I migliori accessori per smartphone Xiaomi [GUIDA]

Gli smartphone Xiaomi sono, nel corso degli anni, divenuti sempre meno di nicchia e sempre più diffusi. Ciò si spiega grazie ad un rapporto qualità/prezzo da far invidia alla concorrenza e al marketing aggressivo del brand, ma è anche dovuto all’enorme disponibilità di accessori del brand sul mercato.

Una volta acquistato dunque uno smartphone Xiaomi, è lecito chiedersi quali siano i migliori accessori per il proprio device, fra la moltitudine presente online. In questo articolo risponderemo a tale domanda, indicandovi le nostre preferenze a riguardo!

Xiaomi Mi Watch

Il primo fedele compagno di ogni smartphone Xiaomi non può che essere il nuovissimo smartwatch del brand: Xiaomi Mi Watch.

Questo device presenta un display circolare da 1.39 pollici, AMOLED, luminosissimo e perfetto per la visione sotto al sole. La costruzione è compatta e solida, con la cassa in policarbonato rifinito ed il cinturino in silicone morbido e flessibile. Può essere immerso fino a 5 ATM. Presenti a bordo contapassi e GPS mentre gli altri sensori presenti a bordo permettono di monitorare l’altitudine, la pressione atmosferica, l’ossigenazione del sangue, il battito cardiaco in maniera continuata, il sonno e anche il livello di energia e di stress.

Il sistema operativo è proprietario Xiaomi, dotato di un buon numero di app e schermate per semplificare le attività dell’utente.

Le notifiche sono limitate: è possibile visualizzarle e cancellarne, ma non rispondere, mentre per quanto concerne le chiamate queste possono essere esclusivamente rifiutate. La connessione allo smartphone avviene ovviamente con il Bluetooth e qui vi sono i reali benefici di optare per lui come compagno del vostro terminale Xiaomi: se infatti possedete uno smartphone di tale marchio, la connessione risulta immediata, più stabile e la sincronizzazione dei dati maggiormente frequente.

Da febbraio 2022 è poi arrivata a bordo Amazon Alexa, per poter impartire tutti quei comandi vocali che normalmente verrebbero impartiti all’assistente tramite dispositivo Echo o smartphone.

Infine l‘autonomia si spinge tranquillamente fino a toccare i 14 giorni, dunque assolutamente granitica ed idonea anche a lunghi viaggi.

Redmi Buds 3 Pro

Se pur rebrandate, le Redmi Buds 3 non sono altro che le eredi delle Airdots 2 (cliccando QUI ne potete leggere la recensione) ma con dei netti miglioramenti su tutti i fronti.

Nel caso delle Redmi Buds 3 Pro, queste si dimostrano essere i migliori auricolari tws da affiancare al proprio smartphone Xiaomi, e vediamo subito il perchè.

In primis vi è una costruzione solida e rifinita, con certificazione IPX4 contro schizzi e polvere, i comandi touch perfettamente funzionanti ed un buon comfort d’uso. Altro aspetto degno di nota è decisamente il sound: i driver da 9mm riproducono un audio corposo, ricco e bilanciato. Senza dubbio piacevole. La vera esclusività per gli utenti Xiaomi risiede però nell’app: questa è infatti disponibile solo per i device del brand. Essa permette un controllo completo e la configurazione a piacimento dei comandi touch.

L’ANC offerto è anch’esso convincente: generalmente efficace, regolabile su vari livelli di intensità via app ed è presente anche una modalità trasparenza per ascoltare eventuali suoni ambientali.

Il Bluetooth 5.2 permette una connessione stabile e rapida, mentre con il multipoint si può switchare velocemente fra più dispositivi associati agli auricolari. La qualità dei microfoni è nella norma, senza eccellere ma senza neanche rappresentare una criticità.

Infine l‘autonomia è solida, circa 28 ore di uso, e la ricarica avviene sia con USB-C ma anche via wireless grazie ad un comune stand IQ.

Redmi Buds 3 Lite

Per quanto dotate di svariate features esclusive e di caratteristiche generali in grado di far invidia alla concorrenza più blasonata, le Redmi Buds 3 Pro sono un prodotto non alla portata di tutti, specialmente se non si utilizzano assiduamente gli auricolari.

In tal caso, Xiaomi, con il suo satellite Redmi, ha la soluzione: Redmi Buds 3 Lite. Questo paio di auricolari sono esattamente pensati per tutte le tasche e cercano di rispondere un pò a tutte le possibili esigenze, tenendo sempre conto del budget.

La costruzione è fin da subito una criticità, ma non bisogna farsi ingannare: è uno dei pochi elementi che è stato sacrificato. Il comfort infatti è straordinario, con un’ottima tenuta anche durante l’attività sportiva. Altrettanto bene bisogna parlare del chip Bluetooth 5.2, sempre affidabile e mai in difficoltà.

La qualità audio è decisamente degna di nota, con frequenze straordinariamente equilibrate e precise per la fascia di prezzo, ma anche con bassi marcati e decisi. I microfoni sono altrettanto elementi cardine del prodotto, catturando l’audio in maniera chiara anche in situazioni avverse.

L’autonomia non è il punto di forza di questi auricolari, in quanto si limita a 18 ore di ascolto, tuttavia queste sono comunque sufficienti e la presenza dell’USB-C in una soluzione low-cost è sempre apprezzata.

Si tratta in tutto e per tutto delle sorelle cheap, nel prezzo, delle Buds 3 Pro, ma che nell’animo conservano lo stesso spirito di concretezza e buon rapporto qualità/prezzo. Cliccando QUI, potrete visualizzare la nostra recensione completa.

Mi 20W Wireless Charging Stand

Un meraviglioso gadget per un utente Xiaomi, possessore di uno dei tanti smartphone con ricarica wireless del brand, è senza dubbio il Mi 20W Wireless Charging Stand. Si tratta di una basetta, per l’appunto uno stand, per ricaricare senza fili il proprio terminale.

Basterà poggiare il device sull’area indicata ed esso inizierà comodamente il proprio ciclo di ricarica senza dover ricorrere a fastidiosi cavi in giro per la stanza, magari da ricordarsi di rimettere nel proprio zaino o valigia per non rischiare di andare in ufficio senza di essi.

La ricarica avviene appunto con potenza di 20W, una buona cifra per questa tecnologia, ma richiede che lo stand sia collegato ad un caricatore da muro con potenza di almeno 27W per sfruttare appieno la velocità massima. Un prodotto perfetto per lo scopo, da noi raccomandato per prestazioni ed affidabilità, è l’Anker PowerPort 3 DUO (la cui recensione la trovate QUI).

Il Mi Wireless Charging Stand non è però un semplice gadget tecnologico, bensì si dimostra a tutti gli effetti un oggetto di design: costruito in rifinita plastica opaca, con estetica estremamente minimalista, può essere collocato in qualunque ambiente della casa senza che impatti negativamente sull’armonia della stanza o sia eccessivamente in vista.

Lascia un commento
Previous Post

Recensione Razer Basilisk V3: un ottimo mouse per il gaming da 26k DPI

Next Post

Soundcore lancia la gamma Space: tanta innovazione nel mercato audio