ESR cover con stand per iPhone 12/12 Pro – la RECENSIONE

Sono appassionato di cover e accessori da sempre e uno dei motivi per cui ho scelto iPhone 12 è proprio la varietà di accessori a disposizione. Mi è capitata la possibilità di provare un bundle molto interessante: si chiama ESRGear iPhone 12/12 Pro Home Theater Protection Bundle. Questo bundle comprende non solo una cover con stand molto interessante, ma anche tre pellicole in vetro temperato per la protezione del display.

Si possono acquistare separatamente, ma comprandoli insieme, ovviamente, si risparmia qualcosina. Entriamo nel vivo della recensione parlando di questa cover che mi ha attratto.

La cover con stand per iPhone 12

La cover si chiama Metal Kickstand Case ed è del produttore ESR e, come potete facilmente intuire dal nome, possiede uno stand in metallo che permetterà al vostro iPhone 12 o 12 Pro di rimanere dritto sul lato lungo o sul lato corto. Immaginatevi su un treno (ndr: magari non ora, ma tra qualche tempo) e potete facilmente intuire come potrete godere dei contenuti multimediali comodamente con questa cover.

Lo stand in metallo è decisamente di ottima qualità e apprezzo tantissimo che, una volta richiuso, si incastra perfettamente con un clic. E’ anche piuttosto rigido e questo gli conferisce un senso di robustezza davvero importante. Non dovrete temere che vi cada o non sia in grado di tenere la posizione, ho provato in più occasioni anche con botte accidentali e non mi è mai capitato di vederlo cedere.

Le peculiarità della cover con stand

La cover è poi in silicone rigido, aderisce perfettamente al vostro iPhone 12/12 Pro e crea un lievissimo spessore frontalmente, in modo da poter poggiare lo smartphone anche sul display senza farlo toccare direttamente sul piano. Questo rialzo è appositamente studiato anche per il lato posteriore, soprattutto sulla fotocamera, che viene protetta da questo dislivello. Risulta comunque piuttosto leggera perché si ferma a circa 40 grammi.

La cover con stand di ESR è una sorta di ibrido, a metà tra una cover rugged e una cover slim. E’ ovviamente testata per resistere ai graffi, mentre il materiale semi-rigido dovrebbe assorbire gli urti con una buon risultato, senza raggiungere l’eccellenza di altri prodotti rugged. I bordi sono protetti su tutti e 4 i lati, con i buchi perfettamente sagomati in modo da rendere facile l’accesso ai vari host, come quello dell’uscita Lightning o all’altoparlante o al pulsante per il “silenzioso”. Lateralmente troviamo anche una protezione per tutti i tasti fisici.

E’ ovviamente compatibile con la ricarica wireless che funziona senza problemi, anche considerato che lo stand fa uno spessore sul retro dello smartphone.

Esiste in due colorazioni, una trasparente chiara e una invece che si chiama Frosted Black, che sarebbe quella che ho scelto.

Le pellicole di ESR per iPhone 12

Le pellicole di ESR sono in vetro temperato, quindi piuttosto rigide. Il pacchetto prevede tre pezzi da applicare sul nostro smartphone ed ognuna di esse ha un kit che comprende un panno antipolvere umido, una cornice che permetterà di applicare la pellicola subito.

Partiamo subito dal presupposto che se scegliete un vetro temperato, sicuramente ridurrete un po’ la sensazione al tatto sul display: se siete consapevoli di questo, posso confermarvi che le pellicole di ESR fanno il loro dovere. Riescono a resistere ai graffi e sono effettivamente molto facili da installare. Anche se sembra scontato dirlo, ovviamente funziona benissimo anche il FaceID.

Il video di gadget

Il verdetto
Il costo contenuto e la qualità dello stand sono già due punti a favore molto importanti per scegliere questa cover di ESR per il proprio iPhone 12. Sicuramente è una cover protettiva molto robusta, anche se non raggiunge il livello di resistenza di quelle rugged. Ma poggiatela sul suo stand in metallo e godetevi lo smartphone in tutto il suo splendore.
PRO
Lo stand di metallo rigido è comodissimo
Il prezzo è decisamente contenuto
Robusta
Ottimo feel dei bottoni
CONTRO
Lo spessore all'altezza dello stand può non piacere
7.5
Lascia un commento
Previous Post

Oppo Find X2 Neo 6 mesi dopo: adesso è best buy

Next Post

AUKEY EP-T25: Recensione | Le rivali delle AirDots 2