News Recensioni

iClever Caricatore da muro da 30W Dual USB: la nostra prova

Lug 1, 2016

iClever Caricatore da muro da 30W Dual USB: la nostra prova


IMG_1046-copy

Il periodo di vacanze è alle porte e, almeno personalmente, mi capita spesso di dover caricare due dispositivi alla volta, che sia lo smartphone (immancabile!) o il tablet o powerbank o lo smartphone della ragazza. Motivo per cui non posso fare a meno di caricatori da muro con prese USB multiple. In questo caso vi parlo del caricatore da muro iClever da 30W con porta Dual e tecnologia Quick Charge 3.0 (funzionante sui dispositivi che la supportano).

iClever Caricatore da muro da 30W Dual USB: la prova

Il motivo della prova è principalmente uno: finora mi portavo in vacanza un caricatore da 4 o uno da 6 porte e spesso risultava eccessivo per ingombro. La scelta è ricaduta su un modello più compatto, fatto di buoni materiali (platica lucida) e in grado di offrire buone prestazioni.

IMG_1045-copy IMG_1043-copy

Le due porte hanno una finalità interessante: una è in grado di erogare la potenza massima per il QC3.0, mentre l’altra sfrutta la tecnologia SmartID e riconosce i dispositivi erogando la massima potenza possibile. Senza perderci in tecnicismi posso dire che ho ricaricato un Motorola Moto X Play in circa 1h e 10′ dal 5% al 100%, un risultato decisamente ottimo. In contemporanea invece le prestazioni del caricatore da muro Dual di iClever rimangono pressoché identiche.

Un ulteriore vantaggio di questo dispositivo è che si può utilizzare per moltissimi di dispositivi, dai controller delle console (testato anche su quello della PS4), passando per gli speaker Bluetooth e tutto ciò che ha effettivamente un meccanismo di ricarica USB.

IMG_1047-copy IMG_1048-copy

E’ disponibile su Amazon.it, con spedizione Prime per chi è abbonato, a 15.99€. Personalmente lo ritengo più che adeguato alle prestazioni offerte e mi sono trovato molto bene, consigliato!

Amante multitasking di tecnologia portatile e basket, si fa rapire da discussioni sulla telefonia mobile e se potesse cambierebbe terminale una volta al mese. Dà tutto se stesso per le sue grandi passioni.