I migliori monitor da gaming 1440p 144Hz

Oggi siamo qui per parlare esclusivamente di monitor un po’ più costosi dedicati ai gamer più esigenti che desiderano una risoluzione più alta del solito Full HD ma senza rinunciare ai 144Hz di refresh-rate. La guida è dedicata ai migliori monitor 1440p a 144Hz. Se invece volete spendere qualcosa in meno, vi consiglio la lettura delle guide sui monitor da gaming in base alle varie fasce di prezzo: meno di 200 euro e tra 200 e 400 euro,

In questa guida vedremo quali sono i migliori monitor 1440p 144Hz disponibili oggi, sia nel formato 21:9 sia in quello 16:9. Partiamo subito! (Se volete capirne di più riguardo i vari aspect-ratio e le differenze tra loro potete dare un’occhiata qui).

Aspect-ratio 16:9

Sicuramente i monitor da gaming 16:9 sono quelli più diffusi e utilizzati sia perché i 21:9 sono più recenti e sono ancora poco diffusi e prodotti anche dalle aziende stesse, sia perché non tutti i giochi supportano nativamente i 21:9 e averne uno potrebbe sembrare superfluo, dunque inizieremo da questi.

LG UltraGear 27GN800-B

Si tratta di un monitor 27″ con tecnologia IPS da 1ms con aspect ratio 16:9, risoluzione 2560×1440 e frequenza di aggiornamento di 144Hz. (Se volete sapere di più sulle differenze sostanziali tra le varie tecnologie LCD disponibili abbiamo scritto una guida dove potete togliervi ogni dubbio).

Già da queste caratteristiche essenziali capite bene che si tratta di un ottimo monitor da gioco. E’ compatibile con G-sync e con AMD FreeSync Premium.

Per quanto riguarda le caratteristiche meno di spicco, ma a parer mio non meno importanti se si vuole godere di un’esperienza di gioco al top abbiamo certificazione HDR 10, profondità di colori fino a 10 bit (8 bit + FRC), sRGB 99%, luminosità fino a 350 cd/m2 e contrasto reale di circa 840:1 (1000:1 è quello dichiarato).

Per essere un monitor da gaming le caratteristiche tecniche sono di tutto rispetto. La calibrazione è sbloccata pertanto se sapete come fare potrete migliorare ulteriormente la resa di questo pannello, visto che quella di fabbrica è buona ma si può fare di meglio. E’ possibile solo modificare l’inclinazione del monitor (quindi magari non è adatto per tutte le postazioni) e la basetta è la classica V.

Per quanto riguarda le porte troviamo dietro al monitor 2 HDMI 2.0, 1 DisplayPort 1.4, USB 3.0 e un jack per le cuffie.

Questo monitor ha uno stand con dimensioni 47,3 cm di lunghezza e 23,5 cm di profondità e pesa circa 6,1 Kg. E’ compatibile con i bracci VESA 100 x 100.

Costa circa 360 euro quindi sicuramente non parliamo di una cifra discretissima ma nemmeno di un prezzo esorbitante. Vi assicuro che per giocare è davvero ottimo dunque dipende esclusivamente da quanto vi importa la qualità video e la fedeltà cromatica.

LG UltraGear 27GN850-B

Si tratta della versione “più moderna” del precedente monitor, 27GN800-B. E’ sempre un monitor 27″ ma con tecnologia Nano IPS, da 1ms e con aspect ratio 16:9, risoluzione 2560×1440 e frequenza di aggiornamento di 144Hz. Le differenze con l’800-B sono principalmente due: la più importante è la tecnologia del pannello che non è un classico IPS ma utilizza la nuova tecnologia Nano IPS. La seconda (molto importante a parer mio per adattarsi a qualsiasi postazione) è la possibilità di inclinare il monitor, modificare l’altezza e addirittura ruotarlo di ±90°.

E’ dotato anche questo di HDR 10, profondità dei colori a 10 bit, sRGB 98%, luminosità 350 cd/m2, e contrasto 850:1. La calibrazione è sbloccata pertanto se sapete come fare potrete migliorare ulteriormente la resa di questo pannello (vale il discorso del fratello).

Le porte di output sono le stesse dell’800-B tranne che per l’USB (che questo monitor non ha).

Lo stand misura 42,5 cm in lunghezza e 29,4 cm in profondità e pesa 6,3 Kg. E’ compatibile con i bracci VESA 100 x 100.

Costa circa 430 euro, dunque circa 70 euro in più del fratello minore. Sinceramente non mi sento di consigliarlo più di tanto perché per 70 euro la differenza è davvero minima e probabilmente non ne vale realmente la pena. Se per voi la possibilità di sistemare altezza e rotazione sono delle prerogative immancabili allora potreste prenderlo in considerazione, diversamente escludetelo dalla lista.

Acer Nitro VG270UP

Parliamo nuovamente di un classico monitor 27″ IPS da 4ms con risoluzione 2560 x 1440 e frequenza di aggiornamento di 144Hz. E’ dotato di tecnologia AMD FreeSync.

Per quanto riguarda le altre caratteristiche troviamo su questo pannello una certificazione HDR 400, una profondità dei colori fino a 10 bit (8 bit + FRC), sRGB 99,9%, luminosità fino a 350 cd/m2 e contrasto reale di circa 1200:1 (1000:1 è quello dichiarato).

E’ dotato di 2 porte HDMI 2.0, una DisplayPort 1.4 e un’uscita audio.

E’ possibile solo modificare l’inclinazione del monitor. Le dimensioni dello stand sono 33,5 cm di lunghezza e 23,9 cm di profondità e pesa circa 5,3 Kg. E’ compatibile con i bracci VESA 100 x 100.

E’ dotato di due speaker da 2W integrati e tutto sommato, anche se soffre un po’ di scarsa uniformità dei neri, è un ottimo monitor per il gaming soprattutto in virtù del prezzo, che si aggira intorno ai 390 euro.

MSI Optix MAG271CQR

L’MSI Optix MAGG271CQR è un monitor 27″ VA da 4ms con aspect ratio 16:9, risoluzione 2560×1440 e frequenza di aggiornamento di 144Hz. E’ compatibile con AMD FreeSync.

Troviamo poi un pannello con curvatura 1800R, profondità di colori fino a 8 bit, sRGB 115%, luminosità fino a 350 cd/m2 e contrasto reale di circa 3400:1 (3000:1 è quello dichiarato).

La calibrazione fortunatamente è sbloccata; infatti come tutti i pannelli MSI, anche questo è calibrato da cani. Trovate online dei profili per aggiustarlo. Dopo la calibrazione ci si accorge subito che ci si trova d’avanti a un pannello molto molto accurato e preciso e con ottimo contrasto (chiaramente usandolo solo per giocare non vi importa più di tanto, ma già che non è complicato farlo, tanto vale). E’ possibile modificare l’inclinazione del monitor e l’altezza.

Per quanto riguarda le porte troviamo dietro al monitor 2 HDMI 2.0, 1 DisplayPort 1.2, 2 USB 2.0, un’USB 2.0 Type-B e un jack per le cuffie. Questo monitor ha uno stand di dimensioni 46,7 cm di lunghezza e 28,4 cm di profondità e pesa circa 8 Kg. E’ compatibile con i bracci VESA 100 x 100.

Costa circa 360 euro. Per giocare sicuramente non è male anche se è molto difficile trovarlo.

BenQ EX2780Q

Si tratta di un monitor 27″ IPS da 5ms con aspect ratio 16:9, risoluzione 2560×1440 e frequenza di aggiornamento di 144Hz. E’ compatibile con AMD FreeSync.

Troviamo poi un pannello ottimo con curvatura 1800R, certificazione HDR 400, profondità di colori fino a 10 bit (8 bit + FRC), sRGB 99,9%, luminosità fino a 350 cd/m2 e contrasto reale di circa 1150:1. La calibrazione è sbloccata, è accettabilissima di fabbrica in particolare per giocare ma è possibile rendere la situazione ancora migliore con un po’ di calibrazione manuale.

E’ possibile solo modificare l’inclinazione del monitor (quindi magari non è adatto per tutte le postazioni).

Per quanto riguarda le porte troviamo dietro al monitor 2 HDMI 2.0, 1 DisplayPort 1.4, un’USB Type-C e un jack per le cuffie. E’ dotato anche di due speaker da 2W e da un sub-woofer da 5W. Questo monitor ha uno stand di dimensioni 24,9 cm di lunghezza e 16,1 cm di profondità e pesa circa 6,0 Kg. E’ compatibile con i bracci VESA 100 x 100.

Costa circa 400 euro ed è sicuramente un ottimo monitor per giocare.

BenQ EX3203R

Si tratta di un monitor 31,5″ VA da 4ms con aspect ratio 16:9, risoluzione 2560×1440 e frequenza di aggiornamento di 144Hz. E’ compatibile con AMD FreeSync Premium Pro.

Il pannello ha una curvatura 1800R, certificazione HDR 400, profondità di colori fino a 8 bit, sRGB 98%, luminosità fino a 300 cd/m2 e contrasto reale di circa 3000:1. E’ possibile modificare l’inclinazione del monitor e l’altezza.

Per quanto riguarda le porte troviamo dietro al monitor 2 HDMI 2.0, 1 DisplayPort 1.4, due USB 3.0, un’USB Type-C e un jack per le cuffie. Questo monitor pesa circa 8,1 Kg. E’ compatibile con i bracci VESA 100 x 100.

Costa circa 500 euro quindi sicuramente parliamo di un prezzo più importante rispetto ai monitor menzionati precedentemente. Ovviamente un monitor da 32″ con queste caratteristiche è sicuramente ottimo per giocare ma a questo prezzo forse è un pochino troppo costoso per la maggior parte dei giocatori (ma va preso in considerazione).

ASUS TUF VG32VQ

Si tratta di un monitor 31,5″ VA da 4ms con aspect ratio 16:9, risoluzione 2560×1440 e frequenza di aggiornamento di 144Hz. E’ compatibile con AMD FreeSync.

Il pannello ha curvatura 1800R, certificazione HDR 10, profondità di colori fino a 10 bit (8 bit + FRC), sRGB 93%, luminosità fino a 400 cd/m2 e contrasto reale di circa 2900:1 (3000:1 è quello dichiarato). La calibrazione di fabbrica è pessima ma è sbloccata quella manuale. Tramite calibrazione manuale è possibile ottenere risultati ottimi.

E’ possibile modificare l’inclinazione del monitor, l’altezza e la rotazione di ±90°.

Per quanto riguarda le porte troviamo dietro al monitor 2 HDMI 2.0, 1 DisplayPort 1.2, e un jack per le cuffie. Il monitor è dotato anche di due speaker da 3W.

Lo stand di questo monitor ha dimensioni 29,2 cm di lunghezza e 23,4 cm di profondità e pesa circa 9,2 Kg. E’ compatibile con i bracci VESA 100 x 100.

Costa circa 450 euro che sono oggettivamente troppi per un monitor che ha così poche novità ma che comunque va considerato al posto del BenQ EX3203R se non necessitate di porte USB sul monitor e 50 euro vi fanno comodo.

ASUS ROG Strix XG27AQ

Si tratta di un monitor 27″ IPS da 4ms con aspect ratio 16:9, risoluzione 2560×1440 e frequenza di aggiornamento di 144Hz (overclockabile fino a 170Hz certificati). E’ compatibile con AMD FreeSync.

Il pannello ha certificazione HDR 400, profondità di colori fino a 10 bit (8 bit + FRC), sRGB 99,9%, luminosità fino a 300 cd/m2 e contrasto reale di circa 1100:1 (1000:1 è quello dichiarato). La calibrazione è sbloccata anche se quella di fabbrica è già di tutto rispetto pertanto potrete anche non scomodarvi con la manuale.

E’ possibile modificare l’inclinazione del monitor, l’altezza e la rotazione di ±90°.

Per quanto riguarda le porte troviamo dietro al monitor 2 HDMI 2.0, 1 DisplayPort 1.2, 2 USB 3.0, un’USB 2.0, un’USB 3.0 Type-B e un jack per le cuffie. E’ dotato inoltre di due speaker da 2W.

Questo monitor ha uno stand di dimensioni 62,1 cm di lunghezza e 26,3 cm di profondità e pesa circa 8,9 Kg. E’ compatibile con i bracci VESA 100 x 100.

Costa circa 650 euro, come tutti i prodotti ROG, si paga assai. E’ sicuramente un ottimo monitor da gaming, se necessitate di un monitor simile prendetelo senza pensarci ma se non avete bisogno di raggiungere i 170Hz, sopra trovate alternative con le stesse caratteristiche ma che costano molto meno.

AOC Q27G2U

Si tratta di un monitor 27″ VA da 4ms con aspect ratio 16:9, risoluzione 2560×1440 e frequenza di aggiornamento di 144Hz. E’ compatibile con AMD FreeSync Premium.

Il pannello ha una profondità di colori fino a 8 bit, sRGB 121%, luminosità fino a 250 cd/m2 e contrasto reale di circa 3800:1 (3000:1 è quello dichiarato). La calibrazione è sbloccata anche se quella di fabbrica è già buona.

E’ possibile modificare l’inclinazione del monitor, l’altezza e la rotazione di ±90°.

Per quanto riguarda le porte troviamo dietro al monitor 2 HDMI 2.0, 1 DisplayPort 1.2, una VGA, 4 USB 3.0 e un jack per le cuffie.

Questo monitor ha uno stand di dimensioni 43,7 cm di lunghezza e 23,0 cm di profondità e pesa circa 5,4 Kg. E’ compatibile con i bracci VESA 100 x 100.

Costa circa 360 euro, dunque per le caratteristiche che ha non è male per niente.

AOC CQ32G1

Si tratta di un monitor 31,5″ VA da 4ms con aspect ratio 16:9, risoluzione 2560×1440 e frequenza di aggiornamento di 144Hz. E’ compatibile con AMD FreeSync Premium.

Su questo monitor troviamo un pannello con curvatura 1800R, profondità di colori fino a 8 bit, sRGB 125% (119% dichiarato), luminosità fino a 300 cd/m2 e contrasto reale di circa 3050:1 (3000:1 è quello dichiarato). La calibrazione è sbloccata ma è già ben impostata secondo le condizioni di fabbrica.

E’ possibile solo modificare l’inclinazione del monitor (quindi magari non è adatto per tutte le postazioni).

Per quanto riguarda le porte troviamo dietro al monitor un’HDMI 2.0, un’HDMI 1.4, 1 DisplayPort 1.2 e un jack per le cuffie. Questo monitor ha uno stand di dimensioni 43,2 cm di lunghezza e 24,5 cm di profondità e pesa circa 5,8 Kg. E’ compatibile con i bracci VESA 100 x 100.

Costa circa 360 euro, diciamo che al di là di qualche piccola differenza si tratta del fratello da 32″ del Q27G2U, dunque valgono le stesse considerazioni. Dal punto di vista della grandezza diciamo che tra i 32″ elencati in questa guida è quello meno costoso ed essendo comunque un ottimo monitor da gaming mi sento di consigliarlo.

SAMSUNG G5 Odyssey LC27G53TQWUXEN

Si tratta di un monitor 27″ VA da 4ms con aspect ratio 16:9, risoluzione 2560×1440 e frequenza di aggiornamento di 144Hz. E’ compatibile con AMD FreeSync Premium.

Su questo monitor troviamo un pannello con curvatura 1000R, HDR10, profondità di colori fino a 10 bit (8bit + FRC), sRGB 97%, luminosità fino a 300 cd/m2 e contrasto reale di circa 2700:1 (3000:1 è quello dichiarato).

La calibrazione è sbloccata. E’ possibile solo modificare l’inclinazione del monitor (quindi magari non è adatto per tutte le postazioni).

Per quanto riguarda le porte troviamo dietro al monitor un’HDMI 2.0, 1 DisplayPort 1.4 e un’USB 3.0.

Questo monitor ha uno stand di dimensioni 55,0 cm di lunghezza e 27,5 cm di profondità e pesa circa 4,5 Kg. E’ compatibile con i bracci VESA 100 x 100. Costa circa 300 euro, dunque in questa fascia di prezzo è uno dei migliori disponibili.

SAMSUNG G5 Odyssey C32G53T

Si tratta di un monitor 31,5″ VA da 4ms con aspect ratio 16:9, risoluzione 2560×1440 e frequenza di aggiornamento di 144Hz. E’ compatibile con AMD FreeSync Premium.

Su questo monitor troviamo un pannello con curvatura 1000R, HDR10, profondità di colori fino a 10 bit (8bit + FRC), sRGB 97%, luminosità fino a 300 cd/m2 e contrasto reale di circa 2700:1 (3000:1 è quello dichiarato). La calibrazione è sbloccata.

E’ possibile solo modificare l’inclinazione del monitor (quindi magari non è adatto per tutte le postazioni).

Per quanto riguarda le porte troviamo dietro al monitor un’HDMI 2.0, 1 DisplayPort 1.4 e un’USB 3.0.

Questo monitor ha uno stand di dimensioni 55,0 cm di lunghezza e 27,5 cm di profondità e pesa circa 4,5 Kg. E’ compatibile con i bracci VESA 100 x 100.

Costa circa 330 euro, dunque in questa fascia di prezzo è uno dei migliori 32″ disponibili.

Aspect-ratio 21:9

Anche se meno diffusi nel mondo del gaming, di questi tempi stanno cominciando a diffondersi anche questi monitor. Sicuramente sono molto più diffusi in ambito lavorativo perché migliorano notevolmente l’esperienza di utilizzo di un PC specialmente per la divisione schermo con più programmi, tuttavia anche nel gaming hanno cominciato a prendere piede pertanto mi sembra giusto andare ad elencarne qualcuno tra i migliori disponibili attualmente sul mercato per chi ne fosse interessato.

Xiaomi Mi Curved Gaming Monitor 34″

Si tratta di un monitor 34″ VA da 4ms con aspect ratio 21:9, risoluzione 3440×1440 e frequenza di aggiornamento di 144Hz. E’ compatibile con AMD FreeSync Premium.

Su questo monitor troviamo un pannello con curvatura 1500R, profondità di colori fino a 8 bit, sRGB 121%, luminosità fino a 300 cd/m2 e contrasto di 3000:1. E’ possibile modificare l’inclinazione del monitor, l’altezza e la rotazione di ±40°.

Per quanto riguarda le porte troviamo dietro al monitor 2 HDMI 2.0, 1 DisplayPort 1.4 e un jack per le cuffie. E’ compatibile con i bracci VESA 100 x 100.

Costa circa 500 euro, prezzo importante, ma per essere un 21:9 non così esagerato per le specifiche che ha. Sicuramente tra i 21:9 è uno dei migliori pannelli in assoluto, dunque se puntate alla qualità (per magari anche lavorare) potete andare su questo.

MSI Optix MPG341CQR

Si tratta di un monitor 34″ VA da 1ms con aspect ratio 21:9, risoluzione 3440×1440 e frequenza di aggiornamento di 144Hz. E’ compatibile con AMD FreeSync Premium.

Su questo monitor troviamo un pannello con curvatura 1800R, HDR 400, profondità di colori fino a 8 bit, sRGB 105%, luminosità fino a 350 cd/m2 e contrasto reale di circa 3200:1 (3000:1 è quello dichiarato).

La calibrazione è sbloccata e sarebbe bene sfruttare l’occasione per sistemare un po’ il pannello che di fabbrica è calibrato un po’ male.

E’ possibile solo modificare l’inclinazione del monitor, l’altezza e la rotazione di ±30°.

Per quanto riguarda le porte troviamo dietro al monitor 2 HDMI 2.0, 1 DisplayPort 1.4, un’USB 3.2 Type-C, 3 USB 3.2 Type-A, un’USB 3.2 Type-B e tre jack per le cuffie/microfono. E’ compatibile con i bracci VESA 100 x 100.

Costa circa 850 euro, perciò per la maggior parte delle persone è fuori discussione, tuttavia si tratta comunque di un buon monitor e con un ottimo comparto connettività. Per giocare soltanto c’è di meglio e a meno.

AOC CU34G2X/BK

Si tratta di un monitor 34″ VA da 4ms con aspect ratio 21:9, risoluzione 3440×1440 e frequenza di aggiornamento di 144Hz. E’ compatibile con AMD FreeSync.

Su questo monitor troviamo un pannello con curvatura 1500R, profondità di colori fino a 10 bit (8 bit + FRC), sRGB 119%, luminosità fino a 300 cd/m2 e contrasto di circa 3000:1. La calibrazione è sbloccata.

E’ possibile modificare l’inclinazione del monitor, l’altezza e la rotazione di ±30°.

Per quanto riguarda le porte troviamo dietro al monitor 2 HDMI 2.0, 2 DisplayPort 1.4, 4 USB 3.0 Type-A e un jack per le cuffie. E’ compatibile con i bracci VESA 100 x 100.

Costa circa 500 euro, quindi alla pari con lo Xiaomi. Di fatto sono molto simili, se preferite un pannello leggermente più preciso potete prendere lo Xiaomi (rinunciando alle USB) altrimenti potete prendere questo.

LG 38WN95C-W

Si tratta di un monitor 38″ NanoIPS da 1ms con aspect ratio 21:9, risoluzione 3840×1440 e frequenza di aggiornamento di 144Hz. E’ compatibile con AMD FreeSync Premium Pro.

Su questo monitor troviamo un pannello con curvatura 2300R, HDR600, profondità di colori fino a 10 bit (8 bit + FRC), sRGB 135%, luminosità fino a 450 cd/m2 e contrasto reale di circa 900:1 (1000:1 è quello dichiarato) con local dimming.

La calibrazione è sbloccata ma è già buona di fabbrica. Ha uno stand di dimensioni 55,2cm di lunghezza, 28,2cm di profondità e pesa circa 8,4Kg. E’ possibile modificare l’inclinazione del monitor, l’altezza e la rotazione di ±20°. Possiede due speaker da 5W e sensore di luce ambientale.

Per quanto riguarda le porte troviamo dietro al monitor 2 HDMI 2.0, 1 DisplayPort 1.4, 2 USB 3.0 Type-A, un’USB 3.2 Type-C Thunderbolt 3 e un jack per le cuffie. Questo monitor ha uno stand di dimensioni 43,2 cm di lunghezza e 24,5 cm di profondità e pesa circa 5,8 Kg. E’ compatibile con i bracci VESA 100 x 100.

Dalle specifiche capite bene che non è un monitor incentrato per il gaming, è il top anche per lavorare. Scheda tecnica da top di gamma e anche il prezzo non è da meno. Non lo scrivo per rispetto verso i poveri (comunque non è da tenere in considerazione per il 99% delle persone). Se lo usate per lavoro e a tempo perso volete giocare a 144Hz è il migliore in assoluto, diversamente guardate altrove, anche in virtù del fatto che è difficilissimo trovarlo.

Conclusioni

Il miglior monitor low-cost

Il miglior monitor della categoria 16:9 sono i SAMSUNG G5 Odyssey di cui abbiamo fatto la recensione scritta e video (valutate voi se il 34″ o il 27″ in base alle vostre esigenze).

Il miglior monitor della categoria 21:9 è lo Xiaomi Mi Curved Monitor o l’AOC CU34G2X/BK (in base alle considerazione fatte nelle conclusioni).

Il miglior monitor per rapporto qualità/prezzo

Il miglior monitor in assoluto per rapporto qualità/prezzo esclusivamente per il gaming è l’LG 27GN800-B che possiede tutte le tecnologie top e la qualità adatta per giocare e spendere poco, se vi interessa la tecnologia NanoIPS o l’aggiustabilità di rotazione ecc. vagliate il modello 850-B.

Il miglior monitor da gaming in assoluto

Il miglior monitor da gaming in assoluto per la categoria 16:9 è l’ASUS ROG Strix XG27AQ ma costicchia, l’alternativa migliore senza troppi compromessi è l’LG 27GN800-B/850-B per la categoria IPS e il SAMSUNG Odyssey per la categoria VA.

Il miglior monitor da gaming in assoluto per la categoria 21:9 è l’MSI Optix MPG341CQR (se preferite i 21:9 scegliete lui che non sbagliate).

Lascia un commento
Previous Post

LG CORDZERO A9 KOMPRESSOR: l’aspirapolvere di nuova generazione

Next Post

Reolink Argus 2E + pannello solare: la migliore IP Cam Wireless economica