News Recensioni

Logitech G933: recensione delle cuffie gaming top

Mar 25, 2018

Logitech G933: recensione delle cuffie gaming top

L’evoluzione della tecnologia è d’obbligo, però talvolta vale la pena fermarsi e provare anche prodotti meno recenti perché si potrebbero scoprire gioiellini che hanno subito cali di prezzo: è questo il motivo che mi ha spinto a provare le bellissime Logitech G933, comode grazie alla tecnologia wireless e soprattutto multipiattaforma grazie ad una compatibilità a tutto campo. Sono riconoscibili per le scelte stilistiche da vero gamer, come la possibilità di personalizzare i LED multicolore che sono posti sui padiglioni auricolari, hanno un design da Stormtrooper e hanno audio 7.1 che fa assolutamente la sua parte.

Design e materiali

Logitech G933: la principale caratteristica è l’assenza del cavo che la differenzia rispetto alle G633 che si trovano in commercio a un po’ di euro in meno. Esteticamente si nota tutta la cura che si può dedicare a un prodotto per pc gamer di fascia enthusiast (fascia alta) e difatti troviamo dei padiglioni auricolari con pannelli smontabili, la presenza dei LED multicolori e piccoli inserti metallici (che altrimenti sono in plastica nelle G633).
Sul padiglione destro troviamo la batteria da circa 1100 mAh, che garantisce una buona durata a volume medio (io sono arrivato alle 11 ore), mentre cala un po’ se il vostro uso è più frammentato nei giorni. Nel padiglione sinistro, invece, trova luogo il dongle USB che si usa per le funzionalità wireless.

Il microfono si trova sul lato destro ed è inserito con meccanismo a scomparsa. Si tratta di un microfono cardioide, quindi in grado di registrare la voce emessa dalla nostra bocca e capace di limitare anche il rumore di fondo.

Sul lato sinistro troviamo una fitta schiera di pulsanti che servono a “comandare” le nostre cuffie: personalmente con qualche pulsante in meno mi sarei trovato meglio, specialmente perché talvolta mi confondevo quando pigiavo uno o l’altro, non avendo una visione diretta

In generale si trovano: il pulsante di accensione, i pulsanti programmabili G3, G2 e G1. Questi sono gestibili attraverso il software Logitech G Software sul proprio PC, ma all’accensione sono dedicati rispettivamente all’equalizzatore ciclico, all’audio surround e agli effetti. Sempre sullo stesso lato troviamo il tasto mute del microfono e la rotellina del volume, che emette un beep ogni volta che viene selezionata (e vi assicuro che un po’ infastidisce).

Le cuffie Logitech G933 presentano poi una serie di rivestimenti in gomma traspirante davvero comodi: la mia preoccupazione era relativa a sessioni di gioco prolungate, invece sono rimasto piacevolmente colpito perché non si suda (caso diverso sarà in estate, probabilmente) e non mi hanno dato fastidio gli occhiali con indosso le cuffie.

La dotazione di cavi, presenti in confezione, permette poi una versatilità all-around: cavo analogico da 3,5 mm con controlli audio, cavo da RCA a 3,5 mm, cavo di ricarica/dati USB. Non ho provato direttamente la cuffia su una Xbox One, ma riporto il fatto che mi è stato segnalato che non è possibile usare la cuffia in wireless.

La qualità audio delle Logitech G933

Queste cuffie hanno fascino dal punto di vista estetica, ma offrono anche molta sostanza: costano oltre i 150 euro e il motivo è presto detto visto che troviamo il Surround 7.1, in grado di creare un audio assolutamente avvolgente e particolarmente adatto al gaming di alto livello. Tecnicamente trovo che i 39 Ohm di impedenza facciano la differenza rispetto ad altri modelli che ho provato (a 32 Ohm) che invece producono un suono più falsato. Le voci sono gradevoli, l’audio avvolgente e si può sfruttare l’equalizzatore presente nel software Logitech per adattarlo al meglio al genere di gioco che si sta giocando (ad esempio MOBA, FPS, ecc.).

Voglio specificare che mi è capitato di usare le Logitech G933 anche per ascoltare musica, però il risultato è stato a dir poco deludente in quanto il suono mi è sembrato cupo e, addirittura, ovattato. E’ vero però che ho voluto provare queste cuffie esclusivamente per il gaming e lì i risultati mi sono sembrati eccellenti.

Due parole sulla batteria e sul wireless

Le cuffie Logitech G933 promettono una buona durata grazie alla batteria capiente, ma se durante il gioco attivate i LED questi metteranno a dura prova l’autonomia finale. Io ho provato a tenerli accesi e, sempre con volume medio, ho raggiunto le 6 ore, praticamente dimezzando i risultati che riuscivo a raggiungere a cuffie spente. Terrei i LED accesi se si gioca in compagnia (fisica!) di qualche altra persona oppure solo in alcuni casi.

Continuando la mia prova, ho avuto modo di provare la modalità plug&play di queste cuffie con più sorgenti wireless ed è davvero comoda: si possono collegare fino a 3 sorgenti contemporaneamente. Tenete conto che, però, in questo caso dovreste usare anche i cavi in dotazione e non basterà la sola tecnologia wireless a 2.4 GHz.

 

Conclusioni

Il prezzo di listino era di molto superiore ai 200€, però grazie al passare del tempo, lo street price si è abbassato ed è possibile acquistare le Logitech G933 ad un prezzo compreso tra i 134€ e i 157€ a seconda che si tratti della versione nera o quella bianca su Amazon.it.

Il prezzo rappresenta una discriminante importantissima per determinare la qualità reale di questo prodotto che, nonostante abbia un paio di anni sul groppone, diventa assolutamente attuale e consigliato a chi ha voglia di sperimentare una immersione totale nei videogiochi con una qualità costruttiva e sonora di altissimo livello.

Le Logitech G933 sono cuffie di alta caratura tecnica e offrono una buona solidità costruttiva (dopo circa 3 settimane di uso inteso sono come nuove), un suono pulito e modulabile attraverso equalizzatore ed un prezzo adeguato. Logitech G933: un prodotto assolutamente consigliato.

Logitech G933 Cuffia Wireless con Microfono per PC/Xbox One/PS4, Audio Surround 7.1, Nero
Prezzo consigliato: 239.99€
Risparmi: 116.64€ (49%)
Prezzo: 123.35€

Amante multitasking di tecnologia portatile e basket, si fa rapire da discussioni sulla telefonia mobile e se potesse cambierebbe terminale una volta al mese. Dà tutto se stesso per le sue grandi passioni.