D-Link DCS-8515LH: la RECENSIONE

Quando arriva l’estate, viene quasi spontaneo pensare alla sicurezza della propria abitazione. Per questo motivo ho deciso di testare la videocamera di sorveglianza D-Link DCS 8515LH, un modello veramente interessante, in grado di soddisfare molte esigenze dei consumatori. Non è il primo modello di D-Link che provo, per questo motivo posso confermare da subito l’avanzamento tecnologico osservato rispetto al passato. Il modello DCS 8515LH è caratterizzato dalla comodissima funzione Pan&Tilt e, soprattutto, dalla presenza del Motion Tracking automatico. E’, come sempre, l’app D-Link che offre il meglio delle funzioni, sia su Android che su iOS, per garantire una buona personalizzazione.

Il design

L’aspetto estetico di una videocamera di sorveglianza da interno non dovrebbe colpire particolarmente, anche per rimanere al sicuro da occhi indiscreti e, magari, mescolarsi con l’arresamento già esistenza. La D-Link DCS 8515LH riesce a nascondersi soprattutto grazie alle dimensioni ridotte, pur mantenendo l’aspetto assolutamente tipico. Base bianca di appoggio, superficie superiore di colore nero lucido. E’ realizzata quasi esclusivamente in plastica, ma non per questo si può considerare meno durevole dato che la sua funzione sarà quella di rimanere immobile dove la posizionerete. Non mancano ovviamente i piedini in gomma per renderla stabile su un piano di appoggio, ma è comunque possibile appenderla in qualsiasi posizione.

A livello visivo, con una rapida ispezione, potrete identificare due LED a infrarossi per la visione notturna, posti a lato del sensore della videocamera, un sensore di luminosità posto sopra di essa. A completare la videocamera troveremo uno slot per la card microSD per salvare i nostri filmati e poi un microfono sulla parte anteriore e uno speaker altoparlante nella parte posteriore, per la comoda funzione di audio a due vie.

All’interno del box di vendita troveremo la videocamera di sorveglianza, una guida rapida per l’utilizzo, il certificato di garanzia, un alimentatore con formato microUSB per la connessione alla videocamera e la staffa di fissaggio a parete, se la vorrete utilizzare.

I requisiti minimi e il primo utilizzo

La videocamera D-Link DCS 8515LH è caratterizzata da una grande usabilità: l’intuitività dei comandi è alla base dell’esperienza d’uso che vuole offrire il produttore. Questa videocamera è di tipo Wi-Fi, quindi richiede che ci sia una rete funzionante (ed elettricità in casa), con protocollo minimo g/n. In questo senso posso rassicurarvi che si tratta di un protocollo molto comune sul 99% dei modem in circolazione ma potete comunque controllare il vostro per conferma. Inoltre dovrete avere a disposizione un dispositivo Android o iOS con almeno il Bluetooth 4.0 per poter gestire l’app rispettivamente da Play Store o App Store.

Il primo utilizzo è davvero intuitivo: si parte posizionando la videocamera di sorveglianza dove vogliamo, la colleghiamo all’alimentatore e, successivamente, scarichiamo l’app mydlink. Una volta scaricata, utilizzate il comodo QR code presente nella guida rapida e collegate la D-Link DCS-8515LH alla rete Wi-Fi. Una volta eseguito l’accesso (è richiesta la registrazione a D-Link per fruire dei servizi), tutto sarà immediato: selezionate la videocamera di sorveglianza e iniziate a vedere cosa sta filmando e quali sono le opzioni principali.

Le funzioni principali di DCS 8515LH

La videocamera da sorveglianza da interni di D-Link fornisce diverse funzioni. Per comodità vi farò un breve elenco qui di seguito:

  • motion tracking automatico, ossia potrete tracciare e seguire un oggetto (più verosimilmente una persona) in movimento in modo automatico. Ovviamente va configurato in modo da evitare che segua in automatico sempre il vostro animale domestico, se lo avete.
  • potrete selezionare alcuni angoli specifici nella modalità panoramica e poi con un click ingrandire proprio quelle zone.
  • Si possono registrare i video e salvarli o sulla microSD card o sul cloud proposto in abbonamento da D-Link.
  • E’ compatibile con gli assistenti vocali di Google, di Amazon e funziona perfettamente con l’app IFTTT.
  • Attiva le notifiche in caso di rivalemento di rumori e di movimento.
  • E’ prevista la visione notturna fino a 5 metri con i LED a infrarossi di cui vi ho parlato in precedenza.
  • Si può utilizzare la funzione di pinch to zoom.
  • E’ presente la modalità di audio a due vie, grazie alla presenza del microfono e dello speaker.
  • La risoluzione è HD: 1280×720 pixel.
  • La funzione che ho maggiormente apprezzato riguarda la rotazione della videocamera di sorveglianza, infatti monta un sensore grandangolare che amplia molto la visione ed inoltre si può spostare a 340 gradi in orizzontale e 105 gradi in verticale: l’ambiente è quasi totalmente coperto. In questo caso vale la pena segnalare che il rumore del motore durante la rotazione si può avvertire anche a qualche metro di distanza.

La mia opinione finale su D-Link DCS 8515-LH

La videocamera da interni di D-Link è uscita sul mercato con un prezzo che si aggirava intorno ai 130€, in questo momento si può acquistare anche a 85€ direttamente su Amazon con le ovvie garanzie del caso e ciò fa sicuramente migliorare il rapporto qualità/prezzo.

Le numerose caratteristiche accrescono la fruibilità di questa videocamera che risponde all’esigenza di mantenere al sicuro la propria abitazione in caso di assenza. Si collega tramite Wi-Fi e, quindi, richiede energia elettrica per funzionare. L’app è un punto a favore, a patto che magari compriate più di una videocamera da interno e anche altri dispositivi di D-Link: in questo modo apprezzerete al 100% l’esperienza offerta dall’esperto produttore.

La videocamera D-Link DCS85x15LH mi ha mostrato tutti i suoi pregi e gli avanzamenti tecnologici, personalmente non ho capito bene l’assenza della risoluzione Full HD, presente invece su modelli passati.

AffariConTec: il canale Telegram da non perdere

Siete interessati a conoscere le migliori offerte del web? Correte su AffariConTec, il canale Telegram dove inseriamo le offerte, gli articoli e i video pubblicati sul blog.

Di Stefano Vinciguerra

Amante multitasking di tecnologia portatile e basket, si fa rapire da discussioni sulla telefonia mobile e se potesse cambierebbe terminale una volta al mese. Dà tutto se stesso per le sue grandi passioni.



Lascia un commento