I migliori mouse economici per l’ufficio [max 50 €]

migliori mouse ufficio 50 euro

Nel 2021, anno in cui lo smartworking si è ormai consolidato, acquistare un mouse da ufficio per la propria postazione è praticamente un dovere. Basta scegliere una soluzione economica, di buon livello, per poter godere di un perfetto mix di prestazioni e comodità. I prodotti nella fascia di prezzo sotto i 50 euro però sono davvero tantissimi, e proprio per fare luce su quale valga la pena acquistare e quali no in questa guida vi parleremo di quelli che a nostro giudizio sono a tutti gli effetti i migliori.

Logitech G305

Wireless ed economico

Il Logitech G305 è il miglior mouse da gaming wireless economico. A grandi linee potremmo considerarlo un g203 migliorato e senza cavo.

Le dimensioni e la forma sono le stesse del mouse precedente, quindi valgono le medesime considerazioni riguardo l’ergonomia. Anche questo mouse è costruito interamente in plastica, in linea generale la si potrebbe assimilare a quella del g203, tuttavia viene in parte a mancare la sensazione di solidità. Il vano batteria, infatti, tende a scricchiolare abbastanza facilmente. Il peso dipende dal tipo di pile che verranno inserite, non si tratta di un mouse particolarmente pesante (varia dagli 85 ai 95 grammi) ma è comunque maggiore di quello del g203. I tasti son più pesanti e il feedback è migliore. Altra implementazione di rilievo è nella rotellina, fatta di tutt’altra pasta. Su questo G305 essa è finalmente precisa e fluida, pur presentando step marcati. Il sensore adottato è l'”HERO” di Logitech: molto preciso e non presenta problemi di angle snapping o simili, anzi avendo un consumo quasi irrisorio si adatta perfettamente ad una soluzione wireless. Rimanendo su questo argomento la latenza della connessione è bassissima, con un ritardo quasi nullo. Infine il software è il classico di Logitech.

Anker Mouse Verticale

Un mouse che punta tutto sull’ergonomia

L’Anker Vertical Mouse è un mouse ergonomico, grazie alla sua forma verticale. E’ un prodotto economico, quindi non ha specifiche entusiasmanti, tuttavia fa ciò che deve ed è anche wireless.

La forma verticale consente di rilassare il polso, diminuendo drasticamente lo sforzo fatto durante l’utilizzo. Il passaggio da un mouse tradizionale ad uno di questo tipo non è immediato, per questo consigliamo di effettuarlo solo se si è interessati specificamente a questo genere di prodotto. La plastica è di mediocre qualità e restituisce un feeling molto “cheap”. Difficilmente però si avvertiranno scricchiolii e cedimenti, salvo se si applica volutamente una certa pressione. Il peso è contenuto, circa 90g. Il feedback dei tasti rispecchia le aspettative: si ha l’impressione di star cliccando su un pezzo di plastica più che su uno switch. La rotellina è piccola e abbastanza scattosa, ma quanto meno è sufficientemente precisa. Il sensore fa quel che può: impensabile usarlo per gaming impegnato o lavori di precisione, tuttavia è comunque valido per produttività di base e web browsing. L’autonomia è purtroppo deludente: da questo tipo di prodotto ci si aspetterebbe consumi minimi, invece vuoi un drain in stand-by particolarmente elevato e vuoi un sensore più energivoro del previsto, il risultato non è quello sperato. La connessione col dongle in confezione è stabile e la latenza tutto sommato bassa.

Razer Viper Mini

Un comodissimo ultraleggero

Il Razer Viper è uno dei mouse da gaming più iconici che esistano. Si tratta di un prodotto storico, che Razer ha voluto aggiornare presentando varie varianti. Fra queste possiamo annoverare il Viper Mini, la più economica e compatta.

Il Viper Mini ha peso di 61g, davvero una cifra ridotta tenendo conto sopratutto che Razer ci ha abituati a ben altre dimensioni, che in questo caso sono di 11.3 x 5.5 x 3.8 cm. La costruzione è comunque valida e sufficiente, mentre l’ergonomia è un vero spettacolo per tutti coloro che hanno mani piccole. La rotellina presenta dei “gradini” ravvisabili, ma al tempo stesso la scorrevolezza non è compromessa. L’illuminazione RGB non manca, con il logo in sovrimpressione ben visibile grazie proprio ai LED presenti. Il cavo in filo intrecciato offre una buona resistenza, mentre gli switch Omron son ben udibili al click. Il sensore da 8500 DPI è preciso ed adeguato alla fascia di prezzo, avendo comunque un polling rate di 1000 Hz. Il software Razer è valido e completo, e permette moltissime opzioni di gestione e personalizzazione. QUI potete leggere la nostra recensione.

Logitech MX Anywhere 2s

Un MX Master accessibile a tutti

Il Logitech MX Anywhere 2s è un buon mouse da ufficio, appartenente alla famiglia “MX” di Logitech. Questa linea si rivolge ad utenti professionisti o che comunque utilizzano il PC per scopi produttivi. L’MX Anywhere cerca di portare l’esperienza di un MX Master (i mouse top di gamma di Logitech, per i creativi) anche agli utenti meno abienti, tramite un prezzo più abbordabile, ma chiaramente con qualche compromesso.

Il design riprende in tutto e per tutto quello del “fratello maggiore”, ma le dimensioni molto più compatte lo rendono meno ergonomico. Per chi ha le mani piccole potrebbe essere una nota positiva, ma per tutti gli altri no. In secondo luogo è assente anche il supporto per il pollice. La qualità costruttiva è invece ottima, con delle plastiche che restituiscono un feeling di solidità e robustezza. Il peso supera leggermente i 100g (circa 104g), ma non dovrebbe rappresentare un problema nell’uso quotidiano. Discreto il feedback dei tasti, mentre eccellente la rotellina. Essa mutua dall’MX Master il meccanismo dell’infinity scroll, ovvero lo scorrimento infinito, ma al tempo stesso può essere bloccata e comportarsi come una comune rotellina a step marcati. Nel complesso tale meccanismo funziona bene, risultando fluido e preciso. Molto valido anche il sensore di casa Logitech, funziona praticamente su ogni superficie ed è sufficientemente preciso, senza particolari problemi di sorta. Ulteriori lodi si possono tessere riguardo l’autonomia, che può arrivare fino a 2 mesi di uso. Stabile e rapida la connessione tramite, inoltre il multi-bluetooth consente di collegarlo fino a 3 dispositivi diversi, ed eseguendo il passaggio da uno all’altro attraverso un click. Infine il software dedicato consente ulteriori opzioni di personalizzazione e gestione. Nel complesso si tratta di un buonissimo prodotto, molto simile alla serie MX Master specialmente in questa versione aggiornata.

Lascia un commento
Previous Post

Le migliori smartband economiche a meno di 50€

Next Post
migliori-mouse-pc-100-euro

I migliori mouse da ufficio sotto i 100 € [2021]