News Smartphone

Galaxy S3: problemi e difetti al vetro e alle scocche in policarbonato

Giu 17, 2012

Galaxy S3: problemi e difetti al vetro e alle scocche in policarbonato

Problemi e difetti noti del Galaxy S3: scocche e vetro delicati?

 

Galaxy S3 è sinonimo di top di gamma Samsung, appena uscito è già al centro di numerose chiacchere. Si tratta di un terminale di altissima qualità, ma non esente da difetti. Ci aspettavamo materiali di alta qualità, invece poco prima del lancio globale è arrivata la notizia della scelta del policarbonato come materiale principale per le scocche. Queste scocche sono sicuramente il motivo fulcro di questa notizia: alcuni utenti, dopo l’acquisto, hanno lamentato fratture e crepe delle scocche del loro Galaxy S3. Che caratteristica ha il policarbonato? E’ un materiale plastico che ha il grandissimo pregio di essere estremamente leggero, ma al tempo stesso resistente. Difatti Galaxy S3 pesa appena 133 grammi nonostante le dimensioni importanti.

Ma in quanto a resistenza come si comporta il nuovo portabandiera della famiglia Galaxy? Ormai è passato un tempo sufficiente per capire la resistenza di questo terminale: le scocche in plastica dovrebbero garantire una buona resistenza gli urti ed ai graffi. Se per la back cover blue eravamo rimasti ai problemi di verniciatura durante la produzione, per quella bianca non si erano evidenziati veri e propri problemi. La back cover è però quella che, secondo le segnalazioni di alcuni utenti, sta creando non pochi problemi: crepe e piccole fratture dovute alla rimozione della back cover.

Vediamo nel dettaglio una foto che mostra la cover posteriore in tutto il suo ridottissimo spessore:

 

Che cosa è successo agli sfortunati utenti di Fanpage Mobile? Controllando l’integrità della cover si sono accorti che c’era un piccolo difetto all’altezza della clip che chiude la cover con il resto del terminale. La crepa era di circa 3 mm, il problema di fondo non è tanto nella parte esterna quanto in quella interna dove risulta spaccata in modo molto più netto. Questo tipo di problema è stato segnalato senza aver praticamente mai aperto la cover se non la prima volta per inserire in modo corretto la microSIM. Con la forte amarezza nel constatare questo problema, l’utente ha deciso di contattare il Samsung Club Exclusive per chiedere maggiori informazioni circa questi problemi di integrità. Il risultato è stato che ha potuto inviare il terminale in assistenza e secondo le loro dichiarazioni, entro 10 giorni al massimo, potrà rientrare in possesso del proprio Galaxy S3.

 

 

E’ l’unico problema incontrato dalle scocche in policarbonato? Purtroppo no, perché sempre un utente di FanPage Mobile ha mostrato cosa è successo al suo terminale. Cliccate sulla foto per vederla in dimensione originale.

 

 

In questo caso, si sono create delle righe sul policarbonato all’altezza del marchio Samsung sotto alla fotocamera, come potete osservare dall’immagine precedente.

Sicuramente c’è grande amarezza nel constatare questo tipo di problemi per smartphone pagati 699€, soprattutto perché se da un lato si ammette la concezione di uno smartphone di primissimo livello con materiali in plastici per aumentare la resistenza, quando poi ci si rende conto che questi si rovinano con questa facilità. Se iPhone 4S è fatto con vetro sia nella parte anteriore che quella posteriore, se HTC One S invece è costruito con scocche unibody in alluminio e rafforzata da un processo di ossidazione per aumentarne la resistenza, allora dopo tutte queste informazioni Samsung non poteva scegliere un nuovo materiale per rendere più resistente il suo Galaxy S3?

Materiali non sempre esenti da problemi o difetti, visto che poco tempo fa su PhoneArena, era stato segnalato un grande problema al nuovo Gorilla Glass 2. Caratteristica di questo nuovo vetro di Corning era l’elevata resistenza agli urti e agli impatti fortuiti, soprattutto con chiavi ed affini, per evitare righe e crepe. Tutto questo assottigliando lo spessore del vetro in sé e avvicinandolo ulteriormente al display vero e proprio. Cosa è accaduto invece ad uno sfortunato utente? Ecco una foto che vale più di mille parole:

 

 

Tirando fuori il terminale dalla tasca, gli è sfuggito, forse complice la cover posteriore lucida e senza particolare grip, cadendo a terra e sbattendo sul vetro anteriore. La sfortuna è chiaramente nel fatto che durante l’atterraggio il Galaxy S3 ha avuto un impatto forte su quei punti critici che minano l’integrità del vetro, pertanto si vedono queste crepe così grandi e fastidiose. L’unica, in questo caso, è la sostituzione.

Abbiamo un processore quad core Exynos che spinge al massimo le prestazioni, abbiamo un display di altissima qualità tecnica e protetto anche dal nuovo Gorilla Glass 2, abbiamo i notevoli miglioramenti software dati da Ice Cream Sandwich, però abbiamo anche dei problemi e difetti che si verificano e non dovrebbero visto l’elevato prezzo che viene pagato dai clienti consumatori.

Aggiornamento: novità sui problemi delle scocche, altri casi. Continuano i casi e si aspetta una risposta ufficiale da Samsung.

Probabilmente si tratterà di casi isolati, ma si spera sempre che il proprio terminale non debba essere portato in assistenza subito dopo l’acquisto, visto che per tutte le segnalazioni si parlava di appena una settimana dopo l’acquisto. E ci auguriamo, per gli utenti che hanno segnalato questi problemi, che effettivamente il servizio assistenza Samsung si dimostri celere nella riparazione e restituzione del dispositivo.

Vi ricordiamo infine anche il video crash test che mette alla prova la resistenza di Galaxy S3 e quella di iPhone 4S, un video piuttosto esaustivo per comprendere al meglio che tipo di vantaggi ci sono nell’utilizzo dei differenti materiali di costruzione.

 

 

Vi ricordiamo infine la nostra recensione completa che mette in mostra i pro ed i contro del nuovo Galaxy S3. Era dura arrivare dopo il Galaxy S2 e anche questo nuovo portabandiera sta sicuramente faticando. Quello che ci auspichiamo è sicuramente una maggiore cura sia nella scelta dei terminali, sia la cura da parte di Samsung nel testare maggiormente questi ultimi prima dell’uscita per evitare questi antipatici fatti come le crepe sulla back cover. Se per la caduta e la rottura del Gorilla Glass 2 Samsung ci poteva fare poco o nulla, per i problemi relativi alle scocche in policarbonato una fase di test prolungata probabilmente avrebbe dato un esito magari migliori nella resistenza dei Galaxy S3 immessi sul mercato.

Sia chiaro che questa non è una critica al terminale o all’azienda produttrice in sé, semplicemente un auspicio per avere smartphone sempre più potenti e resistenti visto il loro costo davvero elevato.

 

via [1] [2]

Amante multitasking di tecnologia portatile e basket, si fa rapire da discussioni sulla telefonia mobile e se potesse cambierebbe terminale una volta al mese. Dà tutto se stesso per le sue grandi passioni.