News Smartphone

Galaxy S5 mini: avvistamenti e rumors sulla versione compatta del Galaxy S5

Mar 9, 2014

author:

Galaxy S5 mini: avvistamenti e rumors sulla versione compatta del Galaxy S5

galaxy-s5-mini-e1394199368493

Dopo il Galaxy SIII mini ed il Galaxy S4 mini, le versioni “mini” delle versioni portabandiera della compagnia, più grandi e performanti, ci sarà molto probabilmente anche un versione mini del Galaxy S5, presentato qualche settimana fa nel corso del #MCW14 a Barcellona. Come ricorderete Samsung S5, in vendita nei negozi italiani molto probabilmente da venerdì 11 Aprile 2014, sfrutterà la versione 4.4.2 Android Kitkat, supporta le reti Lte, lo standard Wi-Fi di quinta generazione 802.11ac con il protocollo Mimo, monta una camera con sensore fotografico da 16.0 megapixel ed ha uno schermo è da 5,1 pollici a risoluzione Full Hd (1.920 x 1.080 pixel) con la tecnologia Super Amoled. La batteria è da 2,8 mHa, il processore è un Qualcomm Snapdragon da 2,5 GHz, una CPU quad-core con 2GB di RAM, architettura Krait 400 ed una GPU Adreno 330.  Il suo prezzo dovrebbe restare intorno ai 700 euro, almeno al momento del lancio.

Cosa ci dobbiamo aspettare quindi dal Galaxy S5 mini?

Si è recentemente identificato il Galaxy S5 Mini nel nome in codice SM-G870, scovato nel database online del sito Zauba e che potrebbe essere presentato fra non molto. Nessuna indicazione in merito alle sue specifiche tecniche, che, comunque, non dovrebbero essere rivelate prima del prossimo mese di giugno, a qualche settimana dal debutto sul mercato di S5 previsto fra un mese circa. Il costruttore coreano Samsung da qualche anno a questa parte, ha sempre approntato una versione Mini del suo smartphone di punta. A partire dal Galaxy S3 per poi passare al Galaxy S4.

Nel 2010 vennero commercializzate diverse varianti del Galaxy S, la cui più famosa è l’edizione “Plus” aggiornata con processore da 1,5 GHz; la stessa riedizione è stata usata per rinnovare il Galaxy S2 nel 2011, assieme alla versione “mini” che ha rivisto la dimensione dello schermo. Nel 2012, l’anno del Galaxy S3, Samsung ha continuato la strada della versione “mini” e ha introdotto una seconda, Duos, con supporto al dual-SIM oltre al già citato SIII mini; nel 2013, infine, il Galaxy S4 ha visto tre versioni alternative: Mini, Zoom e Active, rispettivamente con schermo ridimensionato, fotocamera migliorata e zoom ottico e variante resistente all’acqua. Prima di giugno, ne siamo certi, arriveranno nuovi rumor, e senz’atro qualche immagine, che ci darà il layout esatto del dispositivo, confermando o smentendo le varie versioni che si ipotizzano sul web che Samsung potrebbe immettere sul mercato come S5 Mini.

Differenza tra Galaxy S3 e Galaxy S3 Mini

samsung_galaxy1

Il Galaxy S3 è il fortunato dispositivo Samsung di fascia alta caratterizzato da uno schermo particolarmente ampio da 4,8 pollici, un peso di 133 grammi. Il sistema operativo Android è mosso da un processore quad-core da 1,4 GHz e 1 GB di RAM. Il Galaxy S3 Mini è invece più contenuto nelle dimensioni e nell’hardware, con uno schermo da 4 pollici, un processore dual-core da 1 GHz e sempre 1 GB di RAM. Sia le fotocamere anteriori che quelle posteriori sono più potenti nell’S3. La principale, cioè quella posteriore, è da 8 Mega, mentre nell’S3 Mini è da 5 Mega.

Differenza tra Galaxy S4 e Galaxy S4 mini

samsung-galaxy-s4-mini

Il Galaxy S4 è caratterizzato da uno schermo molto ampio da 5 pollici, il sistema operativo Android è mosso da un processore quad-core da 1,9 GHz e 2 GB di RAM. Il Galaxy S4 Mini è invece più contenuto nelle dimensioni e nell’hardware, con uno schermo da 4 pollici, un processore dual-core da 1.7 GHz e sempre 1,5 GB di RAM. Sia le fotocamere anteriori che quelle posteriori sono più potenti nell’S4. La principale, cioè quella posteriore, è da 13 Mega, mentre nell’S4 Mini è da 8 Mega, quella anteriore da  2.1 (S4) e 1.9 (S4mini) Mpixel. Il software dei due dispositivi è lo stesso. Entrambi gli smartphone montano infatti Android 4.2.2 Jelly Bean nella versione personalizzata da Samsung.

Galaxy S5 mini?

Un recente rumor del web ha segnalato che la differenza del presunto prezzo tra questa versione e il Galaxy S5 sarebbe simile a quella tra Galaxy S4 e Galaxy S4 Mini dando più credibilità alla speculazione. Precedenti indiscrezioni avevano indicato una presentazione a giugno e l’utilizzo della tecnologia AMOLED per lo schermo per la versione mini del Galaxy S5. Android 4.4 KitKat sarà ovviamente la base del dispositivo, considerato che è la versione preinstallata sul Galaxy S5. Galaxy S5 Zoom, invece, sarebbe atteso per maggio. Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche non si sa ancora niente, anche se si può ipotizzare che anche per il Samsung Galaxy S5 Mini, la casa coreana segua il lavoro fatto con i predecessori: ritoccare le caratteristiche hardware al ribasso. Infatti si pensa che il dispositivo si vada a posizionare nella fascia media di mercato, ancora una volta e anche il prezzo non dovrebbe variare rispetto a quello dei suoi predecessori “Mini” al momento dell’uscita.

galaxy-s5-mini

Attualmente l’ unico vero e proprio top di gamma “mini” prodotto è stato il Sony Xperia Z1 Compact un prodotto che potrebbe essere catalogato come la versione “Mini” di Sony Xperia Z1 se ci fermiamo al lato estetico ma che in realtà risulta essere stato un nuovo Top di gamma in tutto e per tutto con caratteristiche di primo piano. In un mercato sempre più rivolto a Smartphone Top di gamma con display enormi Sony decise di andare contro corrente e, secondo il nostro parere personale, ha fatto benissimo. Non tutti gli utenti sono disposti ad avere tra le mani un 5/6 pollici ma analizzando il mercato attuale non sono poi moltissime le proposte Top di gamma basate su dimensioni contenute. Facendo un esempio, un utente che apprezza Samsung Galaxy S4 per la sua fotocamera, la sua potenza e la sua fluidità ma non vuole avere un dispositivo così ingombrante non troverà la stessa piacevolezza d’uso utilizzandone la versione Mini. Inoltre le precedenti versioni compatte della Samsung sono spesso risultate essere decisamente troppo costose e fuori mercato alla data di uscita, in quanto allo stesso prezzo altri marchi proponevano dispositivi più performanti, nonostante ciò hanno goduto di un ottimo successo sul mercato in quanto spesso soggette ad una rapida svalutazione che le rendeva appetibili in una fascia media di mercato, essendo inoltre spesso soggette ad offerte o incluse in abbonamenti da parte delle compagnie telefoniche.

Si ripeterà ancora la storia o Samsung avrà capito come far felici i suoi clienti con un dispositivo compatto ma non per questo meno performante? Come al solito c’è da aspettarsi una dimensione più contenuta, funzioni “limitate” rispetto alla versione top (oltre al fattore più importante di tutti, un prezzo più contenuto) o Samsung ci saprà stupire?

E voi che ne pensate? Fateci sapere le vostre opinioni con un commento qui o sulla nostra pagina Facebook!

Eterno sognatore, sportivo e dinamico, appassionato di tecnologia, sempre di corsa fra una partita a calcetto con gli amici ed una passeggiata col cane e lo smartphone alla mano. Ingegnere, ma non del tipo alla "pupa e il secchione”, cuoco improvvisato grazie al web e pessimo cantante di karaoke, appena possibile vorrebbe scappare a Londra con la sua Ludovica, sognando la California.