Logitech MX Keys: RECENSIONE della migliore tastiera a membrana

In un periodo storico in cui tutti vogliono una tastiera meccanica, Logitech sforna un tastiera a membrana dalle qualità indiscutibili: Logitech MX Keys, una tastiera wireless uscita da pochissimo sul mercato insieme al mouse Logitech MX Master 3 (di cui potete leggere la recensione qui).

Logitech MX Keys: layout italiano e comodità di scrittura

La tastiera presenta il layout italiano ed è abbinabile sia a PC che MAC, infatti molte scritte poste sulla tastiera ci indicano la doppia funzionalità (ad esempio il tasto Command su Mac). Adoro lo spazio tra i tasti perché permette di scrivere rapidamente senza rischio di errore. Se devo segnalare un limite, il tasto Command è posizionato in maniera un po’ scomoda, ma ci si abitua abbastanza rapidamente.

Date le dimensioni complessive, sia il tasto Shift, che quello di Invio (a L rovesciata) ed il Backspace sono posizionati comodamente e sono facili da raggiungere senza aver bisogno di guardare direttamente la tastiera. Ogni singolo tasto è piuttosto liscio, ma non scivoloso: questo permette di avere un ottimo feedback quando si scrive, senza incorrere nel rischio di sbagliare la digitazione o renderla troppo ostica (se ad esempio fossero stati ruvidi, sarebbe stato decisamente più antipatico scrivere con questa tastiera). Inoltre i tasti presentano un leggero incurvamento interno, in modo che il nostro polpastrello finisca comodamente al suo interno, mentre la barra spaziatrice ed i tasti in basso, tipicamente usati con esterno del pollice e mignolo, sono lisci e vengono battuti con precisione.

I tasti funzioni sono disponibili sia in versione classica, sia in versione speciale con una serie di doppie funzioni richiamabili tramite le combinazioni che vediamo nella parte inferiore. Per fare un esempio: potrete cambiare tranquillamente applicazione personalizzando i tasti Funzione, switchare tra un tab e l’altro su Chrome o semplicemente regolare la luminosità del PC.

Logitech MX Keys: costruzione e design

Lo chassis è realizzato in plastica solida, ma probabilmente contiene del metallo al suo interno perché risulta molto rigida e flette con molta molta difficoltà.

Nella parte inferiore troviamo dei gommini che la rendono molto ferma (e difficile da muovere) quando poggiata sulla nostra scrivania, purtroppo però mancano dei piedini che permettano di inclinarla ulteriormente. La scelta è stata presa pensando soprattutto all’ergonomia e al design, purtroppo però a me piace avere anche un po’ di versatilità.

La tastiera wireless è di una comodità incredibile, inoltre è retroilluminata e questo permette di sostenere anche sessioni di scrittura notturne o in ambienti poco illuminati. La retroilluminazione è legata ad un sensore di prossimità: sfiorando la tastiera si illuminerà, quasi come se respirasse. Inoltre è presente anche un sensore di luminosità: in base alla quantità di luce circostante, questa emetterà più o meno luce e si adatterà perfettamente all’ambiente. Abbiamo sempre sentito parlare di questi sensori parlando di display degli smartphone, ora finalmente cominciamo ad assaporare anche l’integrazione tra più dispositivi.

L’esperienza di scrittura su MX Keys

L’esperienza di scrittura è totalmente diversa da quella che potreste ottenere su una tastiera meccanica, dove il feedback è decisamente più rumoroso. In questo caso la tastiera offre un feedback molto silenzioso, anche la battitura rapida non genera rumore ed è una tastiera utilizzabile comodamente in contesti di ufficio dove ci sono molte persone che scrivono.

Logitech MX Keys: accoppiamento

L’accoppiamento della tastiera avviene in maniera rapidissima: potete decidere se accoppiare rapidamente il vostro dispositivo via Bluetooth o via dongle Unifying. Sul mio Mac ho installato il dongle (un semplice USB-drive) e lo utilizzo per collegare sia il mouse MX Master che la tastiera Logitech MX Keys. Per collegarmi al mio altro laptop Windows invece sfrutto il Bluetooth e ho assegnato a quest’ultimo il secondo PC. Il terzo dispositivo è lo smartphone: si può connettere anche questo al proprio smartphone o tablet e sfruttare la comodità di scrivere da tastiera direttamente sul nostro dispositivo mobile.

Personalmente devo segnalare una notevole differenza nella connessione tramite dongle Unifying piuttosto che con il Bluetooth: nel primo caso ho quasi l’impressione di essere connesso via cavo, non ho la minima incertezza o la perdita di un comando. Con la connessione tramite questo dongle avremo la possibilità di usare subito la tastiera senza dover attendere che i driver siano completamente caricati, specie in accensione. Talvolta, invece, mi capita di incontrare qualche problema con il Bluetooth (e questo può dipendere anche dal mio laptop Windows di marchio Dell).

Le migliori funzionalità software di Logitech

Per ottenere il massimo dal proprio lavoro, Logitech mette a disposizione una serie di funzionalità software importantissime: Logitech Flow e Logitech Options.

Logitech Flow permette, infatti, di far comunicare più computer, anche con sistemi operativi diversi, switchando semplicemente da un monitor all’altro. Potrete copiare facilmente file da un sistema all’altro semplicemente trascinando sul desktop tramite mouse. E lo stesso discorso vale per la tastiera Logitech MX Keys che si può utilizzare con entrambi i sistemi switchando semplicemente con un tasto.

Molte funzionalità possono essere comunque personalizzate tramite il software Logitech Options, in modo da assegnare dei profili al nostro modo di digitare. Questo software è comodo perché permette di gestire anche i profili relativi al mouse e ottenere il massimo da questa sinergia.

Logitech MX Keys: autonomia e caratteristiche

Fisicamente troviamo una uscita USB-C, utilizzata per la ricarica, ed un tasto di accensione e spegnimento. Personalmente ho usato la tastiera per diverso tempo, circa un mese. Ho utilizzato tutti i giorni la tastiera per lavorare e, in queste circostanze, l’autonomia è stata di circa 10-12 giorni a sessione: circa tre ricariche. Tenete conto che non spengo mai la tastiera, nemmeno nei momenti di non utilizzo. Personalmente sono soddisfatto: da una tastiera retroilluminata wireless non mi aspettavo di più.

Disponibilità e prezzo

Questa tastiera dal layout esteso è disponibile su Amazon al prezzo di 109-115€ al seguente link, ma sul sito ufficiale presenta anche una versione con poggia polsi in vendita bundle. Purtroppo al momento non è disponibile, ma nella sostanza si paga circa 19€ in più rispetto al prezzo della sola tastiera.

Se, come me, preferite acquistare da Amazon per sfruttare la sicurezza in termini di garanzia e reso, fate solo attenzione a selezionare la tastiera con il layout italiano. Vi avviso perché può capitare che in prima posizione nella ricerca, capita il modello con layout tedesco.

Di Hiroshi Andrea

Appassionato di tutto il mondo della tecnologia e dell'elettronica, soprattutto consumer. Sogna di non aver più bisogno di dormire per riuscire a dedicare il giusto tempo alle proprie passioni.



Lascia un commento