News Recensioni

EufyCam E: la RECENSIONE | E’ da comprare!

Giu 22, 2019

EufyCam E: la RECENSIONE | E’ da comprare!

Il progetto Eufycam E nasce su Kickstarter, con una discreta dose di successo dato che molte persone vi hanno investito oltre 3 milioni di dollari. Il brand Eufycam è un sottobrand del più ben noto Anker, che ha deciso di affidare a nuovi brand progetti differenti (EufyCam per la sicurezza in casa, Soundcore per il comparto Audio e così via).

L’idea di fondo di Eufycam è quella di garantire sicurezza e domotica avanzata all’interno della propria abitazione, grazie a un sistema di IP camere (telecamere di sicurezza) wireless. Il prezzo base per il bundle EufyCam E, che contiene la HomeBase e due telecamere senza fili, è di circa 400 euro.

 

EufyCam E: la confezione

Quando si spendono certe cifre è d’obbligo considerare tutto quello che ne deriva: dall’esperienza d’uso al packaging, all’unboxing e altro: sono molto fissato a riguardo e devo dire che la dotazione è molto corposa. All’interno della confezione, infatti, troveremo l’HomeBase e le due telecamere, ben protette, più vari strumenti per installare queste ultime.

La guida rapida fornisce una rapida panoramica delle operazioni base da svolgere per mettere in funzione il nostro sistema di sicurezza domestico, inoltre all’interno della scatola troveremo:

  • 4 supporti magnetici (due per l’interno e due per l’esterno),
  • un cavo ethernet per la connessione della base al modem,
  • l’alimentatore della base
  • un cavo microUSB per il caricamento delle due telecamere.

La dotazione della scatola di EufyCam E è molto ricca ed è assolutamente paragonabile a quella di altri competitors come, ad esempio, Arlo di Netgear.

 

EufyCam E: le principali cose da sapere

Se vi state avvicinando all’acquisto di questo sistema di sicurezza domestico, dovete assolutamente conoscere le sue principali specifiche tecniche e alcune importanti peculiarità.

Partendo dai dati più tecnici, posso dirvi che le videocamere wireless sono in grado di registrare video in Full HD con una lente grandangolare a 140 gradi e sono abilitate anche per la visione notturna fino a circa 10 metri.

Onestamente le stanze in cui le ho installate non sono così ampie e quindi lente grandangolare restituisce una visione molto buona, anche di notte. E’ importante sottolineare che queste videocamere sono wireless perché la batteria viene caricata tramite USB, come fosse uno smartphone.

I video registrati sono codificati con il formato H.264 o H.265 che potete impostare secondo le vostre preferenze. Io ho lasciato questa impostazione di default perché mi sono limitato a guardare i video solo tramite l’app dedicata. Quest’ultima è localizzata in italiano ed è disponibile sia su App Store che su Play Store.

Proseguendo nella panoramica più generale, dovete sapere che le videocamere hanno un microfono bidirezionale e, pertanto, potrete parlare attraverso di esso e farvi sentire all’interno della vostra abitazione.

C’è un lieve ritardo di un paio di secondi, ma questo è dovuto al fatto che prima il nostro audio deve viaggiare verso il server e poi va verso la camera.

 

EufyCam E: il fattore estetico e il montaggio

Il produttore ha curato molto anche il primo avvio, difatti all’interno della guida rapida trovate tutte le indicazioni di sorta e sono pochi i passaggi da dover seguire: scegliete il posto dove volete posizionare le videocamere, utilizzate i supporti magnetici se lo ritenete opportuno e installate la HomeBase.

Io ho lasciato le camere libere, in modo da poterle spostare a mio piacimento. Ma in questo modo si perde una caratteristica importante: se le fissate, potete anche evitare che vengano manomesse da eventuali malintenzionati.

Esteticamente offrono una linea molto pulita, oserei dire minimal. Sia la HomeBase che le due videocamere sono costruite in plastica lucida bianca molto elegante e offrono un ottimo grado di robustezza. Inoltre sono certificate IP65 contro polvere e pioggia, pensate per resistere all’esterno.

La HomeBase è, come prevedibile, di dimensioni più importanti e va posizionata vicina al modem. Io l’ho installata accanto e penso solo: peccato non avere un modem bianco lucido come questa base, sarebbe stata una chicca di design niente male! A parte gli scherzi, troviamo un LED di stato frontale, mentre tutte le porte sono posizionate nella parte inferiore posteriore. Si tratta di porte per il cavo ethernet, per l’alimentazione, la porta microSD (con 16GB di spazio in locale per i propri dati)

La videocamera è molto compatta ed è poco più grande del palmo di una mano: frontalmente troviamo la lente grandangolare, al di sotto di essa un LED di stato, gli infrarossi e una griglia che va a coprire il microfono. Posteriormente trova posto la vite da 1/4 di pollice per i vari supporti e il tasto per la sincronizzazione. Ultimo, ma non meno importante è l’host microUSB per la ricarica, coperto da silicone per evitare che si bagni.

 

EufyCam E: come si usa

La configurazione di questo sistema di telecamere è molto semplice e una volta che tutto è stato posizionato, si può procedere alla sincronizzazione tra loro grazie all’app Eufy Security di cui ho parlato prima. Il primo avvio è semplicissimo: si apre l’app e si aggiungono i dispositivi partendo dalla HomeBase per poi passare alle due camere. La sincronizzazione avviene in circa due secondi.

Una volta che tutti i sistemi sono in funzione, si può procedere alla configurazione delle modalità: A casa, Fuori casa, Non attivato e Programma.

Come è facile intuire, la differenza tra le prime due modalità riguarda proprio le principali 4 funzionalità: si sceglie se si vuole registrare video, se attivare le notifiche pusho l’allarme telecamera o l’allarme HomeBase. Si possono anche programmare la fascia oraria o i giorni della settimana, tramite la modalità Programma, in cui vogliamo che il sistema sia attivo. Se siete in casa, con molta probabilità, terrete disattivate tutte le funzioni.

 

EufyCam: configurazione per la famiglia e App

Molto importante è anche il fattore di poter configurare una famiglia, in modo da poter invitare altri membri in casa a scaricare l’app e poter accedere alla configurazione della telecamera. Se, infatti, uno dei membri è stato invitato, potrà decidere di disattivare la registrazione del video se magari è in casa.

L’app è localizzata in italiano e non ci sono problemi di sorta, l’ho trovata anche molto semplice e intuitiva per offrire una user experience di alto livello. E’ semplice capire dove andare per modificare le funzioni, così come è semplice capire come gestire tutti i dispositivi Eufy Security collegati.

Inoltre potete anche collegare il sistema EufyCam E al vostro Google Assistant e, magari, mandare in riproduzione il video di una delle telecamere direttamente sulla vostra TV (se è smart o se avete una ChromeCast). Non ho potuto fare la prova diretta, ma so che è compatibile anche con Amazon Alexa.

 

EufyCam E: le ultime cose da sapere

La registrazione video è impostata di default a 20 secondi e il sistema evita di registrare più volte lo stesso soggetto che passa in un tempo ravvicinato, inoltre è possibile anche decidere di attivare un abbonamento cloud per salvare tutti i nostri video senza usare la microSD.

La durata della batteria è di un anno e, almeno per queste prime settimane di test, posso solo che confermare l’ottima autonomia.

 

Disponibilità, prezzo e conclusioni

EufyCam E è un sistema innovativo che propone una soluzione per la sicurezza domestica a buon mercato: 399€ è il prezzo di listino per portarsi a casa il kit con HomeBase e due telecamere di sicurezza. E’ venduto regolarmente su Amazon.it con l’ovvie garanzie che ne scaturiscono e l’assistenza Anker è di primo livello.

Consiglio questo sistema di sicurezza per via di una ottima qualità complessiva, forte di un sistema wireless, di cura nei dettagli, ma soprattutto di un app ben funzionante e intuitiva da utilizzare.

Amante multitasking di tecnologia portatile e basket, si fa rapire da discussioni sulla telefonia mobile e se potesse cambierebbe terminale una volta al mese. Dà tutto se stesso per le sue grandi passioni.