Le 5 funzioni Android che dovresti conoscere

Android è un sistema operativo che fin dal primo giorno ha fatto della completezza una delle proprie peculiarità, ed oggi, dopo 19 anni dalla sua nascita, il sistema operativo di Google possiede una quantità di funzioni disarmante.

Molte di queste funzioni sono già note, poichè datate o “sbandierate” da Big G, ma altre sono conosciute solo dagli utenti più “smanettoni”, poichè meno pubblicizzate o di più complessa accessibilità. Noi fra queste ne abbiamo selezionate 5 che riteniamo utili, ben funzionanti e poco conosciute.

Picture-In-Picture

La modalità PiP, acronimo di Picture-In-Picture è una funzionalità del dispositivo che consente di mantenere un’app aperta, sotto forma di piccola finestrella, mentre si eseguono altre operazioni sullo smartphone. Ad esempio, si può continuare a seguire un film e contemporaneamente si risponde ad un messaggio dallo stesso telefono, senza dover chiudere per forza il servizio di streaming. Le dimensioni e la posizione della finestra sono modificabili a piacere dall’utente, ma non tutte le applicazioni sono compatibili.

Per verificarlo:

  • Recaveti in “Impostazioni
  • App e notifiche
  • infine “Elenco App“.
  • Qui comparirà una lista di tutte le applicazioni installate sullo smartphone (ad esempio, Netflix è compatibile), ed 1 a 1 si potrà verificare un’eventuale compatibilità con questa comoda funzione.

Cronologia delle notifiche

Tutti siamo costantemente bombardati da una grande quantità di notifiche, ed inavvertitamente potrebbe capitare di far pulizia fra quelle della tendina per poi renderci conto di aver eliminato proprio una notifica della massima importanza.

In questo caso a venirci incontro è la funzione di cronologia delle notifiche: questa, dal momento dell’attivazione, va a registrare e salvare ogni singola notifica ricevuta per ogni singola applicazione.

Per eseguire correttamente l’attivazione, è sufficiente:

  • recarsi in “Impostazioni
  • cercare la sezione “Cronologia notifiche“.
  • spostare lo slider in maniera tale da attivare questa funzionalità.

Condividere il Wi-Fi con un codice QR

A tutti sarà capitato di aver invitato un amico a casa, e nel momento in cui questo ha chiesto la password del Wi-Fi, aver alzato lo sguardo al cielo rimpiangendo l’invito fatto. Le password standard del Wi-Fi sono infatti solitamente lunghe, ricche di lettere e numeri che si alternano a non finire.

Da Android 11 in poi però, la condivisione della password è divenuta un’operazione estremamente banale. E’ infatti possibile generare un banalissimo QR code che consente l’accesso alla rete interessata, tutto direttamente dalle impostazioni dello smartphone.

Per fare ciò:

  • ci si reca nella voce “Wi-Fi” delle impostazioni
  • si seleziona la propria rete
  • si clicka su “Codice QR Wi-Fi“. Voilà, il gioco è fatto!

Smart Lock

Smart Lock è una di quelle funzioni che vanno ad aggiungere un tocco di “futuro” ai nostri smartphone. Attraverso l’omonima sezione delle impostazioni è infatti possibile andare ad identificare come “affidabile” una zona o un dispositivo wearable, e quando ci troveremo nelle vicinanze strette di uno dei 2 il dispositivo non richiederà di essere sbloccato. Vi potremo mettere mano senza dover inserire ogni volta la password o il proprio metodo di sblocco predefinito.

E’ senza dubbio molto interessante l’accuratezza con cui funziona Smart Lock, e basta allontanarsi di pochi metri perchè il device torni immediatamente sul “chi và là” e si blocchi.

Per attivare Smart Lock:

  • Si va in “Impostazioni”
  • Si cerca l’omonima funzione
  • Si inseriscono i dati necessari in “Luoghi attendibili” o “Dispositivi attendibili”
  • Aggiornate queste informazioni, Smart Lock inizierà a fare il suo dovere

Widget delle note

Quante volte capita di avere in mente un‘idea, l’intenzione di chiamare qualcuno o l’esigenza di acquistare un qualcosa e si archivia la questione con “lo faccio dopo”, finendo poi ricorrentemente per dimenticarsene?

Tutto ciò può essere evitato tramite un semplice widget presente su Android: quello delle note. Tramite Android è infatti possibile posizionare nella schermata home dello smartphone un widget che consente il rapidissimo inserimento di una nota, permettendoci quindi di annotare subito qualunque idea ci venga in mente senza rischiare che finisca nel dimenticatoio.

La creazione è a dir poco immediata:

  • Si tiene premuto sulla homescreen finchè non compare la voce “Widget”
  • Si scorre fino a trovare quello con la dicitura “Note di Keep”
  • A questo punto basta importarlo nella home e si è pronti a registrare le proprie note.

Lascia un commento
Previous Post

Recensione Samsung Galaxy Watch 4 | Il Re degli smartwatch Android un anno dopo!

Next Post

Corsair K70 RGB Pro: la RECENSIONE