Guide all'acquisto Smartphone

I migliori smartphone Android top di gamma [Fascia alta] del 2015

Ott 28, 2015

author:

I migliori smartphone Android top di gamma [Fascia alta] del 2015

smartphone android fascia alta

Dedicarsi all’acquisto di uno smartphone può rappresentare una attività onerosa e ricca di dubbi: quale è il miglior smartphone Android sul mercato? Questa è la domanda a cui vogliamo dare una risposta, magari con aggiornamenti che repentinamente chiariscano i dubbi dei potenziali acquirenti.

In quest’articolo vogliamo focalizzare la nostra attenzione sugli smartphone di fascia alta, che racchiude tutte le migliori innovazioni tecnologiche del mondo della telefonia: una guida rivolta a tutti coloro che vogliono avere tra le mani un prodotto di punta in grado di offrire la migliore esperienza d’uso possibile. E’ chiaro che essendo, per la maggior parte, tutti smartphone di fattura elevata, le differenze potrebbero essere minimali e, come tali, criticabili. Anzi vi invitiamo caldamente a farci conoscere la vostra opinione in merito.

– I prezzi di riferimento sono quelli degli store online più conosciuti (Amazon in primis). Il motivo è presto detto perché effettivamente i prezzi sono notevolmente inferiore rispetto a quelli dei centri commerciali o affini e, nondimeno, questi smartphone sono rigorosamente coperti da garanzia e assistenza.

– In questa guida potrete trovare anche smartphone cinesi, ormai sempre più concorrenziali come manifattura, prezzo e prestazioni generali. Se non li trovate, è semplicemente perché dobbiamo anche valutarne altri e decidere se meritano di trovarsi in questa speciale classifica dei migliori smartphone Android top di gamma.

1. Galaxy Note 4

In attesa del successore in Italia merita l’argento

Scopri la migliore offerta su Amazon.it  

Prima dell’arrivo della famiglia S6, Samsung Galaxy Note 4 si era aggiudicato il primo premio tra i top di gamma. Si tratta certamente di un premio basato sul merito, che fa di questo phablet il primo dispositivo davvero innovativo entrato in casa Samsung.

Basato su un’estetica piacevole, che ha introdotto alcune novità nei materiali di fabbricazione e ha conservato alcune linee guida dei dispositivi precedenti (poi perse con i modelli successivi), Note 4 ha riscosso il successo di tutti, grazie al raggiungimento di ottime prestazioni in tutti gli ambiti, dalla navigazione alla fotografia.

A partire dal display, l’esperienza d’uso che regala la tecnologia Super AMOLED è certamente notevole, colori brillanti, vivi e naturali. La risoluzione QHD permette di raggiungere i livelli più elevati di qualità nella visualizzazione dei contenuti.

Certamente ottime sono le prestazioni hardware, che, nonostante non si faccia forte di architettura a 64-bit (raggiunta poi con Galaxy S6), garantiscono fluidità e reattività.

Eccellenti i risultati che si raggiungono nella fotografia: Galaxy Note 4 vanta un comparto d’eccezione, con camera principale da 16 MP resa ancor più forte dalla presenza di stabilizzatore ottico.

Per chiudere, batteria da 3220 mAh permette di arrivare a fine giornata con una percentuale di carica residua e questo elemento costituisce un vantaggio sicuro rispetto agli altri top di gamma, generalmente appostati sulla durata giornaliera.

Samsung Galaxy Note 4: qualche problema c’è

Le problematiche più grandi riscontrate dagli utenti nell’utilizzo di Galaxy Note 4 risiedono nell’implementazione della Touch Wiz. Qualche bug e lag si manifesta, infatti, durante l’utilizzo corrente del dispositivo, con schermate falsamente arrestate e rallentamenti nell’apertura delle finestre. L’avvento di Android Lollipop ha certamente colmato queste problematiche: l’ultima versione della Touch Wiz trova proprio in Lollipop il suo compagno funzionale ideale.

Inoltre non capiamo perché il modello Note 5 non sia stato ancora commercializzato, visto che con ogni probabilità sarebbe il nostro miglior smartphone Android top di gamma del 2015.

Samsung Galaxy Note 4: i nostri commenti

Nonostante sia uscito da oramai un anno e tutti siano proiettati già all’imminente arrivo dell’upgrade Note 5 (ndr: speriamo), Galaxy Note 4 resta una delle più valide alternative tra i top di gamma. Le dimensioni non lo fanno forse preferire ad altri dispositivi da parte di chi cerchi facile maneggevolezza e portabilità, questo è certo, ma ci troviamo senza dubbio davanti al miglior Note di sempre. Il passare del tempo non ha fatto venir meno le sue caratteristiche e le buone prestazioni, ma ha sicuramente contributo a livellare il prezzo di questo phablet, che attualmente si trova online al di sotto dei 500€. Il rapporto qualità/prezzo si muove tutto a favore dell’acquisto.

Caratteristiche e specifiche tecniche

Data di uscita: Ottobre 2014 | Peso: 176 gr | Spessore: 8.5 mm | Sistema operativo: Android 4.4.4 KitKat | Aggiornamento disponibile: Android Lollipop 5.0.1| Display: 5.7 pollici | Risoluzione: 1440 x 2560 pixel (515 PPI) | Processore: Qualcomm Snapdragon 805 Quad-core 2.7 GHz Krait 450 GPU: Adreno 420| RAM: 3 GB | Memoria interna totale: 32 GB | Memoria interna disponibile: – | MicroSD: SÌ, fino a 128 GB | Fotocamera principale: 16 MP | Fotocamera anteriore: 3.7 MP | Batteria: 3220 mAh, Rimovibile: SI | 4G: SI Dual-SIM: NO

PRO

✔ Memoria espandibile, batteria removibile, caratteristiche perse con i modelli Galaxy S6
✔ Design caratterizzato dal metallo
✔ Display con risoluzione QHD
✔ Batteria prestante, autonomia nettamente superiore agli altri modelli

CONTRO

✖ TouchWiz non sempre di livello

 

3. Samsung Galaxy S6 Edge+

Se un modello convince, perchè non farlo più grande?

Scopri la migliore offerta su Amazon.it  

Samsung Galaxy S6 Edge+ prende tutto il meglio del modello Edge “base”, integrando qualche caratteristica di maggior rilievo. La qualità dello schermo curvo, che ha portato grande novità in casa Samsung e grande interesse da parte del pubblico, viene amplificata su un display di maggiori dimensioni: 5.7 pollici che, nonostante la risoluzione si mantenga uguale al modello “base”, grazie a densità di 518 pixel regala un’esperienza senza precedenti.

Nonostante l’architettura hardware si basi sullo stesso processore dei modelli S6 e S6 Edge, 4 GB di RAM vanno ad arricchire il comparto di Edge+. Si tratta di una dotazione di memoria mai vista in uno smartphone Samsung (e poco vista in generale ancora in tutti i dispositivi), che incrementa la fluidità e garantisce ancora migliori prestazioni.

Ottima, anche in questo caso, la resa del comparto fotografico, che vanta stesse specifiche del modello “base” e risulta degna di un top di gamma. Non è il nostro miglior smartphone Android top di gamma, ma potrebbe piacere a molti.

Samsung Galaxy S6 Edge+: gli stessi difetti del modello “base”

Il cambiamento di rotta che abbiamo analizzato per S6 e S6 Edge si ritrova esattamente anche in Edge+, sia nei lati positivi che in quelli negativi. Anche in questo caso, infatti, non espandibile è la memoria interna (il modello è disponibile in versione da 32 o 64 GB), così come non rimovibile risulta essere la batteria. In merito ad essa, troviamo un potenziamento rispetto ad S6 Edge: il modello Plus, infatti, monta batteria con capacità da 3000 mAh. Nella pratica quotidiana, anche in questo caso le prestazioni non eccellono, soprattutto se pensiamo alla presenza di un display sicuramente energivoro. Ricarica veloce e risparmio energetico subentrano, comunque, anche in S6 Edge+.

Samsung Galaxy S6 Edge+: i nostri commenti

Samsung Galaxy S6 Edge+ è sicuramente il phablet adatto a chi voglia un top di gamma di grandi dimensioni. Il display da 5.7 pollici va a competere direttamente con quanto avevamo già visto su Galaxy Note 4, aggiungendo un tocco di qualità denotato dall’assetto curvilineo. Anche in questo caso, eccessivamente alto sembra il prezzo di lancio (per il modello da 64 GB rasentavamo i 1000€), ma ultimamente si è notevolmente abbassato.

Samsung ha dato prova di saper sfidare gli altri e se stessa in ogni momento e di essere in grado di raggiungere il top, stupendo sempre i suoi utenti.

Caratteristiche e specifiche tecniche

Data di uscita: Agosto 2015 | Peso: 153 gr | Spessore: 6.9 mm | Sistema operativo: Android 5.1.1 Lollipop | Aggiornamento disponibile: – | Display: 5.7 pollici | Risoluzione: 1440 x 2560 pixel (518 PPI) | Processore: Exynos 7420 Quad-core 1.5 GHz Cortex-A53 & Quad-core 2.1 GHz Cortex-A57 GPU: Mali-T760MP8| RAM: 4 GB | Memoria interna totale: 32/64 GB | Memoria interna disponibile: – | MicroSD: NO | Fotocamera principale: 16 MP | Fotocamera anteriore: 5 MP | Batteria: 3000 mAh, Rimovibile: NO | 4G: SI Dual-SIM: NO

PRO

✔ Display curvo più grande rispetto al modello Edge, per migliorare l’esperienza
✔ L’elevata densità pixel fa raggiungere livelli eccellenti di visualizzazione
✔ 4 GB di RAM
✔ Ottimo comparto fotografico

CONTRO

✖ Memoria non espandibile
✖ Batteria con più capacità del modello Edge, ma non del tutto sufficiente a gestire le prestazioni
✖ Prezzo di vendita decisamente elevato

 

5. HTC One M9

Quel dannato difetto di … cambiare poco

Scopri la migliore offerta su Amazon.it  

Se abbiamo apprezzato la qualità di uno smartphone come HTC One M8, con l’upgrade One M9 non possiamo fare altrimenti. I due smartphone Android top di gamma rappresentano a pieno la filosofia di un upgrade che non stravolge i risultati e i successi del suo predecessore. A livello di specifiche tecniche, infatti, non moltissimi sono i caratteri migliorati rispetto a M8, ma alcuni dettagli fanno certamente la differenza e fanno di questo HTC One M9 uno smartphone in grado di prendere il meglio dal passato, mantenendo un occhio al futuro.

La qualità costruttiva è un pregio che sicuramente va sottolineato per questo smartphone Android, che rimane piacevole al tatto e certamente ergonomico. Nonostante una diagonale da 5 pollici, infatti, agevolissimo è l’utilizzo dello smartphone con una sola mano, grazie anche al riposizionamento dei tasti principali.

La fluidità non manca mai, grazie ad un processore tra i più prestanti in circolazione e 3 GB di RAM. GPU Adreno 430 rende ottimo qualsiasi momento nel gaming.

Il connubio tra Android Lollipop e l’ultima release della UI HTC Sense 7 permettono di dare grande personalità ad HTC One M9, grazie alla scelta di nuovi temi ed una ricchezza software che rimane tra gli migliori attualmente implementate su dispositivi Android.

HTC One M9: non è tutto oro quel che luccica

Una caratteristica che spezza ogni linea di continuità rispetto ad M8 è la fotocamera di HTC One M9. Niente più Dual Camera, niente più doppia lente posteriore da 4 MP, ma spazio ad un comparto principale che vanta ben 20 MP. Uno slancio in avanti sicuramente notevole sulla carta, ma vale nella pratica? La risposta a questa domanda ci porta purtroppo a constatare una certa delusione sul fronte resa fotografica. La fotocamera non sembra essere all’altezza dell’ottimo risultato ottenuto su M8. Ancora una volta, non sono i numeri a far la differenza.

Qualche prestazione in meno anche sul lato autonomia. In condizioni di utilizzo intenso, la batteria da 2840 mAh permette di arrivare a sera, ma qualche ora di autonomia si perde rispetto ad M8.

HTC One M9: il nostro parere

I top di gamma HTC rimangono sempre sulla cresta dell’onda, grazie a prestazioni e qualità equilibrate, che non “strafanno”, ma riescono ad accontentare le esigenze di ogni tipologia di utente. I difetti purtroppo non mancano, ma nel complesso HTC One M9 resta degno della casa a cui appartiene e garantisce grandi soddisfazioni. Il prezzo di vendita attuale, notevolmente ribassato rispetto al lancio, testimonia un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Caratteristiche e specifiche tecniche

Data di uscita: Marzo 2015 | Peso: 157 gr | Spessore: 9.61 mm | Sistema operativo: Android 5.0 Lollipop – HTC Sense UI | Aggiornamento disponibile: – | Display: 5 pollici | Risoluzione: 1080 x 1920 pixel (441 PPI) | Processore: Qualcomm Snapdragon 810 64-bit Quad-core 1.5 GHz Cortex-A53 & Quad-core 2 GHz Cortex-A57 GPU: Adreno 430 | RAM: 3 GB | Memoria interna totale: 32 GB | Memoria interna disponibile: – | MicroSD: SÌ, fino a 128 GB | Fotocamera principale: 20 MP | Fotocamera anteriore: 4 MP | Batteria: 2840 mAh, Rimovibile: NO | 4G: SI Dual-SIM: NO

PRO

✔ Qualità costruttiva di notevole livello
✔ Le prestazioni non deludono mai
✔ Piacevole personalizzazione con la nuova versione della UI HTC Sense

CONTRO

✖ Poche le migliorie rispetto al modello precedente M8
✖ Fotocamera posteriore non all’altezza dei MP che vanta
✖ Autonomia inferiore rispetto al modello precedente