Guida all’overclock della GPU

E oggi veniamo all’overclock del componente più famoso dei computer, la GPU.

La GPU, o Graphics Processing Unit, è una scheda di espansione che permette di effettuare, molto più velocemente di un processore, i calcoli di tipo grafico. Dunque è indispensabile in computer, ma ancor di più in un computer da gaming. Di fatto una GPU non è altro che un secondo computer, il PCB è la scheda madre, ed è dotata di un processore grafico, di memoria dedicata, e del comparto di alimentazione; con la particolarità che i core del processore di una GPU non sono adatti a svolgere calcoli in generale, ma sono specializzati nello svolgimento di calcoli grafici.

PCB di una GPU
Struttura e componenti di una GPU
Processore grafico (come vedete è uguale a una normalissima CPU)

Ultimamente con il debutto delle nuove GPU di Nvidia e AMD abbiamo visto come il mondo delle GPU è in costante espansione e le performance raggiunte sono sempre migliori.

Oggi con una scheda medio gamma è possibile giocare a qualsiasi gioco in tranquillità e anche a un Refresh Rate piuttosto alto.

Ma se volessimo spremere fino all’ultimo centesimo di FPS le capacità elaboratrici della nostra scheda? Ed è proprio qui che entra in campo l’overclock.

Attraverso l’overclock della GPU è possibile ottenere anche 10/15 fps in più tranquillamente che, anche se sembrano pochi, non fanno mai male. Ovviamente la soglia di overclockabilità dipende dalla qualità del chip (come anche per le RAM e le CPU).

In genere quelle più predisposte a questa pratica sono le custom dei produttori con il suffisso OC nel nome, tuttavia è puramente una questione di marketing in quanto, se avete fortuna, anche una normale founders può essere overclockata tanto, così come anche una GPU certificata per l’OC potrebbe rivelarsi una delusione oltre alle frequenze certificate dal produttore (e spesso si tratta solo di una manciata di MHz in più).

Detto questo direi di non perderci in ulteriori chiacchiere.

I programmi

Ovviamente i programmi sono diversi da quelli per la CPU e le RAM anche se alcuni sono adatti a tutto, e, se vi può confortare, l’overclock delle GPU si esegue via software, niente BIOS.

Esistono tanti programmi per overclockare e monitorare una GPU, tuttavia molti consigliano MSI Afterburner, in quanto ha un’interfaccia molto ordinata ed è semplicissimo da usare.

MSI offre anche un programma per eseguire lo stress della GPU e verificarne la stabilità: MSI Kombustor.

Altri programmi/benchmark per testare stabilità e performance della vostra GPU sono: Heaven, Superposition, Valley, AIDA64, OCCT, FurMark e 3DMark.

Io consiglio Kombustor per lo stress e Heaven per il bench in quanto sono fatti bene e sono gratuiti.

L’ideale per il bench sarebbe 3DMark in quanto permette anche il confronto online, e offre vari test di intensità diversa, persino il nuovo test dell’RTX e DLSS per 2° e 3° gen Nvidia, tuttavia è a pagamento. Se lo trovate in sconto a meno di 5 euro vi consiglio di prenderlo subito perché è davvero fantastico.

Test e benchmark grafici
Test caratteristiche GPU (RTX, versione PCIe, DLSS ecc.)
Funzione stress test (anche se consiglio lo stesso Kombustor)
Risultati test e monitoraggio dei dati durante il test
Funzione di comparazione online dei risultati

Valutate voi se volete comprare 3DMark o affidarvi a uno dei software gratuiti indicati sopra.

Una volta scaricati questi due programmi a vostra scelta, avrete tutto ciò che vi serve per procedere.

Per ulteriori informazioni sui miglior software di benchmark CPU/GPU potete leggere questa guida.

Il procedimento

Per prima cosa avviate un benchmark per avere un valore base a cui fare riferimento una volta terminato il processo di overclock.

Benchamark

Poi avviate lo stress test scelto, io prenderò come riferimento Kombustor perché gratis e facilmente utilizzabile da tutti voi. Scegliete il test ed avviatelo.

Utilizzate il test (GL) msi-01 (burn-in-mode) che è bello pesante

Dopo di che passate su Afterburner e iniziate ad aumentare il clock della GPU, Core clock, a passi da 50MHz e di volta in volta applicate le modifiche (Apply, in basso a destra).

Quando il PC si blocca o visualizzate la schermata blu (più raramente), riavviate il pc, tornate di un passo indietro e procedete con passi più piccoli (15/20MHz), finchè non trovate i settaggi massimi di stabilità per la vostra GPU.

A questo punto passate alle memorie, Memory clock.

Se si tratta di GDDR5/X procedete a passi da 100 e poi 50/30/15 ecc. Se avete delle GDDR6 potete iniziare anche con 150/200 perché sono molto più overclockabili delle GDDR5.

Trovato nuovamente il limite, lasciate andare uno stress test per 2 ore circa e se risulta stabile, avviate un benchmark per vedere di quanto è stato l’incremento delle prestazioni.

Se proprio volete spingerla al limite, potete mettere al massimo il voltaggio e il power limit, e spingere le frequenze ancora più in alto, ovviamente anche le temperature si alzeranno.

Andate nelle impostazioni (settings) e spuntate queste caselle, dopo di che riavviate il programma

La procedura è terminata e a questo punto non vi resta che godervi gli FPS in più! Ovviamente, come anticipato anche nelle altre guide, se avete dubbi o domande potete scrivere qui sotto nel box dei commenti.

Previous Post

Guida all’overclock delle RAM

Next Post

Guida alle interfacce video: HDMI, DP, DVI – le differenze