La migliore configurazione da gaming con 1000 euro

Nella guida alla migliore configurazione da gaming con 600 euro. vi abbiamo presentato una macchina in grado di far girare bene, in 1080p, anche i titoli più pesanti, ma con qualche compromesso.

La build che vi proporrò in questo articolo, invece, vi permetterà di giocare in FHD mantenendo i 144 FPS. E per chi vorrà sacrificare il frame rate, potrà godersi i titoli in QHD senza alcuna rinuncia grafica.

La motherboard: Asrock B450M Steel Legend

Anche in questa configurazione propongo una B450M. Ma rispetto alla Gigabyte presente nella configurazione da 600 euro, qui si sale di prezzo. La scheda madre in questione è una delle migliori B450M presenti sul mercato. La dotazione di porte e connettori è al vertice della categoria, il design è estremamente accattivante grazie anche ai LED RGB personalizzabili e il BIOS è user friendly. Inoltre, le B450M supportano nativamente i Ryzen di terza generazione, perfetto per un futuro upgrade.

Il processore: AMD Ryzen 7 2700x

Se oggi possiamo avere ottime CPU ad un prezzo così basso lo dobbiamo ad AMD, grazie ai suoi Ryzen. Il Ryzen 7 2700x ne è la dimostrazione. Parliamo del top di gamma di casa AMD della scorsa generazione, un 8 core/16 threads, che ora si trova ad un prezzo letteralmente sbalorditivo, circa 180 euro. E’ in grado si sostenere qualsiasi carico, che si tratti di gaming in 4k o editing video professionale. Il dissipatore in dotazione purtroppo è al limite, quindi non è consigliato fare overclock senza prima montare una dissipazione aftermarket.

La scheda grafica: AMD Radeon RX 5700 XT

Era il 27 maggio 2019 quando AMD annunciava, al Computex di Taipei, la nuova serie di GPU RX 5700 basate su architettura “Navi”, che prometteva prestazioni 1,25 volte superiori per core e 1,5 volte migliori per watt, rispetto alla precedente architettura Vega.

Ma bisognerà aspettare Luglio per vedere se le promesse di AMD saranno rispettate. E così è stato, la RX 5700 e la successiva evoluzione RX 5700XT si sono rivelate delle ottime schede video, migliori dell’equivalenti GPU Nvidia, a parità di prezzo. La 5700XT in particolare, si è dimostrata nettamente migliore di una RTX 2060 super, pur costando 20/30 euro in meno, sia in ambito gaming e sia se impiegata per scopi creativi (anche grazie agli 8GB di VRAM). Analizzando in particolare le performance in gioco, la RX in questione è in grado di far girare qualsiasi titolo sul mercato in FHD a dettaglio massimo e con un frame rate fisso di 144Hz, ed al tempo stesso è perfettamente capace di mantenere un buon frame rate in QHD anche a dettagli massimi, su ogni gioco. Il prezzo del prodotto è veramente ottimo, oscilla circa tra i 420 e i 480 euro a seconda del modello specifico che andrete ad acquistare, e come detto prima, a parità di prestazioni è significativamente più basso di un corrispettivo Nvidia quale la RTX 2070.

Le RAM: Corsair Vengeance 16GB 3200MHz

Le Corsair Vengeance sono un classico. Corsair è ormai sinonimo di garanzia, e queste Vengeance sono vendute ad un buonissimo prezzo. 16 GB, future-proof e l’accoppiata Ryzen + RAM 3200 MHz è una scelta vincente. Per chi volesse risparmiare qualche euro può optare per il modello da 3000 MHz, leggermente meno performante ma ugualmente affidabile.

L’archiviazione: Silicon Power SSD NVMe 1TB

Io sono del parere che in configurazioni con questo budget sia doveroso inserire un SSD come storage principale, invece dei più classici hard disk meccanici. In particolare ho scelto questo Silicon Power per il suo ottimo rapporto qualità prezzo, oltre che per le sue performance. Parliamo, infatti, di un SSD con velocità fulminee, che si attestano sui 3400 MB/s in lettura e 3000 MB/s in scrittura. Il taglio di memoria da 1 TB garantisce infine spazio sufficiente per molti giochi, oltre al sistema operativo.

L’alimentatore: Thermaltake Smart BX1 650W

In passato ho già affrontato sul blog l’importanza di un buon alimentatore. E proprio perchè l’alimentatore è un componente da non sottovalutare, ho selezionato questo Thermaltake come PSU. Si tratta dello stesso alimentatore inserito nella build da 600 euro, ma con una potenza aumentata a 650W, così non vi dovrete preoccupare di cambiare alimentatore nel caso passaste a componenti più energivori.

Il case: NZXT H210

NZXT con i suoi case realizza dei veri e propri pezzi di artigianato. e questo H210 lo è. I materiali sono ottimi, il pannello laterale in vetro temperato è estremamente resistente, il design è pulito e moderno, sul fronte è stata inserita una porta USB type – C. Infine l’airflow è stato migliorato grazie a 2 ventole da 120mm incluse in bundle e tramite le prese d’aria dotate di filtri rimovibili.

Di Filippo Fedele

Giovane ma appassionato, amo il mondo della tecnologia a 360°. Do sempre il massimo e sogno un futuro in cui avrò limato tutti i tempi morti in modo da dedicarmi alle mie passioni.

Lascia un commento