I migliori mouse da gaming economici [max 50 €]

migliori mouse gaming economici 50 euro

Sempre più giocatori pongono attenzione alle periferiche, strumenti in grado di cambiare notevolmente le prestazioni in gioco e l’esperienza complessiva che ne consegue. Nel 2023, sono disponibili soluzioni di qualunque livello e fascia di prezzo. In particolare, molto complicato è il mercato dei mouse da gaming economici. Una vera giungla. Per tale motivo, in questa guida abbiamo selezionato i migliori modelli sotto i 50 €.

Logitech G PRO

Il Logitech G Pro è uno dei migliori mouse da gaming di fascia bassa. Un prodotto non alla base della gamma e che offre ottime performance nonostante il prezzo esiguo

Le dimensioni sono compatte, quindi qualcuno potrebbe non trovarsi a proprio agio con esse, ma aldilà di ciò l’ergonomia risulta nella maggior parte dei casi buona ed i tasti laterali sono facili da raggiungere.

Il mouse è realizzato completamente in plastica, che però restituisce una discreta sensazione al tatto. Pur non essendo leggerissimo, il peso è comunque contenuto (circa 80g). I tasti restituiscono un feedback di buon livello, coadiuvato da un click presente ma mai esagerato. La sensibilità è di 25.600K DPI, frutto del sensore proprietario Logitech HERO, che non presenta fra l’altro problemi quali angle snapping.

La rotellina a step marcati fa avvertire in maniera presente il suo utilizzo, ma è comunque oltre la sufficienza. Semplice e funzionale, il software consente di gestire diversi profili, controllare l’illuminazione RGB e impostare i DPI.

Presenti infine 6 pulsanti programmabili e memoria integrata.

Logitech G305

Il Logitech G305 è il miglior mouse da gaming wireless economico.

Le dimensioni e la forma sono le stesse del mouse di poco fa, quindi valgono le medesime considerazioni riguardo l’ergonomia.

Anche questo dispositivo è costruito interamente in plastica, in linea generale la si potrebbe assimilare a quella del G PRO, tuttavia viene in parte a mancare la sensazione di solidità. Il vano batteria, infatti, tende a scricchiolare abbastanza facilmente. Il peso dipende dal tipo di pile che verranno inserite, non si tratta di una periferica particolarmente abbondante (varia dagli 85 ai 95 grammi) ma è comunque nella media. I tasti son più pesanti, ma il feedback è assimilabile.

Altra implementazione di rilievo è nella rotellina, fatta di tutt’altra pasta. Su questo G305 essa è finalmente precisa e fluida, pur presentando step marcati. Il sensore adottato è HERO di Logitech: molto preciso e non presenta problemi di angle snapping o simili, anzi avendo un consumo quasi irrisorio si adatta perfettamente ad una soluzione wireless.

Rimanendo su questo argomento la latenza della connessione è bassissima, con un ritardo quasi nullo. Per il software valgono le considerazioni precedentemente fatte.

Corsair M55 PRO RGB

Corsair M55 PRO RGB è un mouse da gaming progettato per offrire prestazioni elevate e comfort durante le sessioni di gioco prolungate.

La costruzione in plastica è resistente, il che ha portato ad un peso di 86 grammi. Il feeling in mano è quello di un dispositivo di fascia media, ok per la fascia di prezzo in questione. E’ un dispositivo ambidestro e di medie dimensioni, per cui l’ergonomia si presta a pressochè qualunque tipo di mano ed utente. I tasti offrono un click bilanciato ed 8 fra essi sono programmabili.

Il sensore ottico Pixart 3389 offre una risoluzione massima di 12.400 DPI, dunque precisione ed affidabilità anche nei giochi più impegnativi.

Il mouse e la sua illuminazione RGB vengono gestiti tramite l’eccellente software Corsair iCUE, fra i più completi e performanti sul mercato.

Corsair Katar Pro XT

Il Corsair Katar Pro è il miglior mouse ultraleggero economico. Ci sono dei compromessi da accettare, ma è la migliore opzione se si cerca questo genere di prodotto e non si ha a disposizione un budget elevato.

Parliamo di uno dei mouse più leggeri in commercio (circa 73g), dalle dimensioni compatte, ma dotato di buona resistenza grazie ad una costruzione che non risente della fascia di prezzo in cui si colloca la periferica.

L’ergonomia è buona, anche se essendo piccolino (115,8 x 64,2 x 37,8 mm) non risulta adatto a delle mani davvero grandi. La rotellina gommata fa il suo dovere, ed è tra l’altro presente un led RGB proprio in questa zona. Led RGB che è invece assente sul logo, presente sulla superficie. Feedback dei tasti avvertibile ma non eccessivo, con i tasti laterali che risultano comodi e programmabili. Il cavo in paracord ed i piedini in PTFE contribuiscono ad aumentare la scorrevolezza.

Il sensore è l’eccellente PMW3391 di Pixart, dotato di ben 18000 DPI ed una precisione senza rivali. Il polling rate si ferma a 1000 Hz e manca l’angle snapping, ma si tratta di limiti assolutamente tollerabili. Corsair iCUE, consente la massima gestione di questo Corsair Katar Pro.

Per ulteriori dettagli, QUI troverete la nostra recensione completa.

Previous Post

I migliori monitor da ufficio sotto i 200 euro

Next Post

Le 6 migliori cover per iPhone 14/iPhone 14 Pro