News

Huawei perde il supporto da Google per Play Store e aggiornamenti

Mag 20, 2019

Huawei perde il supporto da Google per Play Store e aggiornamenti

La notizia è di quelle che fanno rimanere a bocca aperta: dopo il ban ricevuto da parte di Trump per l’acquisto di infrastrutture del gigante delle telecomunicazioni, anche la parte che siamo abituati a conoscere di Huawei, ossia quella dedicata agli smartphone, sta per subire un brutto colpo. Infatti, come riporta Reuters, Google ha immediatamente deciso che interromperà l’accesso agli aggiornamenti del sistema operativo Android e tutti gli smartphone Huawei che usciranno in futuro perderanno l’accesso non solo agli aggiornamenti, ma anche l’accesso al Play Store e a tutte le app più popolari della suite Google.

Huawei e USA: una “guerra” commerciale sta per iniziare

E’ incredibile la notizia perché, almeno stando alle prime ricostruzioni riportate dalla fonte, Huawei continuerà a sfruttare il sistema operativo Android grazie alla sua natura open-source e libera come codici sorgente. Purtroppo, però, Google non offrirà più alcun tipo di supporto tecnico e interromperà ogni iniziativa commerciale con il gigante cinese.

Al momento attuale le fonti interne di Google e di Huawei hanno interrotto ogni tipo di comunicazione e di commento relativamente a questa vicenda, ma sicuramente la faccenda avrà grandi implicazioni per il futuro che potrebbero vedere grossi impatti vista la natura degli accordi commerciali tra Stati Uniti e Cina.

Se ci si dovesse spostare in una ottica nazional-popolare, non è difficile immaginare scenari commerciali apocalittici tra USA e Cina non solo in ambito tecnologico. Ma fermandoci nel mondo smartphone, non è difficile immaginare sconvolgenti novità all’orizzonte, ricordando che molti colossi statunitensi producono o sfruttano componenti prodotti in Cina e, viceversa, i clienti più grandi delle multinazionali cinesi fanno affari ad Ovest.

La notizia va ovviamente confermata, ma la mossa di Trump è destinata ad avere serie ripercussioni. Vi terremo aggiornati sugli sviluppi di questa intricata vicenda.

 

Aggiornamento con risposta ufficiale di Huawei

Huawei ha rilasciato una risposta ufficiale che, per comodità, vi abbiamo tradotto:

Huawei ha da sempre fornito un contributo sostanziale alla crescita, ed allo sviluppo, di Android in tutto il mondo e, nella sua veste di loro principale partner globale abbiamo lavorato, fianco a fianco, nella loro piattaforma “open source” per sviluppare un ecosistema che ha portato benefici sia agli utenti che alle aziende.

Noi continueremo a fornire aggiornamenti per i nostri sistemi di sicurezza, dopo la vendita, a tutti i prodotti Huawei ed Honor, che siano smartphone o tablet, sia con riferimento a quelli già venduti, sia con riferimento a quelli allo stato attuale stoccati in ogni parte del mondo. Ed ancora continueremo nella nostra opera di costruzione di un ecosistema di software che sia sicuro e sostenibile con lo scopo di fornire la migliore esperienza possibile per gli utenti di ogni dove.

 

Se volete continuare a parlarne scriveteci anche su Instagram @tecnologici e @simplyzod

Amante multitasking di tecnologia portatile e basket, si fa rapire da discussioni sulla telefonia mobile e se potesse cambierebbe terminale una volta al mese. Dà tutto se stesso per le sue grandi passioni.