News Recensioni

Huawei P Smart 2019 – RECENSIONE | un entry-level per tutti

Mar 24, 2019

Huawei P Smart 2019 – RECENSIONE | un entry-level per tutti

Era da tanto che non provavo uno smartphone entry-level e quest’occasione mi ha dato la possibilità di tornare a verificare il livello di maturità raggiunto da questo segmento. Il Huawei P Smart 2019 è probabilmente tra i prodotti più interessanti sotto i 200€ perché, nonostante i suoi difetti, offre molto ad un prezzo d’attacco. Se avete già letto la recensione di Honor 10 Lite, vi renderete facilmente conto che si tratta di due fratelli.

 

Display

Il display IPS LCD da 2340 x 1080 pixel misura 6.21 pollici ed è sicuramente di buon livello in relazione alla fascia di prezzo. I neri sono buoni, così come i bianchi, con gli ovvi limiti (per i primi) posti dalla tecnologia utilizzata dal produttore. Nonostante si parli di un prodotto economico, la resa cromatica è buona ed appagante per l’utente, che potrà anche tarare il display in base alle sue preferenze estetiche. Di base i colori sono abbastanza “sparati”, una scelta che condivido, perché migliora la “bellezza” del display. Mi spiego meglio: l’utente medio non cerca la fedeltà cromatica assoluta, ma vuole un pannello che appaghi la sua vista ed il trend attuale è proprio quello della sovrasaturazione. Huawei quindi, conscia dei limiti qualitativi di uno smartphone da 200€, ha trovato comunque una strada per rendere piacevole il Huawei P Smart 2019.

 

Costruzione

L’estetica penso sia il vero punto di forza del Huawei P Smart 2019, con un design molto accattivante e ben studiato. Il retro è in una plastica molto lucida simil vetro, che dona un effetto molto premium all’intero device. Dalle immagini non rende bene, ma dal vivo è una soluzione di livello assoluto, ottenuta con un materiale non pregiato come la plastica. Non essendo un vetro vero e proprio, questa superficie potrebbe essere però soggetto a graffi e quindi vi consiglio di prestare particolare attenzione alla sua cura. All’interno di questo “specchio” abbiamo il sensore di impronte: molto preciso e rapido. Sul fronte troviamo il bel display 6.21″ che, grazie alla presenza del notch a goccia, riprende lo stile dei top di gamma. Complessivamente la costruzione è molto buona ed lo smartphone appare estremamente solido. Nella parte inferiore abbiamo il jack da 3.5 mm e la porta Micro USB standard. Si proprio quella porta che tanto ci abbiamo messo a dimenticare. Questa scelta è onestamente poco comprensibile da parte del produttore.

Software e Hardware

A livello software la EMUI è una garanzia di aggiornamenti e fluidità, anche se su questo dispositivo, in alcune occasioni, gira meno bene del solito. All’interno dei menù i 3GB di RAM ed il Kirin 710, supportato da una Mali-G51 MP4, garantiscono una velocità eccellente e lo stesso si può dire nel multitasking. Quello che non gira bene sono quelle app che, storicamente, richiedono risorse più elevate su Android: Instagram, Facebook e Snapchat. Le prime due hanno dei freeze casuali ed una stabilità di utilizzo complessiva appena sufficiente, mentre la seconda lagga enormemente impedendo l’uso dei filtri fotografici. E’ un vero peccato, ma in questo caso occorre essere onesti e non scaricare la colpa su Huawei. Storicamente queste applicazioni non sono mai state ben ottimizzate ed il rischio che negli smartphone di fascia bassa non girino bene è estremamente alto. Per il resto, come già detto, la fluidità generale di Huawei P Smart 2019 è molto buona e non mi sento di fare particolari appunti. In questa sezione è utile citare anche la batteria, che rappresenta un punto di forza del device. 3400 mAh sono quasi sovradimensionati per il device e con una carica (non quick charge sfortunatamente, ma comprensibile in questa fascia di prezzo), si riescono a fare tra le 4 e le 5 ore di display attivo.
Un ulteriore punto di forza è sicuramente la ricezione che si colloca sopra la media. Anche rispetto al mio Moto X4, mostruoso sotto questo punto di vista, il Huawei P Smart 2019 fa meglio.

Fotocamera

La fotocamera posteriore da 13Mp può contare sul supporto di una da 2MP per il calcolo della profondità ed i risultati in condizioni ottimali non sono male. Il problema per il Huawei P Smart 2019 sorge appena ci si sposta su terreni più accidentati, come le foto in notturna o quelle in cui l’HDR dovrebbe lavorare molto. In questi casi le immagini non sono sufficienti: sono piatte, rumorose e la gestione delle luci non risulta adeguata. Sulla carta il sensore non è male, quindi confido in alcune correzioni software da parte del produttore con i prossimi update. Con i sample qua sopra potrete valutare voi stessi la qualità, giudicando se sia sufficiente o meno per voi. I video soffrono meno dei problemi detti sopra e sono tutto sommato sufficienti, grazie anche ad una stabilizzazione digitale ben fatta.

Conclusioni

Huawei P Smart 2019 Blue 6.21
Prezzo consigliato: 168€
Risparmi: 22.04€ (13%)
Prezzo: 145.96€

Il Huawei P Smart 2019 si pone come uno smartphone bello ed economico, con un occhio di riguardo all’autonomia. Se ciò non bastasse, la sua ricezione lo rende uno smartphone ideale per chi cerca un dispositivo basico per lavorare: mail, chiamate e browsing. In questi campi non abbiamo particolari eccezioni da fare e ci sentiamo di consigliarvelo.
Se però siete amanti dei social, probabilmente vi conviene virare su altro, investendo magari quei 50€ di più che fanno la differenza sulla fotocamera e l’utilizzo delle app più famose.

 

Design8.5
Display7
Prestazioni5.5
Autonomia8
Fotocamera5.5
Sistema6.5
Reader Rating2 Votes5
PRO
Design
Ricezione
Autonomia
CONTRO
Fotocamera
Utilizzo Social
Micro USB
6.8
Acquista da qui!

Malato di smartphone, tablet e gadget tecnologici. Sempre pronto a testare nuovi prodotti tech.