News Tablet

Il nuovo iPad (iPad 3): recensione completa

Mar 21, 2012

author:

Il nuovo iPad (iPad 3): recensione completa

Caratteristiche e specifiche tecniche

Design

ipad 3: design

Il nuovo iPad conserva le eleganti linee del suo predecessore. Allo stesso modo di quanto accaduto con l’ iPhone 4S, Apple decide infatti di mantenere lo stesso design.

Stavolta però lo spessore di 9.4 mm non batte alcun record: 0.6mm (impercettibili) più spesso dell’ iPad 2, un millimetro rispetto all’ Asus Transformer Prime. Sfidiamo chiunque ad accorgersi della differenza in spessore, così come quella in peso: 51 g più pesante dell’ iPad 2, che fermano l’ago della bilancia a 652 g. Si è parlato molto di questo leggero aumento ma la differenza è davvero impercettibile. Aldilà delle misure, la sensazione al tatto è quella di un tablet comodo da tenere con una sola mano, anche se spesso sentirete il bisogno di alleviare lo sforzo aiutandovi anche con l’altra. Niente di diverso dall’ iPad 2 in termini di materiali, design e assemblaggio. D’altronde se in termini di design non c’erano evidenti differenze tra la prima generazione e la seconda e ancor meno ce ne sono ora tra la seconda e la terza, il motivo è solo uno: il design dell’ iPad è un piccolo capolavoro del design industriale che, ad ora, non necessita alcuna rivisitazione estetica, perchè è elegante, solido, ergonomico e, soprattutto, piace.

iPad 3 (il nuovo iPad): design 3 iPad 3 (il nuovo iPad): design 4

Allo stesso modo delle precedenti generazioni di iPad e di tutti i prodotti Apple fa della solidità e della robustezza i suoi punti di forza, grazie al case in alluminio e il display rivestito in vetro. Purtroppo però pare che il vetro non sia quello del Gorilla Glass 2. Nonostante le insistenti voci che volevano la protezione del display del nuovo iPad con la tecnologia Gorilla Glass 2, le conseguenze di una caduta del nuovo iPad sono esattamente le stesse del predecessore.

Qui di seguito il video dei test brutali effettuati dai ragazzi di ElectronicsBreak, gli stessi che hanno realizzato il drop test dell’ iPhone 4S e del Samsung Galaxy S2. Il test è una conferma che la resistenza del nuovo iPad è del tutto simile a quello dell’iPad 2.

 

Il display da 9.7 pollici è circondato da una cornice di colore bianco o nero a seconda del modello scelto, e una scocca posteriore in alluminio con il classico logo Apple in evidenza. L’alluminio utilizzato è lo stesso dell’iPad 2, con i bordi smussati, che facilitano una presa più confortevole. I bordi sono leggermente diversi rispetto a quelli dell’iPad 2, con delle linee più tondeggianti, a compensare la leggera differenza di spessore che differenzia il nuovo iPad dall’iPad 2. Differenza questa impossibile da notare se non con un confronto diretto uno accanto all’altro. Sul lato destro troviamo il tasto di regolazione del volume in plastica nera e il tasto dedicato al blocco dell’orientamento del display o al “muto” a seconda dell’impostazione scelta dall’utente.

Sul lato sinistro abbiamo i magneti necessari per collegare la Smart Cover, invariata rispetto a quella dell’iPad 2: nel nuovo iPad si possono utilizzare infatti sia le stesse custodie che le stesse smartCover dell’ iPad 2. Sul lato superiore, invece, abbiamo il tasto accensione e l’ingresso per il jack da 3,5″, mentre sul lato inferiore troviamo lo speaker (identico per qualità all’iPad 2) e l’ingresso dock, di colore argento e non più nero al suo interno. Frontalmente, al centro, troviamo la fotocamera adibita alle videochiamate, mentre sul retro a sinistra trova posto la fotocamera da 5 megapixel, di cui avremo modo di parlare nell’apposita sezione.

Qualche osservazione? Avremmo preferito che il jack da 3.5 mm per le cuffie fosse posto sul lato inferiore, piuttosto che in alto a sinistra e inoltre speravamo nella presenza di due connettori dock, uno sul lato lungo ed uno sul lato corto del tablet per permettere l’utilizzo sia in modalità orizzontale che verticale quando il nuovo iPad è connesso alla dock. Inoltre lo speaker è rimasto inalterato, in una posizione che facilita purtroppo la dispersione del suono in una zona poco udibile. Dal punto di vista del sonoro non abbiamo quindi notato alcun miglioramento.

Da apprezzare l’utilizzo della medesima porta dock, a cui, per ora non si sostituisce il connettore di nuova generazione di cui si è parlato nei mesi scorsi. Questo implica la compatibilità degli accessori con la versione precedente.

Display

iPad 3: display

Risoluzionario è invece l’aggettivo prescelto da Apple per presentare il nuovo display di altissima qualità, un simpatico gioco di parole che amplifica la straordinaria risoluzione supportata dal nuovo dispositivo: stiamo parlando di un pannello a tecnologia avanzata IPS LCD, lo stesso utilizzato su iPhone 4S e iPad 2, da 9.7 pollici e con l’incredibile risoluzione di 2048 x 1536 pixel, che si traduce in  una densità di pixel pari a 264 ppi.

Numeri questi che consentono al display del nuovo iPad di avere una risoluzione addirittura superiore a quelle delle TV Full HD (3.1 milioni di pixel complessivi, ben uno in più di quello delle TV Full HD). Cosa significa? Che il nuovo iPad è in grado di avere un livello di dettaglio mai visto su un tablet, surclassando anche l’ Asus Transformer Pad Infinity, che si ferma alla risoluzione di 1920 x1200 pixel, ottima ma non sufficiente a battere il nuovo iPad.

La novità non sta solo nel dettaglio delle immagini, davvero stupefacente, ma anche nella saturazione dei colori che è migliorata di un’ulteriore 40% rispetto ad iPad 2. Abbiamo quindi immagini e schermate più definite, colori più vivaci e saturi, il tutto che va a comporre un mix decisamente piacevole per gli occhi. Si era parlato di doppia barra LED per la retroilluminazione, invece Apple ha optato per una soluzione più conveniente, anche a livello di risparmio energetico. I display, che dovrebbero essere stati forniti da Samsung, LG e Sharp, sono un mix di alta tecnologia che assicura un risultato davvero senza predecenti e che è impossibile non promuovere a pieni voti. Ulteriore nota di merito è la presenza di una matrice RGB regolare che è decisamente migliore della soluzione economica della matrice PenTile tipica degli schermi AMOLED. Se volete approfondire questo argomento vi consigliamo di leggere questo articolo.

L’angolo di visione è, come prevedibile, molto ampio, pertanto da qualunque angolazione metteremo alla prova questo display ci renderemo facilmente conto che l’immagine rimane accurata, dal colore naturale (senza quell’effetto slavato tipico degli angoli di visioni ridotti) ed estremamente precisa.

Veniamo ad un nodo più spinoso: le nuove app saranno in grado di sfruttare la risoluzione del nuovo iPad? Se è vero che per sfruttare al meglio le potenzialità di iPad 3 occorre avere un parco applicazioni ben sviluppato, è anche vero che Apple si sta adoperando molto al riguardo e pertanto abbiamo già disponibili iBooks, l’integrazione con Twitter, il servizio di archiviazione online iCloud già aggiornate. Così anche per le apps di terze parti, quelle per cui l’alta risoluzione potrebbe rappresentare un problema, Apple ha dato mandato di ottenere risultati che sfruttino davvero il potenziale di questo tablet: iPhoto, iWork Suite, iMovie e Garage Band, tanto per citare alcune tra le più famose sono state subito aggiornate per supportare al meglio la nuova mostruosa risoluzione. Lato Games troviamo subito il nuovo Infinity Blade Dungeons (successore di Infinity Blade 2), il nuovissimo Sky Gamblers di Namco, Madden NFL 12 da EA Sports, W.E.L.D.E.R. e molto altro ancora.

Il tutto protetto da un vetro resistente agli urti e ai graffi (lo stesso presente su iPad 2 e quindi non il famigerato Gorilla Glass, tantomeno la sua versione più recente), con l’ausilio di una sostanza oleofobica che impedisce al sudore e al grasso di rimanere troppo impresse sul vetro. Risoluzionario, diciamo che è la parola giusta, sicuramente.

Migliore di una televisione Full HD, migliore di un monitor PC Desktop all’avanguardia, uno degli elementi tecnologici più avanzati visti finora.

Appassionato di tutto il mondo della tecnologia e dell'elettronica, soprattutto consumer. Sogna di non aver più bisogno di dormire per riuscire a dedicare il giusto tempo alle proprie passioni.