Emissioni SAR: quali smartphone emettono più radiazioni elettromagnetiche?

Oggi parliamo di un argomento molto discusso e molto utile per capire quanto incidano gli smartphone (e non solo) sulla nostra salute: il SAR. Ovviamente non vogliamo (e non possiamo) entrare troppo nel tecnico ma vorremmo darvi un quadro d’insieme su questo indice.

Cos’è l’indice SAR?

L’acronimo vuol dire “Specific Absortion Rate” che in italiano si traduce con con “Tasso di Assorbimento Specifico“. In pratica questo valore misura la quantità di energia elettromagnetica assorbita dal corpo umano quando lo stesso viene esposto all’azione di un campo elettromagnetico RF (campo elettromagnetico a radio frequenze). La definizione più tecnica, data dalla comunità scientifica, è questa: “il Sar è la quantità di energia elettromagnetica che viene assorbita nell’unità di tempo da un elemento con massa 1 di un sistema biologico”. Quindi in questo tasso di assorbimento specifico entrano in gioco due elementi: l’energia e la massa. E’ per questo motivo che la sua unità di misura è W/Kg; appunto energia assorbita per Kg.

A cosa serve?

Questo valore viene utilizzato dal CENELEC (comitato europeo di normazione elettrotecnica) e dalla FCC statunitense (ente per la certificazione dei dispositivi in grado di emettere onde radio) per stabilire dei parametri entro i quali i dispositivi mobili devono rientrare per essere sicuri per il consumatore e quindi commercializzabili dalle aziende. I due enti utilizzano scale di valutazione differenti, ma pressoché equivalenti in termini di valutazione del dispositivo e di limite massimo. Per la normativa europea, il valore consentito è di 2W/Kg, misurati su 10 grammi di tessuto; per la legislazione USA il limite è di 1.6 W/Kg misurati su 1 grammo di tessuto. Visto che l’incidenza delle radiazioni elettromagnetiche diminuisce esponenzialmente all’aumentare della massa presa in considerazione, possiamo affermare che le due scale sono molto simili.

Come si effettuano le misurazioni dei livelli SAR?

Entrambi gli istituti citati effettuano dei test per verificare l’incidenza delle onde elettromagnetiche sia sulla testa che sul corpo del consumatore. Le prove vengono effettuate secondo standard molto rigorosi per permettere dei risultati congrui (tra i vari smartphone) e ripetibili nel tempo. In generale, lo smartphone viene posto a 1 cm di distanza dalla “pelle” del manichino per simulare la presenza degli indumenti. Per i test relativi alla testa, lo smartphone viene poggiato (a distanza 0) all’orecchio del phantom (manichino) per simulare l’uso telefonico. Ovviamente, in laboratorio si portano i dispositivi al valore massimo raggiungibile, attraverso la “spinta” al massimo di tutti i radiotrasmettitori. Questo valore massimo difficilmente può verificarsi nell’uso quotidiano.

Cosa comporta un SAR elevato?

Visto il grande dibattito internazionale, è utile muoversi con i “piedi di piombo” riguardo gli effetti che questo assorbimento può causare. Per andare sul sicuro e non darvi informazioni fuorvianti, preciso subito che la fonte delle informazioni successive è l’A.I.R.C (associazione italiana per la ricerca sul cancro). Innanzitutto, l’esposizione ai campi magnetici (come quelli prodotti dai cellulari) provoca il riscaldamento delle parti più esposte, a causa dell’interazione delle onde elettromagnetiche con i tessuti biologici. Un esempio lampante è rappresentato dai forni a microonde che, grazie alle onde elettromagnetiche, riscaldano le nostre pietanze. Ovviamente la “potenza” di un forno non è nemmeno paragonabile a quella di uno smartphone, ma è utile per comprendere come funziona questo meccanismo di riscaldamento.

Ad oggi (sempre secondo l’A.I.R.C) i livelli di riscaldamento a cui siamo sottoposti, a causa delle onde elettromagnetiche che ci circondano, sono trascurabili, perché troppo bassi per causare danni. Non sono però noti gli effetti a lungo termine di questi fenomeni. E’ comunque appurato che, ad oggi, non è dimostrabile la correlazione tra l’esposizione ai campi elettromagnetici e un’aumentata insorgenza del cancro (indipendentemente dall’età). A dimostrazione di questa teoria, i campi elettromagnetici sono stati classificati, dall’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro, quali cancerogeni di gruppo 2B (sospetti agenti cancerogeni). Questo vuol dire che sono stati sperimentati in laboratorio dei dosaggi altissimi, ma non è stata dimostrata una pericolosità effettiva ai livelli presenti normalmente nell’ambiente. Nonostante non vi siano prove scientifiche a riguardo (ribadisco, sempre secondo l’A.I.R.C) nel 2012 (ottobre) la corte di cassazione ha riconosciuto una pensione di invalidità ad un uomo (Innocente Marcolini) che, secondo la sentenza, a causa del suo lavoro di manager aveva visto insorgere un tumore benigno al nervo trigemino. L’uomo infatti aveva trascorso nei 10 anni precedenti tra le 5 e le 6 ore giornaliere al telefono, che avrebbero causato la formazione del tumore.

Come diminuire l’esposizione?

Se comunque avete paura di questi effetti vi potrà essere utile seguire questi pochi consigli. In primo luogo utilizzate auricolari bluetooth o i classici con il filo. Questo perché potrete allontanare lo smartphone dall’orecchio e non averlo più a contatto diretto con il vostro corpo (più lo smartphone è vicino e più gli effetti si amplificano). Anche gli auricolari bluetooth emettono radiazioni ma in misura estremamente minore rispetto ai telefoni. Non portate i dispositivi a contatto diretto, ma cercate di allontanarli il più possibile da voi. Infatti anche a schermo spento gli smartphone emettono radiazioni, a causa della ricerca delle reti e degli switch tra i protocolli 2G/3G/4G. Non utilizzate lo smartphone in auto senza auricolari o vivavoce. Questo perché l’automobile è quella che si dice un “gabbia di Faraday” ed al suo interno il modulo telefonico fatica molto per mantenere stabile il segnale. Faticando molto aumenta la potenza necessaria per una connessione stabile e quindi le emissioni.

Altro discorso importante è quello delle zone con scarso segnale. Come abbiamo detto, più il segnale è scarso e più lo smartphone emette radiazioni per mantenere stabile il collegamento con la rete ed a causa dei continui cambiamenti di connessione (2G/3G/4G); quindi, se notate che la vostra rete è “ballerina”, vi converrà forzare manualmente la connessione 2G (edge) per migliorare la stabilità del segnale e diminuire il tasso di assorbimento. L’ultimo consiglio riguarda la distanza dello smartphone dall’orecchio. Se non avete la possibilità di usare auricolari o sistemi vivavoce, tenete il dispositivo a leggera distanza dall’orecchio; anche 4-5 cm diminuiscono sensibilmente la “potenza” delle onde elettromagnetiche.

Smartphone ed emissioni elettromagnetiche

Dopo la prima parte introduttiva, qui troverete una classifica degli smartphone in relazione all’indice SAR. Occorre precisare che la classifica prenderà in considerazione gli smartphone più recenti e popolari, con Android e iOS. Infatti sarebbe stato impossibile inserire tutti gli smartphone esistenti in classifica e, anche prendendo in considerazione solo gli ultimi anni, il lavoro non sarebbe stato possibile. I dati che troverete qui sotto sono stati estrapolati dalle schede tecniche ufficiali e quindi sono di affidabilità assoluta. Inoltre riguardano il valore che più ha fatto discutere, cioè quello relativo alla testa. La scala usata è quella Europea, il cui limite (come già detto) è di:  2W/Kg, misurati su 10 grammi di tessuto.

Classifica degli smartphone per indice di SAR

Aggiornamento del 12/09/2019

Dopo qualche tempo, torniamo ad aggiornare la nostra lista degli smartphone, ordinati per valore di SAR. In quest’ultimo periodo, il passaggio a scocche totalmente in vetro ha contribuito a diminuire le radiazioni medie generate, rispetto alle precedenti generazioni che prevedevano dei full-body in alluminio. Come ben saprete, il metallo non è amico della trasmissione e quindi era necessario dare più potenza alle antenne per avere la stessa qualità di segnale.

Ordinando la tabella secondo i valori di SAR (testa), si trova che l’Asus Zenfone 6 è lo smartphone con le emissioni più alte in assoluto, con un valore di SAR di 1,57 W/Kg. Nella top 10, fatta eccezione per il OnePlus 6T, al secondo posto (1,552 W/Kg) trovano posto gli smartphone 4 smartphone Xiaomi (Mi Mix 3, Mi 9, Mi 9 SE e Mi 9T), due iPhone (iPhone 7 e iPhone 8) e 2 smartphone di Google (Pixel 3 e Pixel 3 XL), come diretta conseguenza dell’ottima ricezione.

Tra i 10 smartphone più virtuosi, con emissioni elettromagnetiche più basse, troviamo invece ben 9 smartphone di Samsung, tra cui il Galaxy Note 10 / 10+, e diversi modelli della serie A (A10, A20, A30, A50 e A80) e della serie M (M10 ed M20). Viene però il dubbio che il ad influire sui bassi valori dichiarati ci sia il metodo con cui sono stati misurati i valori di SAR testa (es. distanza maggiore?) dato che sui modelli Samsung troviamo una netta discrepanza tra i valori SAR testa e quelli corpo, con questi ultimi del tutto comparabili agli altri smartphone.

Se prendiamo in considerazione invece i valori di SAR corpo troviamo infatti una classifica ben diversa, che vede tra i primi 10 smartphone con le emissioni più alte ben 6 modelli Samsung.

Ci teniamo a sottolineare che i dati hanno il solo scopo di confrontare i valori SAR dei più comuni smartphone presenti sul mercato, senza alcuna intenzione di creare inutili allarmismi: tutti i valori sono infatti al di sotto dei limiti stabiliti dalle normative, altrimenti non potrebbero essere messi sul mercato.

Qui di seguito la classifica completa. Gli smartphone sono ordinati secondo il valore di SAR (testa) ma potete riordinarli a vostro piacimento. Tramite il box di ricerca potete cercare un modello specifico o filtrare per brand.

BrandModelloSAR corpo (W/Kg)SAR testa (W/Kg)
MotorolaMoto G7 Plus1,7320,778
SamsungGalaxy M201,5910,248
SamsungGalaxy S10+1,5820,516
XiaomiPocophone F11,5820,537
SamsungGalaxy S10e1,5750,582
XiaomiMi Mix 31,5681,448
SamsungGalaxy S101,550,264
SamsungGalaxy M101,5320,237
SamsungGalaxy Note 101,5230,209
XiaomiMi 9T1,5111,341
SamsungGalaxy Note 91,5090,381
XiaomiMi 9T Pro1,5081,302
SonyXperia 10 plus1,490,72
SamsungGalaxy A701,4750,949
MotorolaMoto E5 Plus1,4730,898
AsusRog Phone1,471,19
AsusZenfone Max Pro M11,4640,378
AsusZenfone Max Pro M21,460,347
Nokia7.21,4440,989
MotorolaOne Vision1,440,67
MotorolaMoto Z3 Play1,4360,564
SamsungGalaxy A801,430,22
Nokia6.21,420,975
SamsungGalaxy Note 10+1,4040,187
OnePlus7 Pro1,3941,199
AppleiPhone 71,391,37
SamsungGalaxy A401,390,49
SamsungGalaxy A501,390,27
XiaomiMi 9 SE1,3851,385
OnePlus71,3821,166
SamsungGalaxy A201,380,23
MotorolaMoto G71,3760,45
AppleiPhone 81,361,35
GooglePixel 3 XL1,351,35
GooglePixel 31,341,34
MotorolaMoto E51,3130,66
SonyXperia 101,310,9
XiaomiMi 91,3011,389
Honor201,290,84
XiaomiRedmi Note 71,2740,591
OnePlus6T1,2691,552
XiaomiRedmi 71,2510,577
HuaweiP30 Lite1,191,23
GooglePixel 2 XL1,181
GooglePixel 3a XL1,181,33
SamsungGalaxy S91,180,362
XiaomiRedmi 7A1,1660,557
SamsungGalaxy A301,1650,246
AppleiPhone 8 plus1,150,94
GooglePixel 21,140,93
AppleiPhone XR1,130,99
HuaweiY9 (2019)1,120,76
XiaomiMi A31,0970,301
SamsungGalaxy A101,090,321
SonyXperia XZ31,070,868
Honor20 Pro1,051,06
SonyXperia XZ2 Compact1,050,77
XiaomiRedmi Note 81,0340,191
AppleiPhone XS0,990,99
AppleiPhone XS Max0,990,99
HuaweiP30 Pro0,990,64
AppleiPhone 6s0,980,93
AppleiPhone 6s plus0,980,87
AsusZenfone 60,981,57
AppleiPhone X0,970,87
AppleiPhone 7 plus0,951,34
SonyXperia 10,951,12
SonyXperia XZ20,940,56
MotorolaMoto G7 Power0,8570,491
HuaweiP300,850,33
GooglePixel 3a0,81,19
MotorolaOne0,80,463
SamsungGalaxy Fold0,720,38
SonyXperia XZ2 Premium0,680,55
XiaomiMi A20,6390,963
SamsungGalaxy M300,520,46
HuaweiY9 Prime0,390,78

Di Federico Marcangeli

Malato di smartphone, tablet e gadget tecnologici. Sempre pronto a testare nuovi prodotti tech.



393 risposte su “Emissioni SAR: quali smartphone emettono più radiazioni elettromagnetiche?”

Buongiorno, una curiosità si parla sempre di emissioni sar degli smartphone e su come limitare l’esposizione, ma gli smartwatch? sono pericolosi visto che stanno avendo un grande avvento? Lo smartphone puoi tenderlo distante ma lo smartwatch è sempre al polso. Grazie.

Scusate una domanda: qual è il sar testa e corpo del p8lite 2017? (in diversi siti ho trovato numeri discordanti). E poi, la distanza di rilevazione di Huawei e Samsung è la stessa? Grazie!

Buongiorno a tutti!
L’anno scorso grazie alle vs risposte ero orientata a prendere Samsung S7 EDGE, ora e’ uscito anche S8 e S8 plus, per cortesia mi dite tra questi 3 modelli qual’e’ quello con minori valori SAR? grazie .Buona domenica 🙂 Adesso e’ arrivato il tempo di comprarlo davvero!grazie!

Ho un Huawei Mate 8.
Per caso ieri ho appoggiato sopra una molletta per capelli di mia moglie e ho visto che la molletta rimaneva attaccata anche rialzando e scuotendo il telefono. Effetto magnetico che rimaneva presente anche a telefono spento. Oggi ho fatto fare la stessa prova ai miei colleghi con cellulari IPHONE o Nokia senza riscontrare alcun effetto magnetico. Qualcuno mi sa dire come mai il mio Huawei risulta cosi magnetizzato? Posso stare tranquillo quando lo tengo sull’orecchio oppure semplicemente in tasca nei pantaloni?

una lista del genere non ha alcun senso se non si specifica la distanza per cui tali valori sono misurati e se non dite se riguarda la testa o il corpo.
per quanto riguarda la distanza, alcuni fanno le misurazioni da 15mm di distanza, altri da 5mm di distanza e ovviamente il valore a 5mm è ovvio che sia più alto rispetto a 15mm (e non è detto che la differenza debba essere lineare, in poche parole non è detto che se a 15mm fa 0.5 sul corpo allora a 5mm fa 1.5.. potrebbe anche aumentare maggiormente, quindi magari a 5mm arriva a 1.8 o magari supera pure 2.. chi lo sa, quindi lo stesso vale al contrario, magari uno che da 5mm fa 1.5W/kg sul curpo, se lo sposti a 15mm scende a 0.3 facendo meglio di altri che in classifica sono nelle prime posizioni.
insomma invece di guardare solamente le classifiche presenti sui siti, guardatevi anche le specifiche ufficiali fornite dal produttore sul sito, perchè li vi dicono oltre agli indici SAR rilevati su testa e corpo, vi dicono anche la distanza dal corpo dalla quale sono stati misurati (quindi 5, 10 o 15mm).
poi ovviamente per sicurezza evitare di tenere sempre il telefono attaccato a noi, quando siamo in casa per esempio, il telefono può stare sul tavolo invece che in tasca, di conseguenza stando a qualche metro di distanza fa meno danni (ammesso sempre che le radiazioni facciano veramente male, perchè ancora non è scientificamente dimostrato), quando siamo a letto, evitare di tenerlo acceso, o se proprio vi serve acceso per la sveglia o per altri motivi, mettetelo in modalità aereo così da spegnere le antenne e ridurre la principale causa di radiazioni del telefono (occhio che al contrario di come pensa molti, non sono solo le antenne a emettere radiazioni, qualsiasi circuito elettronico le ementte, anche un semplice alimentatore collegato alla corrente, una cpu, ecc… tutti i circuiti elettronici emettono radiazioni ma sono trascurabili… la terra stessa emette radiazioni).
quando siete in macchina tenetelo nel portaoggetti e se avete una radio con bluetooth sfruttate quella per chiamare così da non avere auricolari addosso.
se siete in giro, magari tenete il telefono nella tasca dietro piuttosto che in quella davanti, almeno sta distante dal gingillo xD (ovviamente in zone molto affollate è meglio tenerlo davanti).
se avete un telefono con connessione LTE, ma il vostro contratto vi offre solo massimo il 3g, è inutile che tenete l’LTE abilitato tanto non potete usarlo.
se non avete per niente internet, potete anche fare solo affidamento alla rete 2g.
detto questo penso che nessuno sia mai morto per avere un telefono, poi ovvio se uno chiama ore e ore ogni giorno, magari corre più rischi.

ripeto, no.
vatti a vedere i vari smartphone sui siti ufficiali, anche se sono dello stesso anno, alcune marche fanno misurazioni a 5mm altre a 15mm.
sotto ho riportato anche degli esempi di 2 smartphone (1 samsung e 1 sony) che riportano 15mm per il samsung e 5mm per il sony.
altri modelli dei samsung sono a 5mm, così come altri modelli (più vecchi da quanto ho visto) del sony sono a 15mm di distanza.

Guarda devo ammettere che mi sbagliavo ed effettivamente hai ragione.. Detto ciò però visto che sei informato in materia, cosa ne pensi di questo estratto di un articolo di hdblog:

Valori SAR più bassi equivalgono a maggior sicurezza? In teoria si, in pratica i cellulari e gli smartphone sono progettati per limitare il funzionamento alla massima potenza, e variano continuamente la potenza effettiva. Pertanto un terminale che usa in maniera più efficiente il modulo radio, pur avendo un valore SAR massimo più elevato, potrebbe produrre meno emissioni elettromagnetiche rispetto ad uno che la utilizza in maniera meno efficiente. Il SAR massimo non può essere considerato l’unico valore rilevante nell’effettiva esperienza d’uso.

potrebbe anche essere vero (che quelli con valori più alti poi nell’uso quotidiano emettano meno radiazioni di altri che sulla carta sono “migliori”).
per il semplice fatto che (come dichiarano i produttori nella pagina che fa riferimento al SAR dei vari dispositivi) il SAR viene calcolato nelle peggiori condizioni (quindi quando il telefono usa la massima potenza delle antenne) ma nella normalità, sopratutto se hai il telefono all’orecchio è difficile che il telefono sia sempre al massimo della potenza, perchè vorrebbe dire che non c’è campo e quindi non riusciresti a fare la chiamata (quindi ti sposti dove prende meglio e le emissioni calano).
quindi mettiamo ad esempio che lo smartphone A abbia X come valore SAR dichiarato
lo smartphone B ha Y (dove Y>X e quindi il B ha un SAR dichiarato, maggiore), però nella quotidianeità, il telefono A prende molto poco e deve tenere le antenne ad una potenza piuttosto alta (sarà molto vicino al suo valore massimo X), mentre invece lo smartphone B ha delle antenne migliori che gli permettono di ricevere meglio e quindi al posto di stare sempre vicino al massimo della potenza, ne usa meno (stando quindi distante dal suo valore Y), in questo caso POTREBBE anche essere che lo smartphone B emetta meno radiazioni dello smartphone A.

PS: non prendermi per un esperto di queste cose, cio che sto dicendo sono solo informazioni apprese spulciando un po i PDF sulle emissioni SAR che i produttori rilasciano per i vari smartphone.
non ho la strumentazione per fare test e non ho neanche studiato queste cose.

Beh non sarai un esperto ma devo ammettere che dopo aver provato anch’io a informarmi tu hai capito meglio com’è il discorso.. Detto ciò, tu quindi li consideri questi valori quando vai ad acquistare un telefono oppure no? Che telefono hai adesso?

sinceramente li guardo fino ad un certo punto perchè sono dell’idea che se la UE ha imposto il limite massimo di 2, questo valore (visto che fino a 1.99 o forse anche a 2 ci puoi arrivare) sia comunque un valore che ti tutela, non è che se arriva a 2.01 ti uccide mentre 1.99 o 2 no.
inoltre non sto sempre attaccato al telefono, quando sono in casa lo tengo sempre sul tavolo, se sono in giro spesso lo tengo nelle tasche dietro, quando sono al telefono in casa cerco di usare gli auricolari se li ho a portata di mano, in macchina ho il bluetooth della radio.
insomma un minimo di attenzione la faccio, ma non ne faccio un dramma se un telefono ha un valore un po più alto o un po più basso.
io ho un xperia X.

e comunque penso che evitare di tenerselo sempre attaccato sia una prevenzione migliore rispetto al cercare lo smartphone migliore in classifica dei valori SAR.

Guarda mi trovi pienamente d’accordo, mi ha fatto molto piacere potermi confrontare con te.. Detto questo, buona vita e alla prox

salve, io avevo adocchiato Lenovo P2, ma qui http://www.devicespecifications.com ho scoperto che ha emissioni SAR piuttosto elevate:
Testa: 0,818 – corpo: 1.65 Valori UE;

mentre 0,297 testa e 0,896 per il corpo come valori SUA

come devo considerare questi valori UE e SUA, come li rapporto? mi mettono ancora più in confusione… capisco che non superino 2, ma sto per desistere all’acquisto. cosa ne pensate?

Lo stesso discorso vale per vale per Huawei, che sembra avere valori più bassi, (ma i modelli mi interessano meno)
sempre allo stesso sito trovo:

P9 LITE: 0,88 per la testa e 0,53 per il corpo Valori SUA
P8 Lite 2017: 0.96 per la testa e 0,98 per il corpo UE
Non ci sto capendo nulla!!

Cao a tutti, ma visto che l’utilizzo in auto crea più probelmi a causa dell’effetto “gabbia di Faraday”, che fine hanno fatto (se mai hanno realmente funzionato) le antenne passive disponibili qualche anno fa ?

Buondì a tutti, scusate se scrivo come ospite, ho solo una piccola domanda riguardo al consiglio di Federico che dice: “se notate che la vostra rete è ballerina, vi converrà forzare manualmente la connessione 2G (edge) per migliorare la stabilità del segnale e diminuire il tasso di assorbimento”… ma questo vuol dire che devo mettere come velocità massima di connessione il 2g? e lasciar perdere 3g e 4g che sono più dannosi? possiedo un Lumia 550.
Grazie Tante.

BUona sera mi sono letto le specifiche dei manuali di ogni singolo telefono,a parte che mettete le specifiche solo di una delle due valutazioni(corpo e testa),invece andrebbe fatto di tutte e due,ma DOBBIAMO PARLARE del fatto che ad esempio huawei le misura a 0,5 mm di distanza come iphone,mentre samsung one plus 3 e altri a 1,5 mm?La cosa qua cambia, ci vorrebbe una legge che ponesse tutti gli smartphone alla stessa distanza,e che fosse scritto in chiaro,invece i valori sar sono messi nascosti scritti in piccoli angoli(in oltre avete messo lo z a 0,3 quando di sar body è 1,7 scandaloso!!!)…potrei andare avanti ma mi fermo qua…
Spero che qualcuno mi risponda sulla differenza di distanza dei test.. saluti

si sono tutti e due medio-alti,però è vero che huawei pone i controlli a 0,5 mm,tutte le altre marche ti dicono il valore a 1,5mm(tranne apple),se vuoi uno telefono buono come valori sar c’è il nova(non plus però),ha valori medio bassi siamo sull 0,8 testa e 0,8 corpo con appunto misurazioni fatte a 0,5 mm

Dove l’ho letta?ho scaricato i manuali di ogni singolo telefono per vederci chiaro,e alla fine di chiaro c’è ben poco secondo me,più vado avanti con lo studio più vedo cose poco chiare,sto facendo studi per una mia ricerca (sono quasi un ingegnere,sto studiando per una tesi),tra l’altro alcuni marchi di cui non farò i nomi neanche mettono i valori (cosa secondo me non molto legale,e ho dovuto mandare un mail alla sede italiana per saperli,e non so se neanche se i numeri scritti cosi per mail siano esatti).
E come dovrebbero essere confrontati? non lo so,finché c’è una legge che permette di confrontare i valori da 5mm a 15 mm,non c’è confronto perché non si capisce,c’è chi li fa a 5 chi a 10 e chi a 15…
Giusy vuoi un telefono quasi perfettoXD,ti dico quelli che SECONDO ME si avvicinano di più e che ti consiglierei..
One plus 3 testa(0.324) corpo(0,323) distanza 15mm
htc 10 testa(0,4) corpo (0,174) d:15mm
huawei nova t(0,8) corpo(0,8) d: 5mm(si huawei le fa a 5mm i calcoli,complimenti a loro,magari avrebbero molti più modelli in classifica se facessero anche loro i conti a 15mm)
meizu note 3 (per stare sui 200 euro in unieuro) ti lascio l’articolo (c’è il modello da 3 gb di ram)
http://blogmeizu.it/meizu-m3-note-informazioni-sar/
s7 edge testa(0.264), corpo (0.507) 15 mm
wiko fever t(0,23) c(0,573) 15mm (però ha andorid 5.1 di base anche se verrà aggiornato),display 5.2,ma lo trovi a 149 euro(mica male!)

grazie Andrea per la risposta 🙂 Buone feste a te e a tutti !
mi mettero’ in qst gg a guardare… magari Wind fa qlc offerta su s7 edge 🙂 grazie !

grazie Andrea per la risposta 🙂 Buone feste a te e a tutti !
mi mettero’ in qst gg a guardare… magari Wind fa qlc offerta su s7 edge 🙂 grazie !

grazie Andrea per la risposta 🙂 Buone feste a te e a tutti !
mi mettero’ in qst gg a guardare… magari Wind fa qlc offerta su s7 edge 🙂 grazie !

ciao Andrea, sono anche io preoccupato per i valori SAR, ho appena ordinato un Huawei P9 Lite, e mi sono accorto solo ieri che teoricamente ha dei valori SAR molto alti, secondo te è così? E’ vero il discorso della misurazione a 5 mm e quindi in realtà sarebbero più bassi? Sono indeciso se restituirlo e prenderne uno con valori molto bassi, grazie

Ciao,guarda non sono alti come altri telefoni o come il nexus 6p o l honor8,dato che sono andato avanti a stud questi valori sar,posso dirti che le aziende di smartphone fanno come gli pare,però se devo consigliati ti dico di tenerti il p9 lite almeno sei sicuro ed è certificato che a 5mm non supera la soglia,chi sa se gli altri non sono anche peggio a 5mm visto che fanno tutti i furbi a 15mm.
Spero di esserti stato utile.. Ciao

ok grazie, speravo mi dicessi così avendolo già comprato 😉
conosci i cerotti Skudo wave Geoprotex? ho letto pareri discordanti anche se ci sono studi scientifici dietro

Sisi tieniti questo che sei stragarantito che alla distanza minima sei certificato sotto la soglia di sicurezza,che va a finire che ne prendi uno che l hanno misurato a 15 mm mentre a 5 supererebbe di gran lunga la soglia consentita per legge..si ho sentito e letto qualcosa so che l azienda è di novara vicino milano,pero non so darti feedback in merito…

cambia così tanto da 15 mm a 5 mm?
conosci il software quanta monitor per misurare le “emissioni”?

Non so bene la differenza,certo qualcosa cambia,questa possibilità di farle da 5 a 15 non ha senso perchè ognuno lo fa come gli pare,e non c è equità, conosco diversi software ma sapevo che l attendibilità era data da altri mezzi hardware..

quindi dite che non è il caso di formalizzarsi troppo su questo dispositivo?
sono in paranoia…

Ora che ho un po studiato i valori sar posso dirti che se io avessi il p9 lite starei tranquillo.

ti pongo un altro quesito: lo zenfone 3 laser sembra avere valori sar buoni (0.43 testa e 0.898 corpo) e, come hardware, mi attira parecchio.
Stando ai tuoi studi saresti tranquillo anche con questo modello?
Grazie

mi sono perso,in che senso vale la stessa cosa?intendi che ti conviene guardare i valori ue piuttosto che gli usa,si se lo usi in Europa certamente

No, mi riferivo al fatto che secondo te Huawei p9 lite è buono come valori sar per via del discorso della misurazione ravvicinata e di questo modello sappiamo solo ivalori USA…
Anche di honor 6x si conoscono solo i valori Usa (almeno io ho trovato solo quelli), ed essendo Huawei presumo che la distanza di misurazione sia la stessa. quindi ti chiedevo se posso considerarli abbastanza bassi…
spero di essermi spiegata 🙂

Ciao, potrei sapere dove ha trovato l’informazione che il SAR del P9 lite è misurato a 5 mm? i dati che ho trovato io sulla “Quick start guide” sono 1,38 W/kg per la testa e 1,59 W/kg per il corpo (modello VNS-L31); poche righe prima viene citata la normativa europea in riferimento a 1,5 cm di distanza dal corpo. Sarebbero quindi valori piuttosto alti. Vorrei avere qualche informazione in più se qualcuno ce l’ha.
Grazie mille.

I valori riportati sono riferiti alla normativa UE; non ho trovato nessuna informazione sulla distanza a cui è riferito il valore relativo al corpo, mentre altri produttori tipo LG e Samsung scrivono esplicitamente che la distanza di riferimento è 5 mm.

Io ho trovato 0,88 per la testa e 0,53 per il corpo come valori SUA non mi parevano alti, ma leggendovi sembra che un po’ lo siano. Ok, in ogni modo sono più bassi di altri, però non ho capito qui a quali valori vi riferite per il P9 Lite

no non sono alti perché sono a 5mm di distanza,comunque i valore SUA sono quelli per gli stati uniti,hanno range diversi e misurazioni diverse,perché usano diverse diciamo “tecnologie”,tu devi guardare i valore EU fatti dalla comunità europea che ha degli standard sulla salute notoriamente più alti del mondo(e per fortuna aggiungo io per noi),e perché ovviamente riguardano i modelli che acquisti in europa.

Purtroppo per il p9 lite non si trovano i valori europei, quindi come facciamo a sapere che quei Valori (SUA)non sono alti per i nostri standard?

Ogni smartphone venduto in Italia deve rispettare i limiti imposti dalla normativa UE, chiaramente ci saranno modelli con valori più vicini al limite e altri con valori molto più bassi. Vista l’Importanza del tema, penso sia molto soggettiva la scelta finale 🙂

beh infatti io preferirei uno smartphone con valori il meno vicini possibile ala limite 🙂

Salve, ho saputo da Huawei che i valori europei del P9 Lite sono 1,38 per la testa e 1,59 per il corpo se a qualcuno interessasse…

Ciao Andrea, anch’io faccio molta attenzione riguardo al test sarai value degli smartphone. Non sono un’esperto come te, ma riguardo al Huawei P8 nel libretto scrivono che il test è fatto a 15mm. Forse i test li facevano anche loro a 15mm fino al 2015? Ti volevo chiedere un consiglio avevo un P8 e adesso per esigenze dual sim mi sto orientando allo smartphone di fascia bassa Huawei Y6 II, se no cosa mi consigli come dual sim più SD nel mercato con sar value basse? Grazie

ciao, non sono un esperto ho solo avuto modo di approfondire =),ma sai anche il p9 è fatto a 15 mm, non so perché,forse provano a 5 se supera il limite lo fanno a 15(non so dico io per pura ipotesi senza nessuna prova)ma comunque sempre entro il limite di legge(pero essere nella norma a 5 mm è notevole)
con valori sar bassi, posso consigliarti..
1)meizu m3 note,sar bassi, (150 euro ) mi sembra pure il modello in unieuro costa cosi ora
2)p8 lite 2015, 130 euro valori sar bassi, però chiedi perché qua c’è la versione sigle sim
3)Motorola moto e 2015 ,sar medio bassi, ha lo snapdragon,80 euro in negozio mi pare,chiedi però perché anche qua c’è la versione single sim
4)wico fever (da 130 a 150 euro) dipende dalle offerte,quello con i valori sar più bassi di tutti.
5)qui te ne metto uno che non è famosissimo in Italia ma che io consiglio tantissimo,nome “bq u lite”, uscito pochi mesi fa,snap dragon 425,2 di ram costo sui 130-150 dipende da dove lo cerchi,sar non come wico Fever ma comunque bassi,e arriverà nougat qua(forse unica pecca solo sulla carta fotocamera da 8 megapixel, ma che fa comunque buone foto )
Per il resto non so perché cell sotto i cento euro non conosco bene i loro valori,solitamente a quei cell mettono antenne alla “buona” perciò solitamente con sar bassi,perchè le loro antenne non sono potentissime.Però se riesci a aggiungere qualcosina per arriva a un meizu m3 note o a un wiko fever fai un salto enorme di qualità,o con appunto un bq u lite che ti vai a trovare un cell davvero bello e prestante in quella fascia appena uscito, vedi tu comunque.
PS Ricordati prima di acquistare di accertati sempre della doppia sim.
CIAO=)

Grazie Andrea per la risposta!Gentilmente mi suggeriresti qlc modello cell cn qst caratteristiche:

1) Valori S.A.R. testa e corpo molto bassi (grazie per indicarmi i valori dei modelli che mi dici)
2) Android 6 o meglio 7 cmq versione piu’ aggiornata possibile …Asus fa fare di default gli aggiornamenti?
3) Display 5.5 pollici gorilla glass…cioe’ infrangibile
4) ottimo/buon processore (indicatemi quale avete) grazie
5) Memoria : almeno 3 GB RAM e 32 GB ROM
6) Batteria => 3000
7) Buona fotocamera
A me interessa principalmente per telefonare , per questo chiedo bassi
valori S.A.R. usandolo molto , e poi guardare la posta e internet
(display da 5.5 e’ l’ideale) le foto mi interessano relativamente, i
video no..questo e’ l’uso che faccio del telefono, se ha anche una buona
batteria meglio! Vorrei prenderlo in qst periodo , magari sotto Natale c’e’ qlc offerta, cmq importante che e’ ok cm SAR e abbia le caratteristiche sopra scritte..Grazie tante!

se vai sulla pagina FB della vernee italia sono dichiarati dei valori, che però non sono “ufficiali”. Sembrano abbastanza bassi, ma io personalmente ho rinunciato, non essendoci quelli ufficiali.

Ho appena posto la domanda all Asus e questa è la loro risposta: ” i valori SAR di ZE520KL sono: testa 0,754 W/Kg, corpo 1,06 W/kg. Quelli di ZE520TL invece sono: testa 0,302 W/Kg, corpo 1,18 W/kg”. Trovo un tantino alti quelli della versione ZE520KL.

Ciao, io vorrei acquistare un Meizu m3 note solo che i valori SAR sono I valori massimi del SAR riscontrati durante i test del Meizu m3 note (M681H) sono pari a 0.453W/Kg 10g (Head Tissue) e 0.893W/Kg 10g (Body Tissue).
E tanto?…

Io ti sconsiglio vivamente di comprarlo invece. E sai perché? Perché hai le orecchie a sventola e l’indice SAR viene decuplicato quando si ha questo difetto fisico. Da 0,453W/Kg per la testa passeresti a ben 1,453W/Kg. In poche parole le orecchie fungono da antenna.
E questo vale per ogni telefonino.
Fatti operare o usa un’auricolare.
Ciao.

Può darsi che nella tabella sopra riportata ci siano degli errori mischiando SAR-UE con SAR-USA. Dalle mie ricerche on-line ad esempio mi risulta

Tipo Huawei P8-lite è:
SAR-US: Head 0.78 W/kg Body 0.65 W/kg
SAR-EU: Head 0.39 W/kg Body 1.02 W/kg

…quindi in tabella è riportato il SAR-US mentre per

Samsung Galaxy A3 2016 i dati sono:
SAR-US: Head 1.31 W/kg Body 1.27 W/kg
SAR-UE: Head 0.62 W/kg Body 0.49 W/kg
…quindi in tabella è riportato il SAR-UE ma così si sfalsa la classifica, no?
Posso sbagliarmi ma mi piacerebbe avere dei chiarimenti.
Qualcuno sa i dati del Samsung S5neo e quindi se ha elevate o basse SAR?

Volevo acquistare un Huawei P9 plus per le sue caratteristiche tecniche, ma a questo punto sono indecisa. I valori SAR mi sembrano alti. Suggerimenti? Smartphone attuale Samsung Note Edge

Ho un huawei p9 lite e scaricando un applicazione (quanta monitor) che misura la sar ho visto che misura livelli ben oltre i limiti di legge, anche 6W/kg. È normale secondo voi? Quando parlo a telefono mi fa male la testa poi

Stai tranquillo ragazzo, sono valori che sforano solo per alcuni istanti, non permane una sorgente di onde elettromagnetiche costante nel tempo. Ovviamente se usassi un P9 per 20-30 anni le dosi assorbite in tutto questo arco di tempo, seppur frazionate, potrebbero create dei danni. Ma un P9 lo cambi dopo 2-3 anni massimo. Quindi usalo serenamente se lo prendi. Tuttavia mi sembri un po’ troppo ansioso ed ipocondriaco caro ragazzo.

be’ non lo si usa per 20 o 30 anni di fila, ma se ne prende un altro ogni 2/3 anni che emetterà comunque radiazione non facilmente quantificabili e se le norme sono così facilmente aggirabili non mi pare tanto incoraggiante. Anche io nel cercare uno smartphone ho perso entusiasmo

A me succede spesso con il Priv di BlackBerry. Se lo uso intensamente con internet acceso diventa quasi incandescente sul retro e ho l’impressione che questo calore sia nocivo in quanto è come se friggessero sia la batteria integrata che il processore. Mi fa paura questo telefono sotto questo punto di vista. Ma allo stesso tempo funziona che è una meraviglia. Lo dovrò vendere presto a malincuore su eBay mi sa.

Ho un huawei p9 lite e scaricando un applicazione che misura la sar ho visto che misura livelli ben oltre i limiti di legge, anche 6W/kg. È normale secondo voi? Quando parlo a telefono mi fa male la testa poi

ma può una app misurare in modo preciso questi valori? non servirà un attrezzo vero e proprio?

incoraggiante saperlo, un utente aveva scritto di usare un applicazione con la quale aveva riscontrato valori ben più alti di quelli ufficialmente dichiarati! 🙂

incoraggiante saperlo, un utente aveva scritto di usare un applicazione con la quale aveva riscontrato valori ben più alti di quelli ufficialmente dichiarati! 🙂

Un’informazione utile a tutti è sapere che, da recenti studi nell’ambito della Fisica Quantistica, esiste la possibilità di verifica la personale compatibilità Elettromagnetica biologica con il proprio Smartphone e la possibilità di riequilibrarne gli effetti nell’organismo!
E’ possibile mediante Sessioni QSET, scoprire a quale distanza tenere il cellulare dalla testa e dal resto del corpo perché non vada ad interferire sulla corretta trasmissioni delle informazioni nell’organismo.

Come mai non si specifica se il valore riportato dalla vostra tabella è quello relativo all’assorbimento per il corpo o per la testa? Per ogni terminale viene di solito specificato un valore SAR BODY e SAR HEAD. Ritengo che sia utile riportare entrambi i valori per i terminali elencati.