I migliori PC All In One: GUIDA [2021]

2021 Apple iMac

Per esigenze lavorative, per allestire una postazione da uso domestico o ancora per dare un primo computer ai figli, ci sono varie strade che posson esser percorse. Si può acquistare una build, pre-assemblata o assemblando i pezzi da sè, oppure si può optare per un portatile o infine scegliere una soluzione All In One.

Si tratta di un PC posizionato all’interno del monitor stesso, in una sorta di pacchetto unico d’acquisto che permette di risparmiare spazio, tempo e denaro. Comprando infatti il monitor ed il PC in un solo colpo, si farà una spesa unica che permette di togliersi il pensiero fin da subito senza stare a cercare lo specifico modello di schermo da affiancare alla postazione.

Si tratta tuttavia di un mondo vasto, all’interno del quale si trovano macchine con enormi differenze economiche e prestazionali. Proprio per tale motivo, in questa nostra guida vi proporremo quelli che noi riteniamo essere i migliori modelli illustrandone i punti salienti e il pubblico a cui ognuno di essi è consigliato.

Come scegliere?

Per poter valutare con criterio e fare un acquisto idoneo alle proprie esigenze, è importante tener conto di alcuni specifici parametri di valutazione.

Innanzitutto ruolo di primo piano è ricoperto dalla CPU: il processore deve essere recente e scattante per tutti i modelli, anche quelli basilari, in maniera tale da offrire performance sufficienti e compatibilità con il nuovissimo Windows 11.

Da non trascurare la memoria RAM e lo storage: nel 2021 una macchina che si rispetti richiede almeno 8GB DDR4 mentre l’archiviazione deve partire da una base di 256GB con tecnologia SSD. Il comparto connettività non va certo annoverato per ultimo, tenendo conto che la dotazione di porte può essere una vera manna dal cielo sopratutto se si ha intenzione di collegare un numero importante di periferiche.

Infine il display è una discriminante importante, in quanto per non affaticare la vista il pannello deve avere diagonale di almeno 21 pollici e risoluzione FHD.

La GPU ed ulteriori caratteristiche tecniche, quali la frequenza d’aggiornamento del pannello, la qualità di webcam e speakers, concorrono sicuramente a preferire un prodotto invece di un altro, ma non si tratta di necessità fondamentali bensì di dettagli che possono influire sulla valutazione.

Lenovo AIO 3 IdeaCentre

Lenovo è uno storico brand, da sempre a fianco di creators e consumatori per la realizzazione di prodotti atti ad assecondare le necessità dell’utenza. Così nasce proprio questo Lenovo AIO 3 IdeaCentre, un All In One dal prezzo contenuto e prestazioni convincenti.

In un corpo super sottile ed elegante, troviamo un AMD Athlon Silver 3050U, CPU dual core con frequenza operativa di 3.2 GHz. Non è un concentrato di potenza, ma le prestazioni a fronte dei consumi e del calore generato sono convincenti, grazie anche agli 8GB di RAM DDR4. Queste memorie, divise in 2 banchi da 4, consentono di mantenere aperti un buon numero di software e di muoversi agilmente nel sistema senza latenze di sorta. A chiudere la quadra hardware ci pensa l’SSD da 256GB, velocissimo, il quale riduce notevolmente le tempistiche di avvio e caricamento.

Il display ha diagonale di 21″, risoluzione FHD e tecnologia IPS. La luminosità di 250 nits è perfettamente idonea all’uso in interna, e grazie proprio alla brillantezza dei colori si può godere del monitor sia per un uso generalista che per usufruire di contenuti multimediali di sorta.

La connettività include una porta RJ45, un HDMI 1.4, 2 USB 2.0 e 2 USB 3.1, il lettore schede 3-in-1 (SD, SDHC, SDXC) ed infine il jack per le cuffie. Non manca la webcam HD integrata per riunioni, videochiamate e quant’altro. In bundle troviamo anche il kit di periferiche (tastiera e mouse) Lenovo.

Tutto ciò viene proposto al prezzo di 519 di euro, cifra assolutamente in linea con l’offerta di Lenovo. Sicuramente si tratta di una delle migliori soluzioni entry level, consigliato per l’elevato rapporto qualità/prezzo e dunque idoneo a studenti ed utenti basilari.

Acer Aspire C24-963

Acer è un’altra azienda che di esperienza alle spalle ne ha, e proprio quest’esperienza maturata nel corso degli anni è stata impiegata per la realizzazione dell’Acer Aspire C24-963.

Questo All In One ha come cuore un Intel Core i5-1035G1, soluzione di livello senza dubbio superiore alla precedente grazie ai 4 core con frequenza turbo fino a 3.6 GHz. Gli 8GB di RAM DDR4 installati di fabbrica possono poi essere espansi fino a 32, mentre l’SSD da 256GB a bordo pur non brillando per capacità si distingua in velocità: è un’unita NVMe ed in questa fascia di prezzo la differenza si avverte eccome.

Il corpo è a dir poco sottilissimo, soli 8.5mm di spessore, e ciò consente di risparmiare più spazio possibile. Il display da 24″ offre uno spazio visivo di un certo livello, anche in termini qualitativi, con colori accesi e brillanti. La luminosità di 250 nits permette una visione corretta in qualsiasi condizione mentre la scelta della tecnologia IPS ripaga non affaticando la vista anche durante un uso prolungato. La risoluzione FHD è poi consona sia per l’uso di software per la produttività che per momenti di svago su Netflix ed altri servizi di streaming. La dotazione di porte dell’Acer Aspire è composta da 2 USB 3.1, 2 USB 2.0, 1 lettore di schede SD, 1 HDMI 1.4, 1 RJ45 ed il jack per le cuffie. Presente anche la webcam HD ed il kit di periferiche Acer.

Il prezzo è di 649 euro, cifra che ci permette di portare a casa un hardware decisamente più performante e duraturo del precedente, un display più ampio ed un aspetto complessivo maggiormente raffinato.

HP All-in-One 24-dp0007ns

Aumentare le proprie richieste in termini di potenza del processore e capienza dell’SSD richiede per forza di cose anche dover aumentare il proprio budget, in maniera tale da rivolgersi verso soluzioni quali questo HP All-in-One 24-dp0007ns.

Il PC in questione monta infatti un chip AMD Ryzen 5 4500U, dotato di ben 6 core per potersi dividere al meglio tutti i compiti assegnati, ed una frequenza operativa fino 4 GHz che quindi permette spunti prestazionali di un certo livello. A esso troviamo affiancati 8GB di RAM a ben 3200 MHz e 512GB di SSD NVMe. Abbiamo quindi delle unità di memoria veloci e capienti, per poter archiviare grandi file ed aprirli con la massima rapidità.

Il corpo snello e le cornici minimali custodiscono al meglio il display da 24″ IPS, FHD e con una luminosità media di 250 nits. Come per i modelli precedenti, lo schermo è consono sia per un uso generalista che per attività ricreative. Sotto di esso troviamo poi una cornice inferiore con texture a griglia che funge da soundbar. Superiormente invece è presente la webcam HD. Infine la connettività vanta 3 USB 3.1, 2 USB 2.0, 1 HDMI 1.4, il jack per le cuffie, lettore di schede SD ed RJ45. In confezione sono collocati anche mouse e tastiera marchiati HP.

Il prezzo è di 720 euro, sicuramente a fuoco vista la dotazione hardware di cui il PC dispone e la bontà di tutti i comparti ausiliari.

Lenovo IdeaCentre AIO 5

Se le esigenze richiedono una macchina in grado di sprigionare la massima potenza, sostenere carichi pesanti e prolungati nel tempo, ma con un budget non superiore ai 1000 euro allora Lenovo IdeaCentre AIO 5 è il prodotto Windows su cui virare.

Parliamo di un altro AIO del brand cinese, fornito di Ryzen 7 5700U, 16GB di RAM DDR4, 512GB di SSD NVMe. Il processore octa-core con frequenza fino a 4.3 GHz è in grado di sostenere letteralmente qualsiasi carico, e grazie anche ai 16GB di RAM, questo Lenovo IdeaCentre si dimostra perfetto per i compiti più pesanti. Programmazione, video editing, CAD 2D e molto altro diventano possibili anche sfruttando la GPU integrata. Quest’ultima oltre a vedere una possibile applicazione in ambiente lavorativo, non è da meno nei giochi. Titoli quali Fortnite, Rainbow Six Siege, Valorant e GTA 5 sono perfettamente usufruibili a costo di limitare i dettagli grafici, di certo non scontato su una macchina All In One.

Il display da 24″ IPS FHD ha una luminosità fino a 280 nits, più alta quindi dei modelli citati precedentemente. Presente ovviamente la webcam HD a scomparsa, 2 tweeter da 3w ed un subwoofer da 5w targati JBL e compatibili con Dolby Atmos Premium. La connettività si compone di 2 USB-C 3.2 Gen 2, 2 USB 3.2 Gen2, 2 USB 2.0, 2 HDMI 1.4, 1 RJ45, jack per le cuffie, Wi-Fi 6 e Bluetooth 5.0. Lo stand offre poi la ricarica wireless per lo smartphone e qualsiasi altro gadget dotato di questo standard.

In confezione ovviamente sono presenti anche mouse e tastiera Lenovo. Il prezzo della macchina è di 921.66 euro, corretto visto quanto offerto ed abbordabile per tutti gli utenti esigenti a cui si consiglia il prodotto in questione.

Apple iMac 2021

Trattandosi di una guida ai migliori All In One, appare evidente come sia doveroso citare l’AIO per antonomasia e che, a distanza di anni dal suo primo modello, rimane uno dei migliori: l’Apple iMac 2021.

Proprio quest’anno, la soluzione di Cupertino ha ricevuto un importantissimo aggiornamento hardware implementando i nuovi processori Apple Silicon M1. Si tratta di un SoC octa-core, dotato di estrema potenza sopratutto in relazione al calore generato ed i watt consumati.

La memoria RAM è di 8GB, cifra che può sembrare non esaltante ai meno avvezzi ma che con la gestione hardware di MacOS si dimostra sufficiente per qualsiasi uso. Infine lo storage di 512GB viene incontro alle necessità anche di chi deve archiviare grandi quantità di file. Il monitor da 24″ è una stupenda unità 5k, IPS e con luminosità fino a 500 nits. Un pannello stupendo dunque, in grado di assecondare le necessità anche di coloro che per lavoro utilizzano software di foto ritocco e video editing.

La videocamera facetime 1080p è praticamente quella con maggior qualità sul mercato che si possa trovare pre-installata in un All In One. I tre microfoni integrati vanno inoltre a catturare l’audio in maniera ben più nitida della concorrenza, per registrazioni più chiare e soddisfacenti. Infine i 6 speaker offrono una corposità del sound difficilmente riscontrabile altrove.

La connettività all’apparenza limitata, solo 4 porte Thunderbolt 3, offre invece possibilità infinite visto che tramite esse si può ottenere sostanzialmente qualsiasi uscita sfruttando dongle ed hub. Non mancano RJ45 e jack per le cuffie. La tastiera wireless in bundle presenta poi il Touch ID integrato, peculiarità non da poco. Si chiude la quadra con Wi-Fi 6 e Bluetooth 5.0.

Il prezzo del pacchetto è di 1.895,67€, cifra che sarebbe impossibile da non ritenere elevata ma che consente l’acquisto di uno dei migliori AIO per creators disponibile al giorno d’oggi.

Previous Post

Reolink E1 Zoom: La recensione | L’IP Cam da interno affidabile

Next Post

WRC 10: la RECENSIONE | Qualità al TOP