I migliori monitor da gaming sotto i 200 euro

Nei precedenti articoli abbiamo trattato di diverse configurazioni da gaming. Chiaramente però, affinchè si sfrutti al meglio un buon PC, è necessario affiancare quest’ultimo ad un monitor di qualità. E’ inutile assemblare una build super performante se poi il monitor offre scarse prestazioni in termini di qualità visive o frame rate. Sia chiaro, con un budget così limitato è raro trovare monitor di buona fattura, tuttavia è comunque possibile acquistare prodotti validi per ciò che costano.

Per questo motivo, in quest’articolo abbiamo realizzato una guida all’acquisto ai migliori monitor da gaming economici, consigliandovi i prodotti che riteniamo più validi e cercando di chiarire eventuali dubbi a riguardo. Abbiamo deciso di strutturare l’articolo proponendo sia monitor flat che curvi, in modo tale da proporre sia soluzioni per chi è interessato a quest’ultima tipologia sia a chi invece è alla ricerca di un classico monitor piatto.

Acer KG251QF

Il migliore per FPS e giochi frenetici

L’Acer KG251QF è un monitor da gaming da 24,5″ con risoluzione 1080p, frequenza di aggiornamento di 144Hz ed tempo di risposta di 1ms. Si tratta della migliore soluzione flat, sotto i 200 euro, se siete interessati ad un monitor economico per sparatutto e giochi frenetici.

La risoluzione FHD non è particolarmente elevata, ma la diagonale da 24.5 ” vi consentirà comunque di avere un dettaglio sufficiente. Questo monitor adotta un pannello TN, quindi ha angoli di visione limitati e non eccelle in fedeltà cromatica, ma è luminosissimo (circa 400 nits di picco) ed i contrasti sono tutto sommato buoni (circa 950:1) dato il prezzo del prodotto. La profondità del colore, purtroppo, è limitata a soli 8bit FRC (6-bit + FRC), ma con questo budget o si predilige il frame rate o la qualità visiva. L’estetica del prodotto è molto aggressiva, le cornici sono ridotte all’osso ed è costruito in plastica.

La dotazione di porte è quella che ci si aspetterebbe da un prodotto in questa fascia di prezzo, con una HDMI 1.4, Dual-Link DVI e DisplayPort 1.2.

Il punto forte, per gli FPS gamers, è la frequenza di aggiornamento di 144hz, che rendono l’esperienza fluida e frenetica. Grazie al tempo di risposta di 1ms inoltre non si incorre quasi mai in fastidiosi fenomeni quali ghosting e motion blur. Infine il monitor è compatibile con AMD Freesync.

BenQ EW277HDR

Il migliore per contenuti multimediali

Il BenQ EW277HDR è un monitor per uso multimediale,da 27 pollici con risoluzione 1080p, ottimo per contenuti video e giochi che puntano sul comparto grafico.

La risoluzione 1080p, come detto prima, non è particolarmente elevata e se su un 24 ” ciò veniva “ammortizzato” dalla diagonale ristretta, su un 27 ” la densità di pixel è abbastanza bassa. Questo non vuol dire che il monitor non offra una buona esperienza visiva, nè che sia inutilizzabile, ma semplicemente ne sconsigliamo l’acquisto come prima scelta qualora venisse impiegato per un uso prevalentemente d’ufficio.

Questo BenQ monta un pannello VA con profondità di 8-bit, buona fedeltà cromatica (ed il 93% di copertura dello spazio colore DCI-P3) e luminosità di circa 300 nits. Il rapporto di contrasto è di 3000:1 ed infine questo monitor supporta l’HDR con l’ausilio della tecnologia Brightness Enhancement, quest’ultima permette infatti di aumentare la luminosità fino a toccare i 400 nits nei contenuti HDR. L’unione di questa serie di caratteristiche, nell’esperienza reale, si concretizza in un’esperienza visiva ottima per la fascia di prezzo. I colori sono saturi al punto giusto, i neri sono molto profondi e c’è una buona gestione di luci ed ombre.

La frequenza di aggiornamento è di 60Hz, non si tratta quindi di un monitor per sparatutto e giochi dinamici, tuttavia il tempo di risposta è di “soli” 4ms. In linea generale non si presentano fenomeni quali ghosting e trailing, anche se ogni tanto si nota qualche “sbavatura” nei movimenti bruschi.

Il design è semplice e minimale, costruito in plastica. La dotazione di porte offre due ingressi HDMI 2.0, un VGA, un jack per cuffie e un ingresso audio per i due altoparlanti integrati da 2 W. Rispetto alla configurazione tradizionale che si trova in questa fascia di prezzo, quindi, si guadagna una porta HDMI (ed inoltre è 2.0) ma si perde la display port.

Samsung C24RG50

Un buon monitor curvo per uso misto

Il Samsung C24RG50 è un monitor da gaming curvo, da 24 pollici con risoluzione 1080p, frequenza d’aggiornamento di 144Hz e valido sia per gaming frenetico che per uso multimediale e d’ufficio.

La risoluzione 1080p non è elevata, tuttavia la diagonale di soli 24 pollici consente comunque di avere una densità di pixel sufficiente. Questo monitor adotta un discreto pannello VA, che offre un ottimo rapporto di contrasto (3000:1), buona fedeltà cromatica e profondità del colore di 8-bit. Non è luminosissimo (circa 250 nits), ma è comunque nella media. L’esperienza visiva è tutto sommato buona, anche se manca di uniformità dei neri, soffre un pò di backlight bleeding e gli angoli di visione son più ristretti di quanto dichiarato da Samsung. Non è compatibile con HDR, anche se Samsung ha integrato vari preset che cercano di emularlo, ma si nota a colpo d’occhio la differenza rispetto ad un monitor con HDR. Nota dolente è l’uso del pwm per la regolazione della luminosità, che può affaticare la vista dopo un uso prolungato.

Punto a favore di questo prodotto è il refresh rate di 144Hz, ottimo per gli amanti degli sparatutto e giochi estremamente dinamici. Il tempo di risposta è di 4ms e vi è la compatibilità com AMD freesync.

Il design ricorda quello della serie CFG70, ma è impoverito. Innanzitutto si perde il comodo braccio regolabile ed anche la dotazione di porte ha risentito di compromessi per abbassare il prezzo.

Si tratta comunque di un set di ingressi in linea con quanto offerto in questa fascia di prezzo: sul retro del monitor ci sono 2 HDMI 1.4 e 1 DisplayPort 1.2. Infine c’è anche un jack per cuffie da 3,5 mm.

AOC C24G1

Il migliore a 360°

L’AOC C24G1 è un monitor da gaming curvo, da 24 pollici con risoluzione 1080p, frequenza d’aggiornamento di 144Hz e ottimo sia per il gaming di titoli dinamici che per la visione di contenuti multimediali e l’uso da ufficio.

Per quanto concerne la risoluzione, vale lo stesso discorso affrontato per i modelli da 24 ” precedenti. Questo monitor equipaggia un buonissimo pannello VA. Il rapporto di contrasto è il tipico (3000:1), la luminosità è nella media (circa 250 nits), la profondità del colore è 8-bit. Ma sopratutto la fedeltà cromatica è ottima, i neri sono uniformi e c’è una buona gestione di luci ed ombre. Tutto ciò si tramuta in un’esperienza visiva al disopra della media dei prodotti con questo budget.

Anche questo monitor ha frequenza di aggiornamento di 144Hz. Ciò è ottimo per tutti coloro che, oltre alla qualità dell’immagine, sono interessati ad usare il monitor per giocare a sparatutto e giochi frenetici. Il tempo di risposta è di 4ms, ma è possibile diminuirlo tramite la tecnologia “MPRT 1ms”. Aldilà del miglioramento nel puro input lag, questa funzione riduce ulteriormente il verificarsi di fenomeni quali trailing e ghosting. Infine c’è anche la compatibilità con la tecnologia Freesync di AMD.

Il monitor presenta un design aggressivo ma sobrio, le cornici sono sottilissime ed il supporto in solido metallo consente la regolazione dell’altezza.

La gamma di porte è la solita dei prodotti a basso budget: due porte HDMI 1.4, DisplayPort 1.2, VGA e un jack per cuffie. Da annoverare che sia i 2 ingressi HDMI che la DisplayPort supportano il 1080p 144Hz.

Con quest’articolo abbiamo cercato di chiarire eventuali dubbi sull’acquisto di un monitor da gaming low cost, indicandovi quelli che riteniamo i modelli migliori. Bisogna però fare attenzione, sopratutto nel mercato dei monitor vale la legge “la qualità si paga”, infatti ci sono enormi differenze tra un monitor low cost ed uno di un certo livello. Nonostante ciò è sicuramente vero che sono presenti dei prodotti validi anche nelle fasce più basse del mercato, noi vi abbiamo indicato quelli che reputiamo tali e perchè.

Per chi fosse interessato ad un monitor da gaming di fascia più alta, o fosse alla ricerca di un monitor economico da ufficio, prossimamente arriveranno vari articoli a riguardo. Stay tuned!

Di Filippo Fedele

Giovane ma appassionato, amo il mondo della tecnologia a 360°. Do sempre il massimo e sogno un futuro in cui avrò limato tutti i tempi morti in modo da dedicarmi alle mie passioni.