmente adoro il cavo ricoperto in nylon, ma soprattutto collegato tramite USB-C alla tastiera e USB-A al proprio hub o al proprio PC: il fatto che si possa staccare aiuta tantissimo nel cable management, si possono trovare varie soluzioni per nasconderlo.

La tastiera

I Keycaps sono realizzati in policarbonato, lo switch Cherry MX Red si fa riconoscere per un bel sound piuttosto clicky e per la forza di attuazione di 45 grammi, abbinati ad uno scorrimento che va da 2 a 4 mm. Poiché la tastiera è full size, abbiamo 105 pulsanti, comprensivi di tastierino numerico, con il grande pregio della retroilluminazione per singolo tasto (gestibile attraverso l’eccellente software iCue). La tastiera Corsair K70 RGB Pro è poi caratterizzata dalla presenza di tecnologia Axon: il polling rate si spinge fino a 8.000Hz, proprio a indicare come sia una tastiera davvero adatta per il gaming. Mi sono divertito a usarla, soprattutto per il gaming piuttosto che per attività più blande come writing o editing, e stavolta sono riuscito a notare un ottimo salto di qualità rispetto alla tastiera Corsair K60 RGB Pro (leggi la recensione) che, invece, si ferma a 1.000Hz. Questo significa input lag significativamente inferiore, praticamente rispetto a modelli comuni parliamo di un miglioramento tra le 4 e le 8 inferiori. Se amate giocare a FPS o a contenuti online, a mio avviso state adocchiando la tastiera che può fare davvero al caso vostro.

Gaming e non solo

Si tratta di una tastiera ottimizzata per il gaming, creata attorno al software Corsair iCue e dotata di decine di specifici per i controlli multimediali (un esempio su tutti è quello della rotella del volume che è stata posizionata sulla destra per rendere facile e diretto l’utilizzo).  Ma ovviamente vi è molto di più perché anche se questa Corsair K70 RGB Pro vi può sembrare solo una semplice tastiera da gaming vi assicuro che non è così. Infatti, abbiamo ben due pezzi forti che non possono essere messi in discussione e che la rendono decisamente interessante: stiamo parlando dell’ecosistema iCUE e della modalità torneo.

Partendo da questa ultima si deve sottolineare come sia funzionale la presenza dello switch che abilità la modalità torneo. Lo stesso infatti è stato correttamente collocato sul retro della tastiera e, qualora attivato, disabilita le associazioni personalizzate e le macro affinché non si vengano ad inserire, accidentalmente, funzioni non richieste o volute sul momento. Ed ancora lo stesso imposta l’illuminazione, in automatico, nella modalità statica single-color, onde evitare distrazioni. Al tutto viene poi aggiunta la limitazione della tastiera alle impostazioni di base per evitare il passaggio, indesiderato, tra profili.  

Ottimo il feedback anche a livello di prestazioni grazie alla sommatoria tra il Cherry MX Red e la tecnologia Axon. Axon infatti è stato messo a punto per ricevere e processare gli input in modo rapidissimo. 

Corsair iCue

Corsair Utility Engine (iCUE), un software proprietario di casa Corsair, che vi consente, con estrema rapidità e facilità di riprogrammare i tasti, di regolare l’illuminazione RGB, di collegare profili con singoli giochi e app e tanto altro ancora. Anche se di solito la personalizzazione infinita rende di difficile utilizzo questi prodotti, o per meglio dire ne rende impossibile un utilizzo completo. Corsair ha deciso di mettere a disposizione dei suoi utenti/clienti una manciata di tutorial da vedere con molta attenzione la prima volta che si collega una nuova periferica. Guardando i tutorial si riesce a comprendere rapidamente il funzionamento della tastiera e, soprattutto, si comprendono immediatamente i comandi rapidi. Non dimenticate la nostra guida però!

Disponibilità e prezzo

Unica pecca può esser considerata quella del prezzo. Infatti, anche se si sta trattando di un prodotto di elevata qualità, la somma richiesta, di € 189,99 non ci lascia indifferenti anche se, ad onor del vero, appare comunque giustificata dal feedback dopo tanti e tanti giorni di utilizzo. Fortunatamente su Amazon.it si riesce a comprare risparmiando e al momento si acquista a 160 euro circa.

Si tratta di un ottimo prodotto, adatto ad ogni tipo di gaming, che pertanto non posso non consigliare, soprattutto per la modalità torneo che vi aiuterà a non perdere le vostre partite per mere questioni di distrazione o di tocchi, seppur lievi, ma involontari.

Il verdetto
Corsair K70 RGB Pro è una tastiera premium per chi ama il gaming. Questo è il primo punto da cui partire se ci si avvicina a questa tastiera poiché effettivamente il prezzo indica chiaramente il target a cui è indirizzata: amanti del gaming che vogliono fare il salto di qualità. Il polling rate a 8.000Hz è una caratteristica troppo importante per non considerarla, riesce a far percepire la differenza in modo tangibile quando si gioca. Se poi amate anche scrivere lunghi testi al PC, anche in questo avrete grandi soddisfazioni, grazie alla presenza degli switch Cherry MX Red che si comportano davvero bene e offrono un sound molto corposo. Il prezzo è alto, ma l'asticella si è alzata notevolmente.
Design
8.8
Qualità costruttiva
9
Switch e keycaps
8.5
Prestazioni
8.7
Software
9
Prezzo
7.5
PRO
Qualità costruttiva
Poggiapolsi in confezione
Software versatilissimo
Polling rate elevatissimo
CONTRO
Prezzo piuttosto elevato
Keycaps in ABS
8.6
Previous Post

Le 5 funzioni Android che dovresti conoscere

Next Post

Recensione Black Shark Lucifer T2: auricolari da gaming economici ma con qualche compromesso