Le migliori smartband economiche a meno di 50€

Le smartband sono una delle tipologie di wearable più vendute in assoluto, in quanto riescono ad offrire un buon misto di componente smart e fitness, mantenendo allo stesso tempo prezzi accessibili a tutti.

Le proposte sul mercato sono molteplici, e proprio per venire incontro a chi fosse interessato ad un eventuale acquisto ma non sa quale scegliere, nel corso di questa guida vi illustreremo i modelli che riteniamo i migliori spendendo meno di 50 euro.

Xiaomi Mi Band 5

La Mi Band 5 di Xiaomi, QUI recensita, è forse la soluzione più nota al grande pubblico, divenendo sostanzialmente la smartband per eccellenza. La serie 5 offre la classica costruzione ovale, molto resistente, ma introduce l’uso di un caricatore magnetico.

Il display AMOLED da 1.1″ è ben visibile e molto luminoso, il software è fluido e graficamente curato. Sono presenti molteplici funzioni quali i promemoria, il controllo della musica ed ovviamente la lettura di notifiche e chiamate.

La gestione è affidata alla ben nota Mi-fit. E’ possibile installare praticamente qualsiasi watchface si voglia, gestire le opzioni di personalizzazione e l’intuitività del tutto è ormai cosa ben nota.

Presente il cardiofrequenzimetro, il monitoraggio del sonno ed infine il contapassi. Assente il GPS, di conseguenza non sarà possibile registrare il tracciato percorso senza utilizzare lo smartphone.

La batteria da 125 mAh consente di raggiungere fino ai 14 giorni di autonomia, la connessione allo smartphone sfrutta il Bluetooth 5.0 e la certificazione 5 ATM la rende ideale per le immersioni.

Il prezzo di circa 29.99 euro, insieme al pacchetto complessivo offerto, la rendono una soluzione consigliata a chiunque non necessiti di uno strumento particolarmente accurato.

Amazfit Band 5

L’Amazfit Band 5 potrebbe essere considerata la cugina della Mi-Band 5, ed in effetti lo è sotto tanti punti di vista.

Partendo dal design, i due prodotti sono assolutamente assimilabili. Lo stesso si può dire per il display, in quanto i pannelli montati sono sostanzialmente i medesimi.

Il software è invece differente, in quanto dotato di maggiori funzioni quali ad esempio il PAI (un indicatore del benessere generale) ma sopratutto è presente Amazon Alexa. Si può interagire con lei attraverso il microfono integrato, e questa è sicuramente una differenza importante rispetto alla proposta Xiaomi.

La gestione è affidata a Zepp, app proprietaria di Amazfit molto simile a Mi Fit. Il collegamento avviene anche qui attraverso Bluetooth 5.0 ed è presente l’impermeabilità 5 ATM.

Oltre al cardiofrequenzimetro, al contapassi ed al monitoraggio delle diverse fasi del sonno, Amazfit Band 5 è in grado di fungere da saturimetro attraverso il sensore SpO2. Il GPS invece è assente anche su questo modello.

La batteria da 125 mAh ottiene sostanzialmente gli stessi risultati della cugina marchiata Xiaomi, con quindi un’autonomia fino a 14 giorni.

Il prezzo di 29.99 euro, Alexa ed il sensore SpO2 rendono questa smartband a tutti gli effetti superiore a Mi Band 5, che però interfacciandosi con Mi Fit offre svariate possibilità di modding.

Per maggiori informazioni, QUI trovate la nostra recensione completa.

Offerta
Amazfit Band 5
772 Recensioni

Honor Band 6

Honor Band 6 è la nuovissima arrivata dal brand cinese. Il design è particolare, infatti il quadrante ha forma rettangolare. Il display è un’unità AMOLED da 1,47″, con colori saturi e luminosi.

Il software è quello da sempre presente sulle smartband targate Honor, dunque completezza e fluidità sono all’ordine del giorno. Il Bluetooth 5.0 permette al wearable ti collegarsi all’app dedicata Huawei Health, ricca di opzioni di personalizzazione, stabile ed intuitiva. Possibile ovviamente gestire le notifiche e chiamate in entrata.

Presenti a bordo il sensore per la lettura del battito cardiaco, il contapassi, il tracker del ciclo mestruale, quello del sonno e per concludere un sensore SpO2 per misurare la saturazione del sangue. Anche su questo dispositivo il GPS non è presente.

L’autonomia può raggiungere le 2 settimane di utilizzo, mentre la ricarica rapida magnetica consente performance di ricarica sopra la media.

Il prezzo al lancio è di 49.99 euro, che possono sembrare tanti ma si tratta appunto del prezzo di listino, sicuramente destinato a scendere. Il display più grande è un plus niente male, che magari può portare ad optare per questa Honor Band 6.

Samsung Galaxy Fit 2

Il precedente modello non è stato granchè fortunato, in quanto non idoneo a rivaleggiare con le band di Xiaomi ed Honor. Quest’anno però Samsung ha deciso di cambiare marcia, e Galaxy Fit 2 risulta un prodotto assolutamente consigliabile.

La forma è molto allungata, ma il display ha tecnologia AMOLED e 1,1″ di dimensioni. Il software è maturo e si gestisce attraverso l’app Samsung Health, attraverso la quale si possono modificare tutte le personalizzazione del bracciale. La connessione sfrutta il Bluetooth 5.0 integrato.

Cardiofrequenzimetro, monitoraggio del sonno, dello stress e dei passi consentono di aver sempre sotto controllo il proprio stato fisico. Manca il GPS, ma è presente la certificazione 5 ATM.

L’autonomia può raggiungere addirittura i 21 giorni d’uso mentre la gestione notifiche è la classica di tutte le smartband.

Il prezzo di 42.99 euro rende Galaxy Fit 2 un prodotto appetibile, concreto e da tenere in considerazione sopratutto se si possiede uno smartphone Samsung.

Previous Post
migliori-mouse-gaming-100-euro

I migliori mouse da gaming sotto i 100 € [2021]

Next Post
migliori mouse ufficio 50 euro

I migliori mouse economici per l’ufficio [max 50 €]